home

ARCHIVIO
2016 - 2015 - 2014 - 2013 - 2012 - 2011 - 2010 - 20092008 - 2007  - 2006 - 2005 - 2004 2003


 

 

El Paje de la Cruz Abarán, Murcia, 1993
© Cristina Garcia Rodero / Magnum Photos

12 gennaio 2017 - Ore 18:00
Sala Dalí dell’Instituto Cervantes di Roma
Piazza Navona, 91
Ingresso libero


CON LA BOCA ABIERTA
Fotografie di Cristina García Rodero

Con la boca abierta” è la prima retrospettiva tematica di Cristina García Rodero, e ne raccoglie le opere partendo dai primi lavori fotografici di fine anni Settanta fino a quelli più attuali. La mostra è composta da più di cinquanta foto, scelte tra le oltre trentamila passate al vaglio prima dell’esposizione. La maggior parte delle fotografie selezionate sono inedite, riscattate ora per un progetto che la fotografa ha tenuto per quarant’anni nel cassetto, per lasciare adesso noi spettatori “a bocca aperta”, così come i protagonisti delle sue opere. La quantità di scatti fotografici che la Rodero realizza nei suoi reportage è così estesa che, prima o poi, nei suoi negativi, appaiono personaggi che sbadigliano, gridano, si meravigliano, ridono a crepapelle o fanno smorfie di dolore...e così via, in un infinito di varianti che ci lasciano a bocca aperta. Questo filo conduttore ci guida attraverso quarant’anni di carriera, dagli angoli più vicini alla sua città natale, Puertollano, fino a quelli più sperduti del globo, passando per avvenimenti attuali come il Burning Man Festival in Nevada o le Love Parade in Germania. Dal carattere più etnografico e rurale a quello più avanguardista. Tutto ciò senza perdere il tocco di genialità nel suo modo di raccontare quello che succede nel mondo, e che le ha dato l’opportunità di essere l’unica fotografa spagnola nella prestigiosa Agenzia Magnum. La mostra comincia con una foto della nascita di un bambino che, all’esalare il suo primo respiro, ci consegna il principio di tutto; da lì navigheremo tra i più intimi sentimenti dell’essere umano, catturati magistralmente dalla profondità e dalla verità che Cristina García Rodero impronta nel suo lavoro, terminando il viaggio fotografico con l’ultimo sospiro di una veglia funebre in Georgia.

13 gennaio 2017 - Ore 18:00
Conferenza di Cristina García Rodero
Sala Dalí dell’Instituto Cervantes di Roma
Piazza Navona, 91
Ingresso libero

 

 

 

 


INSTITUTO CERVANTES DE ROMA

+39  06 853 73 61
roma.cervantes.es  |  cenrom@cervantes.es
© Instituto Cervantes, 2016. Reservados todos los derechos

 

 


 

 


 
Oggetto Newsletter : Un italiano a Strasburgo, Russia, Ue-Nato
Newsletter n° 499 , 3 gennaio  2017
 

L’anno che marca il 60esimo anniversario della firma dei Trattati di Roma, istitutivi delle prime Comunità europee, ha in calendario già al suo debutto una sfida tutta italiana al vertice dell’Ue. Il 17 gennaio infatti, il Parlamento europeo eleggerà il successore di Martin Schulz: a contendersi la presidenza dell’assemblea di Strasburgo sono Antonio Tajani e Gianni Pittella, candidati rispettivamente di popolari e socialisti, i due più grandi gruppi dell’emiciclo. La Ue è attesa al varco anche nei rapporti transatlantici: con l’insediamento di Trump alla Casa Bianca in rapido avvicinamento, Bruxelles dovrà decidere che profilo dare alle propria politica di difesa e ai rapporti con una Nato messa in crisi dal tycoon divenuto presidente. La Russia, intanto, confida nell’amico Donald e si prepara a vivere un 2017 da protagonista, a cominciare dal fronte energetico.

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Pe: derby italiano con incognita belga - Giampiero Gramaglia 
È quasi un derby italiano, l’elezione del nuovo presidente del Parlamento europeo: la partita si giocherà martedì 17 gennaio, a Strasburgo...
Leggi l'articolo>
 
Il ritorno di Mosca nello scacchiere energetico globale - Nicolò Sartori 
Le sanzioni internazionali per il conflitto in Ucraina, la seguente svalutazione del rublo e il crollo dei prezzi del greggio sembravano averla messa irreparabilmente in ginocchio...
Leggi l'articolo>
 
L’Italia è più bella vista da Berlino - Isabella Ciotti 
Lo psicologo austriaco Alfred Adler, allievo di Freud, diceva che il complesso d’inferiorità va a braccetto con l’ambizione alla superiorità. Tradotto, che l’essere umano ricerca la sua sicurezza nella sfida con l’altro...
Leggi l'articolo>
 
Ancora tanta la strada da fare dopo il vertice di Varsavia - Alessandro Marrone 
I rapporti tra Nato e Unione europea, Ue, ricordano un po’ quelli tra due uomini di mezza età che competono per l’attenzione delle stesse donne, ovvero le capitali dei Paesi europei membri di entrambi le organizzazioni, nel campo della sicurezza e difesa...
Leggi l'articolo>
 
Iraq, rischio naufragio per la riconciliazione nazionale - Maurizio Melani 
Rischiano ancora una volta di naufragare i tentativi di avviare un effettivo processo di riconciliazione nazionale in grado di superare le divisioni settarie tra arabo-sunniti e sciiti, che con rilevanti interferenze esterne lacerano l’Iraq...
Leggi l'articolo>

 



 

OSSIGENO per l’informazione
osservatorio promosso dalla FNSI e dall’Ordine dei Giornalisti
sui cronisti minacciati e le notizie oscurate in Italia con la violenza
presso Associazione Stampa Romana – Piazza della Torretta 36- 00186 Roma
www.ossigenoinformazione.it - segreteria@ossigenoinformazione.it

 

Ossigeno segnala:
Ossigeno. 412 giornalisti minacciati in Italia nel 2016
Questo il bilancio di fine anno dell'Osservatorio. Perché bisogna moltiplicare questo numero per 20 per avvicinarsi alla realtà
 
OSSIGENO, 30 dicembre 2016 - Sono 412 i giornalisti e blogger italiani che nel corso del 2016 hanno subito intimidazioni, minacce e gravi abusi come ritorsione per il loro lavoro e ai quali l’osservatorio “Ossigeno per l'Informazione” ha espresso solidarietà rendendo noti i loro nomi, descrivendo, al tempo stesso, le circostanze dell’episodio e le analogie con i casi della stessa natura. Il 15,53% ha subito aggressioni fisiche, il 32,77% avvertimenti, il 37,62% querele pretestuose e altre azioni giudiziarie strumentali, il 4,61 % danneggiamenti, il 9,47% impedimenti all’esercizio dei diritti elencati nell’articolo 21 della Costituzione per i quali i codici non prevedono né la procedibilità né sanzioni.
Rispetto ai 528 minacciati elencati nel 2015, questo bilancio di Ossigeno contiene 116 nomi in meno, ma ciò non significa che la situazione sia migliorata. Il bilancio annuale dice solo quanti casi Ossigeno è riuscito a verificare e a rendere noti, esprime dunque  la produttività dell’Osservatorio a fronte alla marea dilagante di episodi di cui viene a conoscenza. Inoltre di deve tenere conto che nel 2015 Ossigeno aggiunse alla lista 97 nomi per un singolo episodio: l’esposto-denuncia della Camera Penale di Roma contro i cronisti del processo Mafia Capitale.
"I giornalisti che nel 2016 hanno subito intimidazioni – ha affermato il direttore di Ossigeno, Alberto Spampinato – sono molti più di 412. Finora abbiamo detto: almeno dieci volte di più. Ma ora dobbiamo aumentare questo moltiplicatore, almeno raddoppiarlo, dopo che il Ministero della Giustizia, attraverso il nostro Osservatorio, ha reso noto il numero delle querele per diffamazione a mezzo stampa che ogni anno vengono rigettate dai giudici in fase preliminare: sono 5125 su 5904. Certamente fra queste querele ce n’è qualcuna presentata in buona fede. Ma tutte le altre? Sono intimidazioni per via legale, bavagli consentiti da una legge ingiusta. Altrettanto intimidatorie sono le 155 condanne al carcere emesse, ogni anno, dai giudici italiani. I nomi di questi querelati pretestuosamente e di questi condannati a pene sproporzionate non sono nella lista di Ossigeno. Chi vuole dire come stanno le cose, deve aggiungerli”.

