home

ARCHIVIO
2017 - 2016 - 2015 - 2014 - 2013 - 2012 - 2011 - 2010 - 20092008 - 2007  - 2006 - 2005 - 2004 2003


 
 
 

+ 39 (06) 69950212 @PE_Italiawww.europarl.it

 

 

 

 

 

Agenda della settimana 24 - 30 aprile 2017

 

Plenaria e riunioni delle commissioni, Bruxelles

 

Plenaria

 

Referendum turco. Mercoledì pomeriggio gli eurodeputati discuteranno con il capo della politica estera dell'Unione Federica Mogherini l'esito del referendum del 16 aprile sul trasferimento di più poteri costituzionali al presidente turco Erdogan.

 

Pilastro sociale dell'UE. Sempre mercoledì Il commissario europeo Marianne Thyssen presenterà e discuterà con i deputati europei l'iniziativa su un pilastro sociale voluto dalla Commissione per garantire una migliore protezione sociale, la dignità ed un equilibrio tra lavoro e vita per i cittadini dell'UE.

 

Venezuela. Riprendendo il dibattito del 5 aprile sulla situazione in Venezuela e sugli ultimi eventi nel paese, i deputati voteranno su una risoluzione giovedì.

 

Ungheria. Mercoledì alle 15.00 ci sarà un dibattito sulla situazione in Ungheria, comprese le misure legislative che potrebbero imporre la chiusura dell'Università Centrale Europea a Budapest.

 

Presidente dell'Eurogruppo. Giovedì alle 11.00 i deputati ascolteranno Jeroen Dijsselbloem, presidente dell'Eurogruppo e figura chiave della "Troika", sulla seconda revisione del programma di riforma greca.

 

 

Commissioni parlamentari

 

Media audiovisivi. Martedì i deputati della commissione Cultura ed Istruzione voteranno per adattare la direttiva sui servizi audiovisivi dell'UE - che risale al 2010 - alle nuove modalità di distribuzione, alla sempre crescente digitalizzazione dei contenuti e alle nuove piattaforme di condivisione video. Prioritarie, per i deputati, sono la protezione dei minori, la promozione delle opere europee e una maggiore chiarezza sulle regole pubblicitarie e sul ruolo dei regolatori nazionali.

 

Condizioni di accoglienza per i richiedenti asilo. I deputati della commissione per le Libertà Civili si esprimeranno sulla modifica della direttiva sugli standard minimi per l'accoglienza dei richiedenti asilo, per garantire condizioni dignitose in tutta l'UE per chi richiede protezione internazionale, migliorare l'integrazione dei migranti e assicurare un'adeguata attenzione a gruppi vulnerabili come i minori non accompagnati. (Votazione martedì)

 

Finanziamenti allo sviluppo sostenibile. Le commissioni Affari esteri, Sviluppo e Bilanci voteranno per istituire il Fondo europeo per lo sviluppo sostenibile (EFSD), al fine di mobilitare investimenti privati per 44 miliardi di euro in favore dell’Africa e dei paesi coinvolti nella politica di vicinato dell’Ue, per aumentare i posti di lavoro e la stabilità economica in quelle aree e affrontare le cause principali della migrazione. (Lunedi)

 

Stop al geoblocking ingiustificato. La commissione Mercato Interno voterà su nuove norme per garantire che i consumatori che acquistano beni (ad es. Elettrodomestici) o servizi (ad es. Noleggio auto) da un altro paese dell'UE, sia online che in persona, non siano discriminati in termini di condizioni generali sulla base della loro nazionalità o di residenza. (Martedì)

 

L’agenda del presidente. Il presidente Antonio Tajani si recherà in visita ufficiale in Slovacchia, dove incontrerà il presidente della Repubblica slovacca Andrej Kiska lunedì 24 aprile alle ore 14.00. Giovedì mattina presiederà a Bruxelles la sessione plenaria del Parlamento e il dibattito con il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem, prima di incontrare alle 14 il Grand Mufti Egiziano Shawki Ibrahim Abdel-Karim Allam. Il 29 aprile parteciperà alla riunione del Consiglio europeo alle 12.30.

 

 

Per maggiori informazioni

 

Link all’agenda giorno per giorno:

 

http://www.europarl.europa.eu/news/en/news-room/agenda/2017-W17-By-Day

 

 

 

 

 

 

 
 

 

 
 

 

 
Oggetto Newsletter : Gran Bretagna al voto, gasdotto East Med, Svezia
Newsletter n° 530 , 21 aprile 2017
 

Meno di dodici mesi dopo la storica decisione di lasciare l'Ue, i britannici torneranno alle urne per le elezioni generali anticipate, convocate per il prossimo 8 giugno, in anticipo sui termini della legislatura. Di fronte a opposizioni fragili e divise, con questa decisione a sorpresa la premier Theresa May punta a rafforzare la propria leadership sul Paese e sul partito conservatore, e a ottenere un forte mandato per negoziare con Bruxelles i termini della Brexit. E mentre, in pieno clima G7 a presidenza italiana, il premier Gentiloni va a Washington dal presidente Trump e a Ottawa, si raccolgono i frutti dei primi incontri ministeriali dei Grandi. L'energia non ha prodotto grandi speranza, date le reticenze degli Stati Uniti sulla lotta al cambiamento climatico, ma l'Ue ha raggiunto uno storico accordo per il gasdotto East Med, che dal Mediterraneo orientale raggiungerà l'Europa passando anche per l'Italia. La Svezia, intanto, rinnova il comparto sicurezza e reintroduce la leva obbligatoria per tutti: c'è il timore della Russia dietro l'avvicinamento alla Nato?

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

GB: voto anticipato causa Brexit - David Ellwood 
La domanda se la pongono in tanti: dopo avere ripetutamente detto che mai e poi mai si sarebbe rivolta alle urne per avere una conferma della sua visione politica, perché la premier britannica Theresa May ha improvvisamente cambiato idea, portando il Paese a elezioni anticipate? ...
Leggi l'articolo>
 
Gas: una visione strategica paga - Valeria Termini 
Un accordo storico è finalmente giunto a maturazione, in un clima di disattenzione generale, per il gasdotto East Med che potrà collegare il Mediterraneo orientale all'Europa...
Leggi l'articolo>
 
Trump e i cambiamenti climatici - Agime Gerbeti 
All'inizio di marzo sono state pubblicate le previsioni di bilancio dell’Amministrazione Trump, dalle quali si evince che all'Epa (Environmental Protection Agency), già affidata al "negazionista" Scott Pruitt, verranno tagliati i fondi in misura pari a circa il 30 per cento...
Leggi l'articolo>
 
Svezia: torna il servizio militare universale - Ester Sabatino 
Il servizio militare obbligatorio per tutti i giovani di entrambi i sessi nati dal 1999 verrà reintrodotto in Svezia, secondo Paese in Europa dopo la Norvegia a estendere l'obbligatorietà della leva alle donne...
Leggi l'articolo>
 
Isole Marshall sfidano Potenze nucleari - Pasquale Simonelli 
Le Isole Marshall contro le Potenze nucleari: la sfida apparentemente impari s'è questa volta chiusa con la sconfitta di Davide, ma merita di essere raccontata...
Leggi l'articolo>

 


 
Image
 Venerdì 21 aprile 2017
 
Facebook
Twitter
Google+

Ossigeno ha rilevato 10 minacce dal 15 al 21 aprile 2017

Questa settimana l’Osservatorio ha verificato e reso note 10 intimidazioni nei confronti di giornalisti e operatori dell'informazione (leggi).

Presi di mira a causa del loro lavoro: 

Luca Teolato; Matteo Spini; Redazione Corriere della Calabria; Luca Abete, videoperatore.

Gli ultimi episodi

Marano (Na). Abete (Striscia) inseguito da parcheggiatore abusivo

Era con la troupe nei pressi della sede del Giudice di pace per mostrare che per la sosta di auto e moto si pagano persone non autorizzate

Allenatore dell'Atalanta insulta cronista e annulla conferenza
 

Gasperini non ha voluto incontrare i giornalisti in sua presenza. Matteo Spini aveva cercato conferme su malumori nei suoi confronti. Protestano i sindacati

Intrusione in email Corriere della Calabria e sei giornalisti

Le caselle di posta elettronica sono state svuotate e i messaggi in arrivo reindirizzati. Chiesto intervento Polizia Postale

Roma. Cinque sms minatori inviati a un freelance

Inviati da una cabina telefonica del quartiere Prati a Luca Teolato, collaboratore del Fatto Quotidiano che recentemente ha pubblicato articoli d'inchiesta su diversi argomenti

Diffamazione. Comitato Diritti Umani ONU ricorda ritardi Italia
 

Problemi irrisolti e anni di ritardo per il VI Rapporto periodico sul rispetto del Patto internazionale sui diritti civili e politici

Anguillara (Roma). Il Pannello della Memoria alla Biblioteca Comunale

Ricorda i giornalisti uccisi a causa del loro lavoro. Consegnato alla sindaca Sabrina Anselmo e all'assessore Viviana Normando

Il grande silenzio. La conferenza di Ossigeno a Madrid

 

Dai nostri partner

Destina il 5 per mille a Ossigeno

Ogni giorno c'è chi impedisce che tu sia informato correttamente.
Fermati non essere indifferente, difendi un tuo diritto. 
Codice fiscale 97682750589

OSSIGENO PER L'INFORMAZIONE, ​​Osservatorio sui cronisti minacciati e le notizie oscurate in Italia, è un’associazione ONLUS​ fondata nel 2007, dal 2014 è consulente della Commissione Parlamentare Antimafia e dell’OSCE. Ha pubblicato i nomi di migliaia di giornalisti italiani colpiti da intimidazioni. Si batte affinché ognuno di loro abbia un’adeguata protezione;​​ promuove il diritto dei cittadini di essere informati; esplora il problema della legalità nel campo dell’informazione giornalistica.​
 

 

Ossigeno per l’Informazione 
Piazza della Torretta 36 1° piano – 00187 Roma

Tel.​ 0668402705 | posta elettronica segreteria@ossigenoinformazione.it

 

 

 


 
Newsletter dell'AICCRE - Associazione italiana per Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa - N. 15 Aprile 2017   
Registrazione del Tribunale di Roma n. 255 del 21 Luglio 2009 - Testata iscritta al n. 1041 del Registro degli Operatori della Comunicazione (Roc)  
Gioco di squadra per la cooperazione internazionale

Stefano Bonaccini (nella foto), Presidente CCRE (e dell’AICCRE) è intervenuto il 19 aprile a Madrid nel corso del Bureau Esecutivo della CGLU (United Cities and Local Governments), l’Organizzazione dei Governi locali mondiali, della quale il CCRE è la Sezione europea. Il CCRE, ha esordito il Presidente, ospita nella sua sede PLATFORMA, la coalizione di attori che collega ‘l'Europa locale’ al “mondo locale”: essa raggruppa governi locali e regionali europei che si impegnano per la cooperazione internazionale con i loro pari al di fuori dell'Unione europea, attraverso le loro associazioni nazionali, europee e mondiali. CGLU è un partner importante di PLATFORMA ed entrambe sono impegnate in accordi di partenariato strategico con la Commissione europea. Come voce dei poteri territoriali nelle politiche di sviluppo dell'Unione europea a  Bruxelles, ha continuato il Presidente, è naturale che PLATFORMA sia ospitata e coordinata dal CCRE. Il processo di Habitat III è un buon esempio di cooperazione fruttuosa: CGLU ha guidato il processo nei confronti delle istituzioni delle Nazioni Unite; PLATFORMA e CCRE hanno lavorato sostenendo le nostre posizioni comuni verso le Istituzioni dell'Unione europea impegnate nel processo globale e siamo stati presenti per questo alle conferenze di Praga, Surabaya e Quito; PLATFORMA sta lavorando insieme all'Unione europea per “localizzare la nuova Agenda urbana” in Europa attraverso la cooperazione internazionale diretta, mentre CGLU lavora con UN-Habitat e le altre agenzie delle Nazioni Unite sulle strategie di attuazione dal livello globale al livello locale.
Continua

