home

ARCHIVIO
2017 - 2016 - 2015 - 2014 - 2013 - 2012 - 2011 - 2010 - 20092008 - 2007  - 2006 - 2005 - 2004 2003


 
 
 

+ 39 (06) 69950212 @PE_Italiawww.europarl.it

 

 

 

 

 

Comunicato stampa - 27 marzo 2017

 

Agenda settimana 27 marzo - 2 aprile 2017

 

Riunioni delle commissioni e dei gruppi politici, Bruxelles

 

Sicurezza / Francia e Germania. Il Ministro dell'Interno federale tedesco Thomas de Maizière ed il Ministro dell'Interno francese Matthias Fekl, discuteranno con la commissione per le Libertà Civili su possibili misure per migliorare la situazione della sicurezza in Europa, così come le sfide future in materia. (Lunedi)

 

Multinazionali / evasione fiscale. La commissione per gli Affari economici e Monetari voterà misure per contrastare le multinazionali che evadono le tasse sfruttando le differenze (“hybrid mismatches”) tra i sistemi fiscali negli Stati membri dell'UE e dei paesi terzi. (Lunedì)

 

Bilancio a lungo termine dell'UE. Una revisione intermedia del quadro finanziario pluriennale dell'UE (il cosiddetto Mff) per il periodo 2014-2020, sarà votata dalla commissione per i Bilanci. L'obiettivo generale è quello di allineare l’Mff alle nuove priorità. Nello specifico, la revisione intende far fronte in maniera migliore, da parte dell’Ue, alla crisi migratoria, rafforzare la sicurezza, stimolare la crescita creando nuovi posti di lavoro e aumentare la flessibilità di bilancio per affrontare meglio situazioni di emergenza inattese. (Lunedì)

 

Preparazioni plenaria. I gruppi politici si prepareranno per la sessione plenaria del 3-6 Aprile a Strasburgo, dove si voteranno nuove regole per rendere più sicuri i dispositivi medici, per uniformare i test ambientali e di sicurezza per la certificazione delle nuove auto, per concedere l'esenzione dal visto nella UE per i cittadini ucraini e per limitare le tariffe che le compagnie telefoniche applicano ad altri operatori per utilizzare le loro reti con l'obiettivo di abolire i costi del roaming. Il PE inoltre voterà le raccomandazioni della Commissione d'inchiesta sulle misurazioni delle emissioni nel settore automobilistico (EMIS) e farà un appello per evitare la deforestazione legata all’utilizzo dell’olio di palma.

 

Ordine del giorno del Presidente.

Lunedì il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani incontrerà il Presidente palestinese Mahmoud Abbas.

Martedì incontrerà il sindaco di Londra Sadiq Khan ed il Presidente del Senato della Repubblica Ceca H.E. Milan Štěch.

 

 

Per maggiori informazioni

 

http://www.europarl.europa.eu/news/it/news-room/agenda/2017-W12-By-Day

 

 

 

 

 

 
 

 

Maurizio MOLINARI

Servizio stampa del Parlamento europeo

  maurizio.molinari@europarl.europa.eu

  (+39) 3395300819

  (+39) 06 69950212 (ROMA)

  (+33) 3 881 73937 (STR)

 

 


 

 

 

 

 

[ ... ]

 


 
Image
 Venerdì 24 marzo 2017
 
Facebook
Twitter
Google+
Image

Il gran silenzio in Italia e Spagna
La conferenza di Ossigeno a Madrid

Gli interventi e le proposte all’incontro presso l’Università Complutense, patrocinato da PDLI, ECPMF con il sostegno della Commissione Europea

12 minacce dal 17 al 24 marzo in Italia

 
 

Questa settimana Ossigeno ha verificato e reso note 12 intimidazioni nei confronti di giornalisti e operatori dell'informazione (leggi).
Presi di mira a causa del loro lavoro: Lucio Musolino, Paolo Pollichieni; Carlo Tecce, Andrea Gianbartolomei; Stefania Congedo, Roberta Riccardi; Paolo Berizzi; Giornalisti Bologna.

EDITORIALE

Image

Diffamazione. Dalla Calabria una sentenza di respiro europeo

 
 

di Giuseppe Federico Mennella

 
 

Il Tribunale di Reggio ha riconosciuto l'effetto intimidatorio della citazione per un milione di euro. Sempre fermo in Senato il disegno di legge (da riscrivere)

Sallusti e la parabola del medico, del giudice e del giornalista

Dopo cinque anni e quattro udienze penali, il direttore del Giornale ha fatto notare che lo avevano scambiato con un'altra persona

 
Image
 

Minacce da estrema destra. Protezione per giornalista di Repubblica

Lo ha stabilito il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, dopo che sulla autovettura di Paolo Berizzi sono stati incisi simboli nazisti. Le note di Cdr e Fnsi

Bologna. Allo stadio striscioni contro giornalisti

Le scritte "Giornalisti infami, fuori dai maroni" sono state esposte durante la partita Bologna-Chievo. Intervengono Odg, Ussi e Gergs Emilia Romagna

Melendugno (LE). Troupe di TgNorba aggredita da un manifestante

Giornalista e operatore documentavano una protesta per la realizzazione di un gasdotto Tap. Solidarietà da Assostampa Puglia e Comitato di Redazione

Juve deferita a giustizia sportiva per infiltrazioni nella tifoseria

Il club aveva minacciato querela al Fatto che aveva parlato dell’inchiesta disciplinare su presunti rapporti fra i vertici e ambienti malavitosi negli ultrà

 

Petra Reski. "Meno male che in Germania la mafia non esiste"

Esistono "soltanto imprenditori italiani di successo", dice amaramente la giornalista scrittrice tedesca, citando le parole del direttore di Ossigeno

 

Dai nostri partner

Madrid. Prima battuta d'arresto alla Legge Mordaza

Dopo un richiamo del Defensor del Pueblo, il Ministero dell'Interno ha annullato la multa inflitta a un giornalista per aveva dato notizia di un arresto eseguito dalla polizia

Image

 

Cancella iscrizione  |  Unsubscribe  |  Email inviata con   Logo


 
 
Oggetto Newsletter : EU60 domani a Roma, G7, Bulgaria, Corea del Sud
Newsletter n° 522 , 24 marzo 2017
 

L'Ue a 27 guarda al futuro e riparte da Roma, a 60 anni esatti dalla firma dei Trattati fondativi. La celebrazione di domani in Campidoglio, che culminerà con la firma di una Dichiarazione congiunta a margine del Consiglio europeo informale, sarà accompagnata per le strade della capitale (ma anche nel resto del Vecchio continente) da una marcia per rilanciare un'integrazione europea che appare affaticata. Un rilancio che parte anche, e ambiziosamente, dalla difesa, proprio lì dove la lascente Comunità si era bloccata ai suoi albori; e che, come proposto in un documento dello IAI, non teme l'idea di una costruzione a più velocità. Continua intanto la serie elettorale fra gli Stati membri: dopo l'Olanda, tocca alla Bulgaria, sotto i riflettori tanto della Russia quanto della Turchia. Mentre la Corea del Sud si avvia al voto anticipato in seguito alle dimissioni della presidentessa: che peso avranno, nelle urne, le tensioni fra Washington e Pyongyang? Temi che, magari in secondo piano rispetto a quelli economici, saranno discussi nel G7 di Taormina a fine maggio, sotto presidenza di turno italiana: lo IAI invita a riflettere sul prossimo Vertice.

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI e in particolare lo Speciale su #EU60 re-founding Europe

. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

G7: verso Taormina e oltre, una roadmap - Simone Romano 
La riunione dei capi di Stato e di governo dei Grandi, programmata per il 26 maggio a Taormina, sarà il punto culminante del G7 sotto presidenza italiana. Gli spunti di interesse che essa racchiude non sono pochi, sia da un punto vista politico che economic...
Leggi l'articolo>
 
25 Marzo: stallo o rilancio del progetto europeo - Ferdinando Nelli Feroci 
Anche se le circostanze non sono fra le più favorevoli e il quadro complessivo è incerto e instabile, c’è davvero da augurarsi che le celebrazioni del 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma siano un’occasione per riaffermare una volontà condivisa di rilanciare il progetto europeo...
Leggi l'articolo>
 
Difesa europea, forse è la volta buona - Alessandro Marrone, Nicoletta Pirozzi, Paola Sartori 
A 60 anni, l'Unione europea, Ue potrebbe finalmente decidere di occuparsi seriamente della propria difesa, con un gruppo di Paesi membri che si impegnano a fare di più e meglio insieme alle istituzioni europee ed in coordinamento con la Nato...
Leggi l'articolo>
 
Scudi missilistici e crisi politica: Corea Sud dopo Park - Lorenzo Mariani, Giuseppe Spatafora 
Si è conclusa con quasi dieci mesi di anticipo rispetto alla naturale scadenza del mandato la presidenza di Park Geun-hye, figlia dell’ex-dittatore Park Chung-hee e prima donna alla guida della Corea del Sud...
Leggi l'articolo>
 
Bulgaria al voto sotto occhi di Mosca e Ankara - Francesco Martino 
Risultato finale apertissimo, crescita dei movimenti populisti ed euroscettici, tensioni con la vicina Turchia, accusata di interferire col processo elettorale. In Bulgaria, la campagna per le elezioni politiche anticipate del 26 marzo volge al termine...
Leggi l'articolo>
 
Migranti: tra soccorso e favoreggiamento - Onofrio Spinetti 
La Procura della Repubblica di Catania sta conducendo un’inchiesta conoscitiva nei confronti delle Ong che attualmente operano nel Mar Mediterraneo, nell’ambito dell’ormai persistente fenomeno migratorio...
Leggi l'articolo>

 



 
European Business Review FOLLOW EBR MAGAZINE ON: Follow us on FacebookFollow us on TwitterSubscribe to our RSS Feeds

EUROPE - WORLD - BUSINESS - MANAGEMENT - ANALYSES - EDITORIAL - EVENTS - INTERVIEWS

Welcome to the online edition of the “European Business Review (EBR)”, where journalists and distinguished guest-writers express their views and opinions on European affairs and Business issues with in-depth articles, analyses and commentaries.

Check also EBR's:
Print edition - International edition website - Greek edition website

Geert Wilders’ anti-Islam PVV (Party for Freedom) ended in second place. It won 5 seats and went from 15 to 20 and Wilders is considered to be the one who lost the election. But from who or what did he lose? From polls and prognoses! Nobody in The Netherlands expected that PVV should become the biggest party; nobody, including his own supporters and probably not even the man himself, expected that Wilders would become the next prime-minister.

Did Wilders really lose?

It is not often in politics that you can lose the elections and still call yourself a winner. That's what happened to Dutch Prime Minister, Mark Rutte


Kukan, the EPP shadow rapporteur for the Albanian dossier in the parliament, said, ”Time is of the essence here. I also repeatedly called on the opposition to reassume their work in the parliament in order to move on with the reform and make all necessary preparations for the upcoming elections.”

EP urges Albanian opposition to back justice reform to boost country’s EU accession bid

A senior Member of the European Parliament has accused Albania's main opposition party of effectively blocking reforms widely seen as being vital in keeping the country's EU accession ambitions alive


Margaritis Schinas, the European Commission chief spokesman, said that the Barroso doctrine would apply if Scotland was to become independent, which would mean “If a country becomes independent it is a new state and has to negotiate with the EU.”

Scotland: part of EFTA instead of EU membership?

Last week Scottish First Minister Nicola Sturgeon announced plans for the Scottish Parliament to vote on whether the executive should seek a Section 30 order to allow Scotland to legislate for a referendum


The conference programme was a highlight of the week, featuring 322 speakers from consumer brands, mobile organisations, mobile operators and industries including automotive, advertising, banking, health, NGOs, entertainment and education. Also European Commission Vice-President Ansip was present and stipulated the importance of the development of 5G, especially for Europe that, as he warned, can’t miss the boat as it did with 4G. Highly anticipated keynote speaker Reed Hastings, Founder and CEO of Netflix discussed how content is in the midst of a period of disruption and change. ‘In the era of content’, Huawei CEO Eric Xu highlighted, ‘gold being found on video. The role of mobile operators is shifting towards becoming digital content players’.

Reflections on MWC 2017 – The Next Element

The Mobile World Congress 2017 is over, it was – as usual- an overwhelming experience and probably ‘the biggest annual TMT show on earth’


Digitalisation may involve a great many experts, but the ultimate responsibility for digital transformation belongs to all functions within a firm. Successful change also requires cooperation from junior contributors all the way up to the board by linking digital savvy millennials with the business experience and wisdom of senior executives and directors.

11 Leadership guidelines for the Digital Age

The old ways of running a company won’t cut it in a digital world


Chairman: 
Athanase Papandropoulos 

Publisher: 
Christos K. Trikoukis 

Editor-in-Chief: 
N. Peter Kramer 

 


 

 

 

[ ... ]

 

“Insieme per l’Europa”

veglia ecumenica presieduta dal card. Koch

24 marzo, ore 19.30, nella Basilica dei Santi XII Apostoli, Piazza dei Santi Apostoli 51, Roma

In occasione dei 60 anni dei Trattati di Roma, oltre alla veglia di preghiera per l’Europa che il cardinale Angelo Bagnasco, presidente del Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa, presiederà giovedì 23 marzo alle 19 nella basilica di Santa Maria sopra Minerva, venerdì si svolgerà una veglia ecumenica nella basilica dei Santi Apostoli. A presiederla il cardinale Kurt Koch, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani. A promuovere questo appuntamento è la rete di comunità e movimenti cristiani “Insieme per l’Europa”. Oltre al card. Koch intervengono monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei; Andrea Riccardi, storico e fondatore della Comunità di Sant’Egidio; Gerhard Pross, attuale moderatore di “Insieme per l’Europa”. Una veglia con identici obiettivi è in programma in altre 34 città europee, da Lisbona a Szeged, da Bruxelles a Matera. Scopo dell’iniziativa, spiega un comunicato, “testimoniare che comunione, riconciliazione e unità sono possibili tra i popoli del continente”. A darne testimonianza è “Insieme per l’Europa” – rete di comunità e movimenti cristiani di varie Chiese, oltre 300 diffusi in tutto il continente, tra i quali i Focolari – testimonianza “che è contemporaneamente cristiana e civile, e che vuole essere anche un contributo al dibattito in corso sul futuro dell’intero continente”.
“Insieme per l’Europa”, prosegue il comunicato, si prefigge di ispirare “persone di diverse generazioni e comunità, appartenenti in maniera trasversale ai popoli dell’Europa, ad incarnare nel quotidiano i valori di giustizia, accoglienza, pace” per mettere in piedi quella “Europa famiglia di popoli” che, nelle parole di papa Francesco al conferimento del Premio Carlo Magno, è “capace di dare alla luce un nuovo umanesimo”.