 
 

ASP DB

 

Questa notizia è riproducibile citando la fonte

Per informazioni segreteria@ossigenoinformazione.it


 

 


 

Associazione dei giornalisti europei

News

In Poland, media freedom fears persist as new plans restricting journalists’ access to parliament to be unveiled in January

http://www.aej.org/img/ico_calendar.gifThursday, December 22, 2016

Poland’s governing Law and Justice party appears to be intent on pressing ahead with a modified set of restrictions on access for print and electronic media journalists to parliament, despite concerted protests by opposition politicians, media leaders and pro-democracy demonstrators which have continued since December 15.

Initial plans which were presented on December 14 sought to place new restrictions on what until now has been free access for journalists to plenary and committee meetings as well as to individual members of parliament in Parliament’s corridors and restaurants. The plans envisaged that journalists would only have access to parliamentary proceedings through a video feed to a  ‘conference room’ located in a building which is far removed from the main parliamentary activities. Access to the public gallery would in future be limited to media representatives who notify parliament in advance of their intention to attend.  These new rules were criticised as reversing decades of practice which are enshrined in Poland’s constitution giving the media free access to parliament. Critics expressed acute concern that they would create conditions under which access to parliament could effectively be limited to members of the media who are deemed friendly by the government, putting critical media at a serious disadvantage.

The official plans were opposed, at meetings with parliamentary officials, by representatives of all the main media organisations in Poland, regardless of their political orientation. Subsequently the original proposals were set aside. But on Tuesday the Speaker of the Senate, Stanisław Karczewski, announced that what he called new proposals to “improve the conditions under which the media operate in parliament” would be unveiled on 6 January. Mr Karczewski denied that the intention of the authorities was to restrict media access to parliament, adding that the proposed new press centre would be equipped with internet and computers and would include what he called ‘a social room’. But media representatives remain seriously concerned at the prospect that significant restrictions to access, albeit modified ones, are still likely to be imposed. The past year has seen the new governing majority in parliament pass controversial laws late at night, avoiding close scrutiny and giving rise to opposition claims of illegitimacy. Government supporters have also expressed irritation that reporters are free to move around the  parliament building freely and to ask questions at will. Fears have been expressed that the planned restrictions could constrain the role of the parliamentary opposition in future law-making, and limit media coverage of proceedings to pro-government media.

   The initial plans, announced by Marek Kuchcinski, the speaker of the Sejm, were as follows:-

1.       Each media oganisation is to be allowed to accredit two representatives

2.       Journalists will be allowed to report on Parliament from one location

3.       Journalists will not be allowed to record plenary proceedings from the public gallery, or to record meetings of Parliamentary committees.

4.       Journalists will be permitted to enter Parliament’s public gallery only after „prior notification” to the Parliament’s administration.

5.       Journalists will be permitted to watch transmissions of proceedings in plenary session and committee meetings from the conference room in building F (building F is far removed from the main Parliament buldings)  

 

The plans to restrict access by print and electronic media to both chambers of Poland’s Parliament and thus to limit journalists’ ability to approach members of Parliament freely have sparked public protests in Warsaw and other cities. Journalists protested outside Parliament on December 15. The next day saw a major all day picket outside the main Parliament building lasting late into the night, which ended in scuffles as protesters sought to prevent members of Parliament from the ruling Law and Justice party (PiS) from leaving the Parliament building. Another picket consisting of several thousand people lasted well into the evening of December 17.

 

Meanwhile Mr Kuchcinski banned all journalists from Parliament buildings until Tuesday December 20, while the main Sejm meeting chamber was occupied by opposition members of Parliament protesting against the Speaker’s actions.

 

 


 

Oggetto Newsletter : Buone Feste da AffarInternazionali

Newsletter n° 498 , 29 dicembre 2016

 

2016 al traguardo: tempo di bilanci. Che lo si consideri annus horribilis, di svolte potenzialmente rivoluzionarie o “tragicamente interessante”, è importante appuntare quanto accaduto. Guardando quanto ci lasciamo alle spalle e che cosa ci possiamo aspettare dal 2017, con questa newsletter AffarInternazionali augura a tutti i suoi lettori Buone Feste, dandovi appuntamento al prossimo anno. 

#USA 2016 e GOLPE DI SCENA
Svolte inattese a inizio anno per la vicenda marò e per la fine ufficiale della politica del figlio unico in Cina. Podio per la Turchia, con il tentato (e fallito) golpe contro Erdogan, ma in classifica anche l’accordo colombiano con le Farc che ha fatto saltare dalle sedie alla prima bocciatura elettorale, per poi fruttare al presidente Santos un Nobel per la pace. 
Il primato della categoria va però di diritto a Trump che dopo una campagna al vetriolo e i sondaggi contro, la spunta nella Corsa alla Casa Bianca. E non si fa problemi ad alzare la cornetta con Taiwan. 

URNE CONTRO L’EUROPA
Vecchio Continente da fibrillazione elettorale con la Merkel bocciata in tre Land tedeschi, l’inaspettato doppio turno di presidenziali in Austria, le recenti primarie francesi e il referendum ungherese che rischiava di passare in sordina causa Brexit, cavallo rampante della categoria referendaria 2016 (sul quale, chiaro, la Scozia non avrebbe puntato). Ah, e ovviamente il 4 dicembre tricolore. 

FRONTI E FRONTIERE
Il Medioriente fronte caldo anche per il 2016 con l’entrata delle forze governative a Sirte nella guerra al califfato, l’inizio della controffensiva per la liberazione di Mosul e il fallimento dei cessate il fuoco in Yemen e ad Aleppo. Migliaia le persone in fuga dalla Siria, con il ricollocamento previsto dall’ accordo tra Europa e Turchia che fatica a decollare e il Mediterraneo crocevia delle carrette del mare che si riconferma sempre più, purtroppo, “mare mortuum”. 

TERRORISMO, L’UE IN DIFESA?
Gli attacchi terroristici del 2016 hanno riportato in primo piano le questioni relative alla sicurezza dei cittadini europei, al contrasto dei foreign fighters e alla cooperazione continentale in materia di sicurezza. L’Europa schiera la difesa: dal Vertice di Bratislava di settembre, alla presentazione dell’European Defence Action Plan, inscritto nella Strategia Globale a firma Mogherini.

C’È SEMPRE UNA PRIMA VOLTA 
Nella categoria Hillary si aggiudica il gradino più alto come prima candidata donna alla presidenza statunitense, a dire il vero giocandosi il testa a testa con la prima visita del presidente USA a Cuba. Sadiq Khan, primo sindaco londinese musulmano, doppia di diritto Papa Bergoglio con la prima intervista concessa a un giornale asiatico.

POSTUMI 2016, QUO VADIS?
Appuntamenti attesi sono i sessant’anni dalla firma dei Trattati di Roma e il cinquantenario della Guerra dei Sei Giorni in Israele, ma il 2017 sarà anche un anno di inaspettati "post": - Brexit, con una partita ancora tutta aperta dopo la sentenza dell’Alta Corte britannica; - Renzi, con i riflettori puntati sul cambio di guardia alla Farnesina, la prossima presidenza tricolore del G7 e il seggio di membro non permanente all’Onu; - USA 2016, con Trump che non perde occasione di cambiare le carte in tavola nella questione Nord Coreana, nei rapporti statunitensi con la Cina di Jingpin, e nella potenziale intesa con il sanzionato Putin. E anche in casa, fa pensare per la nomina del seggio vancante alla Corte Suprema.