Enti locali: obiettivo un mondo migliore

Il 18 aprile a Madrid, funzionari ed amministratori locali di tutto il mondo hanno discusso per determinare in che modo gli Enti locali possano lavorare per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs), le 17 sfide che le Nazioni Unite hanno individuato per porre fine entro il 2030 alla povertà, per proteggere il pianeta e garantire che tutte le persone godano di pace e prosperità. Raggiungere e consolidare questi obiettivi sarà possibile solo con la partecipazione dei governi locali. È essenziale quindi che i responsabili delle associazioni nazionali ed internazionali individuino le linee da seguire. Ed è proprio quello che hanno fatto a Madrid presso la sede della FEMP (la Sezione spagnola del CCRE), in un evento dal titolo "I governi locali e la sfida di localizzare gli obiettivi di sviluppo sostenibile", organizzato dalla Federazione stessa e dall'Organizzazione mondiale di Città e Governi Locali uniti (CGLU). Nel corso della giornata, i Segretari generali delle Associazioni di Enti locali provenienti da ogni parte del mondo hanno preso parte ad un corso sugli obiettivi di sviluppo sostenibile, al quale ha partecipato Carla Rey, Segretario generale dell’AICCRE (nella foto, a sinistra) .
Approfondisci

Europa per i cittadini: giornata informativa a Roma

L’AICCRE organizza il 10 maggio prossimo a Roma una giornata informativa sul Programma europeo “Europa per i cittadini 2014-2020”, presso la propria sede (Piazza di Trevi 86).
Il programma prevede: - ore 11.00 – 13.00: presentazione del Programma: struttura, obiettivi e priorità del programma; azioni e misure; modalità e requisiti di partecipazione; compilazione dell’eform. - Ore 14.00 – 17.00: assistenza e supporto ai potenziali candidati per le idee progettuali.
La partecipazione è riservata agli associati dell’AICCRE ed è gratuita. È necessario confermare la propria presenza, inviando una e-mail a: progetti@aiccre.it


 

NOTIZIE DALL’EUROPA

Come migliorare strategie regionali con Fondi europei

In una recente relazione sulle regioni dell'UE in ritardo per quanto riguarda la crescita e la ricchezza, la Commissione europea indica percorsi per sostenere le strategie di crescita a livello regionale con l'aiuto dei fondi UE. Nella relazione vengono valutati gli elementi che favoriscono e quelli che ostacolano la competitività in tali regioni e si indaga il motivo per cui queste non hanno ancora raggiunto i livelli di crescita e di reddito previsti per l'UE. In particolare nella relazione si individuano le aree in cui tali regioni hanno bisogno di investire, cioè il capitale umano, l'innovazione, la qualità delle istituzioni e una migliore accessibilità, e gli strumenti disponibili nel quadro della politica di coesione dell'UE di cui potrebbero beneficiare. Le economie delle regioni a basso reddito, secondo la Commissione, possono essere rilanciate mediante una combinazione efficace di investimenti nell'innovazione, nel capitale umano e nella connettività. Le strategie di specializzazione intelligenti possono contribuire a migliorare le capacità di innovazione delle regioni che hanno un basso indice di competitività regionale e in cui manca una interazione efficiente tra le università e il mondo imprenditoriale locale.
Continua

MFE a Congresso

Si svolgerà a Latina, dal 28 al 30 aprile prossimi il XXVIII Congresso nazionale del Movimento Federalista Europeo, che avrà come tema: “Verso un'Unione federale del popolo europeo, con il popolo europeo, per il popolo europeo. Per la pace, lo sviluppo, la giustizia sociale”.
Approdondisci

Populismo, Consiglio d’Europa: “creare istituzioni affidabili”

In un contesto in cui partiti nazionalisti e xenofobi guadagnano consensi in un numero crescente di paesi, sfidando le élite e sfruttando le preoccupazioni dei cittadini rispetto alla questione migratoria, il Segretario generale Thorbjørn Jagland ha recentemente invitato gli Stati del Consiglio d’Europa a prendere coscienza della propria situazione e ad assumere un ruolo di guida nella creazione di istituzioni affidabili e di società inclusive in grado di resistere ad attacchi populisti. Nel suo quarto rapporto annuale sulla situazione della democrazia, dei diritti umani e dello Stato di diritto in Europa, il Segretario generale valuta lo stato dei cinque elementi fondamentali della sicurezza democratica negli Stati membri: l’indipendenza del sistema giudiziario, la libertà di espressione, la libertà di assemblea e di associazione, il funzionamento delle istituzioni democratiche e le società inclusive; questa volta, in un contesto di crescente populismo.
Continua

 

 BANDI E PROGRAMMI

Concorso fotografico “My Europe, my rights”

Il Gruppo Socialista Europeo nel Comitato delle Regioni e dei poteri locali (CdR) ha lanciato il concorso fotografico europeo dal tema "My Europe, my rights". Tutti i fotografi dilettanti e professionisti sono invitati ad esprimere attraverso le immagini la loro interpretazione di un'Europa dei diritti. Il concorso è riservato ai residenti in uno dei 28 Stati membri UE e di oltre i 18 anni. I vincitori riceveranno attrezzatura fotografica di loro scelta e un viaggio di tre giorni a Bruxelles per due persone. Vi sarà inoltre una votazione pubblica per selezionare il vincitore del premio pubblico che riceverà attrezzatura fotografica per un valore di 500 euro. Scadenza: 30 giugno 2017.

Infrastrutture energetiche: bando di gara

La Commissione europea, direzione generale dell’Energia, ha pubblicato un invito a presentare proposte al fine di concedere sovvenzioni in conformità alle priorità e agli obiettivi definiti nel programma di lavoro pluriennale nel settore delle infrastrutture energetiche transeuropee nell’ambito del meccanismo per collegare l’Europa per il periodo 2014-2020. Si sollecitano proposte per il seguente invito: CEF-Energy-2017.
L’importo indicativo disponibile per le proposte selezionate nell’ambito del presente invito è di 800 milioni di EUR. Il termine ultimo per presentare le proposte è il 12 ottobre 2017. Clicca qui per Il testo completo dell’invito a presentare proposte.

Partenariato pubblico-privato bioindustrie: invito a presentare proposte

Sulla Gazzetta ufficiale comunitaria è stato pubblicato un invito a presentare proposte e attività correlate nell’ambito del programma di lavoro 2017 del partenariato pubblico-privato per le bioindustrie. Si sollecitano proposte per il seguente invito: H2020-BBI-JTI-2017. Il piano di lavoro, comprese le scadenze e i bilanci delle attività, è disponibile tramite il portale web dei partecipanti) unitamente alle informazioni sulle modalità dell’invito e attività correlate e alle indicazioni sulle modalità per la presentazione delle proposte. Tutte le informazioni saranno aggiornate secondo le necessità sul portale web dei partecipanti.

Erasmus +: invito a presentare proposte, cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone prassi. Alleanze delle abilità settoriali

Le alleanze delle abilità settoriali si prefiggono lo scopo di ovviare alle carenze di abilità in relazione a uno o più profili professionali in un settore specifico. A tal fine individuano le esigenze esistenti o emergenti del mercato del lavoro specifiche di determinati settori (sul versante della domanda) e migliorano la capacità dei sistemi di istruzione e formazione professionale iniziale e continua, a tutti i livelli, di rispondere alle esigenze del mercato del lavoro (sul versante dell’offerta). Le domande devono essere inviate entro e non oltre le ore 12.00 (ora di Bruxelles) del 2 maggio 2017. Per il bando clicca qui.

Bando di gara: Programma di mobilità accademica intra-africana

L’obiettivo generale del programma è promuovere lo sviluppo sostenibile e in prospettiva contribuire a ridurre la povertà aumentando la disponibilità in Africa di manodopera professionale di alto livello, formata e qualificata. Più precisamente, il programma intende: contribuire al miglioramento della qualità dell’istruzione superiore promuovendo l’internazionalizzazione e l’armonizzazione di programmi e corsi di studio tra le istituzioni partecipanti; permettere agli studenti, al personale accademico e al personale in genere di beneficiare a livello linguistico, culturale e professionale dell’esperienza acquisita nel contesto della mobilità verso un altro paese africano. Il termine per la presentazione delle proposte per il programma di mobilità accademica intra-africana è fissato al 2 maggio 2017. Continua

Reti transeuropee di telecomunicazione: 4 inviti a presentare proposte

La Commissione europea, direzione generale delle Reti di comunicazione, dei contenuti e delle tecnologie, ha pubblicatoquattro inviti a presentare proposte al fine di concedere sovvenzioni a progetti conformi con le priorità e gli obiettivi del programma di lavoro per il 2017 in materia di reti transeuropee di telecomunicazione nel quadro del meccanismo per collegare l’Europa (Connecting Europe Facility, CEF) per il periodo 2014-2020. Le proposte riguardano i seguenti quattro inviti: CEF-TC-2017-1: Sistema d’interconnessione dei registri del commercio (Business Registers Interconnection System (BRIS); CEF-TC-2017-1: Identificazione e firma elettroniche (eIdentification and eSignature); CEF-TC-2017-1: Scambio elettronico di informazioni sulla sicurezza sociale (Electronic Exchange of Social Security Information – EESSI); CEF-TC-2017-1: Portale europeo della giustizia elettronica (European e-Justice Portal). Il bilancio indicativo totale disponibile per le proposte selezionate nell’ambito di questi inviti è di 27,5 milioni di EUR. Il termine ultimo per presentare le proposte è il 18 maggio 2017. La documentazione relativa agli inviti è pubblicata sul sito web del CEF per le telecomunicazioni.

Programma Erasmus+: sostegno alle riforme delle politiche

Il presente invito a presentare proposte offre sostegno a progetti di cooperazione transnazionale nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù. L’invito comprende due lotti, uno per l’istruzione e la formazione (Lotto 1), l’altro per la gioventù (Lotto 2), che hanno come scopo: la divulgazione e/o l’incremento di buone prassi sull’apprendimento inclusivo avviate in particolare a livello locale. Nel contesto del presente invito, con il termine incremento si intende la replicazione di buone prassi su più ampia scala/il loro trasferimento in un contesto diverso o la loro attuazione a un livello più elevato/sistemico; lo sviluppo e l’attuazione di metodi e pratiche innovativi per promuovere l’istruzione inclusiva e/o iniziative destinate ai giovani in specifici contesti. I proponenti ammissibili sono le organizzazioni pubbliche e private attive nel settore dell’istruzione, della formazione e della gioventù o in altri settori socioeconomici che svolgono attività transettoriali (per esempio, centri di riconoscimento, camere di commercio, organizzazioni professionali, associazioni della società civile, associazioni sportive e culturali, ecc.) nelle aree interessate dalla dichiarazione di Parigi (dichiarazione sulla promozione della cittadinanza e dei valori comuni di libertà, tolleranza e non discriminazione attraverso l’istruzione). Il termine di presentazione è il 22 maggio 2017 ore 12.00 (ora di Bruxelles). Tutte le informazioni relative all’invito a presentare proposte sono disponibili sul seguente sito Internet: https://eacea.ec.europa.eu/erasmus-plus/funding_en Recapito e-mail: EACEA-Policy-Support@ec.europa.eu