 

 

I PRO-EUROPEI REAGISCONO!
IN MARCIA PER L’EUROPA!

  • Il 25 marzo 2017, migliaia di cittadini europei manifesteranno per le vie di Roma per chiedere un’Europa più forte, più unita e più democratica.
  • Europei da tutto il continente sono invitati a un grande raduno pro-europeo in opposizione alle divisioni nazionali e a sostegno al progetto Europeo.
  • La Marcia coincide con il 60° anniversario della Comunità Economica Europea.

Il 25 marzo 2017 migliaia di cittadini europei da tutto il continente sono attesi a Roma per manifestare il proprio sostegno all’unità politica europea contro chi vuole dividere e distruggere l’Europa. La “Marcia per l’Europa“ chiede ai Capi di Stato e di Governo di rilanciare e completare l’unità politica europea, verso un’Europa più forte, più unita e più democratica. Nello stesso giorno, i Presidenti e i Primi Ministri dei Paesi UE si incontreranno nella capitale italiana per celebrare il 60° anniversario della firma del Trattato di Roma. Dopo 60 anni, è giunto il momento di portare fino in fondo il progetto di unità politica dell’Europa.

PROGRAMMA
MARCIA PER L'EUROPA 2017

11:00 – 13:00 Raduno presso Piazza della Bocca della Verità
13:00 – 14:00 Discorsi di apertura
13:45 – 14:30 Marcia per l'Europa 2017
14:30   Fine della Marcia presso il Colosseo (Arco di Costantino)

FINE

 

 

Il comunicato stampa è disponibile anche in altre lingue a questo link.
 

 

NOTA DELL’EDITORE:
Il 25 marzo 2017, mentre l’Europa celebra il 60° anniversario del Trattato di Roma che ha istituito la Comunità Economica Europea (CEE), migliaia di europei si riuniranno a Roma per participare alla Marcia per l’Europa 2017, dimostrare il loro supporto al progetto europeo e chiedere un rilancio dell’unità politica europea. I cittadini d’Europa e le organizzazioni della società civile esprimeranno la loro volontà di un’Europa migliore, più forte e più unita. L’iniziativa è stata promossa dall’Unione dei Federalisti Europei, i Giovani Federalisti Europei, Il Gruppo Spinelli, il Movimento Europeo Internazionale, e Stand Up for Europe.

 

Per maggiori informazioni:
David GARCIA - 
david@marchforeurope2017.eu +32 (0)2 508 30 30
Laura BRINGINA - 
laura@marchforeurope2017.eu  +32 (0)2 508 30 30

 

 
 
 

 

[ ... ]

 

 

 

 

 

 
 

 


 
Oggetto Newsletter : EU60, Francia, Turchia
Newsletter n° 521 , 21 marzo  2017
 

Manca appena un mese al primo turno delle presidenziali francesi e ieri sera si è tenuto il primo dibattito televisivo fra i cinque principali candidati. Marine Le Pen ed Emmanuel Macron manterranno il loro vantaggio rispetto ai candidati dei partiti che hanno finora mandato un presidente all'Eliseo? Mentre le forze politiche d'Oltralpe si dividono sulle politiche della sicurezza, a impensierire l'Ue è un'altra consultazione elettorale imminente, stavolta ai suoi confini: il referendum in Turchia sulla riforma costituzionale che, se approvata, consoliderebbe il potere di Erdogan. Che sviluppi avrà uno scontento reciproco a lungo covato, mentre l'Unione vive la settimana della celebrazione dei sessant'anni dei Trattati di Roma? L'integrazione differenziata, verso cui paiono orientati i Paesi fondatori, nonostante l'opposizione del blocco centro-orientale, troverà riferimento nel testo della Dichiarazione che sarà siglata venerdì? Una Dichiarazione a 27, mentre Londra annuncia che quattro giorni dopo attiverà formalmente la Brexit.

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI e in particolare lo Speciale su #EU60 re-founding Europe

. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Francia: le ricette dei candidati sulla sicurezza - Margherita Bianchi 
Ancora paura in Francia. Questa volta allo scalo parigino di Orly, dove sabato mattina un uomo noto all’intelligence francese ha attaccato un gruppo di militari dell’operazione anti-terrorismo ‘Sentinelle’...
Leggi l'articolo>
 
Ue-Turchia: una crisi prevedibile ma inevitabile? - Anja Palm 
L’innesco dell’attuale crisi diplomatica fra Europa e Turchia sembra essere stato nel ritiro, da parte dei Paesi Bassi, dell’autorizzazione precedentemente concessa ad alcuni ministri turchi per tenere dei comizi elettorali in vista del referendum turco...
Leggi l'articolo>
 
La strada dell’integrazione differenziata - Nicoletta Pirozzi, Piero Tortola, Lorenzo Vai 
Un’occasione unica di bilancio e - ci si augura - anche di rilancio del processo di integrazione in uno dei momenti più difficili per la storia europea dal secondo conflitto mondiale. Questo dovrebbero essere le celebrazioni romane del sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma...
Leggi l'articolo>
 
#EU60: prematuro parlare di Federazione - Riccardo Perissich 
Un articolo appassionato di Giuliano Amato, a proposito di un interessante libro di Sergio Fabbrini, riprende con forza un tema che serpeggia nel dibattito italiano sull’Europa: quello della necessità di pensare a un nucleo integrato ...
Leggi l'articolo>
 
Albania: rimpasto di governo e lotta al narcotraffico - Tsai Mali 
In Albania, il premier (e leader del partito socialista) Edi Rama mette mano a un rimpasto di governo in vista delle elezioni legislative del prossimo 18 giugno...
Leggi l'articolo>

 


 

Non visualizzi bene la tua newsletter? Aprila sul tuo browser

Europa: un anniversario, un'opportunità, una responsabilità

Il progetto

Il 2017 sarà un anno cruciale per l'Unione europea (Ue) e i suoi Stati membri. Le crisi che stanno minacciando la tenuta del processo d'integrazione sono ormai diventate problemi strutturali che necessitano di risposte, prima che peggiorino irreparabilmente. Allo stesso tempo, una serie di appuntamenti elettoralie l'avvio delle negoziazioni per la Brexitsono destinati ad incidere in maniera significativa sulla tenuta interna e la proiezione internazionale dell'Ue.

Il 2017 sarà anche un anno simbolico per le celebrazioni del 60º anniversario della firma dei Trattati di Roma, uno dei massimi momenti costitutivi nella storia dell'Ue che può aiutare la riflessione sul futuro dell'Europa attraverso la lezione delle storia e la forza delle idee.

Di fronte a queste sfide e opportunità, l'Istituto Affari Internazionali (IAI), insieme al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), in collaborazione con il Centro Studi sul Federalismo (CSF), e nell'ambito del partenariato strategico con la Compagnia di San Paolo hanno deciso di lanciare il progetto EU60: Re-founding Europe. The Responsibility to Propose. Il progetto coinvolge ricercatori provenienti da diversi think-tank europei, ognuno dei quali ha offerto il proprio contributo su un aspetto politico o istituzionale dell'Ue, con l'obiettivo di avanzare delle proposte in grado di rilanciare il processo d'integrazione.

In vista della conferenza internazionale che si terrà al MAECI il prossimo 20 marzo per presentare e discutere i risultati del progetto, lo IAI ha pubblicato un policy paper conclusivo contenente una serie di raccomandazioni politiche rivolte ai rappresentanti degli Stati membri che si riuniranno in Italia per le celebrazioni dei Trattati di Roma.


Il contributo di Nicoletta Pirozzi, Pier Domenico Tortola e Lorenzo Vai affronta le questioni e i problemi posti dall'integrazione differenziata, proponendo e descrivendo l'attuazione di una differenziazione in tre specifiche aree politiche: governance economica, difesa, e spazio di libertà sicurezza e giustizia.

 

#EU60: Re-Founding Europe - Roma, 20 marzo 2017

Bce

In vista del sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, lo IAI e il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in cooperazione con il Centro Studi sul Federalismo (CSF) e nell'ambito della partnership strategica con la Compagnia di San Paolo, hanno organizzato una conferenza internazionale che si terrà a Roma il 20 marzo per discutere i mezzi e le proposte per rilanciare il progetto europeo.

Differentiated Integration: A Way Forward for Europe

Nicoletta Pirozzi, Pier Domenico Tortola and Lorenzo Vai

Bce

Tra i fautori di una sempre maggiore integrazione europea ha guadagnato terreno l'idea di un'integrazione differenziata, con la quale alcuni stati membri possono approfondire l'integrazione in determinati ambiti politici, coinvolgendo possibilmente i rimanenti paesi in un secondo momento. L'integrazione differenziata viene sempre più vista - non solo dai politici europei, ma anche dalle stesse istituzioni europee - come una maniera ragionevole e pragmatica per rilanciare il processo di integrazione. Il concetto di integrazione differenziata appare semplice, ma la sua applicazione si rivela piuttosto complessa sia sul piano politico che istituzionale. Per avere successo qualsiasi iniziativa di differenziazione dovrebbe perciò affrontare chiaramente diverse questioni essenziali. Questo contributo illustra le cinque principali domande e i corrispondenti principi guida per attuare una differenziazione, applicandoli poi a tre macro-aree politiche: la governance economica, la difesa e lo spazio di libertà, sicurezza e giustizia. Per ogni area gli autori delineano uno specifico percorso di differenziazione e una tabella di marcia, facendo riferimento a tre esistenti "ancore istituzionali", ossia la zona euro, la cooperazione strutturata permanente (Pesco) nel settore della difesa e l'area Schengen.


diventa fan su Facebook seguici su Linkedin seguici su twitter

IAI Istituto Affari Internazionali Via Angelo Brunetti, 9 - 00186 Roma
Tel.: +39-063224360 - Fax: +39-063224363 - Web: www.iai.it - E-mail: iai@iai.it - Twitter: @IAIonline


 

 


 
Newsletter dell'AICCRE - Associazione italiana per Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa - N. 10 Marzo 2017   
Registrazione del Tribunale di Roma n. 255 del 21 Luglio 2009 - Testata iscritta al n. 1041 del Registro degli Operatori della Comunicazione (Roc)  
Enti locali per una nuova Europa: dibattito a Roma il 24 marzo!

L’AICCRE ed il CCRE, nell’ambito di Platforma, hanno promosso un dibattito sul tema: “I governi locali e regionali e l’Unione europea, i partner per promuovere la democrazia e lo sviluppo globale”, il 24 marzo a Roma, dalle ore 14:30 alle 17:30 presso l’Aula dei gruppi parlamentari della Camera dei deputati. Il discorso di apertura dell’evento, organizzato per il 60 Anniversario dei Trattati di Roma, sarà svolto da Federica Mogherini, Alta rappresentante dell’Unione europea per gli Affari esteri e la politica di sicurezza e Vice presidente della Commissione Europea. Un saluto ai lavori sarà portato daAntonio Tajani, Presidente del Parlamento Europeo. Il dibattito proseguirà con una tavola rotonda nel corso della quale interverranno: Pier Paolo Baretta, Sottosegretario di Stato, Ministero dell’Economia e delle Finanze; Sandro Gozi, Sottosegretario di Stato, Dipartimento delle Politiche Europee; Markku Markkula, Presidente del Comitato delle Regioni; Mpho Parks Tau, Presidente Città e Governi Locali Uniti (CGLU); Petros Fassoulas, Segretario Generale del Movimento Europeo internazionale; Stefano Bonaccini, Presidente dell’AICCRE e del CCRE. Previsti anche interventi da parte di membri del Parlamento italiano ed Europeo. Modererà i lavori Giampiero Gramaglia, Giornalista. Parteciperanno molti amministratori locali provenienti da tutta Europa, tra i quali: Christine Oppitz-Plörer, Sindaco di Innsbruck (Austria); Rainer Haas, Presidente del County Ludwigsburg (Germania); Gunn Marit Helgesen, Consigliere del County Telemark (Norvegia); Luc Martens, Sindaco di Roeselare (Belgio); Annemarie Penn-Te Strake, Sindaco di Maastricht (Olanda); Philippe Laurent, Sindaco di Sceaux (Francia); Giorgios Patoulis, Sindaco di Maroussi (Grecia); Fatma Sahin, Sindaco di Gazantiep (Turchia); Carlos Martinez Minguez, Sindaco di Soria (Spagna). Il PROGRAMMA IN ITALIANO e PROGRAMMA IN INGLESE

La mattina del 24, sempre a Roma, nella sede nazionale dell’AICCRE, si terrà il Bureau esecutivo del CCRE. CCRE ed AICCRE parteciperanno inoltre il 25 marzo sia alla Convenzione organizzata dall’UEF, Gruppo Altiero Spinelli, EMI, JEF, che si terrà al Centro Congressi Piazza di Spagna, Via Alberti 5 che alla Marcia per l’Europa 2017, il cui raduno è previsto dalle ore 12.00 a Piazza Bocca della Verità.