 

L’America di Trump 
L’approccio del neo eletto presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, alla politica estera, di difesa, al Medioriente, ai problemi di clima ed energia
Leggi lo Speciale>
Verso il referendum 
Referendum e politica estera. Il profilo europeo della riforma costituzionale. L’intesse internazionale per la riforma. Il potere estero dello stato nella costituzione. Le ragioni del sì e quelle del no.
Leggi lo Speciale>
Usa 2016, dalla campagna al voto 
Primarie repubblicane, presidenziali, elezioni del Congresso, finanziamento, organizzazione, strategie, priorità
Leggi lo Speciale>
MOvER-Migration in Europe 
Europa e Italia al giro di boa?
Leggi lo Speciale>
Mediterraneo, mar morto 
Lo scenario dell'immigrazione, Operazioni Mare Nostrum e Triton, Sicurezza marittima europea, Lotta al traffico di esseri umani
Leggi lo Speciale>
Brexit e futuro dell'Ue 
Referendum Gran Bretagna, strumenti giuridici per accordo con Ue, posizione Polonia, posizione Italia
Leggi lo Speciale>

 


 

---

Auguri per un nuovo anno ricco di... buone inchieste, di fari puntati sulle periferie dimenticate e  di una informazione corretta dove i giovani talenti abbiamo le opportunità che meritano.

 

Noi faremo del nostro meglio perché sia un anno così.

 

E a tutti gli under31 ricordiamo che c'è tempo sino al 20 gennaio per inviare le vostre proposte di inchiesta e partecipare al bando della sesta edizione!

 

Associazione Amici di Roberto Morrione

---
---
---

http://www.premiorobertomorrione.it


 

 

 


[ ... ]

 

 


[ ... ]

 


 

OSSIGENO PER L'INFORMAZIONE
 Ultime Notizie e comunicazioni

Venerdì 23 dicembre 2016

 

IN PRIMO PIANO

DIFFAMAZIONE. ARCHIVIATA A MILANO UNA QUERELA CONTRO IRPI
I giornalisti Cecilia Anesi e Leo Sisti avevano condotto un’inchiesta, pubblicata anche da L’Espresso, che si inserisce in una più ampia indagine su truffe internazionali

GIORNALISTI MINACCIATI. STAMPA ROMANA SCHIERA SEI LEGALI
Si occuperanno delle costituzioni di parte civile nei procedimenti a carico dei cronisti intimiditi. Presentati durante la conferenza stampa i dati di Ossigeno

FORMAZIONE. QUASI CINQUEMILA GIORNALISTI AI 40 CORSI DI OSSIGENO
Il seminario deontologico “Rettifiche e diffamazione” ha toccato 18 città in 13 regioni e ha permesso all’OdG di erogare 32mila crediti

Questa settimana Ossigeno ha verificato e reso note 3 intimidazioni nei confronti di giornalisti e operatori dell'informazione. Tutti i nomi sono raccolti nelle nostre tabelle.
 

AUGUSTA. IL SINDACO ATTACCA ANCORA IL CRONISTA SU FACEBOOK
Cettina Di Pietro non fa il nome di Maurizio Ciccarello ma il riferimento al suo articolo sulle parcelle ai professionisti è evidente
 

LE ALTRE NOTIZIE

GIORNATA INTERNAZIONALE PER METTERE FINE ALL’IMPUNITÀ PER I REATI CONTRO I GIORNALISTI

della conferenza “Onu: giornalisti aggrediti, colpevoli impuniti. L’allarme delle Nazioni Unite – Cosa accade in Italia” che si è tenuta presso il Senato della Repubblica in occasione della Giornata per mettere fine all’impunità per i reati contro i giornalisti”


 

 
E ANCORA...
Il notiziario di Ossigeno è anche in INGLESE e in FRANCESE
-
Read news in English - Voir en Français

 


 

Newsletter dell'AICCRE - Associazione italiana per Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa - N. 57 Dicembre 2016   
Registrazione del Tribunale di Roma n. 255 del 21 Luglio 2009 - Testata iscritta al n. 1041 del Registro degli Operatori della Comunicazione (Roc)  



 

 

L’AICCRE, e tutti gli Enti locali italiani ad essa associati, esprime la vicinanza al popolo tedesco per il dolore provocato dal tremendo attentato a Berlino. La violenza non ci intimidisce: l’Associazione si impegnerà sempre di più a fare in modo che l’Europa sia territorio dei valori della pace, dell’integrazione, dei diritti umani, adoperandosi in ogni sede per contrastare a livello politico e culturale tutti coloro che cercano di minarli.
 

IIa edizione Master AICCRE in Europrogettazione

Dal 3 al 7 aprile 2017 si svolgerà a Roma, presso la sede dell’AICCRE, in piazza Trevi 86, la seconda edizione del Master in Europrogettazione organizzato dall’Associazione e rivolto esclusivamente agli amministratori locali.
La prima si è svolta a novembre ed ha registrato il “tutto esaurito” di iscrizioni. “Abbiamo avuto un ottimo riscontro dalle Amministrazioni locali italiane, ha commentato Carla Rey, Segretario generale dell’AICCRE, e questo significa che esse hanno raccolto il nostro appello: di progettazione europea devono occuparsi innanzitutto i politici, e cioè coloro i quali hanno una visione strategica del territorio che amministrano”.

Migranti, antidiscriminazione, lavoro: le linee guida del CCRE

In vista della Giornata Internazionale dei Migranti, il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (CCRE) e l’Unione europea servizio pubblico (EPSU) presentano le nuove linee guida comuni “Migrazioni e rafforzamento delle misure antidiscriminatorie negli Enti locali e regionali”. Il documento, che si occupa di integrazione dei migranti, è focalizzato soprattutto sull’ inclusione nel mercato del lavoro. Nella pubblicazione non viene operata alcuna distinzione tra lavoratori migranti all’interno dell’UE e cittadini di paesi terzi. L’obiettivo principale delle linee guida è assicurare un’equa integrazione dei migranti e dei lavoratori migranti nei luoghi di lavoro all’interno delle amministrazioni locali e regionali. La pubblicazione sottolinea anche il fatto che l’integrazione avviene a livello locale, e al fine di ottenere una riuscita integrazione dei migranti è fondamentale la cooperazione tra diversi livelli di governo: Unione europea, governi nazionali ed amministrazioni locali. È necessario inoltre che i governi locali e regionali godano di un facile accesso ai fondi strutturali al fine di essere in grado di finanziare l’integrazione. Linee-guida-in-italiano

 

 BANDI E PROGRAMMI

Innovazione: finanziamenti diretti per le città

La Commissione europea ha lanciato un secondo bando per un importo di 50 milioni di EUR a titolo dell’iniziativa Azioni urbane innovative. Le città possono candidarsi direttamente e ottenere finanziamenti europei per progetti urbani innovativi. Con un bilancio di 50 milioni di EUR a titolo del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), il nuovo bando premierà i progetti più innovativi in tre categorie, coerentemente con le priorità dell’agenda urbana per l’UE: integrazione dei migranti, mobilità urbana ed economia circolare. Il bando è valido fino a metà aprile 2017. Guarda le azioni del primo bando che hanno ottenuto finanziamenti.