Salute: III programma d’azione. Invito a presentare proposte

La Commissione europea ha bandito un invito a presentare le candidature per «Salute — 2017» nell’ambito del terzo programma d’azione dell’Unione in materia di salute (2014-2020). Quest’invito consta delle seguenti parti: un invito a presentare proposte per l’aggiudicazione di un contributo finanziario ad azioni specifiche sotto forma di sovvenzioni di progetti; un invito a presentare proposte per l’aggiudicazione di un contributo finanziario al funzionamento di organismi non governativi (sovvenzioni di funzionamento). I termini per la presentazione online delle proposte sono i seguenti: 15 giugno 2017. Tutte le informazioni, sono disponibili sul sito web dell’Agenzia esecutiva per i consumatori, la salute, l’agricoltura e la sicurezza alimentare (Chafea) al seguente indirizzo: http://ec.europa.eu/chafea/

Trasporti: inviti a presentare proposte

La Commissione europea ha annunciato un nuovo invito a presentare proposte nel settore dei trasporti per combinare il meccanismo per collegare l’Europa con altre fonti di finanziamento fra le quali il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS). L’invito a presentare proposte, si legge nel comunicato stampa comunitario,“mira a combinare sovvenzioni per 1 miliardo di euro (Meccanismo per collegare l’Europa – Trasporti) e finanziamenti erogati da istituti finanziari pubblici, dal settore privato e, per la prima volta, dal Fondo europeo per gli investimenti strategici, il fulcro del piano di investimenti per l’Europa e una priorità assoluta per la Commissione Juncker”. Nell’invito saranno previsti due termini per la presentazione delle proposte, il 14 luglio 2017 e il 30 novembre 2017.
Continua


 

 

European Alternatives



ULTIME NOTIZIE

Per un movimento di pace internazionale per la Siria

La scorsa settimana abbiamo lanciato un appello internazionale per l’organizzazione di un summit multilaterale verso una risoluzione pacifista del conflitto siriano, con attori di stato e belligeranti. Crediamo che i gruppi pacifisti della società civile dovrebbero essere inclusi in questo summit. Leggi e condividi il nostro appello all’azione qui!


#istandwithCEU

Continuano le proteste iniziate settimane fa in Ungheria e assumono sempre più la forma di proteste di massa contro il governo Orban. E’ iniziato tutto come cortei per proteggere la Central European University (CEU) minata da una nuova legislazione, ma ora la posta in gioco si è alzata. Leggi il nostro report sull’Ungheria qui.


Il Diritto alla Città

Quali cambiamenti sociali sono in atto nelle città dei Balcani? Quali sono i movimenti che spingono per la promozione di nuove pratiche urbane nell’est Europa? Guarda il nostro ultimo episodio di Talk Real qui.


Chi è speciale dopo la Brexit?

La Prima Ministra inglese Theresa May ha convocato le elezioni per l’8 giugno. Questa mossa improvvisa è stata largamente interpretata come un tentativo di aggirare un’opposizione debole e neutralizzarla nelle trattative Brexit in corso. Ma chi è la forza motrice dietro questa visione determinata? Quale forma assumeranno le trattative post Brexit? Niccolo Milanese trova delle risposte nella storia dell’eccezionalità Ango-Americano su Political Critique.


 

PROSSIMI EVENTI

La voce della Maggioranza

Cosa succederebbe se la maggioranza nel 2017 trovasse la propria voce invece che lasciar perdere? Se non si contassero solo i voti, ma anche le intenzioni di voto? In vista delle elezioni tedesche di settembre, lanciamo una serie di eventi co-organizzati con DiEM25, ATTAC e Die AnStifter - Hannah-Arendt-Stiftung, per far luce sulla Germania presente e futura. Il primo evento della serie, Social Modernity: How do we want to live? Si terrà il 6 maggio alle 19 a Stoccarda, Württembergischer Kunstverein, Am Schloßplatz 2. Scopri di più qui!


Niente di cui aver paura, se non la paura stessa?

Un briefing esclusivo che presenta i risultati di un progetto che esamina come una nuova cultura della paura si stia facendo largo in Europa  e come questa si declini tra i cittadini e le élites tedesche. Leggi il programma della giornata qui.


Re-Build Refuge Europe ad Atene

Re-Build Refuge Europe è ancora ad Atene! Puoi ancora visitare le mostre aperte nel contesto della Biennale di Atene la scorsa settimana. ARTISTS at RISK, una mostra con gli artisti Pinar Ögrenczi, Erkan Özgen​ e Issa Tuoma, a cura di Perpetuum Mobile ad Athinas 55 / Varvakios Square Pavilion; e UNIVERSITAS, una mostra sul tema della migrazione e apprendimento curata da AthenSYN in collaborazione con la  Avtonomi Akadimia in Trii Art Hub, Drakou 9. Maggiori dettagli qui.

European Alternatives si batte per la promozione di democrazia, eguaglianza e cultura oltre lo stato nazione. Immaginiamo, rivendichiamo e mettiamo in pratica alternative per un futuro sostenibile per l'Europa 

Seguici sui social media: 
     

European Alternatives è: 
 

 


 
Oggetto Newsletter : Turchia, Corea del Nord, G7 in Italia
Newsletter n° 529 , 18 aprile 2017
 

La Turchia si spacca in due, ma - con il 51% dei voti - consegna la vittoria a Erdogan e approva la sua riforma costituzionale che trasforma il Paese in una Repubblica presidenziale. Le opposizioni lamentano irregolarità e annunciano battaglia, mentre Erdogan esulta e prospetta un'altra consultazione popolare per reintrodurre la pena di morte. La tensione resta intanto alta nella penisola coreana, dopo l'invio della squadra navale della portaerei Carl Vinson da parte di Washington. Il vicepresidente Usa Mike Pence ha cominciato proprio da Seul il suo tour asiatico, per rassicurare l'alleato sudcoreano e mandare segnali a Kim Jong-un: "La nostra pazienza strategica è finita". E l'Italia, tra crisi nel Pacifico e in Medio Oriente, è protagonista dell'agenda di politica estera 2017: dopo i primi incontri ministeriali di Lucca e Roma, si avvicina il G7 di Taormina, che vedrà il debutto di Donald Trump e del nuovo presidente francese, oltre che del premier Gentiloni e di Theresa May. L'alleanza transatlantica ne verrà fuori indenne?

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Turchia: per Erdogan una 'non vittoria' - Bianca Benvenuti 
Passa con il 51,3% il referendum costituzionale che trasformerà la Turchia in una Repubblica presidenziale. La riforma introduce super-poteri per il presidente...
Leggi l'articolo>
 
Salviamo l'alleato Trump - Stefano Silvestri 
Le 30 pagine del comunicato approvato alla fine del G7 dei ministri degli Esteri si contrappongono all'assenza di accordo finale del G7 dei ministri dell’energia...
Leggi l'articolo>
 
La tappa di Lucca dei Grandi in Italia - Daniela Giordano, Francesca Voce 
Dopo Firenze e Roma, i riflettori del mondo si sono da poco spenti su Lucca, in attesa di riaccendersi sulla nuova tappa del G7 sotto la presidenza italiana, Bari, per la Ministeriale Finanze...
Leggi l'articolo>
 
Corea: vicini all’epilogo della crisi - Enrico Mariutti 
Da quando, nell'ottobre del 2006, la Corea del Nord ha compiuto il primo test atomico, la tensione lungo il 38° parallelo sperimenta periodiche escalation...
Leggi l'articolo>
 
La Scuola di Gomme di Al Khan Al Ahmar - Dipartimento di Policy di GVC Italia 
Al Khan Al Ahmar è una delle 18 comunità beduine che risiedono in zona E1, l'area che prende il nome dal piano con il quale Israele ha programmato di unificare Gerusalemme Est a Ma'ale Adumim...
Leggi l'articolo>

 

 

[ ... ]

 

 

[ ... ]

 



 
  edk

   Aprile 2017                                                   

N E W S L E T T E R
 
 
In evidenza
 
 
1-7 Maggio: Settimana Europea della Gioventù 2017

Con lo slogan «Shape it, move it, be it», è in arrivo l'ottava edizione della Settimana Europea della Gioventù che si terrà a Bruxelles e in tutta Europa dal 1° al 7 Maggio 2017. La Settimana Europea della Gioventù mira ad incoraggiare i giovani a modellare il proprio futuro attraverso la partecipazione al dibattito sulle politiche dell'UE in materia di gioventù, a trasferirsi all'estero con le opportunità di mobilità Erasmus+ e a far parte del nuovo Corpo Europeo di Solidarietà, che offre ai giovani la possibilità di esprimere la loro solidarietà a favore delle persone più bisognose. 
... 
approfondisci}

 
 
Corpo Europeo di Solidarietà: come possono partecipare le organizzazioni
Il Corpo Europeo di Solidarietà è stato lanciato tre mesi fa e i giovani europei interessati hanno potuto cominciare a registrarsi; anche le organizzazioni accreditate che offriranno le opportunità di solidarietà possono adesso utilizzare....approfondisci} 
 
 
Rapporto Eurostat: disparità di genere nell'UE Nell'Unione Europea quasi 7.3 milioni di persone ricoprono ruoli dirigenziali nelle imprese con almeno 10 impiegati: 4.7 milioni sono uomini (il 65% di tutti i... approfondisci}

Relazione generale sull'attività dell'UE nel 2016 
Volete sapere cosa ha realizzato l'UE nel 2016?Quali progressi ha compiuto rispetto alle sue priorità? Le misure adottate per promuovere l'occupazione, la crescita e... 
approfondisci}

Concorso Amnesty International per cantanti e gruppi musicali emergenti 
Il concorso "Voci per la Libertà - Una Canzone per Amnesty", promosso dall'Associazione Voci per la Libertà insieme ad Amnesty International Italia, nell'ambito del...
approfondisci}

Piattaforma EU Aid Volunteers 
Il sito web offre accesso diretto alle opportunità di volontariato full-time e on-line Attraverso l'EU Aid Volunteers. I volontari possono effettuare una ricerca in base ai periodi, le...
 approfondisci}

18-23 Giugno: Conferenza sul Futuro dell'Educazione alla Cittadinanza e ai Diritti Umani in Europa 
L'obiettivo della Conferenza, che si svolgerà a Strasburgo, Francia, è di discutere sulle conclusioni del Rapporto sullo Stato dell'Educazione alla Cittadinanza e ai...approfondisci}

Piattaforma EU Aid Volunteers 
Il sito web offre accesso diretto alle opportunità di volontariato full-time e on-line Attraverso l'EU Aid Volunteers. I volontari possono effettuare una ricerca in base ai periodi, le...
 approfondisci}

Rapporto Eurostat: Apprendimento delle lingue straniere
In base al rapporto Eurostat, l'Ufficio Statistico dell'Unione Europea, imparare una lingua straniera a scuola è molto comune nell'UE, con oltre 17 milioni di studenti... 
approfondisci} 
 

 
 
Calendario Formazione Salto-Youth
 
contiene le attuali offerte di formazione nell'ambito del programma Erasmus+..approfondisci}
 
25 Aprile: Info Day Erasmus+ - KA3 - Sostegno alle riforme delle politiche 
L'Agenzia Esecutiva Istruzione, Audiovisivi e Cultura organizza un Info Day sull'invito EACEA 07/2017 "L'inclusione sociale attraverso l'istruzione, la.... 
approfondisci}

 

 
 
 
 
     
  Nasce DODO - Rivista di politiche per la gioventù! 
 