Ambiente, economia circolare, Bonaccini: dalle parole ai fatti

La Commissione europea ha proposto un ambizioso pacchetto che riconosce il ruolo degli Enti locali nella transizione verso un’economia circolare. “Il CCRE accoglie con favore il pacchetto, ma suggerisce alcuni miglioramenti in termini di definizioni armonizzate per sviluppare una comprensione e metodologia comune che ci permetterà di raggiungere gli obiettivi di riciclaggio proposti. Inoltre, sottolineiamo la necessità di un sostegno finanziario adatto a tutte le autorità locali e regionali, qualunque sia la loro dimensione”, cosìStefano Bonaccini, Presidente dell’AICCRE e del CCRE, nel suo intervento del 15 marzo a Siviglia, nel corso della Conferenza “Economia circolare: l’impegno delle città”, organizzato, tra gli altri, dalla Sezione spagnola del CCRE (FEMP). Ai lavori stanno partecipando amministratori locali spagnoli ed europei, rappresentanti del governo spagnolo, esperti, ricercatori ed imprenditori. Presente anche Carla Rey, Segretario generale dell’AICCRE. “Sappiamo tutti che l’intero pacchetto – compresa la revisione della direttiva sui rifiuti – è fondamentale per le autorità locali e regionali, ha proseguito Bonaccini. “Un’economia circolare, in cui il valore di prodotti, materiali e risorse è mantenuto nell’economia il più a lungo possibile e la generazione di rifiuti minimizzata, è necessaria per sviluppare un’economia efficace con un basso tenore di carbonio. Una transizione verso un’economia circolare rappresenta anche l’opportunità di trasformare l’economia e generare crescita e posti di lavoro. Fornirà, inoltre, un supporto essenziale per strategie rispettose del clima, riducendo al minimo i materiali, l’acqua e il consumo di energia, le emissioni di gas a effetto serra e garantendo che queste risorse siano esaminate attraverso l’economia”. Continua

Ambiente: la risorsa degli Enti locali e regionali

Trasformare i rifiuti in una risorsa, questo è l’obiettivo dell’“economia circolare”, fatto proprio da 60 Comuni europei che il 15 marzo a Siviglia hanno sottoscritto la “Dichiarazione” che porta il nome della città spagnola. Il documento è stato presentato da Stefano Bonaccini, Presidente del CCRE e dell’AICCRE, e dal Sindaco e Presidente della Rete spagnola delle Città per il clima FEMP, Juan Espadas. I poteri locali chiedono all’Europa sostegno politico e, soprattutto, finanziario “per sviluppare strategie locali di economia circolare”. La Commissione europea e il Parlamento europeo hanno approvato un pacchetto di iniziative per realizzare un’economia circolare che sviluppi un nuovo paradigma di modello economico che chiuda il cerchio di progettazione, produzione, consumo e spreco: per creare insomma un’Europa ecologica. Ma, recita la “Dichiarazione”, anche se le grandi questioni ambientali come la lotta al cambiamento climatico, la biodiversità e la crescente scarsità di risorse richiedono soluzioni globali che sono in primo luogo di competenza dei governi nazionali, devono essere coinvolti anche gli Enti locali e regionali”. Lo sviluppo urbano sostenibile, l’approccio integrato e le interrelazioni con il mondo rurale sono fondamentali per lo sviluppo dell’innovazione e l’implementazione di soluzioni per una transizione graduale verso un’economia a bassa emissioni di carbonio e la conservazione delle nostre risorse naturali. Continua

IIa edizione Master AICCRE in Europrogettazione

Dal 3 al 7 aprile 2017 si svolgerà a Roma, presso la sede dell’AICCRE, in piazza Trevi 86, la seconda edizione del Master in Europrogettazione organizzato dall’Associazione e rivolto esclusivamente agli amministratori locali.
La prima si è svolta a novembre ed ha registrato il “tutto esaurito” di iscrizioni.
SCARICA E GUARDA IL VIDEO
Per Approfondimenti ed iscrizioni



 

 

24-25 MAGGIO: IN MARCIA PER L’EUROPA

Federazione Campania

La Federazione Campania dell’AICCRE ha fissato per il 10 Aprile prossimo lo svolgimento di una manifestazione in occasione del 60° Anniversario dei Trattati di Roma. Durante la manifestazione, che avrà luogo in Paestum, in provincia di Salerno, presso il Savoy Beach Hotel, verrà consegnato un Attestato di Benemerenza ai Comuni della Campania che hanno mantenuto l'iscrizione all'AICCRE per almeno 30 anni.

Federazione AICCRE Lazio

Lunedì prossimo, 20 marzo, la Federazione Lazio ha organizzato un incontro con il Sottosegretario agli Affari Esteri, Benedetto Della Vedova, che sarà seguito da un dibattito aperto a tutti i partecipanti, il tema sarà sul futuro politico dell'Europa, a pochi giorni dalla ricorrenza dei Trattati di Roma. 




Federazione Piemonte AICCRE
Federazione Liguria AICCRE
Cambiamo-rotta-Forum-a-Roma-il-24-marzo
Cambiamo rotta all’Europa!
L’Europa è partecipazione! “Enti locali siano nuova linfa vitale”
 

NOTIZIE DALL’EUROPA

Politica di coesione, Commissione: “l’attuazione procede speditamente”

Per quanto riguarda l’attuazione della politica di coesione attraverso i cinque Fondi europei strutturali e di investimento nel corso dell’attuale periodo finanziario 2014-2020, il 2016 è stato un anno di svolta. Lo rivela la Commissione europea attraverso un suo comunicato stampa. Il tasso di selezione delle operazioni registrato l’anno scorso è significativamente aumentato, passando dall’8% al 28% degli stanziamenti della politica di coesione. I dati rivelano che l’accelerazione degli investimenti è stata particolarmente marcata verso la fine del 2016. Se si include il cofinanziamento nazionale, sono già stati investiti 176 miliardi di Euro in tutte le 263 regioni dell’UE attraverso la politica di coesione. Contemporaneamente, la Commissione lancia oggi una versione aggiornata dellapiattaforma di dati aperti (Open Data). Il sito fornisce dati sui finanziamenti e sui risultati della politica di coesione per il periodo 2014-2020. Adesso è aggiornato al dicembre 2016 ed è stata migliorata la visualizzazione dei progressi in base al Fondo, allo Stato membro e al programma.



 BANDI E PROGRAMMI

Volontari dell’Unione: progetti a sostegno dell’aiuto umanitario nei paesi terzi

Il presente invito ha come obiettivo il finanziamento di progetti che comportano la mobilitazione di Volontari dell’Unione europea per l’aiuto umanitario. Tali progetti contribuiranno a rafforzare la capacità dell’Unione di fornire aiuti umanitari in base alle esigenze, volti a rafforzare la capacità e la resilienza delle comunità vulnerabili e colpite da catastrofi in paesi terzi, concentrandosi sulla preparazione in caso di tali eventi, sulla riduzione del relativo rischio e sul miglioramento del collegamento tra le attività di soccorso, riabilitazione e sviluppo. Inoltre, tali progetti possono altresì rafforzare le capacità di attuazione delle organizzazioni di invio e di accoglienza che partecipano o intendono partecipare I progetti devono iniziare il 1° dicembre 2017 e avere una durata massima di 24 mesi. La disponibilità di bilancio complessiva destinata al cofinanziamento dei progetti è stimata pari a 12 600 000 EUR. Continua

Lanciato Premio RegioStars 2017

La DG Regio della Commissione europea ha lanciato l’edizione 2017 di RegioStars, il premio che ha come obiettivo l’individuazione delle buone pratiche di sviluppo regionale di progetti innovativi e originali che possono attirare e ispirare altre regioni. Le categorie dei premi per il 2017 sono: Specializzazione intelligente per l’innovazione delle PMI; Unione dell’energia: Azione per il clima; Emancipazione femminile e partecipazione attiva; Istruzione e formazione; CityStars: Città in transizione digitale. Quest’anno, la cerimonia di premiazione RegioStars si terrà martedì 10 ottobre, durante la Settimana europea delle regioni e delle città 2017. Approfondisci

Trasporti: inviti a presentare proposte

La Commissione europea ha annunciato un nuovo invito a presentare proposte nel settore dei trasporti per combinare il meccanismo per collegare l’Europa con altre fonti di finanziamento fra le quali il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS). L’invito a presentare proposte, si legge nel comunicato stampa comunitario,“mira a combinare sovvenzioni per 1 miliardo di euro (Meccanismo per collegare l’Europa – Trasporti) e finanziamenti erogati da istituti finanziari pubblici, dal settore privato e, per la prima volta, dal Fondo europeo per gli investimenti strategici, il fulcro del piano di investimenti per l’Europa e una priorità assoluta per la Commissione Juncker”. Nell’invito saranno previsti due termini per la presentazione delle proposte, il 14 luglio 2017 e il 30 novembre 2017. Continua

Reti transeuropee di telecomunicazione: 4 inviti a presentare proposte

La Commissione europea, direzione generale delle Reti di comunicazione, dei contenuti e delle tecnologie, ha pubblicato quattro inviti a presentare proposte al fine di concedere sovvenzioni a progetti conformi con le priorità e gli obiettivi del programma di lavoro per il 2017 in materia di reti transeuropee di telecomunicazione nel quadro del meccanismo per collegare l’Europa (Connecting Europe Facility, CEF) per il periodo 2014-2020. Le proposte riguardano i seguenti quattro inviti: CEF-TC-2017-1: Sistema d’interconnessione dei registri del commercio (Business Registers Interconnection System (BRIS); CEF-TC-2017-1: Identificazione e firma elettroniche (eIdentification and eSignature); CEF-TC-2017-1: Scambio elettronico di informazioni sulla sicurezza sociale (Electronic Exchange of Social Security Information – EESSI); CEF-TC-2017-1: Portale europeo della giustizia elettronica (European e-Justice Portal). Il bilancio indicativo totale disponibile per le proposte selezionate nell’ambito di questi inviti è di 27,5 milioni di EUR. Il termine ultimo per presentare le proposte è il 18 maggio 2017. La documentazione relativa agli inviti è pubblicata sul sito web del CEF per le telecomunicazioni.

Diventiamo cittadini europei

Per celebrare il 9 maggio, Festa dell’Europa, L’AICCRE ed il CIME (Consiglio italiano Movimento europeo) promuovono la Xa edizione del concorso “Diventare cittadini europei”, riservato a tutti gli studenti – in forma singola, in gruppo o come intera classe – delle scuole secondarie (di 1° e 2° grado), di ogni tipologia e indirizzo in ogni Regione d’Italia. Gli obiettivi del concorso sono quelli di: invitare gli studenti a riflettere sulle azioni dalle Istituzioni europee, che influiscono sulla vita dei cittadini e in particolare modo sui giovani; sollecitare i giovani ad approfondire il passato, l’attualità e il futuro del processo d’integrazione dell’Europa e a riscoprirla, in maniera critica e propositiva, come risposta ai loro bisogni e alle loro aspettative; Facilitare la creazione di una rete virtuale di scuole e di studenti allo scopo di contribuire allo sviluppo di una coscienza europea collettiva. L’iniziativa è svolta in collaborazione con: AEDE (Associazione europea degli insegnanti); CIFE (Centro italiano di formazione europea); MFE (Movimento federalista europeo); GFE (Gioventù federalista europea); Istituto di Cultura “Sossietta Scialla”.
Per le modalità di partecipazione, il regolamento, le scadenze ed i riferimenti scarica il Bando

Carta Erasmus: invito a presentare proposte

La Gazzetta ufficiale comunitaria ha pubblicato un invito a presentare proposte relativo allaCarta Erasmus per l’istruzione superiore 2014-2020. La Carta definisce il quadro qualitativo generale in cui s’inscrivono le attività di cooperazione europea e internazionale che un’istituzione d’istruzione superiore (IIS) può condurre nell’ambito del programma Erasmus+.
Clicca qui per le informazioni relative al programma Erasmus+.
Le candidature devono essere presentate seguendo le istruzioni fornite dall’Agenzia esecutiva per l’istruzione, gli audiovisivi e la cultura: clicca qui

Bando di gara: Programma di mobilità accademica intra-africana

L’obiettivo generale del programma è promuovere lo sviluppo sostenibile e in prospettiva contribuire a ridurre la povertà aumentando la disponibilità in Africa di manodopera professionale di alto livello, formata e qualificata. Più precisamente, il programma intende: contribuire al miglioramento della qualità dell’istruzione superiore promuovendo l’internazionalizzazione e l’armonizzazione di programmi e corsi di studio tra le istituzioni partecipanti; permettere agli studenti, al personale accademico e al personale in genere di beneficiare a livello linguistico, culturale e professionale dell’esperienza acquisita nel contesto della mobilità verso un altro paese africano. Il termine per la presentazione delle proposte per il programma di mobilità accademica intra-africana è fissato al 2 maggio 2017. Continua

Erasmus +: invito a presentare proposte, cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone prassi. Alleanze delle abilità settoriali

Le alleanze delle abilità settoriali si prefiggono lo scopo di ovviare alle carenze di abilità in relazione a uno o più profili professionali in un settore specifico. A tal fine individuano le esigenze esistenti o emergenti del mercato del lavoro specifiche di determinati settori (sul versante della domanda) e migliorano la capacità dei sistemi di istruzione e formazione professionale iniziale e continua, a tutti i livelli, di rispondere alle esigenze del mercato del lavoro (sul versante dell’offerta). Le domande devono essere inviate entro e non oltre le ore 12.00 (ora di Bruxelles) del 2 maggio 2017. Per il bando clicca qui.