Erasmus+, sostegno alle riforme delle politiche: invito a presentare proposte

La Gazzetta ufficiale comunitaria ha pubblicato l’invito a presentare proposte nell’ambito del programma Erasmus+, Azione chiave 3: sostegno alle riforme delle politiche — iniziative per l’innovazione delle politiche, Progetti europei di cooperazione lungimiranti nei settori dell’istruzione e della formazione. I progetti di cooperazione lungimiranti sono progetti di cooperazione transnazionale volti a identificare, sperimentare, sviluppare o valutare approcci politici innovativi che abbiano il potenziale di essere integrati e fornire input utili a migliorare i sistemi di istruzione e formazione. Dovrebbero fornire una conoscenza approfondita su gruppi target, situazioni di apprendimento, insegnamento o formazione, nonché efficaci metodologie e strumenti che contribuiscano all’elaborazione delle politiche. Inoltre, da tali progetti dovrebbero derivare conclusioni pertinenti per i responsabili politici nel settore dell’istruzione e della formazione a tutti i livelli. I progetti di cooperazione lungimiranti dovrebbero pertanto essere guidati e attuati da attori chiave di comprovata eccellenza e dotati di conoscenze all’avanguardia, con la capacità di innovare o ottenere un impatto sistemico attraverso le loro attività e con il potenziale per indirizzare. Possono partecipare al bando organizzazioni pubbliche o private che svolgono attività legate all’istruzione e alla formazione o ad altri settori come l’apprendimento non-formale, ivi compresi, tra gli altri, i giovani. Le attività devono iniziare il 1° novembre 2017, il 1° dicembre 2017 o il 1° gennaio 2018. La durata del progetto deve essere compresa tra 24 e 36 mesi. La dotazione di bilancio totale disponibile per il cofinanziamento dei progetti nell’ambito del presente invito a presentare proposte è di 8 000 000 EUR. Il contributo finanziario dell’UE non può superare il 75% del totale dei costi ammissibili del progetto. La sovvenzione massima per progetto sarà di 500 000 EUR. Le domande devono essere inviate entro e non oltre il 14 marzo 2017.
Le informazioni inerenti all’invito a presentare proposte e alla procedura di presentazione
Il fascicolo della domanda
La guida per i proponenti e il fascicolo della domanda

Premio Europa 2017 per i Comuni: presentazione candidature entro il 15 gennaio

I Comuni europei sono invitati a partecipare al Premio Europa 2017, il premio per i Comuni dei 47 Stati membri del Consiglio d’Europa, indipendentemente dalle loro dimensioni e il loro numero di abitanti. Questo premio è assegnato ogni anno dall’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa con l’obiettivo di premiare quelle città che hanno dimostrato un impegno concreto per l’Europa. Il vincitore del Premio Europa riceverà un assegno € 20.000. La scadenza per le domande è 15 gennaio 2017. 
Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web

GECT ESPON: invito a presentare proposte

Nel quadro dell’operazione unica del programma ESPON 2020, GECT ESPON invita le parti interessate a presentare proposte per analisi mirate. Il termine ultimo per la presentazione delle proposte è il 13 gennaio 2017. Il modulo di candidatura e una guida di orientamento delle parti interessate per la preparazione delle proposte possono essere scaricati dal sito web di ESPON:http://www.espon.eu. Il programma ESPON 2020 mira a promuovere e favorire una dimensione territoriale europea per lo sviluppo e la cooperazione e continuerà il consolidamento di un osservatorio con l’obiettivo di rafforzare l’efficacia della politica di coesione dell’UE e delle altre politiche e programmi settoriali, nonché politiche di sviluppo territoriali nazionali e regionali.

Premio Carlo Magno della Gioventù

Ci si può registrare fino al 30 gennaio 2017 all’edizione del 2017 del “Premio Carlo Magno della gioventù”. Il “Premio europeo Carlo Magno della gioventù” viene assegnato ogni anno dal Parlamento europeo congiuntamente alla Fondazione del premio internazionale Carlo Magno di Aquisgrana. Per partecipare, bisogna avere tra 16 e 30 anni. Il progetto deve rappresentare lo spirito europeo promuovendo la comprensione tra gli stati, favorire lo sviluppo di un’identità comune aperta all’integrazione e fornire esempi pratici ai giovani sul vivere insieme come un’unica comunità.
Il premio per il miglior progetto sarà di 7.500 euro, il secondo di 5.000 euro e il terzo di 2.500 euro. I tre vincitori finali riceveranno anche l’invito a visitare il Parlamento europeo (a Bruxelles o a Strasburgo). Inoltre, i rappresentanti dei 28 progetti nazionali selezionati saranno invitati per un viaggio di quattro giorni a L’Aia (Germania) in maggio. Approfondisci




 

Cari amici, la Newsletter N. 57-dicembre, chiude i nostri appuntamenti del 2016,
ma la nostra informazione continua su: www.aiccre.it
 
 

Arrivederci al 13 gennaio 2017

 

 

 

 

 

Business Review europea

SEGUIRE EBR MAGAZINE ON: Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti al nostro feed RSS


EUROPA - MONDO - BUSINESS - GESTIONE - ANALISI - EDITORIALE - EVENTI - INTERVISTE

Benvenuti nella edizione online del "Review European Business (EBR)", dove giornalisti e illustri ospiti scrittori esprimere le proprie opinioni e pareri su questioni europee e questioni commerciali con articoli di approfondimento, analisi e commenti. 

Controllare anche EBR di: 
Stampa edizione - edizione sito internazionale - sito web edizione greca

Quanto è grave è coraggioso discorso Timmermans '? unica arma della Commissione è la minaccia di rimozione di voto in Polonia 'nel Consiglio europeo dei capi di Stato e di governo. Ma è molto improbabile che una tale mossa avrebbe ottenuto l'appoggio di tutti i paesi membri dell'Unione Europea.

Christmas Carol della Commissione per la Polonia

Tre giorni prima di Natale, Commissione VP Frans Timmermans ha dato governo di destra della Polonia altri due mesi di tempo per modificare le sue Corte costituzionale o affrontare sanzioni inverso.


La NATO è necessaria oggi più che mai, soprattutto in considerazione occupazione della Russia di parti di Ucraina orientale e l'instabilità massiccia lungo vicinato meridionale dell'Europa. Un esercito europeo sarebbe invece accolta dal presidente russo Vladimir Putin perché gli Stati Uniti non avrebbe voce in capitolo negli affari di una tale forza.

L'ultima cosa di cui l'Europa ha bisogno in questo momento è un esercito

Donald Trump ha ragione su una cosa. I membri europei dell'Alleanza NATO hanno da tempo dato per scontato che gli Stati Uniti sarebbe stato sempre il loro ombrello di sicurezza


Il governo russo sta offrendo aziende straniere che firmano un 'apposito contratto di investimento' che include un impegno a investire nel paese, lo stesso status di produttori nazionali, che li possono fare domanda per i contratti statali e benefici fiscali speciali.

Wall Street Journal rivela incrementare gli investimenti in Russia

'Le aziende tedesche sono tranquillamente Incentivare gli investimenti in Russia anche se i leader occidentali stanno avvertendo Mosca sulle possibili nuove sanzioni ...', il Wall Street Journal ha riportato la scorsa settimana


L'esempio riuscito di Agenda 2020, che non fu mai realizzato, trascinando al fallimento di una serie di programmi della BCE non deve essere ripetuto. Allo stesso modo, dobbiamo evitare gli errori del passato che ha reso la politica di coesione ingombrante e impopolare: la burocrazia, formalismo e costi eccessivi ha dato il (sbagliato) impressione che i fondi nelle regioni europee si sprecano inutilmente. Le prime valutazioni Efsi, tuttavia, indicano anche le stesse conclusioni: procedure labirinto, i meccanismi bancari complessi e difficoltà di partecipazione dei meccanismi amministrativi degli Stati membri. Questo lascia uno a chiedersi se l'Europa ha smesso di essere efficace per il bene.

Il Piano Juncker e opportunità di finanziamento per opere pubbliche

L'annuncio del piano Juncker nel 2014 e la conseguente creazione di strumenti di finanziamento hanno già dal finanziamento precedente periodo-ha stabilito un nuovo quadro per gli investimenti nel settore pubblico in Europa


Non può mai dire basta: lobbying è azione. Tuttavia, per due o tre anni abbiamo assistito ad un trend crescente di lobby che parlano molto di azione, ma fanno poco. I segretari generali o direttori generali incaricati di condurre le associazioni europee in questi giorni sono per lo più comunicatori, a volte esperti tecnici del panorama nazionale, ma raramente lobbisti di carriera. Essi devono pertanto adattare i loro nuovi posti di lavoro, se vogliono raggiungere i livelli di prestazione richiesti - e la leadership che va con esso.

