home

ARCHIVIO
2017 - 2016 - 2015 - 2014 - 2013 - 2012 - 2011 - 2010 - 20092008 - 2007  - 2006 - 2005 - 2004 2003

 
 
Image

Le principali notizie della settimana
 

Venerdì 23 giugno 2017

 

17-23 giugno: cosa ha visto Ossigeno questa settimana
 

Cosa ci dice il successo del Concerto per la libertà di stampa. Gli incontri per l'allarme Lazio. Minacce e assistenza legale. Tortura. Antimafia


 

La libertà di stampa e di espressione suscita interesse e partecipazIone e non soltanto fra i giornalisti, che su questa libertà fondano il diritto di svolgere la loro professione e guadagnarsi da vivere. Interessa tutti, mobilita molti animi. Lo conferma la partecipazione numerosa, varia e multiforme, al Concerto per la libertà di stampa di mercoledì 21 giugno a Roma, una serata musicale organizzata da Ossigeno per l'Informazione con la complicità artistica della "Scoop Jazz Band" e del sassofonista Nicola Alesini (vedi).

 
 

È molto significativa questa scelta del pubblico di seguire questa concerto in una serata in cui si poteva scegliere altri 150 concerti gratuiti della Festa Europea della Musica, in un periodo in cui sembra che tutti prestino poca attenzione al diritto di espressione. Il missaggio fra parole e musica è piaciuto. Ha funzionato. Gli autorevoli sostegni all'iniziativa non sono mancati. La serata è stata bella, esaltante e in certi momenti commovente.

 
 

Tutto ciò apre una strada nuova. Ossigeno la percorrerà per difendere in modo collettivo, con una partecipazione sempre più ampia e varia, il diritto di esprimerci, di essere informati e di ricevere informazioni attendibili, senza omissioni e censure. Ossigeno lo farà ancora con l'aiuto della musica, certamente, ma senza rinunciare a dire le cose che si devono dire e dando la parola a tutti, come ha fatto il 21 giugno, come si può leggere e vedere sul sito di Ossigeno a questo link.

 
 

ALLARME LAZIO - Il Concerto ha assorbito molte energie. Ma l'Osservatorio ha continuito a operare sui vari fronti. A Roma, lunedì 19 giugno i dirigenti di Ossigeno e dell'Associazione Stampa Romana sono stati ricevuti in Prefettura e hanno consegnato ai funzionari responsabili dell'ordine pubblico il dossier sul Lazio che documenta l'allarmante aumento della pressione violenta sui giornalisti in questa Regione. Come avevano fatto a Latina, hanno proposto incontri e colloqui fra tutori della sicurezza pubblica e giornalisti per una migliore reciproca comprensione. Lo stesso tema è stato inoltre giovedì 23 giugno al corso di formazione che si è svolto a Cassino (Frosinone) con la partecipazione di magistrati di Roma e di Viterbo (leggi).

 
 

MINACCE E ASSISTENZA LEGALE - Ossigeno ha inserito nell'elenco dei minacciati la giornalista Alessia Tuzzolillo di Lamezia Terme, alla quale hanno inviato una busta anonima con un proiettile, e ha concesso l'assistenza legale gratuita al giornalista freelance Lorenzo Bagnoli e a un suo collaboratore che devono difendersi da una querela.

 
 

Fra le altre notizie che sono nel notiziario online, segnaliamo le critiche del Consglio d'Europa all'Italia sul reato di tortura e il convegno italo-tedesco sulla lotta alla mafia che si svolgera il 12 luglio a Berlino.

 
 

ASP

 

Queste ed altre notizie sul sito di Ossigeno www.ossigenoinformazione.it
 

 

 
 

Destina il 5 per mille a Ossigeno

Ogni giorno c'è chi impedisce che tu sia informato correttamente.
Fermati non essere indifferente, difendi un tuo diritto. 
Codice fiscale 97682750589

 

Facebook

 

Twitter

 

Web Site

 

OSSIGENO PER L'INFORMAZIONE, ​​Osservatorio sui cronisti minacciati e le notizie oscurate in Italia, è un’associazione ONLUS​ fondata nel 2007, dal 2014 è consulente della Commissione Parlamentare Antimafia e dell’OSCE. Ha pubblicato i nomi di migliaia di giornalisti italiani colpiti da intimidazioni. Si batte affinché ognuno di loro abbia un’adeguata protezione;​​ promuove il diritto dei cittadini di essere informati; esplora il problema della legalità nel campo dell’informazione giornalistica.​

Image

Ossigeno per l’Informazione 
Piazza della Torretta 36 1° piano – 00187 Roma

Tel.​ 0668402705 | posta elettronica segreteria@ ossigenoinformazione.it

 

 


UE
 
Oggetto Newsletter : Ue, G20 e Africa, euroscettici d'Italia
Newsletter n° 550 , 22 giugno 2017
 

Migrazioni, sicurezza, e difesa sono al centro del Consiglio europeo di oggi e domani a Bruxelles: i capi di Stato e di governo dell'Ue discuteranno di diritto d'asilo e valuteranno il primo rapporto sull'attuazione della Strategia Globale a un anno dalla sua pubblicazione. Il coraggio di andare avanti nonostante la Brexit - il cui negoziato è stato formalmente avviato lunedì scorso - sta pagando. Sul fronte immigrazione - in vista del G20 di Amburgo del mese prossimo - Angela Merkel pensa di coinvolgere anche i Paesi africani. E proprio sulla gestione dei flussi migratori si gioca la reputazione dell'Unione: per gli italiani, secondo uno studio di Chatham House, è in cima ai fallimenti dell'Ue. Come invertire la rotta?

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Ue: un anno di Strategia Globale, un punto - Lorenzo Vai 
Circa un anno fa, nonostante il referendum sulla Brexit, il Consiglio europeo dava il benvenuto alla Strategia Globale Ue presentata dall'alto rappresentante Federica Mogherini...
Leggi l'articolo>
 
Italiani e Ue: delusi, ma non ancora euroscettici - Riccardo Alcaro 
Stando ad un recente sondaggio condotto dal think tank britannico Chatham House, l'entusiasmo con cui gli italiani hanno storicamente appoggiato il progetto europeo è cosa del passato...
Leggi l'articolo>
 
Migranti: Angela l'Africana è una risposta - Giuseppe Cucchi 
Angela Merkel, detta anche 'l'Africana'? Se la risposta al quesito potesse essere positiva, si tratterebbe di un'ottima notizia...
Leggi l'articolo>
 
Migranti: verso norme internazionali valide - Onofrio Spinetti 
L'indagine del procuratore della Repubblica di Catania, Carmelo Zuccaro, su presunti accordi esistenti fra trafficanti e Ong nel Mar Mediterraneo ...
Leggi l'articolo>
 
I Mediterranei: mondi diversi ma compatibili - Matteo Liberti 
Mediterranei sì, ma non tutti allo stesso modo: è quanto emerge dall'indagine sui Trend Interculturali promossa dalla fondazione Anna Lindh ed eseguita da IPSOS-MORI...
Leggi l'articolo>
 
Pirateria: tra minaccia e stabilità - Marco Petrelli 
Un angolo di mondo travagliato, un corridoio marittimo fra i più trafficati nel globo, scafi commerciali e del Wfp (Word Food Program) bersaglio di azioni di pirateria: il Golfo di Aden e il vicino Stretto di Babel Mandeb...
Leggi l'articolo>

 

 

[ ... ]

 

 

 [ ... ]

 


 
Newsletter n.6 dell'Agenzia Nazionale per i Giovani | 21 giugno 2017
   
 
Addio roaming, “Tormento per i viaggiatori e ossessione per i giovani”
Editoriale di Giacomo D’Arrigo (da Huffington Post)

Scendere dall'aereo e riaccendere subito il cellulare. Arriva un messaggio: è la compagnia telefonica che ti dice di attivare il roaming per essere connesso nel Paese in cui sei arrivato (o sei senza contatti, fuori dal mondo da cui sei decollato).
A me è capitato martedì scorso, il 12 giugno: a Strasburgo per lavoro con riunioni e iniziative legate ai 30 anni di "Erasmus" e attività per "Erasmus+". Un gesto automatico come tutte le altre volte, poi ho pensato: "Questa è l'ultima volta. L'ultima volta del roaming". Dal 15 di giugno infatti in tutta Europa non si paga più quel sovrapprezzo su sms, chiamate e traffico dati che affligge da sempre le tasche di chi viaggia.