Innovazione: finanziamenti diretti per le città

La Commissione europea ha lanciato un secondo bando per un importo di 50 milioni di EUR a titolo dell’iniziativa Azioni urbane innovative. Le città possono candidarsi direttamente e ottenere finanziamenti europei per progetti urbani innovativi. Con un bilancio di 50 milioni di EUR a titolo del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), il nuovo bando premierà i progetti più innovativi in tre categorie, coerentemente con le priorità dell’agenda urbana per l’UE: integrazione dei migranti, mobilità urbana ed economia circolare. Il bando è valido fino a metà aprile 2017. Guarda le azioni del primo bando che hanno ottenuto finanziamenti.


 

 

 


 
Image
 Venerdì 17 marzo 2017
 
Facebook
Twitter
Google+
Image

Casarano. Un consigliere minaccia Marilù e poi si dimette

La giornalista del Tacco d'Italia aveva riferito indagini giudiziarie in cui è indicato come "contiguo" a un clan locale

Sette minacce dal 10 al 17 marzo in Italia

 
 

Questa settimana Ossigeno ha verificato e reso note 7 intimidazioni nei confronti di giornalisti e operatori dell'informazione (leggi).
Presi di mira a causa del loro lavoro: Luca Abete e videoperatori; Marilù Mastrogiovanni; Marco Travaglio, Antonio Padellaro; Raffaella Fanelli.

Italia e Spagna. Giornalisti sottotiro. Conferenza a Madrid

Si svolgerà il 23 marzo all’Università Complutense per iniziativa di Ossigeno e di Plataforma por la Defensa de la Libertard de Informacion

 
Image
 

Video. Luca Abete di Striscia aggredito da ambulanti abusivi

Calci, pugni e bastoni. È accaduto a Caserta in un mercato all'aperto. L’inviato del tg satirico filmava la vendita di prodotti contraffatti

Diffamazione. Querelata per un'intervista sulle trame nere

La giornalista Raffaella Fanelli è accusata di avere infangato la memoria dell'estremista nero Paolo Signorelli intervistando un ergastolano

 

Analisi

Scandalo al Sole 24 Ore. False comunicazioni

Il giornalista Roberto Napoletano, direttore del quotidiano, indagato a Milano con altri nove dirigenti del gruppo. Società fittizie per alzare le copie vendute

 

 

 
If you cannot read this email, please click here | Si ce message ne s'affiche pas correctement, suivez ce lien.
 
  logo Council of Europe  
World Forum for Democracy
 
 
 
 
 
World Forum for Democracy | March 2017
 
 
 
 
     
 
 
World Forum for Democracy 2017: Is Populism a problem?
 
The 2017 World Forum for Democracy will take place on 8-10 November 2017 in Strasbourg and will focus on the role of political parties and media in the context of raising populism...
 
 
 
 
 
 
 
 
WFD 2017: call for lab submissions
 
This year, we are looking for novel initiatives and approaches which can enhance democratic practices and help parties and media, but also other political actors, to re-connect to citizens, make informed choices and function optimally in 21st century democracy. (deadline: 30 April 2017)
 
 
 
 
Jan-Werner Müller
Thinking about Populism
 
Everyone is talking about Populism and its danger to democracy, but what is it exactly? What do populists want, and why do people vote for them? The CoE hosted leading expert Jan Werner Muller to discuss these questions.
 
 
 
 
 
 
 
 
Final report of the WFD 2016
 
2200 participants from more than 100 countries met in Strasbourg to offer perspectives and give recommendations on the two key questions on the role of education in creating, shaping and buttressing democracy and in helping to reduce inequalities.
 
 
 
 
 
World Forum for Democracy 2016 Highlights
 
In case you missed it, watch the World Forum for Democracy 2016 Highlights (long and short versions).
 
 
 
 
 
 
 
 
Upcoming events
19 June 2017 | Tübingen, Germany
Satellite event: "Populism: threat to human rights or correction of democracy"

8-10 November 2017 | Strasbourg, France
World Forum for Democracy 2017: Is Populism a Problem ?
 
 
 
 
 
 
 
 
Council of Europe, Avenue de l'Europe F-67075 Strasbourg Cedex
Tel. +33 (0)3 88 41 20 00
www.coe.int
logo Council of Europe
 
 
   

 

 

[ ... ]

 



 

Having trouble viewing this email? Click here

UN ANNIVERSARIO, UN’OPPORTUNITA',
UNA RESPONSABILITA'

I contributi di Steven Blockmans (Centre for European Policy Studies, CEPS) e Guido Lessing (Centre d'Etudes et de Recherches Européennes Robert Schuman, CERE) affrontano, rispettivamente, il tema dell'integrazione differenziata nella politica estera europea e nello spazio Schengen. Yves Bertocini (Jacques Delors Institute) esamina invece i requisiti di legittimità richiesti dai processi di differenziazione dell'Unione. Nei video, Pier Domenico Tortola, Nicoletta Pirozzi e Bernardo Venturi offrono il proprio commento su questi temi.

Differentiated Integration and the European Union

Yves Bertoncini

Bce

Stati membri e popoli dell'Ue sono "uniti nella diversità". Sembra perciò naturale utilizzare modelli di integrazione differenziata per costruire l'Europa, così da poter agire in modo efficace tenendo conto di questa diversità. I fautori di un'integrazione differenziata dovrebbero però concentrarsi non solo sull'efficacia ma anche sulla legittimità, fondamentale per il funzionamento e il successo dell'Unione europea in un momento in cui quest'ultima si trova a dover far fronte a sfide globali ed è inoltre attraversata da numerose fratture tra stati e popoli. Questo contributo esplora i presupposti filosofici, politici e istituzionali necessari per consentire maggiore legittimità alla differenziazione nell'Ue, e sottolinea l'importanza di solide basi politiche per una differenziazione in grado di servire gli interessi dei popoli europei, ad esempio per questioni relative alla sicurezza collettiva e all'Unione economica e monetaria. 







 


 

Le sfide dell'integrazione differenziata

tortola

Pier Domenica Tortola, direttore dell'Osservatorio EuVisions, sulla governabilità e legittimità dell'integrazione differenziata

Differentiation in CFSP: Potential and Limits

Steven Blockmans

Bce

Con o senza il Regno Unito, il principale fattore che rende inefficace la politica estera e di sicurezza comune (Pesc) continua a essere la ricerca del consenso tra Stati membri che perseguono differenti interessi (geo)politici e differenti obiettivi socio-economici. Nonostante tutta la sua enfasi su una visione condivisa per un'azione comune e un approccio integrato alla definizione delle politiche, la Strategia globale per la politica estera e di sicurezza del 2016 non cambierà questa situazione. Il trattato Ue rende però disponibili diversi meccanismi sotto-utilizzati atti a introdurre più flessibilità e differenziazione nella politica estera dell'Ue. In aggiunta a ciò, negli ultimi anni si è affermata la pratica di gruppi ristretti più o meno strutturati volti a facilitare il coordinamento della politica estera o come avanguardia del coinvolgimento europeo nei negoziati internazionali. Il Gruppo di Visegrad, il formato Eu3+3 (Francia, Germania e Regno Unito per l'Iran) e il formato Normandia (Francia e Germania per l'Ucraina) ne sono un esempio. Questo saggio esamina le potenzialità e i limiti della differenziazione all'interno e al di là della cornice prevista dal Trattato Ue per la Pesc.


 

L'integrazione differenziata nella politica estera europea

pirozzi

Nicoletta Pirozzi, responsabile di ricerca IAI, sulle prospettive di integrazione differenziata nella politica estera e di sicurezza comune

Police and Border Controls Cooperation at the EU Level

Guido Lessing

Euro

La storia dell'Unione europea è una storia di integrazione differenziata. La differenziazione è un corollario logico dell'integrazione nella misura in cui la politicizzazione e gli incentivi per una maggiore integrazione differiscono da uno Stato membro all'altro. I primi opt-out in materia di giustizia e affari interni sono stati concessi al fine di continuare il processo di ratifica dei Trattati dell'Unione europea, ma oggi il problema è se la sempre maggiore differenziazione possa salvare o distruggere l'Unione. In tempi di Brexit e di montante euroscetticismo, e con sullo sfondo la crisi dei rifugiati, è in gioco la resilienza dell'Unione di fronte a una possibile disgregazione. A decidere il futuro dell'Unione sarà la volontà degli Stati membri di voler procedere verso una maggiore integrazione al fine di salvare l'acquis di Schengen. Un'ulteriore differenziazione nel settore relativo a libertà, sicurezza e giustizia rischia di approfondire la divisione tra il centro e la periferia dell'Europa.





 


 

La riforma del sistema di Dublino

Venturi

Bernardo Venturi, ricercatore IAI, sulle politiche di migrazione e asilo in un'ottica di integrazione differenziata

 

#EU60 - Articoli ed eventi

EU60: Refounding Europe. Responsibility to propose. Convegno IAI

Solo scenari per il futuro dell’Europa? Ferdinando Nelli Feroci

Futuro immigrazione Ue: questione di coraggio Enza Roberta Petrillo


diventa fan su Facebook seguici su Linkedin seguici su twitter

IAI Istituto Affari Internazionali Via Angelo Brunetti, 9 - 00186 Roma
Tel.: +39-063224360 - Fax: +39-063224363 - Web: www.iai.it - E-mail: iai@iai.it - Twitter: @IAIonline


 

 

 

 

 

 


 
Oggetto Newsletter : Trump, Nato, Egitto, Smart Cities
Newsletter n° 519 , 14 marzo 2017
 

Il disgelo fra Stati Uniti e Cina comincia a Mar-a-Lago? È nel resort della Florida di sua proprietà che Donald Trump dovrebbe ricevere a inizio aprile il leader cinese Xi Jinping, come anticipato ieri da alcune fonti di stampa Usa. Ma sul rilancio delle relazioni fra Washington e Pechino pesa la deriva protezionista delle politiche della nuova Casa Bianca. A Occidente, gli Alleati non se la passano meglio: il Montenegro attende il via libera americano per diventare il 29o Stato membro di una Nato impegnata a proiettare la sua azione verso il fianco meridionale. E in Egitto continuano le violenze contro i cristiani copti, nel silenzio delle istituzioni. Un futuro meno tetro lo promettono le 'smart cities', che in Italia tardano. 

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI e in particolare lo Speciale su #EU60 re-founding Europe

. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Trump: una pericolosa deriva protezionista - Paolo Guerrieri 
Molti lavoratori e larga parte del ceto medio americani sono convinti che gli accordi di libero scambio stipulati negli ultimi decenni siano stati la causa del loro impoverimento...
Leggi l'articolo>
 
Crisi migratoria e Libia, l’anello mancante - Alessandro Marrone 
“Ognuno lavora con i mattoni che ha” sosteneva De Gasperi, guardando pragmaticamente agli elementi su cui poteva contare nelle sue politiche al governo del Paese...
Leggi l'articolo>
 
Egitto: ora i copti, poi a chi tocca? - Andrea Dessì, Ludovico De Angelis 
Si stima che i copti d’Egitto costituiscano il 10% della popolazione del Paese, nonché la più grande popolazione cristiana di tutto il Medio Oriente...
Leggi l'articolo>
 
Montenegro e Nato: un valzer per l’accesso - Cristian Barbieri 
Il Montenegro nei prossimi mesi potrebbe diventare il 29° Stato membro dell’Organizzazione del Trattato dell’Atlantico del Nord al Vertice in programma il 25 maggio a Bruxelles...
Leggi l'articolo>
 
Smart Italy: presto le città del futuro - Sara Piacentini 
“Society has always to demand a little more from human beings than it will get in practice”: sono fonte d’ispirazione le parole scritte da George Orwell più di mezzo secolo fa...
Leggi l'articolo>

 

 

[ ... ]

 


 
Newsletter dell'AICCRE - Associazione italiana per Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa - N. 9 Marzo 2017   
Registrazione del Tribunale di Roma n. 255 del 21 Luglio 2009 - Testata iscritta al n. 1041 del Registro degli Operatori della Comunicazione (Roc)  
CCRE, Bonaccini: “il nostro impegno per le donne di tutto il mondo”.