2017: l'azione, azione, azione

"Il mio fianco destro è distrutta, il mio fianco sinistro è in ritirata, va tutto bene -! Attacco" Queste sono le parole del generale Foch nei momenti più bui della Prima Guerra Mondiale. Siamo qui ancora una volta. Lavandino o atto - questa è la scelta che abbiamo.


Presidente: 
Athanase Papandropoulos 

Editore: 
Christos K. Trikoukis 

Editor-in-Chief: 
N. Peter Kramer 

 

Newsletter n.12 dell'Agenzia Nazionale per i Giovani | 23 dicembre 2016

Agenzia Nazionale per i Giovani

Agenzia Nazionale Giovani | Newsletter

The future is unwritten e aspetta te! Buon Natale e felice anno nuovo!

A pochi giorni dall’attentato di Berlino non possiamo non rivolgere il nostro pensiero e le nostre preghiere a Fabrizia, alla sua famiglia e a tutte le vittime dell’attentato.
Che questo Natale ci aiuti a custodire nei nostri cuori la speranza, soprattutto per i nostri connazionali vittime del terribile terremoto, ai quali va il nostro abbraccio e la nostra vicinanza.
A voi tutti buon Natale e Felice 2017, “il futuro non è scritto… e aspetta te!”

Agenzia Nazionale Giovani | Newsletter

Formulari Erasmus+ per la prima scadenza del 2017 on line

Anno nuovo, strumenti nuovi. Come ogni anno la Commissione Europa ha aggiornato la Guida ad Erasmus+ e i formulari necessari per presentare le proposte progettuali il prossimo anno. Clicca qui per avvalerti del necessario e buon lavoro!

Agenzia Nazionale Giovani | Newsletter

SVEliamo l’Europa! I parte

Vi presentiamo l'indagine SVEliamo l’Europa, realizzata dall'Agenzia Nazionale per i Giovani in occasione dei 20 anni del Servizio Volontario Europeo. Attraverso dati e testimonianze di ex volontari italiani ed enti accreditati SVE, ma anche grazie a spunti, riflessioni e approfondimenti, abbiamo cercato di far emergere l’importanza dell’esperienza dello SVE per i giovani partecipanti ed il prezioso lavoro svolto dalle organizzazioni accreditate sul territorio italiano. Buon lettura!

Agenzia Nazionale Giovani | Newsletter

Cerchi opportunità di volontariato europeo? Ecco dove trovarle

Hai sentito parlare di Servizio Volontario Europeo e sei interessato a partire, ma non sai come fare. Il Database delle opportunità di volontariato ti viene in aiuto, per offriti informazioni sui progetti di Servizio Volontario Europeo per i quali candidarti.​

Agenzia Nazionale Giovani | Newsletter

Eu solidarity Corps, una nuova occasione per i giovani

E’ stata lanciata lo scorso 7 dicembre, dal Presidente Juncker, una misura che consegna ai giovani ulteriori occasioni per portare il loro contributo nella società dimostrando la loro solidarietà, dandogli possibilità di vivere un’esperienza su scala continentale e, al tempo stesso, rafforzando le loro competenze e conoscenze.

Agenzia Nazionale Giovani | Newsletter

Il nostro blog sull’Huffington aspetta te!

Hai la passione per il giornalismo? Hai sempre sognato di vedere la tua firma su un articolo? Il blog sull’Huffington Post dell’Agenzia Nazionale per i Giovani aspetta te!
Se hai un contributo/riflessione da mandare sui temi dell’Europa, della mobilità giovanile, delle politiche per le nuove generazioni e soprattutto sui progetti che realizzi grazie ad Erasmus+, puoi inviare il tuo articolo a comunicazione@agenziagiovani.it. Di volta in volta valuteremo la possibilità di pubblicarlo sul nostro spazio.

Agenzia Nazionale Giovani | Newsletter

Il canale Instagram dell’ANG

Comunicare Erasmus+ e l’Ang attraverso le foto, un mezzo efficace per lanciare messaggi che restano nel tempo.

Agenzia Nazionale Giovani | Newsletter

Il blog di ANG su Huffington Post

Ti sei perso gli ultimi articoli dell’Agenzia? Consulta il blog sull’Huffington Post, buona lettura!
L’Europa dell’inclusione passa da Erasmus+

Agenzia Nazionale Giovani | Newsletter

 

Agenzia Nazionale Giovani | Newsletter

SVE strategico in arrivo per Erasmus+ 2017

Il 2017 sarà caratterizzato da una grande novità per il settore Gioventù di Erasmus+: l’introduzione dei progetti SVE strategici. Vediamone insieme le caratteristiche principali, dandoci appuntamento al nuovo anno per un approfondimento più dettagliato.

Agenzia Nazionale Giovani | Newsletter

“SVE in a day”, un video corale per scoprire il Servizio Volontario Europeo

Un video per raccontare dal vivo la vita da volontario in Servizio Volontario Europeo: questo è SVE in a day, un piccolo docu-video realizzato grazie ai contributi che l’Agenzia Nazionale per i Giovani ha ricevuto per i 20 anni di SVE da volontari in servizio. 
Guarda il video sul nostro canale Youtube

Agenzia Nazionale Giovani | Newsletter

Come convincere i giovani europei a fare più volontariato?

Hai tempo fino al 31 dicembre per fare una cosa che forse non sai di potere fare: suggerire al commissario Europeo per la Gioventù, Tibor Navracsics, come fare per coinvolgere i giovani in Europa in esperienze di volontariato. Perchè dovresti? Perché l’Europa sei tu!

Agenzia Nazionale Giovani | Newsletter

Giornata della Trasparenza ANG 2016

Il 19 dicembre si è svolta a Roma la giornata della trasparenza dell’Agenzia, con l’obiettivo non solo di raccontare i risultati dell’ente, ma soprattutto di coinvolgere sempre di più i cittadini nel processo di miglioramento continuo dell’Agenzia.

Agenzia Nazionale Giovani | Newsletter

The News Room, occasione per giovani giornalisti

The News Room è una rivista bimestrale di approfondimento (cartacea e on-line) presentata in questi giorni a Roma e nata in partnership con ferrovie dello Stato e altre realtà italiane, tra cui l’Agenzia Nazionale per i Giovani. La testata sarà curata da una redazione di 20 ragazzi entro i 35 anni, selezionati attraverso un contest e supportati da un comitato di sei grandi nomi del giornalismo italiano.

Agenzia Nazionale Giovani | Newsletter

ANG Youtube Channel, a voi la scena

Segui anche tu le nostre attività, guarda i video dei progetti che finanziamo e delle iniziative che segnaliamo. Iscriviti al nostro canale Youtube per conoscere opportunità per te in Italia e in Europa, accedere a video tutorial e molto altro! E segnalaci i video dei progetti che realizzi, li pubblicheremo anche noi per dargli maggior visibilità.

Agenzia Nazionale Giovani | Newsletter

Rassegna Stampa ANG

Nella sezione rassegna stampa puoi visionare tutti gli articoli relativi ad Ang e all’universo giovanile per restare sempre aggiornato.
Guarda il servizio del Tg3 dedicato al 20 anni di sve ed il resto della rassegna completa!​

 

 


[ ...]

 


 

Oggetto Newsletter : Energia Ue, Ambiente, Kgb secondo Putin

Newsletter n° 496 , 20 dicembre 2016

 


Con l'entrata di Rex Tillerson, petroliere e Ceo di Exxon Mobil, e dello "scettico" del cambiamento climatico Scott Pruitt nell'entourage di Trump, la questione ambientale torna alla ribalta dopo la quiescenza post-Cop21. L'Europa presenta un winter package di otto ambiziose proposte da attuare entro il 2030 per il taglio dei consumi energetici e l'abbandono dei combustibili fossili, ma la partita della green economy si gioca non soltanto nel Vecchio continente. Potrebbe essere l'occasione per rilanciare anche la sofferente economia europea? 