 
  Erasmus+  
   
È nata la APP di Erasmus+!

Cresce il mondo degli strumenti a disposizione dei partecipanti ad Erasmus+! È disponibile la APP del Programma, a cura della Commissione Europea. L’applicazione è stata lanciata nella sua prima versione, annunciando già futuri miglioramenti per rispondere alle esigenze dei partecipanti.

A Strasburgo abbiamo festeggiato 30 anni di Erasmus

Un'occasione di festa di migliaia di giovani, non solo studenti, che in questi anni hanno partecipato anche al capitolo meno noto del programma (Gioventù) ma che oggi ne rappresenta un Plus. Infatti Erasmus è un programma che ha subito negli anni importanti evoluzioni che hanno portato anche alla nascita di strumenti inclusivi e rivolti ai giovani con minori opportunità, come il Servizio Volontario Europeo.

Adoperatevi per i vostri sogni, partecipate allo SVE!

Condividiamo un breve articolo sull’esperienza di Carlo e Nicola che, grazie allo SVE, hanno esplorato il mondo del cinema. Siamo convinti che la voce dei protagonisti sia il miglior mezzo per far arrivare il nostro messaggio: partecipate allo SVE!

  Strumenti e approfondimenti  
   
Corpo europeo di solidarietà: identità e budget per un nuovo Programma

La Commissione Europea ha proposto l’istituzione di un bilancio autonomo e una base giuridica specifica per l’iniziativa Corpo Europeo di Solidarietà, che ne determinerebbero un’identità a sé rispetto agli altri programmi europei. 100.000 giovani avranno la possibilità di vivere un’esperienza di volontariato, di formarsi o di lavorare per progetti di solidarietà entro il 2020.

Presentazione del Rapporto Italiano sul Dialogo strutturato europeo con i giovani

A conclusione del V Ciclo di Dialogo Strutturato europeo con i giovani, l'ANG e il Forum Nazionale Giovani, in qualità di membri del Tavolo Nazionale di Lavoro, presentano il rapporto italiano, che illustra i risultati della consultazione di giovani realizzata nell'ambito del Ciclo e introduce al successivo.

La Formula dell’Europa per la Settimana Europea della Gioventù: come è andata l’iniziativa?

Che ne pensano i giovani de “La Formula dell’Europa”, l’iniziativa realizzata a Roma il 4 e 5 maggio 2017? Lo abbiamo chiesto in un sondaggio post evento ai partecipanti. Alla valutazione si aggiunge anche il report finale redatto dai facilitatori.

  ANG & Co.  
   
Figli dell’Europa al Taobuk Festival

Vi aspettiamo il 26 giugno alle ore 17.00 presso l’Hotel San Domenico Palace di Taormina, nell’ambito del Festival Internazionale del Libro. Con noi Michele Tranquilli e Diego Cimino.

Codice comportamento Ang: partecipa alla consultazione!

È disponibile in consultazione pubblica la bozza di Codice di comportamento, come previsto dall’articolo 54 comma 5 del decreto legislativo 165/2001 e dalle Linee Guida emanate dall’A.N.AC. con delibera n. 75/2013.

A Norcia, ANG e Comune insieme per la ricostruzione

Una visita alla città e la presentazione dell’iniziativa Corpo europeo di solidarietà: con questo primo appuntamento l’ANG dà il via alle attività che promuoverà nelle zone colpite dal sisma, già a partire da settembre.

  Opportunità e segnalazioni  
   
Chiama in Europa al costo di casa

Dal 15 giugno 2017 chi viaggia occasionalmente al di fuori del Paese in cui vive, in cui lavora o studia, potrà effettuare chiamate a telefoni cellulari e fissi, inviare SMS e usare i servizi di dati all'estero alla stessa tariffa che ha a casa.

C’è ancora tempo per iscriversi alla tappa pugliese di "A model to dream"

Alla luce dei tragici eventi avvenuti negli ultimi giorni in Europa, l’Agenzia Nazionale per i Giovani ha deciso, nell’ambito dell’iniziativa “A model to dream” di far emergere esempi di giovani che non smettono di credere nel loro sano coraggio, resistendo alla paura che il terrorismo, per sua natura, vuole infondere nelle nostre società. E lo faremo il 13 luglio a San Vito dei Normanni (Puglia).

A Salina, dal 18 al 23 luglio, "La meglio gioventù"

In uno scenario meraviglioso e suggestivo va in scena la “meglio gioventù”. Quella che con passione, dedizione, talento e creatività valorizza il territorio dove è nata e cresciuta realizzando (autoproducendosi) “Salina MareFestival”, una rassegna che oggi coinvolge importanti ed illustri protagonisti del mondo del cinema, musica, cultura e moda.

  Altro  
   
Eventi ANG

Scopri quali sono gli appuntamenti ed eventi sul territorio relativi ad Erasmus+ e alle attività dell’Agenzia.

24 giugno, Arcipelaghi Sociali, Cagliari

26 giugno, Figli dell’Europa, Taormina (ME)

13 luglio, A model to dream, San Vito dei Normanni (BR)

Rassegna Stampa ANG

Nella sezione rassegna stampa puoi visionare tutti gli articoli relativi.

Il blog di ANG su Huffington Post

Ti sei perso gli ultimi articoli dell’Agenzia? Consulta il blog sull’Huffington Post, buona lettura!

  Social  
   
Leggi l'ultimo tweet Guarda l'ultimo video Leggi l'ultimo post
   
  © Copyright Agenzia Nazionale Giovani | Tutti i diritti riservati
Via Sabotino n. 4 - 00195 Roma tel. +39 06.37.59.12.01
 
         

 

 

[ ... ]

 



 
European Business Review FOLLOW EBR MAGAZINE ON: Follow us on FacebookFollow us on TwitterSubscribe to our RSS Feeds

EUROPE - WORLD - BUSINESS - MANAGEMENT - ANALYSES - EDITORIAL - EVENTS - INTERVIEWS

Welcome to the online edition of the “European Business Review (EBR)”, where journalists and distinguished guest-writers express their views and opinions on European affairs and Business issues with in-depth articles, analyses and commentaries.

Check also EBR's:
Print edition - International edition website - Greek edition website

The new legislation allows new sanctions on Russian mining, metals, shipping and railways and targets Russian guilty of conducting cyber-attacks and supplying weapons to Syria’s government. The new punitive measures could expose European companies involved project in Russia to fines. This could include – and here we have it! - the Nord Stream 2 gas pipeline project.

US Senate decision: cold war or export promotion?

Last week the US Senate voted nearly unanimously for new sanctions on Russia


But the game has changed after President Tsai Ing-wen of the DPP took office in May 2016. She doesn’t accept the ‘1992 Consensus’ and now it looks like Beijing is punishing Taiwan. Taiwanese President Tsai visited El Salvador, Honduras, Guatemala and Nicaragua in January to bolster her alliances after then President-elect Trump caused outcry in Beijing by accepting a congratulatory phone call from her early December.

China’s poaching of Taiwan’s diplomatic allies

The Republic of China (ROC), the official name of the island of Taiwan, has long used development aid and assistance to keep its handful of diplomatic partners onside but (People’s Republic of) China, has become an economic superpower


We need to exploit that weakness by fighting them at the same time before the contamination of the other communities on social media. When elections are held in two days, we need to act and to tweet rapidly with the relevant information showing that false news is being once again shared by the same serial propagators of rumours.

Fake news: Europe needs a plan

Fake news is now the buzz word across Europe and the wider world. But how do we fight it? Nicolas Vanderbiest and Gary Machado warn that censorship is not the solution


Under the name of this great scientist, Starmus created the Stephen Hawking Science Medal, an award which recognizes life time achievements of those who promote science through media on an international level. The astrophysicist and founder of the Starmus, Garic Israelian points out that the main objective of this festival is to celebrate science and the arts with the goal of bringing an understanding and appreciation of science to the public at large. Based on this, the public will have the opportunity to discover cosmos and get inspired to change the world.