Firmata dichiarazione congiunta con Commissario Cretu
“Siamo ancora lontani dalla parità di donne e uomini in molte aree della nostra vita. Infatti, osserviamo tendenze di degrado e anche ripercussioni in Europa e, quindi, è necessario intervenire per dimostrare che la parità è al centro dei valori dell’Unione europea, sancita dal quadro giuridico e politico. Poiché stiamo riflettendo sul futuro dell’Europa, dobbiamo garantire che questo principio democratico non è negoziabile e che siamo determinati a intensificare i nostri sforzi per raggiungere la parità di genere”, così Stefano Bonaccini, Presidente del CCRE e dell’AICCRE, nel suo intervento, l’8 marzo, a Bruxelles, nel corso dell’incontro tra il CCRE ed il commissario europeo per la politica regionale, Corina Creţu; incontro suggellato dalla Dichiarazione congiunta (scarica) del Commissario europeo, del Presidente del CCRE e del Presidente del Comitato permanente CCRE per l’uguaglianza, Ibon Uribe. “Alla conferenza Habitat III a Quito in ottobre, ha continuato Bonaccini, il Commissario Cretu ha espresso l’intenzione di sostenere l’emancipazione delle donne e favorire la loro partecipazione attiva attraverso lo sviluppo di reti di donne elette a livello locale e regionale. Questo è stato un annuncio molto puntuale e un impegno importante. La Cretu ha poi giustamente affermato, nella recente pubblicazione dei "Regio-stars 2017”, che il progresso deve essere accelerato ed i risultati salvaguardati. Pertanto, in qualità di Presidente del CCRE, sono molto felice diunire le forze con il Commissario Creţu, per agire a favore dell’emancipazione politica ed economica e la partecipazione attiva delle donne”. Il Presidente si è quindi soffermato sulla nuova Agenda Globale delle Nazioni Unite, adottata dai leader mondiali nel mese di ottobre 2015, nella quale “vi è un impegno chiaro e senza compromessi dei Paesi a mobilitare gli sforzi al fine di raggiungere la parità di genere e l’emancipazione delle donne e delle ragazze: questo è un fondamento necessario per un mondo pacifico, prospero e sostenibile”.
Continua

CPLRE-Migranti, la ricetta italiana: accoglienza, politica comune, cooperazione

Si è svolta a Venezia (9 marzo) la riunione della commissione affari correnti del Congresso dei Poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa (CPLRE), nella foto, che ha trattato temi importanti per i poteri locali, come le migrazioni, la lotta al radicalismo e l’estremismo violento, l’occupazione giovanile. Per quanto concerne la questione migrazioni, la rinnovata delegazione italiana del CPLRE, ha espresso il suo punto di vista: è doveroso parlare di accoglienza e anche di integrazione di migranti e rifugiati per evitare che il fenomeno sia visto come destabilizzante e conseguentemente produrre solo un senso di paura tra la cittadinanza. Tuttavia, è necessaria una politica europea che abbia una strategia comune: infatti, gli arrivi in Italia e Grecia non sono conseguenti delle scelte dei profughi, che invece guardano a tutti i Paesi europei come destinazione finale del loro viaggio. E su questo è importante valorizzare le strategie degli Enti locali che a volte hanno maggior successo delle politiche nazionali. Il Migration Compact non è uno strumento sufficiente. È altrettanto importante, ha espresso la delegazione italiana, focalizzare l'attenzione sulle politiche di investimento e sviluppo nei paesi da cui si migra. La delegazione italiana alla prossima plenaria del CPLRE produrrà degli emendamenti alla risoluzione che verrà votata, per arricchirla e renderla più incisiva. Ricordiamo che la delegazione italiana del CPLRE, il cui segretariato è gestito dall’AICCRE, si è insediata nello scorso ottobre. La riunione di Venezia sta usufruendo del patrocinio dalla Città di Venezia, delle Associazioni italiane delle autonomie locali e di Intesa San Paolo. La commissione per gli affari correnti del CPLRE è incaricato di studiare il ruolo degli Enti locali e regionali per quanto riguarda le grandi sfide della nostra società e preparare i lavori sulle questioni tematiche quali la coesione sociale, l'istruzione, la cultura e lo sviluppo sostenibile dal punto di vista del Consiglio dei valori fondamentali dell'Europa. Ai lavori ha partecipato, tra gli altri, , Segretario generale dell’AICCRE.

Arresto Sall, Bonaccini: “sia trattato con equità”

Il CCRE ha chiesto chiarimenti alle autorità senegalesi per l’arresto del Sindaco di Dakar, Khalifa Sall, che è anche Presidente della Sezione africana della CGLU (Città e Governi Locali Uniti) e Segretario generale della AIMF (Associazione internazionale dei sindaci francofoni). Il Presidente del CCRE e dell’AICCREStefano Bonaccini, ha dichiarato: “Abbiamo appreso con preoccupazione dell’arresto del Sindaco di Dakar. In questo particolare momento, a nome di tutti i membri del CCRE, desidero esprimere la mia solidarietà al Sindaco: Khalifa Sall è un Sindaco ben noto ed impegnato, un esempio per molti dei suoi colleghi. Chiediamo alle autorità senegalesi di rispettare i principi democratici dello Stato di diritto e al fine di garantire che il Sindaco democraticamente eletto di Dakar sia trattato con equità”.

IIa edizione Master AICCRE in Europrogettazione

Dal 3 al 7 aprile 2017 si svolgerà a Roma, presso la sede dell’AICCRE, in piazza Trevi 86, la seconda edizione del Master in Europrogettazione organizzato dall’Associazione e rivolto esclusivamente agli amministratori locali.
La prima si è svolta a novembre ed ha registrato il “tutto esaurito” di iscrizioni.
SCARICA E GUARDA IL VIDEO
Per Approfondimenti ed iscrizioni



24-25 MAGGIO: IN MARCIA PER L’EUROPA

Federazione Piemonte AICCRE

Su proposta della Federazione piemontese dell’AICCRE, il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato di celebrare il 60 Anniversario della firma dei Trattati di Roma con un Consiglio Regionale in Assemblea dal titolo: L'Unione europea a sessant'anni dai Trattati di Roma, che avrà luogo il 29 marzo prossimo dalle ore 9.30 alle 14.00 a Torino presso l'Aula consiliare del Consiglio regionale. L'Assemblea affronterà il tema anche in relazione alle risoluzioni di Riforma recentemente approvati dal Parlamento europeo. Parteciperanno all'Assemblea aperta: i Componenti italiani della Commissione Affari Costituzionali del Parlamento europeo, gli Eurodeputati del Circoscrizione Nord Ovest, i Parlamentari piemontesi, i Componenti della Consulta regionale europea, i rappresentanti delle Associazioni degli Enti locali.

Federazione Liguria AICCRE
Cambiamo-rotta-Forum-a-Roma-il-24-marzo
Cambiamo rotta all’Europa!
L’Europa è partecipazione! “Enti locali siano nuova linfa vitale”

NOTIZIE DALL’EUROPA

Rifugiati non accompagnati, PE: “creare ambiente sicuro”

Durante il recente dibattito con il Commissario europeo Dimitris Avramopoulos sulla scomparsa dei bambini migranti in Europa, il Parlamento europeo ha chiesto la creazione di un ambiente sicuro per i bambini rifugiati non accompagnati, grazie ad esempio alla nomina immediata dei tutori a cui affidarli, a una hotline per le informazioni urgenti e a una maggiore cooperazione transfrontaliera. Il PE ha anche discusso di come rendere più facile il ritrovamento i bambini, per esempio scattando foto o prendendo le impronte digitali e hanno sottolineato che la lotta contro i criminali che li sfruttano deve essere intensificata.
Continua

Richiedenti asilo: allarme minori

È stato recentemente pubblicato dal Consiglio d’Europa un nuovo rapporto sull’azione condotta per proteggere dallo sfruttamento e dagli abusi sessuali i minori colpiti dalla crisi. Tra i principali problemi riscontrati, si rilevano l’incompletezza dei dati raccolti, le condizioni inadeguate di accoglienza, le difficoltà incontrate per l’accertamento dell’età reale e per l’identificazione delle vittime. Pur non essendo disponibili dati aggregati sul numero complessivo dei minori colpiti dalla crisi dei rifugiati in Europa, l’ENOC, la Rete europea dei garanti per l’infanzia, stima che nel 2015 almeno 337.000 minorenni siano stati registrati come richiedenti asilo, tra cui 88.300 bambini non accompagnati. Gli Stati considerati nell’indagine incontrano difficoltà molto maggiori a fornire dati o stime sul numero di bambini che non hanno chiesto asilo.
Continua

Digitalizzazione: male l’Italia

La Commissione europea ha pubblicato i risultati dell’indice di digitalizzazione dell’economia e della società (DESI) del 2017, uno strumento che illustra la prestazione dei 28 Stati membri in una varietà di settori che vanno dalla connettività e le competenze digitali alla digitalizzazione delle imprese e dei servizi pubblici. Dall’indice del 2017 si evince che l’UE registra dei progressi, ma il divario tra i paesi all’avanguardia nel digitale e i paesi che registrano le prestazioni meno soddisfacenti è ancora troppo ampio. Sono necessari sforzi e investimenti aggiuntivi per sfruttare al meglio il mercato unico digitale. L’Italia è al 25esimo posto.
Continua 


 

 


 
Oggetto Newsletter : Libia, Nato, Cina
Newsletter n° 518 , 10 marzo 2017
 

Mentre l'Ue alle prese con l'integrazione differenziata designa per la prima volta non all'unanimità un presidente del Consiglio europeo (il riconfermato polacco Donald Tusk, osteggiato proprio dal suo Paese), incomprensioni parallele serpeggiano anche fra gli Alleati delle due sponde dell'Atlantico. Per gli Stati Uniti di Trump i conti non tornano: gli europei dovrebbero investire di più nella Nato. Mentre l'Alleanza proietta la sua azione nel Mediterraneo, centrale nei traffici commerciali della Cina e nel progetto di una nuova Via della Seta. In Libia, intanto, continua, anche a causa di un approccio internazionale inadeguato, la guerra per i pozzi di petrolio, con la Russia che si muove cauta fra l'est di Haftar e l'ovest di Sarraj.

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI e in particolare lo Speciale su #EU60 re-founding Europe" 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Libia: vecchi e nuovi errori - Vincenzo Camporini 
Si torna insistentemente a parlare di spartizione della Libia, di una struttura istituzionale di tipo federale con tre componenti, est - Cirenaica, ovest - Tripolitania, sud - Fezzan...
Leggi l'articolo>
 
Arriva Rosneft, ma la Russia dubita di Haftar - Umberto Profazio 
Il 21 febbraio scorso, la National Oil Corporation (Noc) libica ha firmato due accordi commerciali con la compagnia russa Rosneft...
Leggi l'articolo>
 
Nato: la solita e sbagliata lite tra alleati - Giuseppe Cucchi 
Già Rudyard Kipling parlava di "fardello", ma per lui il “burden” era quello del britannico (o altro europeo) “costretto” dalla storia ad impegnare i suoi figli migliori oltremare per provvedere al buon governo di popoli “per metà diavoli e per metà bambini”...
Leggi l'articolo>
 
Débâcle laburista: la lezione dei seggi dimenticati - David Ellwood 
È stato il celebre regista Ken Loach ad offrire i commenti più incisivi sui risultati delle elezioni suppletive tenutesi il 23 febbraio in due circoscrizioni fin qui considerate del tutto marginali nello scenario politico inglese...
Leggi l'articolo>
 
La nuova Via della Seta nel Mediterraneo - Massimo Deandreis 
Se si guarda l’andamento dell’interscambio commerciale (importazioni più esportazioni) da e verso i Paesi della sponda sud del Mediterraneo e quelli del Golfo dal 2001 a oggi si osserva una crescita costante...
Leggi l'articolo>

 


 
OSSIGENO PER L'INFORMAZIONE
 Ultime Notizie e comunicazioni

Venerdì 10 marzo 2017
 

LIBERTÀ DI STAMPA. SEGNALA VIOLAZIONI A OSSIGENO
Fornisci documenti e dati di fatto. Chiedi l’assistenza dell’Osservatorio. Le tue informazioni saranno trattate confidenzialmente

8 MARZO. OSSIGENO CONTA 103 GIORNALISTE MINACCIATE NEL 2016
Ma bisogna moltiplicare per venti. Molte minacce e ingiurie hanno fatto leva proprio su insulti sessisti e sul pregiudizio di genere

PARTE IL PROGETTO DI OSSIGENO AL CARCERE FEMMINILE DI REBIBBIA
Prevede incontri formativi e rieducativi con le detenute della casa circondariale romana sul tema della dignità, del rispetto di sé e del contrasto alla violenza

ITALIA E SPAGNA. GIORNALISTI SOTTO TIRO. CONFERENZA A MADRID
Si svolgerà il 23 marzo all’Università Complutense per iniziativa di Ossigeno e di Plataforma por la Defensa de la Libertard de Informacion
 

NUORO. SEGNALA DISSERVIZI SCUOLA MATERNA, IL COMUNE QUERELA
Giulia Serra, blogger de ilMarghine.net, descrive carenze di gestione. Il sindaco di Bolotana (NU) smentisce e annuncia azione legale
 

PUGLIA. BLOCCATI E INSULTATI 2 CRONISTI DURANTE SRADICAMENTO ULIVI
Nino Vinella e Michele Straniero erano nei pressi di Canne. Denunciato l’uomo che, dopo aver impedito il passaggio, li ha insultati

POLIZIA TROVA AUTORE MINACCE A SINDACO VITTORIA E A BORROMETI
Due giorni prima il primo cittadino aveva denunciato di aver ricevuto su Facebook messaggi intimidatori, che riguardavano anche il giornalista
 

CEDU E DIFFAMAZIONE

CORTE EUROPEA BOCCIA SANZIONI SPROPORZIONATE
Il caso si è verificato in Grecia Questo articolo è stato pubblicato il 24 febbraio 2017 sul blog dell’avvocato Marina Castellaneta
 

I RISARCIMENTI SPROPORZIONATI E L’AUTOCENSURA
Una sentenza della Corte Europea ha ribadito un principio di proporzionalità che Ossigeno chiede di rispettare in Italia
 

GIORNATA INTERNAZIONALE PER METTERE FINE ALL’IMPUNITÀ PER I REATI CONTRO I GIORNALISTI

della conferenza “Onu: giornalisti aggrediti, colpevoli impuniti. L’allarme delle Nazioni Unite – Cosa accade in Italia” che si è tenuta presso il Senato della Repubblica in occasione della Giornata per mettere fine all’impunità per i reati contro i giornalisti”


 

E ANCORA...