 
 
 
 
 
  La rivista, pubblicata da Eurodesk Italy con il supporto della Regione Sardegna, Servizio comunicazione istituzionale, trasparenza, coordinamento rete URP e archivi, nasce con l'intento di essere uno strumento per colmare il vuoto informativo nel settore delle politiche per la gioventù in Italia, offrendo tuttavia una prospettiva globale, in un'ottica di superamento dei confini locali e nazionali. La rivista, che accoglie contributi di esperti del settore, si propone di offrire spunti di riflessione, approfondimenti ed esempi di buone prassi a livello internazionale. I principali destinatari della rivista sono gli stakeholder del settore gioventù. In particolare, amministratori e funzionari degli enti pubblici locali, regionali e nazionali con responsabilità delle politiche in favore delle giovani generazioni; rappresentanti delle organizzazioni locali, regionali e nazionali della gioventù; ricercatori/studiosi/analisti universitari e di altri istituti che ........approfondisci}  
     
   
     
 
 

Database sve


YEFJ


Eventi Eurodesk

Formazione Erasmus+Prossimi appuntamenti 
TrainingDay Erasmus+ asse gioventù (in cooperazione con l'Agenzia Nazionale per i Giovani):
- Bergamo 27 aprile 2017
(Info e Registrazione)

- Cinisello Balsamo (MI) 19 Maggio 2017 
(Info e Registrazione) 
--------------------------------Seminari sull'iniziativaErasmus per giovani imprendiori:

- Sassari 13 Aprile 2017
- Cagliari 20 aprile 2017

--------------------------------
Seminario regionale di Presentazione dell'iniziativa 
Your First Eures Job 5.0

- Cagliari 08 Maggio 2017

 
 
 
 
  EURODESK.IT | EVENTI | NOTIZIE | CONTATTI | RIMANI CONNESSO facebook twitter Instagram  
   
 

Eurodesk è la struttura del programma comunitario Erasmus+ dedicata all'informazione, alla promozione e all'orientamento sui programmi in favore dei giovani promossi dall'Unione europea e dal Consiglio d'Europa.



 

 
Image
 Venerdì 14 aprile 2017
 
Facebook
Twitter
Google+

di Gianni Montesano

Tanti i casi registrati in due anni. Difficili le relazioni fra media e sport. E la Commissione Antimafia indaga su infiltrazioni della malavita organizzata


 

5 minacce

dall'8 al 14 aprile 

in Italia

Questa settimana Ossigeno ha verificato e reso note 5 intimidazioni nei confronti di giornalisti e operatori dell'informazione (leggi).

Presi di mira a causa del loro lavoro: 

Carlo Patrignani; Gianluca Zuddas; Paolo Gianlorenzo; Fabiana Pacella, Stefano Elli.

 
 

Lecce. Diffamazione. Gip ordina imputazione per due cronisti

Fabiana Pacella e Stefano Elli sono stati querelati da Flavio Ciurlia, presidente della BCC di Terre d'Otranto, per un articolo sul Sole24.Ore. Pacella anche per uno su Formiche.net

Gli ultimi episodi

L'Unità. GIP archivia querela amministratore contro cronista

Tre anni fa Fabrizio Meli, della società editrice NIE, querelò Carlo Patrignani per le critiche al management espresse in due blog

Civitavecchia. Fa domande scomode e riceve una diffida

Paolo Gianlorenzo, direttore di Etruria News, ha incalzato il direttore della Fondazione Cassa di Risparmio filmando la scena

Cagliari. "Il fatto non sussiste": cronista assolto da diffamazione

Gianluca Zuddas era stato querelato dal presidente della Federazione italiana atletica leggera Sardegna per aver riferito su icnusa.eu le critiche al suo operato

Diffamazione per "omissione". Condannato scrittore Mugno

Il Tribunale di Trapani ha stabilito che dovrà pagare un'ammenda di 1000 euro più tremila euro di spese processuali ed un risarcimento danni di ottomila euro

Cardito (Na). TGR Campania proseguirà inchiesta di MetNews

Andremo in quel cimitero con le nostre telecamere, ha annunciato Carlo Verna esprimendo solidarietà a Stefano Andreone, cronista aggredito

 

Dai nostri partner

Firma per il 5 per mille a Ossigeno

Ogni giorno c'è chi impedisce che tu sia informato correttamente.
Fermati non essere indifferente, difendi un tuo diritto. 
Destina il tuo 5 per mille a Ossigeno.
Codice fiscale 97682750589

OSSIGENO PER L'INFORMAZIONE, ​​Osservatorio sui cronisti minacciati e le notizie oscurate in Italia, è un’associazione ONLUS​ fondata nel 2007, dal 2014 è consulente della Commissione Parlamentare Antimafia e dell’OSCE. Ha pubblicato i nomi di migliaia di giornalisti italiani colpiti da intimidazioni. Si batte affinché ognuno di loro abbia un’adeguata protezione;​​ promuove il diritto dei cittadini di essere informati; esplora il problema della legalità nel campo dell’informazione giornalistica.​
 

Image

Ossigeno per l’Informazione 
Piazza della Torretta 36 1° piano – 00187 Roma

Tel.​ 0668402705 | posta elettronica segreteria@ossigenoinformazione.it
 


 

 


 
Oggetto Newsletter : Egitto, Francia, Cina
Newsletter n° 528 , 14 aprile 2017
 

La settimana santa s'è aperta dopo un bagno di sangue in Egitto, con i due attentati nelle chiese di Tanta e ad Alessandria che, nel giorno della Domenica delle Palme, hanno fatto 46 vittime e un centinaio di feriti. Se da una parte la comunità cristiana si prepara alla visita di Papa Francesco, prevista per fine mese, dall'altra la Chiesa copta ha annullato tutte le celebrazioni ad eccezione della Pasqua. E mentre proprio domenica la Turchia va alle urne per il referendum costituzionale, che potrebbe consolidare il potere nelle mani del presidente Erdogan, l'Ue torna a guardare entro i suoi confini: mancano meno di dieci giorni al primo turno delle presidenziali in Francia. Domenica 23 si affronteranno 11 candidati e i favoriti sono fuori dagli schieramenti tradizionali. Conquistato l'Eliseo, il neo-presidente avrà anche la forza di garantirsi una maggioranza in Parlamento? O si andrà verso una imprevedibile coabitazione? La sicurezza tiene banco nel dibattito, con Marine Le Pen che, in caso di vittoria, vuole sospendere gli accordi di Schengen. Anche in Cina si rafforza la legislazione anti-terrorismo, vietando burqa e barbe "anormali" nella regione a maggioranza musulmana dello Xinjiang. 

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Egitto: promesse di al-Sisi e visita di Francesco - Viola Siepelunga 
La settimana della Passione di Cristo è stata inaugurata da un tragico bagno di sangue. L'ennesimo che ha preso di mira la comunità copta egiziana, vittima di due attacchi terroristici nelle chiese di Alessandria e di Tanta...
Leggi l'articolo>
 
Francia: cronaca fine bipolarismo annunciata - Jean-Pierre Darnis 
La campagna per le elezioni presidenziali in Francia - primo turno domenica 23 aprile - presenta una serie di novità. Il fatto che l'estrema destra figuri come il partito più votato al primo turno è già di per sé un elemento dirompente...
Leggi l'articolo>
 
Xinjiang, misure contro la radicalizzazione - Paolo Recaldini 
Dopo l'adozione della discussa legge omnicomprensiva sul terrorismo nell'agosto scorso, il 1° aprile 2017 è entrato in vigore il regolamento della Regione autonoma uigura dello Xinjiang sulla de-radicalizzazione...
Leggi l'articolo>
 
Iraq: le ambizioni sulla pipeline Bassora-Aqaba - Enrico Mariutti 
Dopo una fase preparatoria durata oltre quattro anni, il progetto per la costruzione della pipeline Bassora-Aqaba sembra essere entrato nella fase di attuazione...
Leggi l'articolo>
 
Sicurezza e sviluppo, binomio da scintille - Giampaolo Silvestri, Maria Laura Conte 
Al tempo in cui la presidenza Usa dichiara che taglierà i fondi per gli aiuti alla cooperazione internazionale, per investirne di più nella difesa e in armi; al tempo in cui agli attacchi dei terroristi si risponde innalzando muri...
Leggi l'articolo>

 


 
Newsletter dell'AICCRE - Associazione italiana per Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa - N. 14 Aprile 2017   
Registrazione del Tribunale di Roma n. 255 del 21 Luglio 2009 - Testata iscritta al n. 1041 del Registro degli Operatori della Comunicazione (Roc)  
Europa per i cittadini: giornata informativa a Roma

L’AICCRE organizza il 10 maggio prossimo a Roma una giornata informativa sul Programma europeo “Europa per i cittadini 2014-2020”, presso la propria sede (Piazza di Trevi 86).
Il programma prevede: - ore 11.00 – 13.00: presentazione del Programma: struttura, obiettivi e priorità del programma; azioni e misure; modalità e requisiti di partecipazione; compilazione dell’eform. - Ore 14.00 – 17.00: assistenza e supporto ai potenziali candidati per le idee progettuali.
La partecipazione è riservata agli associati dell’AICCRE ed è gratuita. È necessario confermare la propria presenza, inviando una e-mail a: progetti@aiccre.it

Utilizziamo i fondi europei!

Si è svolto a Roma dal 3 al 7 aprile la II edizione il Master dell’AICCRE in Europrogettazione (nella foto i partecipanti), presso la storica sede nazionale dell’Associazione, in Piazza di Trevi a Roma. Il Master è indirizzato specificatamente alle amministrazioni locali, sia alla componente politica che alla componente tecnica, e fornisce tutte le informazioni necessarie per conoscere i settori che rientrano fra i programmi legati ai fondi diretti UE e per elaborare i progetti di finanziamento adeguati. Le lezioni sono svolte da esperti di europrogettazione i quali, nei sei mesi successivi, coadiuveranno le amministrazioni che hanno partecipato al Master a elaborare correttamente i rispettivi progetti. Prossima edizione nell’autunno 2017.

NOTIZIE DALL’EUROPA

Salvaguardare le lingue nell’epoca di internet

L’impatto dei rapidi sviluppi tecnologici, come l’espansione di Internet e dei social media, sul modo in cui operano i media nelle lingue regionali e minoritarie in Europa, nonché le nuove sfide che si aggiungono al contesto della Carta europea delle lingue regionali e minoritarie sono stati i temi di un incontro di esperti che si è svolto a Bruxelles il 6 e il 7 aprile scorsi. I partecipanti all’incontro che operano nell’ambito della Carta europea, nonché della Convenzione quadro per la protezione delle minoranze nazionali, hanno parlato di come prendere in considerazione questi sviluppi tecnologici e sociali nella futura fase di monitoraggio della situazione linguistica negli Stati membri e cercheranno di elaborare conclusioni per il 20esimo anniversario dell’entrata in vigore della Carta delle lingue.

Erasmus festeggia i suoi 30 anni!

Nel 2015 il programma Erasmus+ ha permesso a 678 000 europei, un numero mai raggiunto prima, di studiare, formarsi, lavorare e fare volontariato all’estero. Nello stesso anno l’UE ha investito 2,1 miliardi di EUR in oltre 19 600 progetti, a cui hanno partecipato 69 000 organizzazioni. Questi sono i principali risultati presentati nella relazione annuale del programma Erasmus+ per il 2015, pubblicata recentemente dalla Commissione europea. I risultati indicano inoltre che il programma è sulla buona strada per conseguire l’obiettivo di sostenere 4 milioni di persone tra il 2014 e il 2020.
Approfondisci

Occupazione: relazione della Corte dei Conti

La Corte dei conti europea ha pubblicato sulla Gazzetta ufficiale comunitaria la Relazione speciale «Disoccupazione giovanile: le politiche dell’UE hanno migliorato la situazione? Una valutazione della garanzia per i giovani e dell’iniziativa a favore dell’occupazione giovanile».