Starmus IV Festival presentation with Stephen Hawking

The Starmus IV Festival 2017 was presented at the Royal Society in London on Friday 19th May


South – East Mediterranean region is a very important strategic partner for the United States. There are a number of military installations in places like Greece, such as Souda Bay in Crete and others, but I think as every new situation with new administration, people wait to see what will happen. Anyway, it is been noted that the current President of the United States does not have potentially very positive views of the European Union as a whole but we will have to see what his policies are dictating. Generally, United States and Europe are very close allies and I hope that this will continue.

Concordia Europe Summit: Building a culture of leadership

On the occasion of the CONCORDIA EUROPE SUMMIT taking place in Athens, Greece on June 6-7 2017, the European Business Review had the chance to speak with Mr. Nicholas Logothetis, Executive Board Member at the Libra Group and Co-Founder and Chairman of the Board of Concordia


Chairman: 
Athanase Papandropoulos 

Publisher: 
Christos K. Trikoukis 

Editor-in-Chief: 
N. Peter Kramer 

Feel free to send your comments and remarks at contact@europeanbusinessreview.eu


 

 


 

Problemi di visualizzazione? Prova a visualizzare la newsletter nel tuo browser.

---

I canali: l'ultimo miglio dell'inchiesta finalista

di Alessia Melchiorre e Antonella Serrecchia* In questi mesi abbiamo dialogato molto con noi stesse, le noi del passato e quelle del futuro. E' stato utile vederci da fuori, astrarci da quello che stavamo facendo per non farci spaventare dall'enorme responsabilità che siamo onorate di aver ricevuto. Ancora oggi stentiamo a credere a quanto abbiamo fatto fino ad ora, seppure …

Leggi tutto.

---

A Toronto applausi per l'inchiesta "Le catene della distribuzione" - il video

di Leonardo Filippi* Cinque minuti di teaser video. Un paio di minuti per presentarlo. Una sala piena. L'attenzione di una platea di canadesi, in parte con origini italiane, da conquistare. La nostra videoinchiesta "Le catene della distribuzione" ha attraversato l'Atlantico per sbarcare all'"Italian Contemporary Film Festival" di Toronto in Canada. In un evento dedicato al cinema, con decine di proiezioni …

Leggi tutto.

---

Obiezione Vostro Onore: 20 giugno Pisa proiezione dell'inchiesta sulla legge 194

Martedì 20 giugno alle ore 17.30 alla Limonaia di Pisa (vicolo del Ruschi) si terrà la proiezione di Obiezione vostro onore, la video inchiesta di Federica Delogu, Claudia Torrisi, Filippo Poltronieri e Sebastian Viskanic sull'attuazione della legge 194 sull'interruzione volontaria di gravidanza nella capitale. Segue dibattito e incontro con gli autori e con la ginecologa Elisabetta Canitano (Presidentessa dell'Associazione Vita di …

Leggi tutto.

---
---
---

 

 

 


A conclusione dei festeggiamenti per i 150 anni de La Stampa, mercoledì 21 giugno a Torino avrà luogo una conferenza internazionale che riunirà i principali protagonisti mondiali del settore dell’informazione, organizzata da John Elkann per riflettere sul tema “Il futuro dei giornali”.

John Elkann (foto Ansa/Alessandro Di Marco)
Oltre allo stesso Elkann (in qualità di editore de La Stampa), animeranno la discussione personalità come Robert Allbritton (presidente e AD di Politico), Lionel Barber (direttore FT), Jeff Bezos (editore del Washington Post oltre che fondatore di Amazon), Mario Calabresi (direttore di Repubblica), Ascânio Seleme (Editor-in-chief of O Globo), Carlo De Benedetti (Presidente Gruppo Espresso), Louis Dreyfus (AD di Le Monde), Bobby Ghosh (direttore dell’Hindustan Times), Tsuneo Kita (presidente di Nikkei, proprietario del FT), Jessica Lessin (fondatrice e direttrice del sito The Information), Gary Liu (AD del South China Morning Post), John Micklethwait (direttore di Bloomberg News), Zanny Minton Beddoes (direttrice dell’Economist), Maurizio Molinari (direttore de La Stampa, che farà gli onori di casa), Lyda Polgreen (direttirce dell’Huffington Post), Julian Reichelt (responsabile editoriale della Bild), Massimo Russo (Managing Director Digital Division GEDI Gruppo Editoriale), Mark Thompson (AD del NYT) e Robert Thomson (AD di Newscorp).
Suggestiva e sorprendente la location della conferenza: la sala delle grandi bobine che alimentano le rotative dello stabilimento La Stampa di via Giordano Bruno a Torino, che stampa ogni giorno il giornale.

Per partecipare a questo evento esclusivo, ‘La Stampa’ e ‘Prima Comunicazione’ mettono a disposizione 50 posti per i primi 50 studenti che ne faranno richiesta.

Agli studenti selezionati verranno messi a disposizione esclusivamente 50 posti all’evento torinese.

Partecipare è semplicissimo:
Manda una mail
 primaconcorso@gmail.com inserendo nome, cognome, data di nascita, telefono, tipo di scuola/istituto/facoltà frequentata + foto o scannerizzazione di un documento che attesti lo status di studente.
Se sarai tra i primi 50 studenti con i requisiti richiesti, sarai contattato dall’organizzazione.


PER INFORMAZIONI CLICCA QUI


 

 

 

[ ... ]

 


 
 

samedi, 17 juin 2017

Afficher dans le navigateur /// Gérer vos abonnements

image

/// INFOS DE LA SEMAINE

À la une

L’UE qualifie le bisphénol A de substance extrêmement préoccupante

«Tous les pays ont les moyens de mettre en place un revenu universel»

La France accusée de blocage sur les travailleurs détachés

Faut-il raser le Parlement européen de Bruxelles?

Advertisement

À propos d'EurActiv

EurActiv est un réseau de médias paneuropéen indépendant spécialisé dans les politiques européennes. Il est présent dans 12 pays européens et fournit des articles et des analyses politiques en 12 langues.

En savoir plus >>.

La Bulgarie, nouveau berceau de l’humanité

L’Académie des sciences fustige Donald Trump

Compromis entre Berlin et le FMI sur la Grèce

Sommes-nous sortis du chômage de masse?

Le brevet européen verra la jour en 2018

L’UE annonce des aides supplémentaires au Nigéria

SzydÅ‚o poursuit sa rhétorique anti-migrants jusqu’à Auschwitz

Le «centre européen» prend aussi le pouvoir en Irlande

La crédibilité climat de l’UE menacée par les règles concernant la forêt

Les frais d’itinérance disparaissent en Europe

Les eurodéputés interdisent les pesticides sur les surfaces d’intérêt écologique

Le Parlement européen durcit le paquet énergie climat 2030

Brexit : les octrois de passeports allemands explosent

Les inégalités de revenus entre hommes et femmes se creusent à la retraite

Des vents contraires soufflent sur l’Eurogroupe sur la dette grecque

L’UE dénonce «l’abdication» de Trump sur le climat

Les villes africaines cherchent leur modèle de développement

Les conflits d’intérêts minent toujours l’indépendance de l’EFSA

Le Parlement exige la protection des travailleurs de l’économie collaborative

Macron et May lancent un plan d’action antiterroriste

Les pratiques de fraude sociale se multiplient en Grèce

Les eurodéputés modernisent l’étiquetage énergétique des appareils ménagers

Le BEUC dénonce le marketing alimentaire sur les enfants

Comment les pays européens utilisent-ils la proportionnelle?