Il notiziario di Ossigeno è anche in INGLESE e in FRANCESE
-
Read news in English - Voir en Français
 
Facebook
Twitter
Youtube
Website

 



 
  edk

   Marzo 2017                                                   

N E W S L E T T E R
 
 
In evidenza
Strumento online per gli standard di qualità nelle politiche giovanili
Strumento online per gli standard di qualità nelle
Lanciato dal Forum Europeo per i Giovani, questo strumento online è rivolto alle organizzazioni giovanili e ai giovani per valutare lo stato delle politiche giovanili nel loro contesto, sia esso nazionale, regionale, locale o europeo........
approfondisci}
 
 
ERASMUS+ 30 Years Story Competition ERASMUS+ 30 Years Story Competition'

Per celebrare il 30° anniversario di Erasmus+, la Commissione Europea ha lanciato il concorso "Raccontaci del + nel tuo Erasmus+". Il concorso è aperto a singoli ed organizzazioni che hanno partecipato al programma Erasmus+ o i suoi predecessori, comprese attività Erasmus a partire dal 1987, nonché SOCRATES, SOCRATES II, Leonardo da Vinci, Comenius, Grundtvig, Programma di Apprendimento Permanente, Erasmus Mundus, Tempus, Gioventù in Azione. I partecipanti dovranno inviare una foto o un video con una storia di 100 parole al massimo in cui si racconta del "+" nel proprio Erasmus+. I partecipanti devono indicare l'anno e il paese nel quale è stato prodotto l'elaborato. Durante il periodo di candidatura, .......
... 
approfondisci}

 
 
EaSI - Corpo Europeo di Solidarietà - Settore occupazionale 
 

Lanciato dalla Commissione Europea, l'invitorientra nel quadro di una serie di azioni in programma per la prima fase del Corpo Europeo di Solidarietà (lanciato il 7 Dicembre 2016) e mira ad assunzioni transfrontaliere nell'ambito della sezione occupazionale...... approfondisci}

 
Consultazione pubblica per consolidare il Corpo europeo di solidarietà.
La Commissione europea ha avviato una consultazione pubblica per raccogliere le opinioni di giovani, insegnanti, animatori socioeducativi, organizzazioni, datori di......
 approfondisci}

Sondaggio delle Nazioni Unite rivolto ai giovani! 
Le Nazioni Unite hanno bisogno di capire come raggiungere il maggior numero possibile di giovani in tutto il mondo e lanciano un sondaggio per avere delle indicazioni... 
approfondisci}

Conclusioni del Consiglio Istruzione, Gioventù, Cultura e Sport 
Il Consiglio Istruzione, Gioventù, Cultura e Sport (EYCS), del 17 febbraio scorso, ha adottato alcune Conclusioni legate agli investimenti per i giovani europei, con........
approfondisci}

6 -7 Aprile 2017: 7° Forum Europeo Università-Impresa, Bruxelles, Belgio

Organizzato dalla Commissione Europea, il Forum riunirà circa 400 rappresentanti da istituti di istruzione superiore, imprese, PMI, organizzazioni e associazioni..... approfondisci}

10-12 Maggio 2017: Living Library Forum, Budapest, Ungheria 
Il Forum riunisce organizzatori e partner delle biblioteche viventi da tutta Europa al fine di rafforzare l'utilizzo della Living Library, come metodo di educazione ai....
 .. approfondisci}

Rapporto Eurostat: Apprendimento delle lingue straniere
In base al rapporto Eurostat, l'Ufficio Statistico dell'Unione Europea, imparare una lingua straniera a scuola è molto comune nell'UE, con oltre 17 milioni di studenti... 
approfondisci} 

 

 
 
Calendario Formazione Salto-Youth
 
contiene le attuali offerte di formazione nell'ambito del programma Erasmus+..approfondisci}
 
 
 
 
 
 
     
  Banca Europea per gli Investimenti - Lavori estivi per studenti
 
 
 
 
 
 
  La Banca Europea per gli Investimenti offre un numero limitato di lavori estivi per studenti nel periodo da Giugno a Settembre, da due a quattro settimane massimo, offrendo l'opportunità per sperimentare la vita lavorativa e guadagnare una piccola somma per le spese quotidiane ambito di intervento....approfondisci}  
     
   
     
 
 

Database sve


YEFJ

Eventi Eurodesk

 
 
 
  EURODESK.IT | EVENTI | NOTIZIE | CONTATTI | RIMANI CONNESSO facebook twitter Instagram  
   
 

Eurodesk è la struttura del programma comunitario Erasmus+ dedicata all'informazione, alla promozione e all'orientamento sui programmi in favore dei giovani promossi dall'Unione europea e dal Consiglio d'Europa.



Punto Nazionale di Coordinamento in Italia: http://www.eurodesk.it
---------------------------------------------------
Per contatti circa il contenuto della presente scrivere unicamente alla casella di posta: programmi@eurodesk.it 

 
nOVITà Istruzione Pubblicazioni Iniziative Formazione
 

                  

 

[ ... ]

 


 
Oggetto Newsletter : EU60, elezioni Olanda, Cina nei Balcani
Newsletter n° 517 , 7 marzo 2017
 

Dall'Europa a più velocità all'Unione politica: i modelli per rilanciare il futuro dell'Ue sono formulati nel Libro Bianco presentato dal presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker e finiti dritti sul tavolo dei leader di Italia, Francia, Germania e Spagna, riuniti a Versailles ieri sera in preparazione delle celebrazioni del 60o anniversario dei Trattati di Roma, che cade il 25 marzo prossimo. Tra una settimana, toccherà intanto agli olandesi dire la loro, nelle urne delle legislative: l'onda nazionalista prevarrà. E mentre i salvataggi nel Mediterraneo toccano i livelli più alti degli ultimi tre anni, Bruxelles volge lo sguardo ai Balcani, dov'è terminata una lunga visita dell'Alto rappresentante Federica Mogherini. Ma l'Ue non è la sola: quali sono gli interessi cinesi nella regione?

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Solo scenari per il futuro dell’Europa? - Ferdinando Nelli Feroci 
C’era molta attesa per il Libro Bianco che la Commissione europea aveva promesso di pubblicare come proprio contributo al dibattito sul futuro dell’Europa nella prospettiva delle celebrazioni del 60° anniversario...
Leggi l'articolo>
 
Futuro immigrazione Ue: questione di coraggio - Enza Roberta Petrillo 
L’ultimo tentativo di un’Europa incagliata tra crisi d’identità e cupio dissolvi di avviare una riflessione comune in vista del vertice di Roma del 25 marzo è targato Jean-Claude Juncker...
Leggi l'articolo>
 
Olanda: una mina per l’Unione europea - Eleonora Poli 
Nonostante l’Olanda sia uno dei 6 paesi fondatori dell’Unione europea le elezioni politiche olandesi del 15 marzo potrebbero minare la già traballante stabilità europea...
Leggi l'articolo>
 
La nuova Via della Seta passa per i Balcani - Anastas Vangeli 
I Paesi dell’Europa centro-orientale hanno un ruolo significativo per l’attuazione della Belt & Road Inititative (Bri), la nuova Via della Seta che punta a migliorare collegamenti e cooperazione nella regione eurasiatica...
Leggi l'articolo>
 
Con orgoglio sportivo sotto la bandiera europea - Carlo Musso 
Mi è difficile immaginare un cittadino di un qualunque Stato membro dell’Unione europea che si emozioni stando in piedi davanti alla bandiera blu, o che si commuova ascoltando l’inno europeo...
Leggi l'articolo>

 



 

 

 PARLAMENTO  EUROPEO


 

Agenda settimanale 6-12 Marzo 2017

 

Incontri di Commissioni e gruppi politici a Bruxelles

 

La riforma del sistema di asilo dell'UE. Proposte di riforma del sistema di Dublino, che stabilisce lo Stato membro responsabile dell'esame della domanda di asilo, saranno presentate e discusse per la prima volta in commissione Libertà Civili. I colloqui includeranno eventuali modifiche per garantire una maggiore solidarietà e condivisione di responsabilità tra i paesi dell'UE per far fronte all’attuale situazione riguardante i migranti e i richiedenti asilo. (Giovedì)

Martedì alle 11.00, il deputato Cecilia Wikström terrà una conferenza stampa durante la quale esporrà le sue proposte in vista del dibattito.

 

Tassazione. La commissione speciale sul riciclaggio di denaro, sulle frodi e sull'evasione fiscale (PANA) completerà le sue audizioni ascoltando banchieri, avvocati e contabili sugli strumenti finanziari offshore segreti. All’audizione parteciperanno inoltre giornalisti del International Consortium of Investigative Journalists. (Lunedì)

 

Stato di diritto in Polonia. I deputati della commissione Libertà Civili discuteranno dell’indagine, avviata dalla Commissione europea, sul rispetto del principio di legalità in Polonia, con il primo vicepresidente Frans Timmermans. (Giovedì)

 

Giornata Internazionale Della Donna. Parlamentari europei e deputati nazionali parteciperanno a un incontro sull’indipendenza economica delle donne. Prenderà parte all’evento, organizzato dalla commissione per i Diritti delle Donne, il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, la commissaria europea all'uguaglianza di genere Věra Jourová, la vice Direttrice delle Nazioni Unite per le donne di Europa e Asia centrale Alia El-Yassir e l’attivista Vandana Shiva. (Mercoledì e Giovedì)

 

Un seminario per i giornalisti sul tema "Women Economic Empowerment”, con diversi eurodeputati e i principali stakeholder, esaminerà la parità di genere nei processi decisionali politici ed economici, il divario nelle pensioni e le sfide e gli ostacoli per il raggiungimento di un equilibrio tra lavoro e vita privata. Fra gli oratori la fisica francese Hélène Langevin-Joliot e la fondatrice della “True and Fair Foundation” Gina Miller. (Martedí e Mercoledí)

 

Preparativi per la Plenaria. I gruppi politici si prepareranno per i lavori della plenaria di Strasburgo della prossima settimana. Fra gli argomenti all’ordine del giorno una migliore regolamentazione riguardante le armi da fuoco, una risoluzione sui  minerali provenienti da aree di conflitto e un pacchetto di misure legate all’economia circolare e al riciclaggio e riutilizzo dei rifiuti. In agenda anche risoluzioni per superare gli ostacoli al diritto dei cittadini dell'Unione di circolare liberamente, azioni esterne dell'UE per affrontare la crisi di rifugiati e migranti e le implicazioni per i diritti fondamentali dei cosiddetti big data. Infine, gli eurodeputati voteranno nuove regole per i fondi monetari e l'impegno degli azionisti a lungo termine, nonché sul governo societario.

 

Ordine del giorno del Presidente. Il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani incontrerà lunedì il ministro finlandese degli Affari Esteri Timo Juhani Soini e il ministro degli Esteri austriaco Sebastian Kurz. Mercoledì incontrerà il primo ministro belga Charles Michel. Giovedì incontrerà il primo ministro dell'Estonia Jüri Ratas.

 

 

 

 

Per maggiori informazioni

 

Link all’agenda giorno per giorno:

http://www.europarl.europa.eu/news/it/news-room/agenda/2017-W10-By-Day

 

 

 

 
 

 

 

 

[ ... ]

 

 

[ ... ]

 

 

 



 
 
Oggetto Newsletter : EU60 e difesa, Trump, minacce ibride
Newsletter n° 516 , 3 marzo  2017
 

Nel primo discorso di fronte al Congresso riunito, Donald Trump smorza i toni, ma non rinuncia al suo mantra "America First". È però la Russia a farla da protagonista nelle ore immediatamente successive, dopo le rivelazioni relative agli incontri, in campagna elettorale, fra il neoprocuratore generale Jeff Sessions (ai tempi consigliere di Trump) e l'ambasciatore di Mosca a Washington. Con il fantasma dell'isolazionismo e l'ombra di Putin all'orizzonte, come cambieranno le relazioni transatlantiche sotto Trump? L'Europa se lo chiede, mentre si prepara alle celebrazioni dei 60 anni dei Trattati di Roma, il 25 marzo prossimo: un momento ri-fondativo per lanciare con decisione una difesa Ue, proprio mentre si scopre che l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione comporta pure l'uscita dall'Euratom. 

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Difesa europea: da Monnet ai giorni nostri - Cosimo Risi, Alfredo Rizzo 
La politica europea di difesa a volte affiora in superficie, a volte scorre sottoterra fino a fare perdere le tracce. In coincidenza non casuale con il recesso del Regno Unito, sta riprendendo tono per divenire un punto attorno a cui rilanciare l’Ue...
Leggi l'articolo>
 
Sicurezza: per una Nato più pragmatica - Andrea Manciulli 
La condizione necessaria per rilanciare l'Alleanza atlantica è lavorare per rispondere meglio agli incredibili e rilevanti mutamenti degli scenari di sicurezza. Questo è stato, pertanto, il filo conduttore dell’ultima riunione a Bruxelles dei ministri della Difesa...
Leggi l'articolo>
 
Trump e Asia: promesse elettorali e cambiamenti - Nicola Casarini, Giuseppe Spatafora 
Con la vittoria di Donald Trump lo scorso novembre, il ‘pivot’ asiatico di Barack Obama sembrava oramai condannato all’oblio. Il nuovo presidente prometteva, infatti, di ritirare gli Stati Uniti dall’odiato Tpp...
Leggi l'articolo>
 
(Eu) Brexit means (Euratom) Brexit - Marilù Marletta 
Da dubbio a certezza. Lo si apprende dalle Explanatory Notes che accompagnano lo European Union (Notification of Withdrawall) Act 2017 (Bill 132) dello scorso gennaio. Al punto 18 del Bill si specifica che il recesso riguarda sia l’Ue sia la Comunità europea per l’energia atomica/Euratom ...
Leggi l'articolo>
 
Ue: proposta riforma Regolamento Dual Use - Manuel Venuti 
Negli ultimi anni la situazione della sicurezza nell'Unione europea è cambiata radicalmente. Le grandi sfide alla pace e alla stabilità nel vicinato orientale e meridionale dell'Ue continuano a mettere in evidenza la necessità, per l'Unione, di adattare e aumentare le sue capacità come garante della sicurezza...
Leggi l'articolo>

 


 
OSSIGENO PER L'INFORMAZIONE
 Ultime Notizie e comunicazioni

Venerdì 3 marzo 2017
 

ASSOLTO BLOGGER BRUNETTI DIFESO DA OSSIGENO. “IL MIO CALVARIO”
“Avevo scritto il vero e sono stato querelato dal sindaco di Portovenere. Oltre due anni di angoscia e di preoccupazioni”