 

 BANDI E PROGRAMMI

Partenariato pubblico-privato bioindustrie: invito a presentare proposte

Sulla Gazzetta ufficiale comunitaria è stato pubblicato un invito a presentare proposte e attività correlate nell’ambito del programma di lavoro 2017 del partenariato pubblico-privato per le bioindustrie. Si sollecitano proposte per il seguente invito: H2020-BBI-JTI-2017. Il piano di lavoro, comprese le scadenze e i bilanci delle attività, è disponibile tramite il portale web dei partecipanti) unitamente alle informazioni sulle modalità dell’invito e attività correlate e alle indicazioni sulle modalità per la presentazione delle proposte. Tutte le informazioni saranno aggiornate secondo le necessità sul portale web dei partecipanti.

Erasmus +: invito a presentare proposte, cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone prassi. Alleanze delle abilità settoriali

Le alleanze delle abilità settoriali si prefiggono lo scopo di ovviare alle carenze di abilità in relazione a uno o più profili professionali in un settore specifico. A tal fine individuano le esigenze esistenti o emergenti del mercato del lavoro specifiche di determinati settori (sul versante della domanda) e migliorano la capacità dei sistemi di istruzione e formazione professionale iniziale e continua, a tutti i livelli, di rispondere alle esigenze del mercato del lavoro (sul versante dell’offerta). Le domande devono essere inviate entro e non oltre le ore 12.00 (ora di Bruxelles) del 2 maggio 2017. Per il bando clicca qui.

Bando di gara: Programma di mobilità accademica intra-africana

L’obiettivo generale del programma è promuovere lo sviluppo sostenibile e in prospettiva contribuire a ridurre la povertà aumentando la disponibilità in Africa di manodopera professionale di alto livello, formata e qualificata. Più precisamente, il programma intende: contribuire al miglioramento della qualità dell’istruzione superiore promuovendo l’internazionalizzazione e l’armonizzazione di programmi e corsi di studio tra le istituzioni partecipanti; permettere agli studenti, al personale accademico e al personale in genere di beneficiare a livello linguistico, culturale e professionale dell’esperienza acquisita nel contesto della mobilità verso un altro paese africano. Il termine per la presentazione delle proposte per il programma di mobilità accademica intra-africana è fissato al 2 maggio 2017. Continua

Reti transeuropee di telecomunicazione: 4 inviti a presentare proposte

La Commissione europea, direzione generale delle Reti di comunicazione, dei contenuti e delle tecnologie, ha pubblicato quattro inviti a presentare proposte al fine di concedere sovvenzioni a progetti conformi con le priorità e gli obiettivi del programma di lavoro per il 2017 in materia di reti transeuropee di telecomunicazione nel quadro del meccanismo per collegare l’Europa (Connecting Europe Facility, CEF) per il periodo 2014-2020. Le proposte riguardano i seguenti quattro inviti: CEF-TC-2017-1: Sistema d’interconnessione dei registri del commercio (Business Registers Interconnection System (BRIS); CEF-TC-2017-1: Identificazione e firma elettroniche (eIdentification and eSignature); CEF-TC-2017-1: Scambio elettronico di informazioni sulla sicurezza sociale (Electronic Exchange of Social Security Information – EESSI); CEF-TC-2017-1: Portale europeo della giustizia elettronica (European e-Justice Portal). Il bilancio indicativo totale disponibile per le proposte selezionate nell’ambito di questi inviti è di 27,5 milioni di EUR. Il termine ultimo per presentare le proposte è il 18 maggio 2017. La documentazione relativa agli inviti è pubblicata sul sito web del CEF per le telecomunicazioni.

Programma Erasmus+: sostegno alle riforme delle politiche

Il presente invito a presentare proposte offre sostegno a progetti di cooperazione transnazionale nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù. L’invito comprende due lotti, uno per l’istruzione e la formazione (Lotto 1), l’altro per la gioventù (Lotto 2), che hanno come scopo: la divulgazione e/o l’incremento di buone prassi sull’apprendimento inclusivo avviate in particolare a livello locale. Nel contesto del presente invito, con il termine incremento si intende la replicazione di buone prassi su più ampia scala/il loro trasferimento in un contesto diverso o la loro attuazione a un livello più elevato/sistemico; lo sviluppo e l’attuazione di metodi e pratiche innovativi per promuovere l’istruzione inclusiva e/o iniziative destinate ai giovani in specifici contesti. I proponenti ammissibili sono le organizzazioni pubbliche e private attive nel settore dell’istruzione, della formazione e della gioventù o in altri settori socioeconomici che svolgono attività transettoriali (per esempio, centri di riconoscimento, camere di commercio, organizzazioni professionali, associazioni della società civile, associazioni sportive e culturali, ecc.) nelle aree interessate dalla dichiarazione di Parigi (dichiarazione sulla promozione della cittadinanza e dei valori comuni di libertà, tolleranza e non discriminazione attraverso l’istruzione). Il termine di presentazione è il 22 maggio 2017 ore 12.00 (ora di Bruxelles). Tutte le informazioni relative all’invito a presentare proposte sono disponibili sul seguente sito Internet:https://eacea.ec.europa.eu/erasmus-plus/funding_en Recapito e-mail: EACEA-Policy-Support@ec.europa.eu

Salute: III programma d’azione. Invito a presentare proposte

La Commissione europea ha bandito un invito a presentare le candidature per «Salute — 2017» nell’ambito del terzo programma d’azione dell’Unione in materia di salute (2014-2020). Quest’invito consta delle seguenti parti: un invito a presentare proposte per l’aggiudicazione di un contributo finanziario ad azioni specifiche sotto forma di sovvenzioni di progetti; un invito a presentare proposte per l’aggiudicazione di un contributo finanziario al funzionamento di organismi non governativi (sovvenzioni di funzionamento). I termini per la presentazione online delle proposte sono i seguenti: 15 giugno 2017. Tutte le informazioni, sono disponibili sul sito web dell’Agenzia esecutiva per i consumatori, la salute, l’agricoltura e la sicurezza alimentare (Chafea) al seguente indirizzo: http://ec.europa.eu/chafea/

Trasporti: inviti a presentare proposte

La Commissione europea ha annunciato un nuovo invito a presentare proposte nel settore dei trasporti per combinare il meccanismo per collegare l’Europa con altre fonti di finanziamento fra le quali il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS). L’invito a presentare proposte, si legge nel comunicato stampa comunitario,“mira a combinare sovvenzioni per 1 miliardo di euro (Meccanismo per collegare l’Europa – Trasporti) e finanziamenti erogati da istituti finanziari pubblici, dal settore privato e, per la prima volta, dal Fondo europeo per gli investimenti strategici, il fulcro del piano di investimenti per l’Europa e una priorità assoluta per la Commissione Juncker”. Nell’invito saranno previsti due termini per la presentazione delle proposte, il 14 luglio 2017 e il 30 novembre 2017.
Continua


 

 

 

[ ... ]

 

 

 

 

[ ... ]

 

 

 
 
Oggetto Newsletter : Trump in Siria, fra Tomahawk e legalità internazionale
Newsletter n° 527 , 11 aprile  2017
 

La Siria dopo l'attacco chimico sui civili e i missili americani di Donald Trump che hanno incrinato i rapporti con la Russia è fra i dossier sul tavolo dei ministri degli Esteri del G7 riuniti a Lucca. E fa sdoppiare il summit. Nella speranza di frenare un'escalation militare e di rilanciare il processo di pace nel Paese, il responsabile della Farnesina Angelino Alfano ha infatti convocato per oggi nella città toscana blindata un vertice parallelo e allargato (concordato con Londra, Parigi e Berlino), a cui parteciperanno anche i rappresentanti di Turchia, Arabia Saudita, Giordania, Emirati Arabi e Qatar. Mentre Trump mostra i muscoli anche all'indirizzo della Corea del Nord, schierando navi da guerra in prossimità della penisola per fermare lo sviluppo dei programmi nucleari di Pyongyang, c'è da chiedersi se l'isolazionismo vantato in campagna elettorale non sia già un lontano ricordo. Un bombardamento, però, non fa una politica estera. Ma, al di là del plauso proveniente dalle capitali europee, come si qualifica l'azione di Washington nel diritto internazionale?

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

L'intervento Usa e la legalità internazionale - Natalino Ronzitti 
Il lancio di missili americani contro la Siria del 7 aprile ha sollevato numerosi commenti, che tuttavia non hanno affrontato il problema della legalità internazionale...
Leggi l'articolo>
 
Trump, un Presidente in divenire - Stefano Silvestri 
Una rondine non fa primavera e un bombardamento, per quanto spettacolare, non fa una politica estera. Certo, questa azione contro Bashar al Assad e la sua strategia sembra contraddire precedenti affermazioni di Donald Trump...
Leggi l'articolo>
 
Missili che sparigliano la scena - Jean-Pierre Darnis 
Il bombardamento della base aerea di al Shayrat da parte degli Usa risuona come il tuono di un fulmine in un cielo (non) sereno...
Leggi l'articolo>
 
Attacco con armi chimiche e reazione americana - Laura Mirachian 
L'intervento americano del 7 aprile contro la base aerea siriana di Sheikhoum nei pressi di Homs, in risposta all'attacco con armi chimiche di due giorni prima nell'area di Idlib chiarisce molte cose...
Leggi l'articolo>

 

 

[ ... ]

 


 
 
 

+ 39 (06) 69950212 cid:image001.png@01D2B1F7.F6FD7590@PE_Italiacid:image001.png@01D2B1F7.F6FD7590www.europarl.it

cid:image002.png@01D2B1F7.F6FD7590

 

 

 

 

 

Comunicato stampa – 10 aprile 2017

 

Agenda Settimana dal 10 al 16 aprile 2017

 

Riunioni delle commissioni, Bruxelles.

 

 

Siria. Gli ultimi sviluppi in Siria, la strategia della UE per il paese ed i risultati della conferenza dei donatori tenutasi il 4 e 5 aprile a Bruxelles saranno discussi dai deputati della Commissione Affari Esteri con il segretario generale del Servizio Azione esterna dell’Unione europea Helga Schmid. (Lunedi)

 

Politica migratoria / di ritorno. La questione del ritorno dei migranti senza diritto di soggiorno nell'UE sarà oggetto di un dibattito tra la commissione Libertà Civili e la Commissione europea, che ha recentemente proposto alcune riforme delle norme esistenti. (Martedì)

 

Spreco di cibo. La commissione Ambiente proporrà misure per ridurre gli sprechi di cibo del 50% entro il 2030, ad esempio rendendo più semplice il processo di donazione dei generi alimentari. Le proposte contribuiranno alla discussione attualmente in atto al Parlamento europeo sul pacchetto legislativo sull’economia circolare e sulla gestione dei rifiuti. (Martedì)

 

Agenda del Presidente

Il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani terrà un discorso al European Solidarity Corps Stakeholders Forum mercoledì a Bruxelles.

 

 

 

Link all’agenda giorno per giorno:

http://www.europarl.europa.eu/news/en/news-room/agenda/2017-W15-By-Day

 

 

 
 

 


 

 



 


 

 

 

 

 

 

LOGO_EP

PARLAMENTO EUROPEO

 

Ufficio d'Informazione in Italia

Direzione generale della Comunicazione

Tel. 06 699501

 

www.europarl.europa.eu

www.europarl.it  - @PE_Italiawww.facebook.com/parlamento.europeo.italia 

 

 

 

 

[ ... ]

 


 
Oggetto Newsletter : Cina, Germania, Brexit
Newsletter n° 526 , 7 aprile 2017
 

La nuova ondata di protezionismo all'americana e le turbolenze nella penisola coreana sono fra le questioni sul tavolo del primo incontro fra Donald Trump e il presidente cinese Xi Jinping, che si conclude oggi nel resort di Mar-a-lago, in Florida. Ma Pechino ha anche altri spinosi dossier da gestire: su tutti, il complicato rapporto con Hong Kong, che ha appena eletto una nuova leader gradita alla Cina, e le mai semplici relazioni con il Vaticano, nonostante i tentativi di apertura di Papa Francesco. L'Ue che reagisce alla Brexit - lacerante anche per il Regno Unto - e aspetta col fiato sospeso le presidenziali in Francia guarda intanto a Berlino, dove la campagna elettorale che si concluderà a settembre è sempre più combattuta e mette a repentaglio un quarto mandato consecutivo per Angela Merkel. Le urne si aprono e chiudono anche nella periferia dell'Unione, ma riservano poche sorprese: in Armenia il partito del presidente si conferma saldamente al potere.