Le Parlement européen tergiverse sur le reporting pays par pays

Bruxelles sévit contre trois pays refusant les réfugiés

Désavouée sur le Brexit, May s’arme d’un bras droit pro-européen

La Macédoine veut relancer les négociations d’adhésion à l’UE

Le DUP, nouvel allié homophobe et anti-avortement de Theresa May

Les députées françaises en passe de rattraper les suédoises

Trump et Iohannis se contredisent sur l’exemption de visas

L’UE ouvre ses frontières aux Ukrainiens sous conditions

«La France a tous les atouts pour être la grande gagnante du Brexit»

Macron s’achemine vers une majorité sans partage

Le G20 veut soutenir l’économie africaine pour endiguer les migrations

« Avec le Brexit, l’Europe doit prendre la relève sur l’aide au développement »

Le dossier nucléaire à l’aune de la présidentielle en Iran

La Catalogne convoque un référendum sur son indépendance

 

Agenda

From EURACTIV Press Releases 
 

Press Releases

From EURACTIV Press Releases 
 

Supporters

image      
 

Efficacité et Transparence des Acteurs Européens © 1999-2017. EURACTIV.COM plc | Terms and Conditions | Contact us

 

 

 

 
Oggetto Newsletter : Euroscetticismo, caso Regeni, Catalogna, armi nucleari
Newsletter n° 548 , 16 giugno 2017
 

L'Unione europea galvanizzata dalla prospettiva di vittoria alle legislative di Emmanuel Macron e dal rinsaldato asse fra Parigi e Berlino si prepara all'avvio dei negoziati sulla Brexit, confermato per lunedì prossimo, senza alterazione rispetto al calendario originario (nonostante la maggioranza sfumata a Westminster e il clima da resa dei conti fra i conservatori). L'Ue arriva all'appuntamento forte della tenuta rispetto ai nazionalismi euroscettici, tanto nelle urne quanto nelle rilevazioni d'Eurobarometro. Ma la situazione all'esterno e all'interno dell'Unione non è ovunque serena: se da una parte le elezioni anticipate in Kosovo pongono nuovi ostacoli sulla via della distensione con la Serbia, dall'altra montano nuove tensioni fra Madrid e Barcellona, dopo l'annunciata convocazione di un referendum per l'indipendenza della Catalogna. Mentre il mondo si interroga sulle ricadute nel Golfo dell'isolamento del Qatar e l'Onu torna a discutere della messa al bando delle armi nucleari, l'assenza da più di un anno di un ambasciatore italiano al Cairo, legata al sequestro e all'uccisione di Giulio Regeni, continua a fare discutere: ricerca della giustizia o interessi economici, che cosa prevarrà?

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Ue: il vento dell'antieuropeismo s'affievolisce - Gianni Bonvicini 
Sta davvero affievolendosi il vento dell'antieuropeismo? A guardare i risultati di questi ultimi mesi e giorni, la risposta è senza dubbio positiva...
Leggi l'articolo>
 
Italia-Egitto: non mandare l'ambasciatore - Paola Caridi 
Un cittadino italiano viene sequestrato, torturato, ucciso sul territorio italiano. La macchina investigativa e giudiziaria si mette in moto...
Leggi l'articolo>
 
Armi nucleari: Onu, nuovo round su abolizione - Carlo Trezza 
Il 15 giugno si aprirà a New York, nel quadro di una risoluzione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, la seconda e forse definitiva sessione di una conferenza che ha per obiettivo di negoziare "uno strumento legalmente vincolante per proibire le armi nucleari...
Leggi l'articolo>
 
Catalogna: nuovo referendum per l'indipendenza - Elisabetta Holsztejn Tarczewski 
In uno scenario di ricercata solennità, il presidente della Generalitat catalana Carles Puigdemont ha annunciato che convocherà per il prossimo 1° ottobre un "referendum di autodeterminazione"...
Leggi l'articolo>
 
Ricadute in Bahrein e ruolo della Turchia - Eleonora Ardemagni 
La crisi politica tra il 'fronte saudita' (con Emirati Arabi ed Egitto) e il Qatar si è riaperta da pochi giorni, ma la disputa ha già un tema di scontro ulteriore: il Bahrein, sede della V Flotta statunitense...
Leggi l'articolo>
 
Kosovo: successo dei guerriglieri, rebus governo - Cristian Barbieri 
La turbolenta stagione delle elezioni ha raggiunto domenica scorsa anche il Kosovo: con un anno di anticipo rispetto alla normale scadenza elettorale, i cittadini del piccolo Stato balcanico si sono recati alle urne per il rinnovo del Parlamento...
Leggi l'articolo>

 

 

[ ... ]

 


 
 
Image

Le principali notizie della settimana
 

Venerdì 16 giugno 2017

 

10-16 giugno: Ossigeno ha rilevato 7 minacce
 

Tre cronisti e un video operatore si presentano davanti a un edificio per documentare il sequestro giudiziario dell’immobile ordinato dalla magistratura e vengono insultati minacciosamente da alcune persone danneggiate dal provvedimento. Le forze dell’ordine, come è avvenuto il 31 maggio 2017 a Sperlonga, in provincia di Latina (leggi), risolvono la tensione invitando gli operatori dell’informazione ad andarsene, impedendo così di documentare giornalisticamente un fatto di indubbio interesse pubblico. Agendo così, hanno tutelato la libertà di informazione e il diritto di cronaca o ne hanno ostacolato il libero esercizio? Per l’ordine pubblico dobbiamo rinunciare all’informazione, che è un diritto garantito dalla Costituzione?


 

Ossigeno e l’Associazione Stampa Romana hanno rivolto queste domande retoriche al Prefetto di Latina, invitandolo a creare un colloquio fra giornalisti e responsabili delle forze dell’ordine per instaurare una prassi più rispettosa del lavoro dei cronisti e del diritto dei cittadini di essere informati. A Latina questa sollecitazione è stata presa in considerazione dal Prefetto (leggi), nel corso del primo degli incontri con i prefetti del Lazio, chiesti da ASR e Ossigeno per discutere con i rappresentati delle istituzioni che cosa si può fare concretamente per ridurre la pressione intimidatoria sui cronisti, una pressione che in questa regione risulta la più alta d’Italia, come spiega il Dossier di Ossigeno sul Lazio.


 

Il problema è più che mai attuale come dice un altro episodio verificatosi il 6 giugno a Roma, quando una giornalista del Corriere della Sera, Maria Egizia Fiaschetti, e un fotografo dello stesso giornale (vedi), sono stati minacciati e insultati da alcuni venditori ambulanti del mercato all’aperto di Piazzale Flaminio, nel centro di Roma mentre documentavano il degrado della piazza e la presenza di banchi di vendita non autorizzati. I vigili urbani hanno assistito alla scena e, quando la giornalista li ha sollecitati a intervenire, non lo hanno fatto. "Andate a querelare", hanno risposto.

Queste cose non accadono soltanto nel Lazio. Prendersela con i giornalisti che fanno cronaca, che pongono domande sgradite, trattarli come ficcanaso importuni e minacciarli, insultarli, aggredirli, è facile in tutta Italia, anche perché questo lavoro che fanno nell’interesse pubblico non è adeguatamente tutelato. Il 4 giugno il cronista Silvio Schembri e il cameraman Salvatore Butticé erano a Trapani per realizzare un servizio per la trasmissione tv La Gabbia su un candidato sindaco particolare, Girolamo Fazio, indagato per corruzione e perciò messo agli arresti domiciliari durante la campagna elettorale e appena scarcerato. Lo hanno raggiunto in strada, gli hanno chiesto in modo incalzante come conciliava la sua posizione giudiziaria con la candidatura a primo cittadino e a quel punto sono stati ostacolati fisicamente, insultati e spintonati e costretti a sospendere il servizio (leggi).


 

In Italia episodi simili accadono spesso e si lascia correre. In altri paesi è diverso. Ossigeno lo ricorda riferendo come negli Stati Uniti un candidato al Congresso che ha aggredito un cronista del quotidiano inglese The Guardian, nel giro di venti giorni dal fatto è stato condannato a 385 dollari di ammenda e a 40 ore di assegnazione ai servizi sociali (leggi) e la pena sarebbe stata più alta se non avesse dimostrato alla Corte, quale segno di ravvedimento che aveva appena fatto una donazione di 50mila dollari a un’associazione simile a Ossigeno che si occupa della difesa della libertà di informazione e della protezione dei giornalisti.


 

Questa settimana Ossigeno ha segnalato numerosi altri episodi di intimidazione e di abuso delle procedure giudiziarie: fra l’altro l’annullamento dell’oscuramento parziale di un articolo ordinato dal Gip di Palermo senza il parere del pm (vedi), l’archiviazione di una querela per diffamazione di Francesco Storace alla giornalista Ilaria Lonigro, collaboratrice de ilfattoquotidiano.it, e al direttore Peter Gomez perché l’accusa è stata ritenuta infondata.