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Egitto: se la democrazia del pane non basta - Azzurra Meringolo 
Non solo un riverbero di scontri settari. Il recente attentato alla chiesa copta del Cairo svela le fragilità di un regime che fatica a garantire la sicurezza dei suoi cittadini...
Leggi l'articolo>
 
Efficiency first: la risposta Ue al petroliere Trump - Antonio Scarazzini 
Raggiunto l’acme con l’accordo di Parigi sulla lotta al cambiamento climatico, lo scenario delle politiche energetiche globali assume per il futuro contorni sempre più dicotomici...
Leggi l'articolo>
 
Tre passi per rendere (di nuovo) grande la politica - Silvia Merler, Giuseppe Porcaro 
Nessuno avrebbe mai pensato che eventi come l’elezione di Trump o la Brexit sarebbero potuti accadere. Eppure, nel 2016, sono tutti diventati realtà e ora ne dovremo gestire le conseguenze...
Leggi l'articolo>
 
Putin ristruttura i servizi di sicurezza - Sara Bonotti 
Tempi di pulizie per Vladimir Putin che starebbe pianificando il riordino dell’intero apparato dei servizi segreti. A confermarlo, anche un informato articolo pubblicato il 19 settembre sul quotidiano economico russo “Kommersant”...
Leggi l'articolo>
 
Cambiamento climatico, la sfida si gioca nel “nuovo sud” - Giovannangelo Montecchi Palazzi 
In una recente conferenza Mark Carney, Governatore delle Bank of England e Presidente del Financial Stability Board, ha affermato che i cambiamenti climatici rappresentano un pericolo per la stabilità finanziaria...
Leggi l'articolo>

 

 


[ ... ]

 


 

OSSIGENO PER L'INFORMAZIONE
 Ultime Notizie e comunicazioni

Venerdì 16 dicembre 2016

 

IN PRIMO PIANO

DIFFAMAZIONE. LE QUERELE PRETESTUOSE PIOVONO E LA POLITICA TACE
La presa di posizione del presidente del Senato. La sollecitazione della FNSI a governo e Parlamento. Il dossier di Ossigeno che ha messo in crisi i continui

GRASSO: CONDIVIDO LE BATTAGLIE DI OSSIGENO, FNSI, ODG E ARTICOLO21
Il Presidente del Senato ribadisce l’attenzione per la libertà di espressione, per “un deciso freno alle querele temerarie” e per i tanti giornalisti minacciati

FORMAZIONE. QUASI CINQUEMILA GIORNALISTI AI 40 CORSI DI OSSIGENO
Il seminario deontologico “Rettifiche e diffamazione” ha toccato 18 città in 13 regioni e ha permesso all’OdG di erogare 32mila crediti

DIFFAMAZIONE. LA FNSI: MIGLIORARE E APPROVARE DDL “NO CARCERE”
Il sindacato dei giornalisti ritiene necessario aggiungere una norma specifica per impedire l’uso strumentale e intimidatorio delle querele

Questa settimana Ossigeno ha verificato e reso note 8 intimidazioni nei confronti di giornalisti e operatori dell'informazione. Tutti i nomi sono raccolti nelle nostre tabelle.
 

UNICREDIT CONVOCA CONFERENZA STAMPA E SI SCEGLIE LE AGENZIE
Ammesse soltanto quelle internazionali e un’agenzia italiana. Intervengono Fnsi e l’Associazione lombarda dei giornalisti: rispettate l’articolo 21
 

TRANI. ASSOLTO CRONISTA DELLA LITE TRA VIGILE E POLITICO
Nicola Aurora (Il Giornale di Trani) aveva riferito l’episodio in due articoli. Un ex consigliere comunale e la moglie l’avevano querelato

IMPEDISCE LAVORO CRONISTA. LA FIGC SANZIONA DG DEL PAVIA
Stabilita per Nicola Bignotti, ex direttore generale dell’Associazione calcio Pavia, l’inibizione per due mesi e un’ammenda di 1.200 euro a carico della società

SPORT. PRESIDENTE PALMESE CALCIO ANNUNCIA QUERELA PER CRONISTA
Giuseppe Carbone si è risentito per un articolo del giornalista Sigfrifo Parrello nel quale si racconta il suo deferimento da parte della Procura federale

GIORNATA INTERNAZIONALE PER METTERE FINE ALL’IMPUNITÀ PER I REATI CONTRO I GIORNALISTI

della conferenza “Onu: giornalisti aggrediti, colpevoli impuniti. L’allarme delle Nazioni Unite – Cosa accade in Italia” che si è tenuta presso il Senato della Repubblica in occasione della Giornata per mettere fine all’impunità per i reati contro i giornalisti”


 

 
E ANCORA...
Il notiziario di Ossigeno è anche in INGLESE e in FRANCESE
-
Read news in English - Voir en Français
 
Facebook
Twitter
Youtube
Website
 

 

 

 

IAI Working Papers

diventa fan su Facebook Seguici su Linkedin Seguici su Twitter

Serie di pubblicazioni di ricerca analitica e orientata alle politiche su temi di attualità in 
affari internazionali pubblicati dal Istituto Affari Internazionali .


 Israele e curdi iracheni in un Transforming Medio Oriente , per A.Liga 

Le trasformazioni regionali derivanti dalla scoppio delle sconvolgimenti arabi, l'assalto di Iside e della venuta a parte dei confini storici anticipare un diverso Medio Oriente negli anni a venire. Un altro fattore di instabilità potrebbe essere il referendum per l'indipendenza per il Kurdistan iracheno prevede che si terrà nel 2016 e poi rinviata a causa della battaglia in corso per Mosul. Le relazioni israelo-curdi iracheni hanno immerso tra conflitti crescenti e divisioni religiose ed ideologiche a partire dagli anni '60. Essi hanno identificato militari, di intelligence e di cooperazione nel settore dell'energia, come un modo per saltare equilibri regionali precari e le ostilità granitiche. Questo documento analizza i potenziali scenari che emergono dalle relazioni più strette tra Israele e il KRG iracheno negli anni a venire.


 Ha fatto 2016 Mark un nuovo inizio per la politica UE migrazione esterna, o era Business as Usual? , Per A.Palm 

2016 è stato venduto come l'anno delle politiche migratorie innovative esterna dell'UE. Non recenti decisioni e iniziative dell'UE in questo campo rappresentano un cambio di direzione? Il documento sostiene che la politica migratoria esterna dell'UE è stato a lungo in base ai principi di esternalizzazione e di condizionalità nei confronti dei paesi terzi. L'accordo UE-Turchia e il nuovo quadro di partenariato sono esaminati al fine di valutare se essi rappresentano un cambiamento di direzione o più dello stesso. Il documento conclude che, nonostante alcuni passi chiari avanti, resta molto da fare al fine di creare un vero e proprio quadro di un'azione comune migrazione esterna che si allontana dalla cartolarizzazione e esternalizzazione verso un sistema di ingresso di protezione sensibile.


 Stances 'Mapping Stati membri in una Unione europea post-Brexit , di E.Poli 

Brexit ha esacerbato un malessere generale europeo, mettendo in evidenza le difficoltà degli Stati membri a raggiungere un accordo quando si tratta di questioni comunitarie. Ciò avrà un impatto fondamentale sulla futuri negoziati con la Gran Bretagna. Fino ad oggi, mentre i paesi hanno paura che l'opinione pubblica potrebbe supportare l'uscita referendum a livello nazionale - soprattutto se le istituzioni dell'UE negoziano troppo 'soft' un accordo con il Regno Unito - le loro idee per quanto riguarda un'uscita britannico non sono sempre allineati. Nel tentativo di prevedere il modello negoziale UK-EU, questo documento associa le posizioni dei singoli Stati membri su un accordo di uscita con il Regno Unito.