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Vaticano e Cina: prove di normalizzazione - Stefano Pelaggi 
Le notizie sullo stato delle trattative tra Santa Sede e Cina si sono intensificate nelle ultime settimane. Sinologi e vaticanisti, tuttavia, non sono concordi sulle possibilità e sulla tempistica del raggiungimento di un accordo diplomatico tra le due parti...
Leggi l'articolo>
 
Germania: elezioni, la Merkel a rischio - Ester Sabatino 
Il prossimo 24 settembre la Germania è chiamata alle urne: le elezioni politiche vedranno numerosi partiti scendere in campo, ma l’attenzione si concentra sullo scontro tra l’Spd - socialdemocratici - e la Cdu/Csu – cristiano sociali...
Leggi l'articolo>
 
Brexit: che c’entrano Irlanda, Scozia e Gibilterra? - Luigi Cino 
Il 31 marzo il Consiglio dell’Unione europea ha pubblicato le linee guida per i negoziati con il Regno Unito riguardanti l’attivazione da parte di Londra dell’art. 50 del Trattato sull’Ue, che prevede la possibilità per uno Stato membro di lasciare l’Unione...
Leggi l'articolo>
 
Armenia: elezioni, una scelta di continuità - Simone Zoppellaro 
Pur fra molte contraddizioni e polemiche, le elezioni parlamentari del 2 aprile hanno sancito una scelta di continuità politica per l’Armenia...
Leggi l'articolo>
 
Hong Kong: la preferita di Pechino sul trono - Serena Console 
Pechino dorme sonni tranquilli da quando, a fine marzo, la filocinese Carrie Lam Cheng Yuet-ngor è stata eletta nuova leader di Hong Kong...
Leggi l'articolo>

 


 
Newsletter dell'AICCRE - Associazione italiana per Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa - N. 13 Aprile 2017   
Registrazione del Tribunale di Roma n. 255 del 21 Luglio 2009 - Testata iscritta al n. 1041 del Registro degli Operatori della Comunicazione (Roc)  
“Nella nostra Agenda: sviluppo sostenibile e cooperazione”

Si è svolto il 5 aprile a Chieti il seminario internazionale “Costruire la resilienza a livello locale”, promosso dall’AICCRE, dalla Commissione europea e da PLATFORMA, sui cambiamenti climatici e il loro impatto sulla resilienza delle città e delle regioni nel mondo. Ha aperto i lavori il Presidente del Consiglio regionale dell’Abruzzo e vicepresidente dell’AICCRE, Giuseppe Di Pangrazio (nella foto). “Resilienza è un termine della psicologia che indica la capacità di far fronte in maniera positiva a eventi traumatici, e ben si adatta a quelle realtà che pur avendo subito pesanti catastrofi naturali hanno avuto la forza di risollevarsi: penso, per esempio, al caso di Firenze dopo le pesanti alluvioni che l’hanno colpita”: così Carla Rey, Segretario generale dell’AICCRE, ha presentato i lavori. “il seminario ha un profilo internazionale, perché siamo convinti che solo con una cooperazione diffusa e che coinvolga tutti i territori del pianeta possiamo rispondere al diffuso degrado biologico”. Occorre pensare locale ed agire a livello globale e “la nostra bussola è l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, un programma d’azione con 17 obiettivi sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU”. In Italia se ne parla troppo poco, ha sottolineato la Rey, quando invece andrebbe divulgata. Il contrasto al cambiamento climatico, che è uno degli obiettivi dell’Agenda, è strettamente connesso agli altri: promuovere un’agricoltura sostenibile; assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età; garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie; assicurare a tutti l’accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni; porre fine ad ogni forma di povertà nel mondo; incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva ed un lavoro dignitoso per tutti; costruire un’infrastruttura resiliente e promuovere l’innovazione ed una industrializzazione equa, responsabile e sostenibile; rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili; garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo; conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile; proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre; promuovere società pacifiche e inclusive per uno sviluppo sostenibile; rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile. Per raggiungere questi obiettivi, ha concluso il Segretario generale dell’AICCRE, occorre da un lato un salto culturale, pensare cioè alla localizzazione degli obiettivi di sviluppo, e dall’altro la consapevolezza che per raggiungerli occorre un deciso ampliamento dello strumento della cooperazione decentrata.
PROGRAMMA in italiano
PROGRAMMA in inglese


 

NOTIZIE DALL’EUROPA

60 progetti cofinanziati dai Fondi europei: campagna di comunicazione Agenzia per la Coesione Territoriale

Dal tram di Firenze alla ferrovia Circumetnea, dalla Metro di Napoli ai Tecnopoli per le aziende dell’Emilia Romagna. Dal Grande Progetto Pompei alla riqualificazione della Reggia di Venaria Reale. Sono alcuni dei 60 progetti cofinanziati dai Fondi Strutturali e di Investimento dell’Unione europea al centro della campagna di comunicazione realizzata dall’Agenzia per la Coesione Territoriale e dalla Rappresentanza della Commissione europea in Italia con la collaborazione di tutte le Autorità di Gestione dei Programmi Operativi Nazionali e Regionali e pubblicata sul sito dell’ANSA .
Approfondisci
Intervista alla direttrice Maria Ludovica Agro

Coesione: la precondizione funziona

Uno degli elementi fondamentali della riforma della politica di coesione 2014-2020 è stata l’introduzione di precondizioni affinché gli Stati membri possano ricevere il sostegno finanziario dei fondi strutturali e di investimento europei. Da una prima valutazione pubblicata recentemente dalla Commissione europea risulta che “le precondizioni si sono dimostrate un potente incentivo per gli Stati membri e le regioni a intraprendere riforme che sarebbero state altrimenti ritardate o trascurate”. Le precondizioni (o condizionalità ex ante) volte a rafforzare gli investimenti interessano svariati settori, tra cui l’efficienza energetica, l’innovazione, i programmi in ambito digitale, le riforme dell’istruzione e sono state integrate nella nuova politica di coesione per garantire una “gestione sana ed efficace della spesa”. Secondo il comunicato della Commissione “molte precondizioni riguardano barriere settoriali orizzontali e verticali che ostacolano gli investimenti nell’UE: gli sforzi profusi per superarle hanno contribuito ad approfondire il mercato unico e ad attuare il piano di investimenti, attraverso il suo terzo pilastro”.
Continua

Tratta dei minori: “carenze in molti Paesi”

Nel suo ultimo rapporto annuale, presentato recentemente, il Gruppo di esperti del Consiglio d’Europa sulla lotta contro la tratta di esseri umani, GRETA, ha evidenziato lacune significative in una serie di paesi europei in relazione alla tratta di minori. Il rapporto mostra che sono stati identificati come vittime della tratta 4.361 minori in solo 12 paesi europei tra il 2012 e il 2015. Molti altri non sono stati individuati e protetti a causa delle carenze nelle procedure di identificazione, della mancata nomina di tutori e dell’assenza di sistemazioni appropriate e sicure. Il rapporto del GRETA mostra che, in media, i minori rappresentano un terzo delle vittime identificate della tratta di esseri umani, ma vi sono importanti differenze tra i paesi. I minori sono oggetto di tratta a livello transnazionale, come anche internamente, per diverse forme di sfruttamento, tra cui sfruttamento sessuale, lavori forzati, servitù domestica, accattonaggio forzato, attività criminali forzate e matrimonio forzato.
Continua

Mobilità: al via “Move2Learn, Learn2Move”

La Commissione europea ha recentemente presentato “Move2Learn, Learn2Move”, un’iniziativa nell’ambito del programma Erasmus+ che offre ulteriore sostegno all’apprendimento e alla mobilità dei giovani europei. Permetterà ad almeno 5000 giovani cittadini di recarsi in un altro paese dell’UE in modo sostenibile, individualmente o insieme alla classe. L’iniziativa nasce da un’idea avanzata dal Parlamento europeo nel 2016 e sarà attuata mediante eTwinning, la più grande rete di insegnanti al mondo. Parte del programma Erasmus+, eTwinning consente a insegnanti e studenti di tutta Europa di sviluppare insieme progetti attraverso una piattaforma online.
Continua

A maggio la “Settimana europea della gioventù”

L’ottava edizione della Settimana europea della gioventù si terrà in tutta Europa dal 1° al 7 maggio 2017. Si metteranno in luce la solidarietà e l’impegno sociale dei giovani in Europa, verrà celebrato e saranno fornite informazioni sul programma Erasmus+ e le idee dei giovani su come modellare il futuro delle politiche dell’UE in materia di gioventù troveranno ascolto. Con lo slogan «Shape it, move it, be it», la Settimana incoraggerà i giovani a modellare il loro futuro attraverso la partecipazione alle discussioni sul futuro delle politiche dell’UE in materia di gioventù, a trasferirsi all’estero con l’esperienza di mobilità Erasmus+ e a essere parte del nuovo Corpo europeo di solidarietà, che offre ai giovani la possibilità di esprimere la loro solidarietà a favore delle persone bisognose.
A Bruxelles, la Commissione europea organizzerà discussioni sulle priorità e sugli strumenti delle future strategie dell’UE per la gioventù. La Settimana europea coinvolgerà tutti i 33 paesi partecipanti al programma Erasmus+, e le Agenzie nazionali per la gioventù di Erasmus+ saranno incaricate del coordinamento, in cooperazione con la rete nazionale italiana Eurodesk, e dell’organizzazione degli eventi. Chiunque può organizzare un evento per la Settimana europea della gioventù legato ai temi: • Solidarietà e Corpo europeo di solidarietà, • Mobilità e festeggiamenti per il 30° anniversario di Erasmus+; • Partecipazione e politiche in materia di gioventù. Per registrare l’evento o essere coinvolto in un altro evento regionale o nazionale, visitare il sito web

Disabilità: Consiglio d’Europa lancia nuova strategia

Il Consiglio d’Europa ha recentemente lanciato la sua nuova Strategia per le persone con disabilità 2017-2023, che si concentra su cinque aree prioritarie fondate sui diritti sanciti nella Convenzione europea dei diritti dell’uomo e in altre norme del Consiglio d’Europa e delle Nazioni Unite: uguaglianza e non discriminazione, sensibilizzazione, accessibilità, uguale riconoscimento di fronte alla legge e protezione contro lo sfruttamento, la violenza o gli abusi. In Europa 80 milioni di persone vivono con disabilità e molte di loro continuano a essere vittime di discriminazione o abuso.