I LEGALI DI OSSIGENO: ASSOLTO BLOGGER. SONO STATE APPLICATE REGOLE EUROPEE
I legali di Ossigeno spiegano perché sono ricorsi alla giurisprudenza della Cedu che riconosce il diritto di critica insieme a quello di cronaca

ITALIA E SPAGNA. GIORNALISTI SOTTO TIRO. CONFERENZA A MADRID
Si svolgerà il 23 marzo all’Università Complutense per iniziativa di Ossigeno e di Plataforma por la Defensa de la Libertard de Informacion
 

IL TIRO AL BERSAGLIO SI PUÒ FERMARE
Questo intervento è stato pubblicato sul blog “Mafie” nato da un’idea di Attilio Bolzoni

UE RICONOSCE PRIORITÀ ONU SU DIFESA DIRITTO INFORMAZIONE
L’Unione europea sottoscrive le priorità dell’Onu nei dibattiti sulla difesa dei diritti umani che si svolgeranno nel 2017

SEGRETO PROFESSIONALE. TRIBUNALE SIENA REPLICA A ODG
Una nota respinge le critiche sulla vicenda del pubblicista Augusto Mattioli affermando che la sua fonte “non era più segreta”
 

FB. INSULTI SESSISTI A CRONISTA UNIONE SARDA DA SINDACO ED EX SINDACO
Lo riferisce lo stesso giornale. Il sindaco di Riola Sardo (OR) e il suo predecessore non hanno gradito gli articoli di Sara Pinna. Odg e Assostampa protestano

CASERTA. IMPUTATO MINACCIA CRONISTA DOPO UN’UDIENZA
L’ex capo dell’Ufficio Tecnico di Grazzanise è stato denunciato da Giuseppe Tallino (Cronache di Caserta) che aveva preso appunti in aula
 

VITERBO. "CALCIO DELLA TUSCIA". SMS INTIMIDATORIO A CRONISTA
“Smetti di scrivere cazzate” o partiranno le denunce. L’autore sarebbe un dirigente della squadra che aveva criticato. Solidarietà dell’ASR
 

“BERLUSCONI UNFIT”. CASSAZIONE: L’ECONOMIST FU CORRETTO
Lo ha stabilito la Cassazione 16 anni dopo la pubblicazione. Prosciolto anche La Repubblica che aveva ripubblicato l’articolo del settimanale britannico
 

FAKE NEWS

#BASTABUFALE. OSSIGENO FIRMA L’APPELLO DI LAURA BOLDRINI
L’obiettivo è coinvolgere scuola, media e aziende nell’elaborazione di progetti per fermare le fake news su internet

CONDANNA DEFINITIVA A PM CHE CHIESE 5 MILIONI ALLA CIVETTA
La Cassazione ha inflitto 18 mesi per abuso d’ufficio a Maurizio Musco. Processo nacque dopo inchiesta del giornale di Siracusa

GIORNATA INTERNAZIONALE PER METTERE FINE ALL’IMPUNITÀ PER I REATI CONTRO I GIORNALISTI

della conferenza “Onu: giornalisti aggrediti, colpevoli impuniti. L’allarme delle Nazioni Unite – Cosa accade in Italia” che si è tenuta presso il Senato della Repubblica in occasione della Giornata per mettere fine all’impunità per i reati contro i giornalisti”


 

E ANCORA...

Il notiziario di Ossigeno è anche in INGLESE e in FRANCESE
-
Read news in English - Voir en Français
 
 
 

 


 
Newsletter dell'AICCRE - Associazione italiana per Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa - N. 8 Marzo 2017   
Registrazione del Tribunale di Roma n. 255 del 21 Luglio 2009 - Testata iscritta al n. 1041 del Registro degli Operatori della Comunicazione (Roc)  
Marcia per l’Europa: scende in campo il CCRE

Il CCRE (Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa) ha aderito alla manifestazione del 25 marzo “In marcia per l’Europa”, l’iniziativa della forza federalista. Una partecipazione “entusiasta e convinta”, come ha sottolineato il Presidente dell’AICCRE e del CCRE Stefano Bonaccini, “forti della nostra tradizione politica, che dal 1952 si batte per una Europa federale attraverso la mobilitazione ed il rilancio delle autonomie locali”. L’AICCRE, in prospettiva della Marcia, ha organizzato il 24 marzo a Roma il Bureau esecutivo internazionale del CCRE, che raccoglie più di centoquarantamila Enti territoriali europei; primo passo per una adesione estesa alla “Marcia”. Siamo consapevoli, ha commentato Bonaccini, “del profilo europeo della Marcia e soprattutto convinti che la voce dei cittadini europei, per mezzo degli Enti locali, in questa delicata fase storica debba alzarsi univoca, forte e chiara per chiedere il rilancio del processo di integrazione dell'Unione europea”.

“Enti locali siano protagonisti del futuro”

Si è svolto il 24 febbraio scorso a Perugia l’incontro tra la Federazione umbra dell’AICCRE ed il Segretario generale dell’Associazione Carla Rey (nella foto), inizialmente previsto nello scorso novembre e rimandato per il terremoto che aveva colpito anche l’Umbria. In agenda, temi cari all’Associazione, quali la cooperazione decentrata, la cooperazione allo sviluppo, l’utilizzo dei fondi europei, la cittadinanza attiva. Durante l’incontro, il Segretario generale dell’AICCRE ha sottolineato l’importanza della partecipazione degli amministratori locali, in particolare quelli delle zone colpite dai sismi, ai dibattiti sul cambiamento climatico, a cominciare dalla prossima Conferenza mondiale sul clima delle Nazioni Unite, la Cop 23, che si terrà a Bonn.
La Rey ha proseguito facendo riferimento agli European days of local solidarity, organizzati dall’AICCRE nello scorso novembre, affermando che “è bene che gli amministratori locali si rendano conto della ricchezza che apporta alle nostre città il mondo dell’Associazionismo e delle ONG. Il tema del volontariato, per esempio, è la ninfa vitale dei territori. L’AICCRE, ha proseguito la Rey, “cerca di portare avanti queste tematiche in Europa e lo fa affermando con forza che su questi temi non devono dialogare solo gli Stati, ma soprattutto gli enti locali ed i cittadini”. La dirigente dell’AICCRE ha invitato gli Enti locali umbri ad affrontare i temi dell’Agenda 2030: “ci sono 17 obiettivi: tra questi lotta alla povertà, alla fame, azione per la pace, diritti umani, sostenibilità, difesa del suolo, acqua, energia, ma nel nostro Paese non se ne parla e, soprattutto, non ci si confronta. Rischiamo di perdere l’ennesima opportunità di trasformare gli ambiti cittadini in territori accoglienti e sostenibili”. Continua

Il futuro è…circolare

La Conferenza organizzata dal CCRE sull’"economia circolare: l’impegno delle città", si svolgerà a Siviglia il 15 marzo per discutere, incontrarsi, scambiare conoscenze su come le città europee possono portare avanti la lotta contro il cambiamento climatico grazie all’economia circolare. Quest’ultima è essenziale sia per la tutela dell’ambiente che per la creazione di posti di lavoro nei nostri territori. Secondo la valutazione d’impatto della Commissione europea, l’economia circolare di rifiuti potrebbe contribuire ad evitare 443 milioni di tonnellate di gas a effetto serra ed a creare 180.000 posti di lavoro diretti entro il 2030. Interverrà il Presidente del CCRE e dell’AICCRE Stefano Bonaccini, insieme a sindaci, ministri ed esperti provenienti da tutta Europa. Ai lavori parteciperà Carla Rey,Segretario generale dell’AICCRE.

 IIa edizione Master AICCRE in Europrogettazione

Dal 3 al 7 aprile 2017 si svolgerà a Roma, presso la sede dell’AICCRE, in piazza Trevi 86, la seconda edizione del Master in Europrogettazione organizzato dall’Associazione e rivolto esclusivamente agli amministratori locali. 
La prima si è svolta a novembre ed ha registrato il “tutto esaurito” di iscrizioni. 


SCARICA E GUARDA IL VIDEO

Per Approfondimenti ed iscrizioni





 

24-25 MAGGIO: IN MARCIA PER L’EUROPA

Federazione Liguria AICCRE

Genova, 6 marzo 2017: Convegno: 60° Anniversario dei Trattati di Roma, quale futuro per l’Europa: clicca qui per la locandina. 
Genova, 9 marzo 2017: Convegno, “Dai Trattati di Roma alla generazione ERASMUS". Clicca qui per approfondire

Cambiamo-rotta-Forum-a-Roma-il-24-marzo 
Cambiamo rotta all’Europa! 
L’Europa è partecipazione! “Enti locali siano nuova linfa vitale”


 

NOTIZIE DALL’EUROPA

“Digital day” a Roma il 23 marzo

Il “Digital day”, organizzato a Roma il 23 marzo nel quadro delle celebrazioni per i 60 anni dei Trattati di Roma, è un evento mirato a mettere in risalto le sfide digitali dell’Europa e il ruolo crescente del digitale nella vita quotidiana degli europei, la loro economia, la società. L’iniziativa, organizzata dalla Commissione europea e il Governo italiano, in collaborazione con la Presidenza maltese dell’UE, vedrà riuniti Ministri, rappresentanti di alto livello e stakeholder chiave. L’evento sarà incentrato su quattro diverse sessioni: l’Europa come protagonista nell’informatica di alto livello; Digitalizzare l’industria europea; Verso una mobilità connessa e automatizzata; L’impatto della trasformazione digitale sull’occupazione e le competenze. Approfondisci

Populismo: come contrastarlo?

Il Forum mondiale per la democrazia (WFD) 2017 si svolgerà a Strasburgo dall’ 8 al 10 novembre prossimi. Lo rende noto il sito del CPLRE (Congresso dei Poteri Locali e Regionali del Consiglio d’Europa). In questa edizione si discuterà intorno al tema delpopulismo: quale ruolo dei partiti politici e dei media e come contrastarlo. Sono invitati a partecipare enti pubblici e privati, così come le autorità locali e regionali di tutto il mondo. Approfondisci

Online nuovo numero de “L’Unità europea”

È disponibile gratuitamente online il nuovo numero de “L’Unità europea”, il periodico del Movimento Federalista Europeo (MFE). Il Direttore Antonio Longo ne accompagna l’uscita con questo breve pezzo di presentazione: "I nodi hanno già aggrovigliato il pettine. La crisi della politica nazionale è sotto gli occhi anche dei ciechi. In Italia prosegue la frantumazione del sistema politico e dalla società emergono spinte corporative sempre più forti, cavalcate demagogicamente da una politica che oramai vive alla giornata (…). Continua

 

 BANDI E PROGRAMMI

Volontari dell’Unione: progetti a sostegno dell’aiuto umanitario nei paesi terzi

Il presente invito ha come obiettivo il finanziamento di progetti che comportano la mobilitazione di Volontari dell’Unione europea per l’aiuto umanitario. Tali progetti contribuiranno a rafforzare la capacità dell’Unione di fornire aiuti umanitari in base alle esigenze, volti a rafforzare la capacità e la resilienza delle comunità vulnerabili e colpite da catastrofi in paesi terzi, concentrandosi sulla preparazione in caso di tali eventi, sulla riduzione del relativo rischio e sul miglioramento del collegamento tra le attività di soccorso, riabilitazione e sviluppo. Inoltre, tali progetti possono altresì rafforzare le capacità di attuazione delle organizzazioni di invio e di accoglienza che partecipano o intendono partecipare I progetti devono iniziare il 1° dicembre 2017 e avere una durata massima di 24 mesi. La disponibilità di bilancio complessiva destinata al cofinanziamento dei progetti è stimata pari a 12 600 000 EUR. Continua

Volontari dell’Unione: assistenza tecnica alle organizzazioni

L’obiettivo del presente invito è rafforzare le capacità delle organizzazioni di invio e d’accoglienza intenzionate a partecipare all’iniziativa Volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario e garantire la conformità alle norme e alle procedure relative ai candidati volontari e ai volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario al fine di richiedere la certificazione necessaria per la mobilitazione dei volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario. La disponibilità di bilancio complessiva destinata al cofinanziamento dei progetti è stimata pari a 7 607 000 EUR. Continua

Lanciato Premio RegioStars 2017

La DG Regio della Commissione europea ha lanciato l’edizione 2017 di RegioStars, il premio che ha come obiettivo l’individuazione delle buone pratiche di sviluppo regionale di progetti innovativi e originali che possono attirare e ispirare altre regioni. Le categorie dei premi per il 2017 sono: Specializzazione intelligente per l’innovazione delle PMI; Unione dell’energia: Azione per il clima; Emancipazione femminile e partecipazione attiva; Istruzione e formazione; CityStars: Città in transizione digitale. Quest’anno, la cerimonia di premiazione RegioStars si terrà martedì 10 ottobre, durante la Settimana europea delle regioni e delle città 2017. Approfondisci

Trasporti: inviti a presentare proposte

La Commissione europea ha annunciato un nuovo invito a presentare proposte nel settore dei trasporti per combinare il meccanismo per collegare l’Europa con altre fonti di finanziamento fra le quali il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS). L’invito a presentare proposte, si legge nel comunicato stampa comunitario,“mira a combinare sovvenzioni per 1 miliardo di euro (Meccanismo per collegare l’Europa – Trasporti) e finanziamenti erogati da istituti finanziari pubblici, dal settore privato e, per la prima volta, dal Fondo europeo per gli investimenti strategici, il fulcro del piano di investimenti per l’Europa e una priorità assoluta per la Commissione Juncker”. Nell’invito saranno previsti due termini per la presentazione delle proposte, il 14 luglio 2017 e il 30 novembre 2017. Continua

Reti transeuropee di telecomunicazione: 4 inviti a presentare proposte

La Commissione europea, direzione generale delle Reti di comunicazione, dei contenuti e delle tecnologie, ha pubblicato quattro inviti a presentare proposte al fine di concedere sovvenzioni a progetti conformi con le priorità e gli obiettivi del programma di lavoro per il 2017 in materia di reti transeuropee di telecomunicazione nel quadro del meccanismo per collegare l’Europa (Connecting Europe Facility, CEF) per il periodo 2014-2020. Le proposte riguardano i seguenti quattro inviti: CEF-TC-2017-1: Sistema d’interconnessione dei registri del commercio (Business Registers Interconnection System (BRIS); CEF-TC-2017-1: Identificazione e firma elettroniche (eIdentification and eSignature); CEF-TC-2017-1: Scambio elettronico di informazioni sulla sicurezza sociale (Electronic Exchange of Social Security Information – EESSI); CEF-TC-2017-1: Portale europeo della giustizia elettronica (European e-Justice Portal). Il bilancio indicativo totale disponibile per le proposte selezionate nell’ambito di questi inviti è di 27,5 milioni di EUR. Il termine ultimo per presentare le proposte è il 18 maggio 2017. La documentazione relativa agli inviti è pubblicata sul sito web del CEF per le telecomunicazioni.