 

MF-ASP

 

Queste ed altre notizie sul sito di Ossigeno www.ossigenoinformazione.it
 

 

 
 

Destina il 5 per mille a Ossigeno

Ogni giorno c'è chi impedisce che tu sia informato correttamente.
Fermati non essere indifferente, difendi un tuo diritto. 
Codice fiscale 97682750589

Facebook
Twitter
Web Site

OSSIGENO PER L'INFORMAZIONE, ​​Osservatorio sui cronisti minacciati e le notizie oscurate in Italia, è un’associazione ONLUS​ fondata nel 2007, dal 2014 è consulente della Commissione Parlamentare Antimafia e dell’OSCE. Ha pubblicato i nomi di migliaia di giornalisti italiani colpiti da intimidazioni. Si batte affinché ognuno di loro abbia un’adeguata protezione;​​ promuove il diritto dei cittadini di essere informati; esplora il problema della legalità nel campo dell’informazione giornalistica.​

 

Ossigeno per l’Informazione 
Piazza della Torretta 36 1° piano – 00187 Roma

Tel.​ 0668402705 | posta elettronica segreteria@ ossigenoinformazione.it


 

 

 

[ ... ]

 

 

[ ... ]

 

 

 
Oggetto Newsletter : Elezioni in Francia e Gran Bretagna, Qatar, Italia-Egitto
Newsletter n° 547 , 13 giugno 2017
 

Successo a valanga per Emmanuel Macron: la sua République En Marche - al debutto nelle urne francesi - finisce in testa anche nel primo turno delle legislative, con il 32,3%, staccando i Républicains - arrivati secondi - di 11 punti. In vista dei ballottaggi di domenica prossima, il presidente Macron può gongolare, prevedendo una maggioranza che supererebbe ampiamente i 400 seggi all'Assemblea nazionale. Per un leader che si assicura un solido sostegno parlamentare, un'altra vacilla, vittima della voglia di voto anticipato e delle sue conseguenze politiche. In che modo la debolezza di Theresa May influenzerà il negoziato della Brexit (che inizia lunedì prossimo) e la costruzione di una difesa Ue senza Londra? Nel frattempo, continua la crisi nel Golfo: una lista con i nomi di 59 personalità e 12 organizzazioni legate al Qatar e ritenute "sponsor del terrorismo" è stata pubblicata, mentre Riad lancia agli attori regionali un chiaro monito, mettendo Doha nell'angolo. Quali sono le ripercussioni sull'Italia e l'Ue? E il nostro Paese manderà l'ambasciatore al Cairo, dove un rappresentante italiano manca da più di un anno, in risposta alla crisi apertasi con l'Egitto in seguito al caso Regeni?

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Francia: Macron pensiona una classe politica - Jean-Pierre Darnis 
"La Francia è di ritorno". È così che il primo ministro Edouard Philippe ha commentato la vittoria del partito La République En Marche nel primo turno delle elezioni legislative...
Leggi l'articolo>
 
GB: Londra più debole, hard o soft Brexit - Alessandro Marrone, Ester Sabatino 
La sconfitta politica del premier britannico Theresa May che aveva puntato su una "hard Brexit" cambia il contesto dei negoziati sull'uscita della Gran Bretagna dall'Ue...
Leggi l'articolo>
 
La Libia: sogni infranti e tempo perso - Roberto Aliboni 
Gli sviluppi in Libia indicano un forte acuirsi della tensione e la possibilità che questa sfoci in un nuovo conflitto civile. Alla base di questa tendenza ci sono potenti influenze regionali e internazionali ...
Leggi l'articolo>
 
Italia-Egitto: tempo di mandare l'ambasciatore - Ugo Tramballi 
È dall'aprile 2016 - più di un anno - che l'Italia non ha un ambasciatore al Cairo: da quando i giudici egiziani incaricati di seguire le indagini e risolvere il caso della morte di Giulio Regeni erano venuti a Roma...
Leggi l'articolo>
 
Qatar: nel Golfo, dentro le radici d'una crisi - Lorenzo Kamel 
In un dispaccio inviato nel 2009 dall'ufficio del Dipartimento di Stato guidato da Hillary Clinton veniva chiarito che "i donatori dell'Arabia Saudita costituiscono la più significativa fonte di finanziamento di gruppi terroristici sunniti nel mondo"...
Leggi l'articolo>
 
Qatar: l'impatto della crisi sull’Ue e l’Italia - Giovanni Finarelli Baldassarre 
La rottura dei rapporti diplomatici tra il Qatar e i più potenti Stati arabi del Golfo e non solo, avvenuta pochi giorni fa, ha sorpreso i governi occidentali, da anni coinvolti in importanti relazioni commerciali e politiche con l'Emirato...
Leggi l'articolo>
 
L’Ue dichiara guerra allo spreco alimentare - Daniele Fattibene 
Uno dei fenomeni più drammatici a cui la nostra società sembra essersi tristemente abituata è l'ormai inaccettabile squilibrata distribuzione del cibo a livello globale...
Leggi l'articolo>

 

 

[ ... ]

 

 


[ ... ]

 

 

 
 
Image

Le principali notizie della settimana
 

Venerdì 9 giugno 2017

 

6-9 giugno: Ossigeno ha rilevato 4 minacce
 

Molte intimidazioni ai giornalisti sono la spia di attività illecite, di abusi, di comportamenti irregolari sui quali la magistratura e le forze dell’ordine non hanno ancora posato gli occhi. Accade spesso. È accaduto anche nel caso della giornalista freelance Raffaella Cosentino, querelata per diffamazione nel 2016 dal gestore del servizio catering del Centro di accoglienza per migranti (CARA) di Isola Capo Rizzuto. Il 15 maggio 2017 la DDA di Catanzaro proprio per la malagestione di quel CARA ha arrestato 68 persone e sta indagando su altre 16, fra cui il gestore che aveva querelato Raffaella Cosentino. Lei lo aveva criticato su un grande giornale, lui se l’è presa soltanto con lei e non con il giornale che l’ha lasciata sola. Così Raffaella si è fatta “adottare” dall’Ufficio di Assistenza Legale di Ossigeno che adesso sta coprendo le spese della sua difesa. Quella di Raffaella Cosentino è una storia istruttiva che si può leggere con ogni particolare, insieme ad altre dello stesso genere, sul sito web di Ossigeno per l’Informazione (Leggi).

 
 

Oltre a questa storia, ad esempio, c’è la notizia pepata dell’aggressione a Chiara Squaglia, inviata di Striscia la notizia, e al suo operatore, attaccati a Pisa il 20 maggio 2017 da tre uomini dell’entourage del concorso Miss Mondo Toscana. Chiara Squaglia e l’operatore avevano svelato con un video che alle concorrenti venivano chieste certe prestazioni (Leggi).

 
 

Ossigeno riferisce inoltre la vicenda del blogger Pasquale Gallo, querelato per diffamazione dal sindaco del comune di Caivano (NA) per aver riferito ciò che era accaduto nella sala del consiglio comunale e avevano visto tutti. Numerose altre informazioni sono su www.notiziario.ossigeno.info (Leggi).

 

Queste ed altre notizie sul sito di Ossigeno www.ossigenoinformazione.it
 

 
 

Destina il 5 per mille a Ossigeno

Ogni giorno c'è chi impedisce che tu sia informato correttamente.
Fermati non essere indifferente, difendi un tuo diritto. 
Codice fiscale 97682750589

Facebook
Twitter
Web Site

OSSIGENO PER L'INFORMAZIONE, ​​Osservatorio sui cronisti minacciati e le notizie oscurate in Italia, è un’associazione ONLUS​ fondata nel 2007, dal 2014 è consulente della Commissione Parlamentare Antimafia e dell’OSCE. Ha pubblicato i nomi di migliaia di giornalisti italiani colpiti da intimidazioni. Si batte affinché ognuno di loro abbia un’adeguata protezione;​​ promuove il diritto dei cittadini di essere informati; esplora il problema della legalità nel campo dell’informazione giornalistica.​

Image

Ossigeno per l’Informazione 
Piazza della Torretta 36 1° piano – 00187 Roma

Tel.​ 0668402705 | posta elettronica segreteria@ ossigenoinformazione.it

 

 
 
Oggetto Newsletter : Elezioni a sorpresa in Gran Bretagna e forse scontate in Francia, Qatar
Newsletter n° 546 , 9 giugno 2017
 

Sarà un Parlamento appeso: lo si era capito già dagli exit poll, è stato confermato dopo quasi sette ore di scrutini nei collegi del regno. In Gran Bretagna, Theresa May perde la maggioranza conservatrice ereditata meno di un anno fa da David Cameron e riesce nell'autolesionistica impresa di rimanere vittima di una campagna elettorale anticipata da lei stessa voluta per ottenere un forte mandato negoziale sulla Brexit. La premier è stata travolta dalle sue contraddizioni e dai dietrofront delle ultime settimane Per una leader che rischia già l'uscita di scena, ce n'è un altro in Europa che si avvia a registrare una vittoria a mani basse. Il presidente francese Emmanuel Macron, con la sua République En Marche al debutto nei collegi di Francia, è dato da tutti i sondaggi fortemente avanti in vista del primo turno delle legislative di domenica. Con l'Eliseo e l'Assemblea nazionale sulla stessa linea politica, il mandato per le riforme a Parigi sarà decisamente forte. Giorni di crisi, intanto, nel Golfo, dove Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Bahrein hanno rotto i legami diplomatici con il Qatar e chiuso confini terrestri e marittimi ai traffici con Doha. La capitolazione sarà ineludibile, per un Paese che, seppur estremamente globalizzato, dipende strutturalmente dalle altre monarchie della regione?