 

 BANDI E PROGRAMMI

Salute: III programma d’azione. Invito a presentare proposte

La Commissione europea ha bandito un invito a presentare le candidature per «Salute — 2017» nell’ambito del terzo programma d’azione dell’Unione in materia di salute (2014-2020). Quest’invito consta delle seguenti parti: un invito a presentare proposte per l’aggiudicazione di un contributo finanziario ad azioni specifiche sotto forma di sovvenzioni di progetti; un invito a presentare proposte per l’aggiudicazione di un contributo finanziario al funzionamento di organismi non governativi (sovvenzioni di funzionamento). I termini per la presentazione online delle proposte sono i seguenti: 15 giugno 2017. Tutte le informazioni, sono disponibili sul sito web dell’Agenzia esecutiva per i consumatori, la salute, l’agricoltura e la sicurezza alimentare (Chafea) al seguente indirizzo: http://ec.europa.eu/chafea/ 

Programma Erasmus+: sostegno alle riforme delle politiche

Il presente invito a presentare proposte offre sostegno a progetti di cooperazione transnazionale nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù. L’invito comprende due lotti, uno per l’istruzione e la formazione (Lotto 1), l’altro per la gioventù (Lotto 2), che hanno come scopo: la divulgazione e/o l’incremento di buone prassi sull’apprendimento inclusivo avviate in particolare a livello locale. Nel contesto del presente invito, con il termine incremento si intende la replicazione di buone prassi su più ampia scala/il loro trasferimento in un contesto diverso o la loro attuazione a un livello più elevato/sistemico; lo sviluppo e l’attuazione di metodi e pratiche innovativi per promuovere l’istruzione inclusiva e/o iniziative destinate ai giovani in specifici contesti. I proponenti ammissibili sono le organizzazioni pubbliche e private attive nel settore dell’istruzione, della formazione e della gioventù o in altri settori socioeconomici che svolgono attività transettoriali (per esempio, centri di riconoscimento, camere di commercio, organizzazioni professionali, associazioni della società civile, associazioni sportive e culturali, ecc.) nelle aree interessate dalla dichiarazione di Parigi (dichiarazione sulla promozione della cittadinanza e dei valori comuni di libertà, tolleranza e non discriminazione attraverso l’istruzione). Tutte le informazioni relative all’invito a presentare proposte sono disponibili sul seguente sito Internet: https://eacea.ec.europa.eu/erasmus-plus/funding_en Recapito e-mail:EACEA-Policy-Support@ec.europa.eu 

Lanciato Premio RegioStars 2017

La DG Regio della Commissione europea ha lanciato l’edizione 2017 di RegioStars, il premio che ha come obiettivo l’individuazione delle buone pratiche di sviluppo regionale di progetti innovativi e originali che possono attirare e ispirare altre regioni. Le categorie dei premi per il 2017 sono: Specializzazione intelligente per l’innovazione delle PMI; Unione dell’energia: Azione per il clima; Emancipazione femminile e partecipazione attiva; Istruzione e formazione; CityStars: Città in transizione digitale. Quest’anno, la cerimonia di premiazione RegioStars si terrà martedì 10 ottobre, durante la Settimana europea delle regioni e delle città 2017.
Approfondisci

Trasporti: inviti a presentare proposte

La Commissione europea ha annunciato un nuovo invito a presentare proposte nel settore dei trasporti per combinare il meccanismo per collegare l’Europa con altre fonti di finanziamento fra le quali il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS). L’invito a presentare proposte, si legge nel comunicato stampa comunitario,“mira a combinare sovvenzioni per 1 miliardo di euro (Meccanismo per collegare l’Europa – Trasporti) e finanziamenti erogati da istituti finanziari pubblici, dal settore privato e, per la prima volta, dal Fondo europeo per gli investimenti strategici, il fulcro del piano di investimenti per l’Europa e una priorità assoluta per la Commissione Juncker”. Nell’invito saranno previsti due termini per la presentazione delle proposte, il 14 luglio 2017 e il 30 novembre 2017.
Continua

Reti transeuropee di telecomunicazione: 4 inviti a presentare proposte

La Commissione europea, direzione generale delle Reti di comunicazione, dei contenuti e delle tecnologie, ha pubblicato quattro inviti a presentare proposte al fine di concedere sovvenzioni a progetti conformi con le priorità e gli obiettivi del programma di lavoro per il 2017 in materia di reti transeuropee di telecomunicazione nel quadro del meccanismo per collegare l’Europa (Connecting Europe Facility, CEF) per il periodo 2014-2020. Le proposte riguardano i seguenti quattro inviti: CEF-TC-2017-1: Sistema d’interconnessione dei registri del commercio (Business Registers Interconnection System (BRIS); CEF-TC-2017-1: Identificazione e firma elettroniche (eIdentification and eSignature); CEF-TC-2017-1: Scambio elettronico di informazioni sulla sicurezza sociale (Electronic Exchange of Social Security Information – EESSI); CEF-TC-2017-1: Portale europeo della giustizia elettronica (European e-Justice Portal). Il bilancio indicativo totale disponibile per le proposte selezionate nell’ambito di questi inviti è di 27,5 milioni di EUR. Il termine ultimo per presentare le proposte è il 18 maggio 2017. La documentazione relativa agli inviti è pubblicata sul sito web del CEF per le telecomunicazioni.

Bando di gara: Programma di mobilità accademica intra-africana

L’obiettivo generale del programma è promuovere lo sviluppo sostenibile e in prospettiva contribuire a ridurre la povertà aumentando la disponibilità in Africa di manodopera professionale di alto livello, formata e qualificata. Più precisamente, il programma intende: contribuire al miglioramento della qualità dell’istruzione superiore promuovendo l’internazionalizzazione e l’armonizzazione di programmi e corsi di studio tra le istituzioni partecipanti; permettere agli studenti, al personale accademico e al personale in genere di beneficiare a livello linguistico, culturale e professionale dell’esperienza acquisita nel contesto della mobilità verso un altro paese africano. Il termine per la presentazione delle proposte per il programma di mobilità accademica intra-africana è fissato al 2 maggio 2017.
Continua

Erasmus +: invito a presentare proposte, cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone prassi. Alleanze delle abilità settoriali

Le alleanze delle abilità settoriali si prefiggono lo scopo di ovviare alle carenze di abilità in relazione a uno o più profili professionali in un settore specifico. A tal fine individuano le esigenze esistenti o emergenti del mercato del lavoro specifiche di determinati settori (sul versante della domanda) e migliorano la capacità dei sistemi di istruzione e formazione professionale iniziale e continua, a tutti i livelli, di rispondere alle esigenze del mercato del lavoro (sul versante dell’offerta). Le domande devono essere inviate entro e non oltre le ore 12.00 (ora di Bruxelles) del 2 maggio 2017. Per il bando clicca qui.

Innovazione: finanziamenti diretti per le città

La Commissione europea ha lanciato un secondo bando per un importo di 50 milioni di EUR a titolo dell’iniziativa Azioni urbane innovative. Le città possono candidarsi direttamente e ottenere finanziamenti europei per progetti urbani innovativi. Con un bilancio di 50 milioni di EUR a titolo del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), il nuovo bando premierà i progetti più innovativi in tre categorie, coerentemente con le priorità dell’agenda urbana per l’UE: integrazione dei migranti, mobilità urbana ed economia circolare. Il bando è valido fino a metà aprile 2017. Guarda le azioni del primo bando che hanno ottenuto finanziamenti.


 

 

 



 

 
Image
 Venerdì 7 aprile 2017
 
Facebook
Twitter
Google+

9 minacce dall'1 

al 7 aprile in Italia

Questa settimana Ossigeno ha verificato e reso note 9 intimidazioni nei confronti di giornalisti e operatori dell'informazione (leggi).

Presi di mira a causa del loro lavoro:

Mimmo Mazza, Giuseppe De Tommaso, Editore; Filippo Marra Cutrupi; Dario Lapenta; Loris Mazzetti, Antonio Padellaro; Emilio Casalini, Raffaele Manco.

 
 

Minacce a Paolo Borrometi

Titta Ventura condannato

a venti mesi

 

Non rivela la fonte: cronista inquisito per falsa testimonianza

di Giuseppe Federico Mennella

Un giornalista di TM News rischia il carcere per non aver obbedito all'ordine dei magistrati di tradire il segreto professionale. Una norma zoppa e contraddittoria

Il grande silenzio. La conferenza di Ossigeno a Madrid

Image
 

Gli ultimi episodi

Ilva. Riva chiedono 2 milioni alla "Gazzetta del Mezzogiorno"

Citati in giudizio cronista Mimmo Mazza, direttore ed editore. Protestano Fnsi e Assostampa Puglia. Il parere di Ossigeno su patteggiamenti e colpa

Il grazie di Raffaella Cosentino all'Ufficio Legale di Ossigeno

"Questo strumento è importantissimo. Ci permette di dire a chi ci querela che non ci farà spendere neanche un euro", scrive la cronista querelata

No del GUP alla querela del senatore Gasparri contro Loris Mazzetti

Nell’articolo su una presunta appropriazione indebita di denaro il giornalista del Fatto Quotidiano ha esercitato correttamente il diritto di critica e di satira

Roma. Assolto il blogger querelato per una fotografia

Dario Lapenta era accusato da un fisioterapista di avere pubblicato la sua immagine a corredo di un articolo su presunte attività illecite di Casapound in Birmania

Dai giornali

Porta a Porta, 21 marzo

La scia di sangue dei giornalisti
 

OSSIGENO PER L'INFORMAZIONE, ​​Osservatorio sui cronisti minacciati e le notizie oscurate in Italia, è un’associazione ONLUS​ fondata nel 2007, dal 2014 è consulente della Commissione Parlamentare Antimafia e dell’OSCE. Ha pubblicato i nomi di migliaia di giornalisti italiani colpiti da intimidazioni. Si batte affinché ognuno di loro abbia un’adeguata protezione;​​ promuove il diritto dei cittadini di essere informati; esplora il problema della legalità nel campo dell’informazione giornalistica.​
 

 

Ossigeno per l’Informazione 
Piazza della Torretta 36 1° piano – 00187 Roma

Tel.​ 0668402705 | posta elettronica segreteria@ossigenoinformazione.it
 


 

 



 


 

 

Quale futuro per la Tv in Europa?

Perugia, Hotel Brufani, Sala Raffaello

Venerdì 7 aprile 2017 dalle ore 11.00 alle ore 13.00

L’Ufficio di informazione in Italia del Parlamento europeo organizza, nel contesto dell’undicesima edizione del Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia, una tavola rotonda dal titolo “Il futuro della TV in Europa”.

Il convegno si terrà venerdì 7 aprile dalle ore 11 alle ore 13 nella sala Raffaello dell’Hotel Brufani.

Interverranno:

-          Colin Bortner, direttore global public policy di Netflix;

-          Stefano Ciullo, direttore EU and International Affairs di Sky Italia;

-          Antonella Di Lazzaro, direttore social media e digital marketing della Rai;

-          Isabella Adinolfi, europarlamentare e membro della commissione Cultura e Istruzione del Parlamento europeo;

-          Stefano Maullu, europarlamentare e membro della commissione Cultura e Istruzione del parlamento europeo.

Modererà il dibattito il giornalista della Stampa Beniamino Pagliaro.

Con l’avvento di operatori quali Netflix e Amazon, con la crescita della tv on demand e del ruolo dei social media sia come vettori di reazioni che come vere e proprie fonti di ispirazione per programmi e palinsesti, qual è il ruolo dell’Unione europea per fare in modo che ci siano regole al passo coi tempi e valide per tutti?

Il Parlamento europeo sta discutendo, in queste settimane, una revisione della direttiva dei media audiovisivi per adattare le leggi vigenti a uno scenario che, fino a qualche anno fa, in pochi avrebbero potuto immaginare. Fra le sfide da affrontare quella di creare un mercato più equo e giusto per tutti gli operatori del settore, tutelare le produzioni europee e garantire una migliore protezione dei minori limitando in particolare i cosiddetti discorsi d’odio.

Sarà possibile guardare l’evento in streaming al seguente link:

http://www.festivaldelgiornalismo.com/programme/2017/the-future-of-tv-in-europe

 

 

 

[ ... ]

 


 
Read all our News and Campaigns in 13 European languages:
BG CZ DE EN ES FR HR HU IT LT NL PL RO SE
 

Liberties.eu Newsletter, March 2017.