 Chi ha bisogno di chi? Turchia e Israele Accetto sulla normalizzazione Deal , da M.Alsaftawi 

Relazioni turco-israeliane sono state significativamente influenzato dagli sviluppi nella regione. Relazioni iniziato a deteriorarsi dopo la guerra di Gaza del 2008, si conclude con l'incidente Mavi Marmara del 2010. Non è stato fino al 2013 che un processo tirato fuori di normalizzazione iniziato, raggiungere un accordo nel mese di giugno 2016. Il documento analizza le circostanze nazionali, regionali e globali che hanno portato alla normalizzazione affare. Essa sostiene che il riposizionamento nazionale-driven della politica estera turca dopo la dimissioni dell'ex primo ministro turco Davutoglu ha permesso l'accordo, mentre il contesto regionale cambiato e il relativo isolamento di Israele e la Turchia hanno guidato entrambi i paesi a ricucire i rapporti.


 fossati, mura e il futuro della Iraqi National Identity , per I.Dawood 

In un momento in cui i politici iracheni, appoggiati dagli Stati Uniti e altri governi occidentali, sostengono che solo le mura e fossati che dividono gli iracheni in grado di garantire la sicurezza e che le soluzioni militari eliminerà Daesh, cittadini iracheni non solo non sono d'accordo, ma hanno dimostrato ci sono alternative. Ciò che è necessario in Iraq è un fine di settarismo e di ripristinare l'identità nazionale irachena e lo stato di diritto. Queste richieste non possono essere ritardate fino Daesh e l'estremismo sono sconfitti; al contrario, la riforma politica e il ripristino di una identità nazionale condivisa sono i migliori strumenti strategici per affrontare Daesh e l'estremismo in Iraq e nella regione.


 

 


 

Newsletter dell'AICCRE - Associazione italiana per Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa - N. 56 Dicembre 2016   
Registrazione del Tribunale di Roma n. 255 del 21 Luglio 2009 - Testata iscritta al n. 1041 del Registro degli Operatori della Comunicazione (Roc)  

Bonaccini: Si torni a Europa dei ponti, non dei muri

Credo che l'Europa debba cambiare nel premiare di più il lavoro, l'impresa, la crescita, gli investimenti pubblici, venendo da anni in cui l'austerity e il rigore hanno prodotto più persone che stanno peggio. Questo inevitabilmente ha fatto crescere un sentimento antieuropeo che fa leva su nazionalismi e populismi che credevamo di aver sconfitto per sempre. Un'Europa quindi che deve tornare a essere più dei ponti e meno dei muri, ma che deve guardare in faccia i problemi di oggi. Sono le parole di Stefano Bonaccini, Presidente dell'AICCRE e della Regione Emilia-Romagna, diventato il nuovo Presidente del Ccre (Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa). Bonaccini spiega che l'Europa può essere una grande opportunità. Guarda la video intervista realizzata da La Presse

IIa edizione Master AICCRE in Europrogettazione

Dal 3 al 7 aprile 2017 si svolgerà a Roma, presso la sede dell’AICCRE, in piazza Trevi 86, la seconda edizione del Master in Europrogettazione organizzato dall’Associazione e rivolto esclusivamente agli amministratori locali.
La prima si è svolta a novembre ed ha registrato il “tutto esaurito” di iscrizioni. “Abbiamo avuto un ottimo riscontro dalle Amministrazioni locali italiane, ha commentato Carla Rey, Segretario generale dell’AICCRE, e questo significa che esse hanno raccolto il nostro appello: di progettazione europea devono occuparsi innanzitutto i politici, e cioè coloro i quali hanno una visione strategica del territorio che amministrano”.

NOTIZIE DALL’EUROPA

CdR, migrazione: Stati membri collaborino con enti locali

Nella plenaria del 7 e 8 dicembre del Comitato delle Regioni e dei poteri locali (CdR) la priorità è andata alla migrazione: l’Unione europea deve riformare in profondità il suo sistema di asilo, stabilire percorsi più chiari per la migrazione legale e concentrarsi maggiormente sull’integrazione dei nuovi arrivati: queste le conclusioni formulate dal CdR. Il Comitato afferma che l’Unione e i suoi Stati membri sarebbero più efficaci in tutti e tre i settori − trattamento delle domande di protezione internazionale, gestione della migrazione legale e integrazione dei migranti − se lavorassero in stretta cooperazione con le regioni e le città dell’UE.
Approfondisci

Economia collaborativa, CdR: “occorrono regole comuni ed equilibrate”

Il Comitato delle Regioni e dei poteri locali (CdR), attraverso un parere, ha messo in guardia contro i rischi dell’attuale incertezza giuridica sull’economia collaborativa, spesso definita anche “sharing economy”, ed ha chiesto regole comuni equilibrate e lungimiranti, capaci di promuovere lo sviluppo imprenditoriale garantendo al contempo i diritti dei lavoratori, dei consumatori e degli operatori tradizionali. Secondo il CdR, intervenire sul quadro giuridico europeo è indispensabile per ridurre i rischi di frammentazione normativa indotta dall’approccio giurisprudenziale attualmente seguito, nel quale le norme a livello di Unione vengono stabilite caso per caso attraverso la giurisprudenza della Corte di giustizia dell’UE. Secondo il CdR serve anche un riesame della direttiva UE sui servizi che ne aggiorni le disposizioni e le definizioni dei concetti chiave, ("prestatore di servizi" ecc.). Per quanto riguarda la fiscalità, il Comitato sottolinea che le piattaforme collaborative online possono diventare uno strumento strategico per tracciare attività e operazioni che altrimenti resterebbero nell’economia sommersa. A tal fine, sono necessarie soluzioni intelligenti e condivise per evitare violazioni della normativa e mancato gettito, come nel caso delle tasse di soggiorno non riscosse per i pernottamenti prenotati attraverso le piattaforme di economia collaborativa. Il parere chiede infine di rafforzare la cooperazione tra le autorità e le piattaforme, anche attraverso la creazione di un Forum europeo delle città sull’economia collaborativa.

Migranti: Sindaco di Lampedusa vince premio Consiglio d’Europa

Il Centro Nord-Sud del Consiglio d’Europa ha annunciato che Giuseppina Nicolini, Sindaco di Lampedusa, e Mbarka Brahmi, membro del Parlamento tunisino, sono i vincitori del Premio Nord-Sud del Consiglio d’Europa 2016. Con questa decisione, il Consiglio d’Europa ha voluto premiare l’importanza del lavoro di Nicolini, e di tutta la popolazione di Lampedusa, a favore dei migranti e dei rifugiati che attraversano il Mediterraneo in cerca di un riparo nel Sud dell’Italia e l’importanza del ruolo di Brahmi nella transizione democratica in Tunisia. La cerimonia di consegna del Premio si terrà presso il Parlamento portoghese a Lisbona, nel primo semestre del 2017, in presenza del Presidente della Repubblica portoghese e del Segretario generale del Consiglio d’Europa.

Adottati nuovi pacchetti di progetti per affrontare cause migrazione irregolare

Grazie al Fondo fiduciario di emergenza per l’Africa, l’Unione europea rafforza la sua azione per affrontare le cause profonde dell’instabilità, della migrazione irregolare e dei trasferimenti forzati in Africa. L’UE ha adottato un nuovo pacchetto di 381 milioni di euro per la regione del Sahel e del bacino del lago Ciad.