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

GB: la hubris della May, l'avanzata di Corbyn - Lorenzo Colantoni 
Jeremy Corbyn ha quasi fatto un miracolo; il leader del partito laburista britannico è riuscito a cambiare il risultato di un'elezione anticipata indetta a sorpresa dal primo ministro conservatore Theresa May lo scorso 18 aprile...
Leggi l'articolo>
 
Francia: un solo scenario, Macron pigliatutto - Jean-Pierre Darnis 
"L’elezione del presidente della Repubblica sta divorando le politiche". Cosi l’ex primo ministro Jean-Pierre Raffarin commentava recentemente la dinamiche delle legislative in Francia...
Leggi l'articolo>
 
Francia: voto tra maggioranza e sopravvivenza - Isabella Ciotti 
Lo chiamano le troisième tour: più che un appuntamento elettorale a sé, un vero e proprio terzo turno delle elezioni presidenziali...
Leggi l'articolo>
 
Qatar: nel Golfo, una crisi tra strategia e tattica - Cinzia Bianco 
La crisi diplomatica verificatasi nelle ultime settimane nel Golfo e culminata con la decisione del 5 giugno dell'Arabia Saudita e degli Emirati Arabi Uniti di tagliare completamente i rapporti con il Qatar è senza precedenti...
Leggi l'articolo>
 
Ue: proposte concrete per identità europea - Antonio Bultrini 
L'auspicio generale è che l'elezione alla presidenza francese di Emmanuel Macron e l'esito delle elezioni tedesche in settembre permettano di rilanciare il processo di integrazione europea...
Leggi l'articolo>
 
Finlandia: euroscettici di governo a un bivio - Gianfranco Nitti 
L'esito delle recenti elezioni amministrative di aprile in Finlandia ha contribuito a evidenziare il calo progressivo di consensi per il Partito dei Finlandesi ...
Leggi l'articolo>
 
Marocco: le nuove proteste nel Rif - Emanuele Bobbio 
A metà maggio sono esplose in Marocco nuove proteste nella città di Al-Hoceima, centro importante del Rif, per denunciare gli alti livelli di corruzione e di disoccupazione...
Leggi l'articolo>

 

 
  edk

   Giugno 2017                                                   

N E W S L E T T E R

Iniziativa per i giovani: strategia della Commissione per un'istruzione di elevata qualità, inclusiva e 
orientata al futuro

 

 
 
In evidenza
 
 
Corpo europeo di solidarietà: proposti oltre 340 milioni di euro per 100.000 collocamenti entro il 2020
La Commissione ha posto solide basi per il Corpo europeo di solidarietà proponendo un bilancio per i prossimi tre anni e una base giuridica specifica. Ciò contribuirà a consolidare l'iniziativa e a creare maggiori opportunità per i giovani.Oltre ad offrire attività di volontariato, tirocini e collocamenti di lavoro, il Corpo europeo di solidarietà darà ora ai partecipanti la possibilità di creare propri progetti di solidarietà o di fare volontariato nell'ambito di un gruppo. In una prima fase, avviata nel dicembre 2016, sono stati attivati otto diversi programmi per offrire opportunità di volontariato, tirocinio o lavoro nel quadro del corpo europeo di solidarietà:. ...approfondisci}
 
 
Rapporto 2017 sul profilo e la condizione dei laureati 
Indicazioni sull'efficacia formativa e sull'attrattività del sistema universitario e scientifico italiano arrivano dal XIX Rapporto sul profilo e sulla ...
 approfondisci}

Studio sull'impatto del volontariato transnazionale attraverso il Servizio Volontario Europeo 
Lo studio analizza l'impatto dello SVE sui singoli, le organizzazioni e le comunità locali. Descrive in che modo le 5 diverse tipologie di volontari SVE - 'Standard... 
approfondisci}

Prevenire l'estremismo violento attraverso l'istruzione: una guida per i decisori politici 
Pubblicata dall'UNESCO, la guida intende sostenere i decisori politici nell'ambito dei ministeri dell'istruzione per fissare priorità, pianificare e implementare...
 approfondisci}

Promuovere i diritti dei giovani 
Strumento del Foro Europeo dei Giovani che introduce al tema dei diritti dei giovani, focalizzando l'attenzione sui processi e i meccanismi a disposizione per mettere...approfondisci}

 
 
Calendario Formazione Salto-Youth
 
Il Calendario contiene le attuali offerte di formazione nell'ambito del programma Erasmus+..approfondisci}
 
Tirocini al CEDEFOP 
Il CEDEFOP - Centro Europeo per lo Sviluppo della Formazione Professionale offre tirocini della durata di nove mesi per giovani laureati, studenti PhD, senza... 
approfondisci}

Invito a presentare proposte nel quadro della Settimana Lifelong Learning 2017 
La Piattaforma Lifelong Learning(LLLP) e il Forum Europeo per i Giovani (YFJ) terranno la settima Settimana Lifelong Learning (LLLWeek) dal 20 al 24 Novembre... 
approfondisci}

Concorso di blogging - Europe in my Region 
Lanciato dalla Commissione Europea, il concorso di blogging invita a scrivere e pubblicare un post in qualsiasi lingua su qualunque progetto finanziato dall'UE per... 
approfondisci}

8-14 Settembre 2017: M100 workshop sui mezzi d'informazione giovanile, Postdam e Berlino, Germania 
La conferenza M100 invita giornalisti di età compresa tra i 18 e i 27 anni, provenienti dai paesi del partenariato orientale quali, Armenia, Azerbaijan, Bielorussia... 
approfondisci}

12-15 settembre 2017: Seminario e Strumenti per l'informazione giovanile, Orientamento e consulenza, Helsinki, Finlandia 
L'obiettivo del seminario è provare a dare uno sguardo al futuro dei giovani, ovvero, indagare su quali siano le grandi tendenze, le probabilità di cambiamento del... 
approfondisci}

DepicT! 2017 - Riesci a farlo in 90 secondi? 
Concorso Internazionale per cortometraggi che offre a giovani registi di tutto il mondo l'opportunità di dimostrare il proprio talento durante l'Encounters Short Film... 
approfondisci}

 

 
 
 
 
     
  Consultazione pubblica: promuovere l'inclusione sociale e i valori UE attraverso l'istruzione
 
 
 
 
 
 
  In che modo l'istruzione in Europa dovrebbe aiutare i giovani ad affermarsi in società sempre più diversificate alle prese con l'aumento delle diseguaglianze sociali ed economiche, un dibattito polarizzato e l'estremismo violento? È questa la domanda principale di una consultazione pubblica avviata i giorni scorsi dalla Commissione europea. Per partecipare alla consultazione pubblica è necessario rispondere ad un questionario on line, accessibile fino all'11 agosto. Le risposte saranno tenute in considerazione nell'elaborazione di un progetto di raccomandazione del Consiglio sul tema, che sarà presentato entro la fine dell'anno. La raccomandazione è stata annunciata nella comunicazione della Commissione "Sostenere la prevenzione della radicalizzazione che porta all'estremismo violento". Ulteriori informazioni su come affrontare la radicalizzazione violenta attraverso l'istruzione e le iniziative per la gioventù sono disponibili in questa scheda informativa........approfondisci}  
     
   
     
 
 

Database sve


YEFJ


Eventi Eurodesk

Formazione Erasmus+Prossimi appuntamenti 
TrainingDay Erasmus+ asse gioventù (in cooperazione con l'Agenzia Nazionale per i Giovani):


- Gavoi (Nuoro) 
16 Giugno 2017
(Info e Registrazione
)

- Bassano del Grappa (VI)
27 Giugno 2017
 
(Info e Registrazione)

-------------------------------

 

 

 
 
 
  EURODESK.IT | EVENTI | NOTIZIE | CONTATTI | RIMANI CONNESSO facebook twitter Instagram  
   
 

Eurodesk è la struttura del programma comunitario Erasmus+ dedicata all'informazione, alla promozione e all'orientamento sui programmi in favore dei giovani promossi dall'Unione europea e dal Consiglio d'Europa.