Diventiamo cittadini europei

Per celebrare il 9 maggio, Festa dell’Europa, L’AICCRE ed il CIME (Consiglio italiano Movimento europeo) promuovono la Xa edizione del concorso “Diventare cittadini europei”, riservato a tutti gli studenti – in forma singola, in gruppo o come intera classe – delle scuole secondarie (di 1° e 2° grado), di ogni tipologia e indirizzo in ogni Regione d’Italia. Gli obiettivi del concorso sono quelli di: invitare gli studenti a riflettere sulle azioni dalle Istituzioni europee, che influiscono sulla vita dei cittadini e in particolare modo sui giovani; sollecitare i giovani ad approfondire il passato, l’attualità e il futuro del processo d’integrazione dell’Europa e a riscoprirla, in maniera critica e propositiva, come risposta ai loro bisogni e alle loro aspettative; Facilitare la creazione di una rete virtuale di scuole e di studenti allo scopo di contribuire allo sviluppo di una coscienza europea collettiva. L’iniziativa è svolta in collaborazione con: AEDE (Associazione europea degli insegnanti); CIFE (Centro italiano di formazione europea); MFE (Movimento federalista europeo); GFE (Gioventù federalista europea); Istituto di Cultura “Sossietta Scialla”. Per le modalità di partecipazione, il regolamento, le scadenze ed i riferimenti scarica il Bando

Carta Erasmus: invito a presentare proposte

La Gazzetta ufficiale comunitaria ha pubblicato un invito a presentare proposte relativo allaCarta Erasmus per l’istruzione superiore 2014-2020. La Carta definisce il quadro qualitativo generale in cui s’inscrivono le attività di cooperazione europea e internazionale che un’istituzione d’istruzione superiore (IIS) può condurre nell’ambito del programma Erasmus+. 
Clicca qui per le informazioni relative al programma Erasmus+. 
Le candidature devono essere presentate seguendo le istruzioni fornite dall’Agenzia esecutiva per l’istruzione, gli audiovisivi e la cultura: clicca qui

Bando di gara: Programma di mobilità accademica intra-africana

L’obiettivo generale del programma è promuovere lo sviluppo sostenibile e in prospettiva contribuire a ridurre la povertà aumentando la disponibilità in Africa di manodopera professionale di alto livello, formata e qualificata. Più precisamente, il programma intende: contribuire al miglioramento della qualità dell’istruzione superiore promuovendo l’internazionalizzazione e l’armonizzazione di programmi e corsi di studio tra le istituzioni partecipanti; permettere agli studenti, al personale accademico e al personale in genere di beneficiare a livello linguistico, culturale e professionale dell’esperienza acquisita nel contesto della mobilità verso un altro paese africano. Il termine per la presentazione delle proposte per il programma di mobilità accademica intra-africana è fissato al 2 maggio 2017. Continua

Erasmus +: invito a presentare proposte, cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone prassi. Alleanze delle abilità settoriali

Le alleanze delle abilità settoriali si prefiggono lo scopo di ovviare alle carenze di abilità in relazione a uno o più profili professionali in un settore specifico. A tal fine individuano le esigenze esistenti o emergenti del mercato del lavoro specifiche di determinati settori (sul versante della domanda) e migliorano la capacità dei sistemi di istruzione e formazione professionale iniziale e continua, a tutti i livelli, di rispondere alle esigenze del mercato del lavoro (sul versante dell’offerta). Le domande devono essere inviate entro e non oltre le ore 12.00 (ora di Bruxelles) del 2 maggio 2017. Per il bando clicca qui

Innovazione: finanziamenti diretti per le città

La Commissione europea ha lanciato un secondo bando per un importo di 50 milioni di EUR a titolo dell’iniziativa Azioni urbane innovative. Le città possono candidarsi direttamente e ottenere finanziamenti europei per progetti urbani innovativi. Con un bilancio di 50 milioni di EUR a titolo del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), il nuovo bando premierà i progetti più innovativi in tre categorie, coerentemente con le priorità dell’agenda urbana per l’UE: integrazione dei migranti, mobilità urbana ed economia circolare. Il bando è valido fino a metà aprile 2017. Guarda le azioni del primo bando che hanno ottenuto finanziamenti.


 

 

 

 

i di visualizzazione? Prova a visualizzare la newsletter nel tuo browser.

---

Bando 2016- 2017: in finale della sesta edizione sei giornaliste under31

Sono stati presentati ieri nella Sala degli Arazzi della Rai i quattro progetti finalisti della sesta edizione del Premio Roberto Morrione per il giornalismo investigativo. Per la prima volta nella storia del premio in finale arrivano sei giornaliste. Tutte under 31, come richiesto dal regolamento di concorso, e sono state scelte tra i 91 partecipanti – con 52 progetti candidati – del bando 2016-2017.

Leggi tutto

---
 
---
---
 

 

 
I ragazzi con Giulio Regeni


Sabato 4 marzo Assemblea del Friuli Venezia Giulia a Fiumicello
 


Oltre 250 ragazzi del Friuli Venezia Giulia si incontreranno sabato prossimo, 4 marzo 2017, a Fiumicello, città natale di Giulio Regeni per partecipare all’Assemblea regionale dei Consigli comunali dei ragazzi.

La figura di Giulio sarà il punto di riferimento di tutti i lavori che affronteranno molti temi: la pace, la partecipazione politica, lo studio e la ricerca, il rispetto dell’Altro. 

La giornata prevede lo svolgimento di lavori di gruppo al mattino e al pomeriggio. Gli educatori e i coordinatori aiuteranno i ragazzi a fare una sintesi di analisi proposte per il miglioramento del mondo che ci circonda in tutte le sue dimensioni, da quella locale del comune di appartenenza a quella globale del sistema-mondo.

“L'evento sarà dedicato, nel primo anniversario della morte, alla memoria di Giulio Regeni”, ha affermato Federico Pirone Presidente del Coordinamento Regionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani e assessore alla Cultura del Comune di Udine. “Il primo impegno di Giulio all'interno delle istituzioni pubbliche è stato proprio nel Consiglio comunale dei Giovani di Fiumicello dove ha ricoperto il ruolo di sindaco. In una situazione storica in cui è forte la distanza tra i giovani e la politica – ha proseguito Pirone - un percorso come questo avvalora l'impegno dei tanti ragazzi e ragazze della nostra Regione che cercano, nel loro piccolo, di realizzare il bene comune. Questo evento ci deve anche aiutare a costruire un'alleanza educativa di tutti i soggetti responsabili capace di investire sui giovani e sulla loro educazione alla pace.”

"L'incontro sarà emozionante - ha ribadito l'assessore regionale all'Istruzione e alle Politiche giovanili Loredana Panariti - e l'importante numero di adesioni ci restituiscono un'immagine della nostra regione in cui si muovono diverse attività e percorsi sui temi della pace e della condivisione che danno evidenza di un elemento significativo, quello della partecipazione. Questo aspetto rivela non solo la volontà di onorare la memoria del ricercatore scomparso, Giulio Regeni, che aveva fatto di questi temi un percorso di vita e di studio, ma ci mette nella condizione di poter ascoltare, di poter mettere le generazioni in relazione: obiettivo fondamentale per poter costruire qualsiasi percorso insieme. "Il prossimo 4 marzo - ha aggiunto Panariti - potremo parlare insieme di politica nel senso più corretto del termine,
quello orientato a decidere e approfondire insieme come si governa una comunità". L'auspicio e la volontà espressi da Panariti sono stati quelli di strutturare l'iniziativa nel tempo in modo programmato: "lavoreremo insieme in questo senso" ha rimarcato.

“Con questa iniziativa, ha 
sottolineato Flavio Lotti, Direttore del Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani, i Comuni e la Regione del Friuli Venezia Giulia, proseguono il loro investimento sui giovani accompagnandoli in un cammino di crescita responsabile. Il loro impegno deve essere di stimolo per noi tutti, affinché in ogni territorio si torni a fare spazio ai giovani, a scommettere sui giovani, a prenderli sul serio, a chiamarli a far la propria parte dando a loro adeguate opportunità. Se vogliamo avere un futuro, dobbiamo rafforzare i giovani che sono la nostra risorsa più importante.

L’Assemblea dei Consigli comunali dei ragazzi 
del Friuli Venezia Giulia è organizzata dal Coordinamento Regionale degli Enti Locali per la Pace del Friuli Venezia Giulia, dall’Assessorato all'Istruzione e alle Politiche giovanili del Friuli Venezia Giulia, dal Comune di Fiumicello, dalCoordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i Diritti Umani, dal Comune di Udine e dalla Cooperativa Itaca con il patrocinio del Garante Regionale dei Diritti della Persona.

In allegato il manifesto e il programma dell’evento.

Tavola della Pace
via della Viola, 1 06122 Perugia
M. 3356590356 - T. 075/5736890
segreteria@perlapace.it
www.perlapace.it

 

 

 

 

 

 

 

“Liberare le donne dalla violenza: prerequisito per l’affermazione dell’uguaglianza di genere”.  Se ne parla il 6 marzo, ore 10, a Roma.
 

 

In occasione delle celebrazioni per la Giornata internazionale della donna, siamo lieti di invitarla all'incontro dal titolo “Libertà dalla violenza: una premessa indispensabile per l'affermazione delle donne” che si terrà lunedì 6 marzo 2017 dalle ore 10.00 alle 13.30 a Roma, nella Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Via Santa Maria in Via, 37).

Ha confermato la sua presenza Hauwa Ibrahim, vincitrice del Premio Sakharov nel 2005, avvocatessa nigeriana docente ad Harward e all’Ateneo di Tor Vergata, da anni impegnata a difendere le vittime della Sharia in Nigeria e in particolare le donne che subiscono violenze e mutilazioni da parte dell’organizzazione terroristica Boko Haram.

L’incontro si inserisce nel quadro delle iniziative che le istituzioni europee hanno avviato per la lotta a tutte le forme di violenza contro le donne. In particolare, va ricordata la campagna voluta dalla Commissione Diritti della donna e uguaglianza di genere del Parlamento europeo per le celebrazioni dell’8 marzo, Giornata internazionale della Donna, articolata intorno al tema: “Women’s economic empowerment: Let’s act Together".

L’evento è organizzato dall’Ufficio d’informazione in Italia del Parlamento europeo con il sostegno dell’Unità per i diritti umani del PE/network del Premio Sakharov, insieme al Dipartimento Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, alla Rappresentanza in Italia della Commissione europea e all’associazione ActionAid. Partecipano il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio per le Politiche e gli Affari europei Sandro Gozi, le deputate al Parlamento europeo Silvia Costa ed Eleonora Forenza, l’organizzazione internazionale UN Women, la Rete di giornaliste GiULiA, l’Osservatorio Studi di Genere e l’Università di Roma Tor Vergata.

La discussione sarà moderata dalla giornalista RAI Anna Scalfati.

Link al programma 
Pagina su sito europarl.it

Contatti:

Maurizio Molinari
Addetto Stampa - Ufficio d’Informazione in Italia del Parlamento europeo
Tel. +39 06 69950212
Cell. +39 3395300819
maurizio.molinari@europarl.europa.eu

Gabriele Carchella
Addetto Stampa – ActionAid Italia
Tel. +39 06 45200-526
Cell. +39 3497603724
gabriele.carchella@actionaid.org

 

 

 

[ ... ]

 

 

[ ... ]

 


 
Read all our News and Campaigns in 13 European languages:
BG CZ DE EN ES FR HR HU IT LT NL PL RO SE
 

Liberties.eu Newsletter, February 2017.

   
 

'Hold Poland to Account': European Commission Asked to Start Article 7 Procedure

February 27, 2017 • by Polish Helsinki Foundation for Human Rights

International human rights organizations have called the European Commission to take decisive measures against Poland's disregard for EU values and the rule of law. Read more >>

 

February 22, 2017 • by Rights International Spain

The two organizations sent a letter to Diego García-Sayán, the new UN Special Rapporteur on the independence of judges and lawyers, requesting that he visit Spain to see in person the existing challenges to a free and independent judiciary. Read more >>

 

The Government vs. the People, the President and the Judiciary

February 06, 2017 • by Dollores Benezic, The Association for the Defense of Human Rights in Romania – the Helsinki Committee

Hundreds of thousands of Romanians have been protesting daily against a government ordinance decriminalizing corruption. The president of Romania, the Superior Council of Magistracy and the ombudsperson all oppose it as well. Read more >>