   
 

Watch: 71% of Young Hungarians Think Corruption & Success Are Linked

March 20, 2017 • by LibertiesEU

A new video campaign in Hungary explores youth sentiments about corruption, what journalists think of political independence and more. Read more >>

 

March 22, 2017 • by Civil Rights Defenders

Team Iustitia from Niš, Serbia, have taken the title at the 2017 Regional Moot Court competition with a narrow win over over team Ad Victoriam from Tirana, Albania. Read more >>

 

Crowd Control: New Verdict Threatens Freedom of Assembly in Poland

March 28, 2017 • by Małgorzata Szuleka, Polish Helsinki Foundation for Human Rights

A panel of 11 judges of the Constitutional Tribunal has ruled that a new amendment creating "cyclical assemblies" is constitutional, giving the government extensive power to decided which public demonstrations are allowed. Read more >>

 

'Happy' Birthday? The EU-Turkey Refugee Deal Was Signed One Year Ago

On the occasion of the 60th anniversary of the EU, the EU-Turkey agreement must be buried and European values must be respected.

Why Does Marine Le Pen Both Frighten and Fascinate?

Marine Le Pen’s possible victory this May scares many, including financial markets in fear of a bursting of the euro and Europeans in fear of a bursting European Union.

'It Is About Dignity': In Italy, the Debate on Euthanasia Continues

After the death of Fabiano Antoniani, a.k.a. DJ Fabo, in Switzerland in February, an activist from the Association Luca Coscioni is reviving the debate around the law on assisted suicide in Italy.

A Big Step Backwards in Protecting Foreigners in Poland

New proposals for protecting foreigners lack an effective measure of appeal against adverse legal decisions and call for the automatic imprisonment of nearly all foreigners applying for international protection in Poland.

There Should Be a Public Debate on the Hungarian Civil Society Draft Law

The Hungarian Civil Liberties Union (HCLU) has urged the Hungarian Ministry of Justice to ensure that the legislative proposal on the operation and support of civil organizations is debated in public before it is submitted to the Parliament.

Strategic Litigation as a Tool to Help Afghan '1F'ers' in the Netherlands

One of the strategic litigation cases of the Dutch Public Interest Litigation Project (PILP), a project of the Dutch section of the International Commission of Jurists (NJCM), is about the so-called Afghan 1F'ers.
Copyright © 2017 European Liberties Platform, All rights reserved.


Our mailing address is:
info@liberties.eu

 

 

[ ... ]

 

 

 

 

[ ... ]

 

 

[ ... ]

 


 
Oggetto Newsletter : Brexit, presidenziali in Serbia, Ue e robot
Newsletter n° 525 , 4 aprile 2017
 

L'Ue vivrà (almeno) un biennio sospesa fra allargamento e restringimento, fra Regno Unito che si avvia all'uscio e Balcani che bussano alla porta. In Serbia il premier Aleksandra Vučić viene eletto presidente della Repubblica già al primo turno e (nonostante gli scetticismi di opposizioni e società civile) promette un futuro europeo a Belgrado, vero motore dell'integrazione Ue dei Balcani, di cui si parlerà domani a una conferenza internazionale organizzata a Roma dallo IAI. Pochi giorni dopo l'attivazione della clausola di recesso dall'Unione da parte di Londra, intanto, Bruxelles risponde inviando ai 27 Stati membri le linee guida per i negoziati sulla Brexit: un documento che ha fatto irritare il governo di Sua Maestà per la presa di posizione su Gibilterra; mentre la Spagna ammorbidisce i toni sul futuro europeo di una Scozia indipendente. E se il futuro è così incerto, il Parlamento europeo si dà all'innovazione, chiedendo alla Commissione di regolamentare il rapporto fra robot ed esseri umani. Di chi sarà la responsabilità in caso di incidente a bordo di un'auto senza pilota?

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Brexit, qualcosa si muove - Lorenzo Colantoni 
Le linee guida del Consiglio europeo sui negoziati, un White Paper su come trasformare la legislazione europea in britannica e, soprattutto, l’attivazione formale del processo di separazione dall’Unione...
Leggi l'articolo>
 
Malintesi Ue nella Serbia di Vučić - Giovanni Vale 
Da primo ministro a presidente: Aleksandar Vučić ha vinto la sua scommessa e potrà rimanere al potere in Serbia fino al 2022. Col 91% delle schede scrutinate, l’attuale capo di governo e leader del Partito progressista serbo (Sns) ha ottenuto un confortevole 55,13%...
Leggi l'articolo>
 
(Contro)rivoluzione dei robot e diritto europeo - Sabrina Palanza 
Il Parlamento europeo ha approvato in seduta plenaria la risoluzione “norme di diritto civile sulla robotica” con cui chiede alla Commissione di sottoporgli un testo sul tema, a seguito di un rapporto presentato, nel maggio 2016, da Mady Delvaux...
Leggi l'articolo>
 
I Rohingya fra Myanmar e Bangladesh - Daniela Giordano, Francesca Voce 
Tra le popolazioni senza Stato, ridotte dalle contingenze storiche alla condizione di profughi, i Rohingya sono quelli che, a livello di opinione pubblica, hanno sempre fatto parlare meno di sé...
Leggi l'articolo>
 
Armenia: elezioni, tra incertezza e transizione - Simone Zoppellaro 
L’Armenia si appresta a eleggere un nuovo Parlamento questa domenica 2 aprile. Un voto ritenuto per diverse ragioni cruciale, che risulterà fondamentale per gettare luce sul futuro della piccola repubblica caucasica, che sta vivendoun momento di transizione e incertezza...
Leggi l'articolo>

 

 

La Fondazione europea Luciano Bolis ha il piacere di trasmetterle il numero 69 della Lettera europea, una iniziativa a sostegno della Campagna per la Federazione europea promossa dal Movimento federalista europeo (www.mfe.it; Facebook, www.facebook.com/movimentofederalistaeuropeo; Twitter,@movfedeuropeo).

I numeri della “Lettera Europea” possono essere consultati all'indirizzo www.letteraeuropea.eu.

 

69
Lettera Europea

Marzo 2017

 

 

 

La Marcia per l’Europa e la svolta di cui l’Europa ha bisogno
 

La giornata di sabato 25 marzo, con la celebrazione del 60° anniversario dei Trattati di Roma e con lo straordinario successo della Marcia per l’Europa, la manifestazione pro-europea che il Movimento Federalista ha organizzato insieme all’Unione europea dei federalisti, deve diventare una giornata di svolta per chiunque abbia a cuore il successo del grandioso progetto di unificazione dell’Europa.

Cittadini, forze politiche e sociali rivolte al futuro e al progresso della nostra società, istituzioni europee e governi nazionali, tutti sono – siamo – chiamati ad imprimere il segno della riscossa e del rilancio europei contro le forze nazionaliste, disfattiste e oscurantiste che vogliono riportare l’odio e la guerra sul nostro continente e distruggere la nostra civiltà pacifica, fondata sulla democrazia, la libertà, la solidarietà.

Sabato i federalisti, con i cittadini e le forze che hanno avuto il coraggio e la forza di mobilitarsi e di schierarsi con la Marcia per l’Europa, hanno vinto una prima grande scommessa. Una presenza tanto numerosa (almeno 10.000 persone), determinata e unita nei tanti colori che hanno riempito Piazza Bocca della Verità e animato il corteo, da oscurare gli antieuropeisti, sovranisti o StopEuro, che hanno fatto un clamoroso flop con una mobilitazione ben inferiore alle cifre sbandierate. Una presenza che ha lasciato stupefatti gli osservatori della stampa e dei media (come dimostrano molti articoli apparsi sui grandi quotidiani europei – anche se nel nostro Paese non tutti hanno voluto rendere giustizia nei  loro resoconti a questa grande vittoria dei sostenitori dell’Europa). Una presenza infine che ha impressionato anche i politici che sono voluti intervenire per sostenere il messaggio che campeggiava sul nostro palco “For a Federal Europe!”: 30 interventi che hanno visto insieme sindacati, movimenti giovanili, associazioni delle istituzioni locali e rappresentanti di una galassia di organizzazioni pro-europee, insieme agli esponenti del PD, della nascente Forza Europa, a membri del Governo e a quei parlamentari europei di tutti gli schieramenti che, come Gruppo Spinelli, stanno facendo la battaglia federalista all’interno delle istituzioni europee. A coronare queste adesioni vanno ricordati l'apprezzamento e l’augurio per il successo della manifestazione da parte del Presidente Mattarella, che ha ricordato ai partecipanti che “il percorso di costruzione dell’Europa unita.....ci chiede...maggiore integrazione e un’accresciuta capacità di esprimerci, anche a livello internazionale, attraverso una sola voce”. Lo stesso Presidente ha ricordato poi ai Capi di Stato e di governo, suoi ospiti al Quirinale, che per l’Europa inizia “una fase costituente”.

Sotto questo profilo, i Capi di Stato e di governo, riuniti in Campidoglio per rendere omaggio alla firma dei Trattati di Roma e per dimostrare la loro volontà di proseguire sulla via del cammino tracciato dai Padri fondatori, non sono stati altrettanto coraggiosi rispetto al compito che la storia ha loro assegnato. Molti ostacoli hanno frenato lo slancio che per primo il Governo italiano voleva dare alla Dichiarazione e che le aperture della Merkel di alcune settimane fa sulla necessità di realizzare un’Europa a diverse velocità potevano far sperare. Hanno frenato sia le diverse concezioni sul concetto di unità europea che spesso contrappongono i Paesi membri, in particolare quelli dell’Europa centro-orientale rispetto ai fondatori e ai partner più legati al progetto politico, sia le prudenze legate alle scadenze elettorali nazionali in Francia e Germania, sia le difficoltà politiche a pensare, prima ancora che a cercare di realizzare, quel concetto dell’Europa “a velocità diverse” che le differenti visioni rendono inevitabili e che, per non risultare divisive, devono accompagnarsi ad un percorso coraggioso di riforma delle istituzioni. Un percorso capace di dotare le istituzioni europee degli strumenti politici e fiscali necessari affinché queste ultime possano non solo garantire e rafforzare il mercato unico europeo a 27, ma anche fornire l'Eurozona di un governo sovranazionale, democratico e legittimo di fronte ai cittadini, per sviluppare quelle politiche europee che sono indispensabili per rispondere alle poderose sfide del nostro tempo, che pure la Dichiarazione efficacemente richiama.

Ciascuno dunque è chiamato a svolgere il proprio compito in questa fase storica cruciale per il futuro della nostra società. I federalisti ieri hanno svolto il loro, insieme a tanti compagni di strada, incluso lo schieramento riunito sotto lo slogan de “La nostra Europa” al Colosseo; compagni di strada che crediamo possano diventare sempre più numerosi. Vogliamo sperare che tra questi compagni ci saranno sempre più anche quei Governi che credono nel grande progetto dell’Europa unita, democratica, federale.

Publius

 

 
Sotto gli auspici della Fondazione Europea Luciano Bolis
Iniziativa a sostegno della Campagna per la Federazione europea
promossa dal Movimento federalista europeo

 

Editrice EDIF, via Villa Glori, 8 - I-27100 Pavia - E-mail: publius@euraction.org
Direttore responsabile Elio Cannillo
Autorizzazione Tribunale di Pavia n. 572 del 4/9/2002
Stampatore PIME SRL, Pavia - Poste Italiane s.p.a., Spedizione in Abbonamento Postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, LO/PV
Abbonamento annuale € 5
www.letteraeuropea.eu

 

 

 

 

[ ... ]