 

 
 

[ ... ]

 

 

Problemi di visualizzazione? Prova a visualizzare la newsletter nel tuo browser.

---

Le mani sul fiume: l'inchiesta tra tecnologia, tempo e criminalità

di Giulia Paltrinieri* Chi mi conosce sa bene che, quando serve, difficilmente la fortuna gira dalla mia parte. E diciamo che, al momento del bisogno, se il caso potesse spingermi nella direzione del vento, di solito decide di soffiare controcorrente. Ma visto che le tradizioni vanno rispettate, anche quando è cominciata l’avventura del Morrione , non ho voluto essere da …

Leggi tutto.

---

L'inchiesta "Le catene della distribuzione" a Letteraria 2017

La video inchiesta "Le catene della distribuzione", vincitrice della quinta edizione del Premio Morrione, verrà proiettata durante la giornata conclusiva della rassegna di letteratura sociale di "Letteraria-Le parole della rivoluzione". L'appuntamento è per  domenica 11 giugno alle ore 21.00 a Roma, nello spazio di mutuo soccorso Communia in via dello Scalo S. Lorenzo 33. All'incontro intitolato "M come mutualismo" saranno presenti gli autori ...

Leggi tutto.

---

DIG PITCH: che vinca il migliore

Alessandro di Nunzio e Diego Gandolfo (già vincitori della quarta edizione del Premio Morrione con l'inchiesta Fondi rubati all'agricoltura ) e Saul Caia, Rosario Sardella (già finalisti della prima edizione del Premio Morrione con l'inchiesta Miniere di Stato) sono arrivati in finale nella sezione DIG Pitch dei premi internazionali DIG awards dedicati al giornalismo d’inchiesta video che saranno assegnati a …

Leggi tutto.

---
---

 

 
 
Oggetto Newsletter : Elezioni in Gran Bretagna, Trump e il clima, Ue dopo Brexit
Newsletter n° 545 , 6 giugno 2017
 

Il Regno Unito va alle urne anticipate, giovedì, nella morsa degli attentati terroristici e dell'incerto futuro dei negoziati sulla Brexit. Theresa May sembra vittima della campagna elettorale da lei stessa voluta: i laburisti in sorprendente recupero chiedono le dimissioni della premier, accusata d'essere responsabile, da ministro dell'Interno, dei tagli alla polizia degli ultimi anni. I continui riposizionamenti della leader tory ne mettono in dubbio la riconferma al numero 10 di Downing Stree. Sulla Brexit sono però i conservatori a far ancora presa sull'elettorato, mentre l'Ue vaglia le proposte - fra cui quelle italiane - per trasformare l'uscita di Londra in un'occasione di riforma dell'architettura istituzionale. L'Europa intanto si conferma in prima fila, insieme alla Cina, anche nella lotta al cambiamento climatico, dopo il miope dietrofront degli Stati Uniti di Donald Trump. I raid egiziani in Libia rivelano gli interessi del Cairo nella contesa fra Haftar e Serraj, mentre in Medio Oriente si rievocano i 50 anni dalla Guerra dei Sei Giorni. E se la Nato consolida la presenza costiera nel Mediterraneo, con l'ingresso ufficiale nell'Alleanza del Montenegro, anche la Russia e la Cina puntano a rafforzare la Shanghai Cooperation Organization, a cui fra due giorni aderiranno India e Pakistan, eterni rivali nella regione. 

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Ue: Pe, per 73 seggi su una lista transnazionale - Sandro Gozi 
La Brexit rappresenta un grande spartiacque della vita dell'Unione europea. Chi studierà questi anni non potrà che annoverare il referendum del 23 giugno 2016 tra i punti di rottura principali della nostra storia, o almeno della storia dell'Occidente...
Leggi l'articolo>
 
Uk al voto: terrorismo e Brexit, la May rischia - David Ellwood 
Nonostante le lamentele dei commentatori professionisti sulla noia e la ripetitività del confronto elettorale in Gran Bretagna, in realtà ogni giorno porta il suo dramma, macroscopico come gli attacchi terroristici di Manchester e Londra...
Leggi l'articolo>
 
Clima: la folle retromarcia di Donald Trump - Nicolò Sartori 
Alla fine, l'ha fatto. Come promesso in campagna elettorale, Donald Trump ha deciso di condurre gli Stati Uniti fuori dell'Accordo di Parigi, al cui successo - nel dicembre 2015 - aveva fortemente contribuito l'azione del suo predecessore alla Casa Bianca...
Leggi l'articolo>
 
La Guerra dei Sei Giorni cinquanta anni dopo - Cosimo Risi 
La prima missione di Donald Trump in Israele, e la prima volta di un presidente americano in carica al Muro del Pianto, ha quasi coinciso con la commemorazione di un evento che per gli Israeliani significa la riunificazione di Gerusalemme e per gli Arabi è un motivo di frustrazione...
Leggi l'articolo>
 
Libia: l'Egitto ipoteca il futuro - Umberto Profazio 
Il 26 maggio 2017, l'aviazione egiziana ha effettuato sei raid aerei in Libia, colpendo postazioni e campi di addestramento di presunti gruppi terroristici nell’est del Paese...
Leggi l'articolo>
 
SCO: quali le prospettive verso Astana - Diego Bolchini 
Mentre l'Ue è in piena fase dialettica con il Regno Unito circa l'implementazione pratica (e finanziaria) della Brexit e la Nato accoglie quale 29° alleato il Montenegro...
Leggi l'articolo>

 

 

[ ... ]

 

 

[ ... ]

 

 

 

 
è lieto di segnalarLe il 

 
   "Dialogo con i cittadini"
 
8 giugno 2017 - ore 14.30-16.00

Università degli Studi di Torino
Aula Magna della Cavallerizza Reale
Via Verdi, 9 - Torino

con la Commissaria europea per l'Occupazione, affari sociali, competenze e mobilità dei lavoratori

 
Marianne Thyssen
 
Il Futuro dell'Unione europea e la sua dimensione sociale
 
 
Come sostenere il nostro tenore di vita? Come creare nuovi e migliori posti di lavoro?
Come dotare le persone delle giuste competenze e rendere più unita la nostra società,
in previsione della società e del mondo del lavoro di domani?
 
Saluti Istituzionali 
 
Gianmaria Ajani 
Rettore, Università degli Studi di Torino
 
Augusto Ferrari 
Assessore alle politiche sociali, della famiglia e della casa della Regione Piemonte

Moderatore

 
Marco Sodano 
La Stampa

 

 
Per poter partecipare è necessario accreditarsi compilando la scheda di registrazione
Sarà possibile interagire con la Commissaria anche via Twitter
 usando l'hashtag #EUDialogues oppure su Facebook alla pagina dell'evento.
L'evento sarà trasmesso in streaming


 
Per informazioni: Commissione Europea - Rappresentanza di Milano
Corso Magenta, 59 - 20123 MIlano

 

 

Giovedì 8 giugno prossimo, con inizio alle ore 11,15, nella sede della FIEG in Via Piemonte 64 si terrà un WORKSHOP in occasione della presentazione della ricerca #Media4EU di Euractiv.com.

Il programma prevede una keynote di Christophe Leclercq (direttore EurActiv.com) e gli interventi di: Sergio Boccadruti - Responsabile Area Innovazione PD; Fabrizio Carotti - Direttore Generale FIEG; Giampiero Gramaglia – IAI; Giacomo Mazzone – Eurovisioni;Franco Siddi - Osservatorio TuttiMedia

Il progetto editoriale #Media4EU comprende una serie di interviste (hanno partecipato esperti di più di 30 media di 6 differenti nazioni) sul parallelismo fra la crisi dell’Unione Europea e quella dei media ed è il risultato della cooperazione fra la Fondazione EurActiv e l’Università "Libre de Bruxelles". Il focus è su fake news e populismo, business models, Digital Single Market. Le soluzioni proposte comprendono strategie per i media che affrontano la concorrenza di Google, Apple, Facebook, Amazon (GAFA), cooperazione transfrontaliera, e uno scambio di professionisti fra media di diverse regioni europee.

Si tratta di un dibattito è aperto: ci si può unire alla conversazione su Twitter con l’hashtag #Media4EU e #Erasmus4media oppure @LeclercqEU e @FondEURACTIV.

Di seguito il link per accedere al dossier: (https://www.euractiv.com/section/media4eu/linksdossier/media4eu-editorial-project-and-research-for-erasmus4media/).

I media, secondo lo studio, hanno risposto alla globalizzazione chiudendosi nel mercato locale, ecco perché dalla cooperazione possono nascere nuove prospettive di crescita. Alcuni hanno risposto al cambiamento soprattutto con un modello di business legato alla pubblicità, con l’organizzazione di eventi e partnership inedite. Quali modi per finanziare il giornalismo di qualità. Incertezze evidenti esistono su un eventuale coinvolgimento dell’Unione Europea quale attore per sostenere il cammino dei media e portarli fuori dalla crisi. Sempre secondo lo studio, i media tradizionali devono cambiare radicalmente in modo da competere con le piattaforme social.


R S V P: redazione@mediaduemila.it

 

 

 

 
 
Image

Le principali notizie della settimana
 

Lunedì 5 giugno 2017

ALLARME LAZIO.

NUOVI ATTACCHI A ROMA E SPERLONGA.
 

INTERROGAZIONE AL GOVERNO.
 

Sperlonga. CC sequestrano albergo. Giornalisti insultati e allontanati
 

Erano in strada con i carabinieri. Fra i proprietari dell’immobile bloccato per lottizzazione abusiva, il sindaco che è agli arresti domiciliari

Roma Tiburtina. Calci e pugni. Aggredita troupe di Rete4
 

Il 30 maggio durante una diretta con la redazione di Dalla vostra parte. Mediaset: è il quinto attacco fisico ai nostri giornalisti

Cosa fa il governo?, chiede la senatrice Elena Fattori (M5S)
 

Insieme a quattro suoi colleghi sollecita interventi in Lazio

Il Dossier di Ossigeno. Focus sulla regione con più giornalisti minacciati
 

Nel 2017 l’Osservatorio ha rilevato nel Lazio quasi il 40% delle minacce risultanti sull’intero territorio nazionale

26 maggio-5 giugno: Ossigeno ha rilevato 17minacce

L'Osservatorio ha verificato e reso note sul suo sito web intimidazioni e ritorsioni nei confronti dei seguenti giornalisti e operatori dell'informazione: Antonello Norscia, Angela Caponnetto, Salvatore Gulisano + 3 videoperatori; Elena Redaelli + 1 videoperatore + 2 collaboratori; Alessio Fusco, Elia Tortorini, Simone Perugini; Barbara Savodini, Federico Domenichelli, Mirko Macaro, Giuseppe Mele.

Torino. Aggredita troupe tv di Rete4 Quinta Colonna
 

È accaduto durante una diretta dal villaggio olimpico. La giornalista Redaelli: mai capitata una cosa del genere. Danneggiata la telecamera

Isola Capo Rizzuto. Prete arrestato, aggredite due troupe televisive
 

Angela Caponnetto di RaiNews24 e Salvatore Gulisano di PiazzaPulita chiedevano informazioni su un sacerdote del paese arrestato il giorno prima

Puglia. Cassazione conferma condanna autore minacce a cronista
 

“Basta che si incuta timore” scrive la Corte. Nel 2008 Antonello Norscia ricevette una chiamata per un suo articolo su La Gazzetta del Mezzogiorno

Dal sito di Ossigeno

Profughi. La solidarietà non è reato. Ossigeno firma “Carta di Milano”
 

Il documento è stato condiviso dai partecipanti alla manifestazione del 20 maggio 2017 nel capoluogo lombardo. Appello a Parlamento Europeo

Mafia. In Italia e in Germania querele usate come bavaglio
 

Il Mitte, quotidiano online in lingua italiana di Berlino, ha pubblicato un articolo sulla vicenda della giornalista Petra Reski

Diffamazione. A Londra più libertà con la nuova legge
 

Dalla tesi di laurea di Giulia Luciani (2015) l’intervista a uno degli autori della riforma

I nostri appuntamenti

Lipsia. Verità e post-verità. Ossigeno al convegno ECPMF
 

Il 13 e 14 giugno l’Osservatorio parteciperà all’evento del Centro europeo per la libertà di stampa e dei media

 
 

Destina il 5 per mille a Ossigeno

Ogni giorno c'è chi impedisce che tu sia informato correttamente.
Fermati non essere indifferente, difendi un tuo diritto. 
Codice fiscale 97682750589

Facebook
Twitter
Web Site

OSSIGENO PER L'INFORMAZIONE, ​​Osservatorio sui cronisti minacciati e le notizie oscurate in Italia, è un’associazione ONLUS​ fondata nel 2007, dal 2014 è consulente della Commissione Parlamentare Antimafia e dell’OSCE. Ha pubblicato i nomi di migliaia di giornalisti italiani colpiti da intimidazioni. Si batte affinché ognuno di loro abbia un’adeguata protezione;​​ promuove il diritto dei cittadini di essere informati; esplora il problema della legalità nel campo dell’informazione giornalistica.​

 

Ossigeno per l’Informazione 
Piazza della Torretta 36 1° piano – 00187 Roma

Tel.​ 0668402705 | posta elettronica segreteria@ ossigenoinformazione.it

 

 
 
Oggetto Newsletter : Francia, Bce, Corea del Nord, G7 e Trump
Newsletter n° 544 , 1 giugno 2017
 

I sondaggi sorridono a Emmanuel Macron, quando mancano 10 giorni al voto per il rinnovo dell'Assemblea nazionale: i francesi vogliono dare al presidente un mandato pieno e si preparano a premiare la sua République En Marche nelle urne delle legislative (primo turno l'11 giugno). L'Ue, che studia gli spazi d'azione lasciati liberi dal paventato disimpegno globale degli Stati Uniti di Donald Trump, conferma intanto - per bocca del presidente della Bce Mario Draghi - la necessità di mantenere ancora aperti i rubinetti del Quantitative Easing, nonostante i timidi segni di ripresa delle prospettive economiche dell'eurozona. A Oriente, invece, la Corea del Nord non arretra di un passo le sue provocazioni, fra lanci missilistici e sprezzanti messaggi all'indirizzo di Washington e Seul: le sanzioni internazionali sono ancora uno strumento valido?

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Francia: elezioni, più web che tv - Alessandro Miglioli 
Che la competizione politica sia sempre più incentrata sul campo di battaglia di internet e delle nuove tecnologie è il più grande segreto di Pulcinella del nostro tempo...
Leggi l'articolo>
 
Bce: Draghi e un'Italia che non cresce - Stefano Cavedagna 
Il presidente della Banca centrale europea Mario Draghi è tornato a parlare della politica monetaria davanti alla Commissione Economica del Parlamento europeo...
Leggi l'articolo>
 
Corea del Nord: tra povertà e sviluppo nucleare - Francesco Celentano 
La questione nordcoreana, in queste settimane oggetto dell'attenzione dell'opinione pubblica mondiale, solleva una serie di problematiche insite nell'ordinamento internazionale...
Leggi l'articolo>
 
G7 e Nato, un drammatico 'wake up call' - Ferdinando Nelli Feroci 
Che non ci fosse una speciale sintonia tra il nuovo presidente americano e l'Europa era cosa nota. La distanza di posizioni e sensibilità era emersa con chiarezza fin dalla campagna elettorale di Trump candidato...
Leggi l'articolo>
 
Usa ed Europa, la forza o il valzer - Stefano Silvestri 
Il presidente Donald Trump, in altri tempi sarebbe stato definito un isolazionista. Non crede nelle alleanze e negli alleati e non pensa che gli Stati Uniti debbano preoccuparsi di governare il nuovo disordine della globalizzazione...
Leggi l'articolo>