Consiglio europeo Ricerca: Italia ottiene 38 finanziamenti

Sono 38 i ricercatori italiani che beneficeranno dei finanziamenti del Consiglio europeo della Ricerca (CER), meglio solo i tedeschi con 50 sovvenzioni. È quanto emerge dai dati diffusi dal CER sui fondi del pilastro “Eccellenza scientifica” di Orizzonte 2020, il programma dell’UE per la ricerca e l’innovazione. Il CER ha valutato 2.274 progetti di ricerca e ha deciso di assegnare le sue sovvenzioni di consolidamento a 314 ricercatori di 39 nazionalità, tra cui ad esempio tedeschi (50 sovvenzioni), italiani (38), francesi (34) e britannici (24). Il valore complessivo del finanziamento è di 605 milioni di euro, il 28% assegnato a ricercatrici donne. Le sovvenzioni permetteranno ai ricercatori di sviluppare progetti di ricerca in un’ampia gamma di tematiche nei campi delle scienze fisiche e dell’ingegneria, delle scienze della vita, ma anche delle scienze sociali e delle discipline umanistiche. Ad esempio, nuove terapie rigenerative per le cardiopatie, nuovi algoritmi per aumentare la resilienza delle reti informatiche, una cura dei disturbi psichici all’avanguardia e una migliore comprensione del funzionamento dei mercati neri. 

 BANDI E PROGRAMMI

Erasmus+, sostegno alle riforme delle politiche: invito a presentare proposte

La Gazzetta ufficiale comunitaria ha pubblicato l’invito a presentare proposte nell’ambito del programma Erasmus+, Azione chiave 3: sostegno alle riforme delle politiche — iniziative per l’innovazione delle politiche, Progetti europei di cooperazione lungimiranti nei settori dell’istruzione e della formazione. I progetti di cooperazione lungimiranti sono progetti di cooperazione transnazionale volti a identificare, sperimentare, sviluppare o valutare approcci politici innovativi che abbiano il potenziale di essere integrati e fornire input utili a migliorare i sistemi di istruzione e formazione. Dovrebbero fornire una conoscenza approfondita su gruppi target, situazioni di apprendimento, insegnamento o formazione, nonché efficaci metodologie e strumenti che contribuiscano all’elaborazione delle politiche. Inoltre, da tali progetti dovrebbero derivare conclusioni pertinenti per i responsabili politici nel settore dell’istruzione e della formazione a tutti i livelli. I progetti di cooperazione lungimiranti dovrebbero pertanto essere guidati e attuati da attori chiave di comprovata eccellenza e dotati di conoscenze all’avanguardia, con la capacità di innovare o ottenere un impatto sistemico attraverso le loro attività e con il potenziale per indirizzare. Possono partecipare al bando organizzazioni pubbliche o private che svolgono attività legate all’istruzione e alla formazione o ad altri settori come l’apprendimento non-formale, ivi compresi, tra gli altri, i giovani. Le attività devono iniziare il 1° novembre 2017, il 1° dicembre 2017 o il 1° gennaio 2018. La durata del progetto deve essere compresa tra 24 e 36 mesi. La dotazione di bilancio totale disponibile per il cofinanziamento dei progetti nell’ambito del presente invito a presentare proposte è di 8 000 000 EUR. Il contributo finanziario dell’UE non può superare il 75 % del totale dei costi ammissibili del progetto. La sovvenzione massima per progetto sarà di 500 000 EUR. Le domande devono essere inviate entro e non oltre il 14 marzo 2017.
Le informazioni inerenti all’invito a presentare proposte e alla procedura di presentazione
Il fascicolo della domanda:
La guida per i proponenti e il fascicolo della domanda

Premio Europa 2017 per i Comuni: presentazione candidature entro il 15 gennaio

I Comuni europei sono invitati a partecipare al Premio Europa 2017, il premio per i Comuni dei 47 Stati membri del Consiglio d’Europa, indipendentemente dalle loro dimensioni e il loro numero di abitanti. Questo premio è assegnato ogni anno dall’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa con l’obiettivo di premiare quelle città che hanno dimostrato un impegno concreto per l’Europa. Il vincitore del Premio Europa riceverà un assegno € 20.000. La scadenza per le domande è 15 gennaio 2017.
Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web

GECT ESPON: invito a presentare proposte

Nel quadro dell’operazione unica del programma ESPON 2020, GECT ESPON invita le parti interessate a presentare proposte per analisi mirate. Il termine ultimo per la presentazione delle proposte è il 13 gennaio 2017. Il modulo di candidatura e una guida di orientamento delle parti interessate per la preparazione delle proposte possono essere scaricati dal sito web di ESPON:http://www.espon.eu. Il programma ESPON 2020 mira a promuovere e favorire una dimensione territoriale europea per lo sviluppo e la cooperazione e continuerà il consolidamento di un osservatorio con l’obiettivo di rafforzare l’efficacia della politica di coesione dell’UE e delle altre politiche e programmi settoriali, nonché politiche di sviluppo territoriali nazionali e regionali.

Premio Carlo Magno della Gioventù

Ci si può registrare fino al 30 gennaio 2017 all’edizione del 2017 del “Premio Carlo Magno della gioventù”. Il “Premio europeo Carlo Magno della gioventù” viene assegnato ogni anno dal Parlamento europeo congiuntamente alla Fondazione del premio internazionale Carlo Magno di Aquisgrana. Per partecipare, bisogna avere tra 16 e 30 anni. Il progetto deve rappresentare lo spirito europeo promuovendo la comprensione tra gli stati, favorire lo sviluppo di un’identità comune aperta all’integrazione e fornire esempi pratici ai giovani sul vivere insieme come un’unica comunità.
Il premio per il miglior progetto sarà di 7.500 euro, il secondo di 5.000 euro e il terzo di 2.500 euro. I tre vincitori finali riceveranno anche l’invito a visitare il Parlamento europeo (a Bruxelles o a Strasburgo). Inoltre, i rappresentanti dei 28 progetti nazionali selezionati saranno invitati per un viaggio di quattro giorni a L’Aia (Germania) in maggio. Approfondisci


 

 

 
 

 


 

Oggetto Newsletter : Trump e l'Oriente, Cina nel Mediterraneo, Difesa

Newsletter n° 495 , 16 dicembre 2016

 


Oltre alla conversazione con Taiwan, a complicare le relazioni tra Washington e Pechino - sempre più interessata al Mediterraneo - spunta anche un progetto di legge a firma del senatore repubblicano Marco Rubio. La data dell'insediamento intanto si avvicina. Dal 20 gennaio, l'America di Trump dovrà vedersela anche con una nuova ondata di antiamericanismo arabo di rimbalzo pungolata dagli hate speech della sua campagna elettorale. Il tutto, mentre si prepara a nominare un nuovo giudice della Corte Suprema. L’elefante repubblicano tornerà nella cristalleria dei diritti civili?

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Il Consiglio rimette la Difesa al centro - Cosimo Risi 
Il Consiglio europeo del 15 dicembre 2016 è chiamato a dare il via a tre iniziative in materia di sicurezza e difesa: piano d’azione per la difesa europea...
Leggi l'articolo>
 
Trump, se il mondo arabo vuol fare l'antiamericano - Azzurra Meringolo 
Per il mondo arabo, Usa 2016 è stata la prima campagna presidenziale nel corso della quale l’islamofobia - e con essa l’hate speech - è stata uno strumento strategico utilizzato per incassare consenso...
Leggi l'articolo>
 
Corte Suprema, Donald schiera i falchi - Gabriele Rosana 
L’hashtag #Scotus (Supreme Court of the US) è tornato di moda, dopo qualche mese di sonnolenza. Non poteva essere altrimenti, con il Twitter-in-Chief Donald Trump sempre più vicino al trasloco dalla sua Tower di eccessi alla Casa Bianca...
Leggi l'articolo>
 
Cina sempre più presente nel Mediterraneo - Lorenzo Mariani 
A tre anni dalla presentazione dell’ambizioso progetto “One Belt One Road” del presidente Xi Jinping, l’orientamento degli interessi cinesi nei confronti del Mediterraneo come punto d’arrivo ...
Leggi l'articolo>
 
Hong Kong: Washington sfida Pechino - Serena Console 
Non c’è solo la telefonata fra Donald Trump e la presidente taiwanese Tsai-Ing-wen a far storcere il naso a Xi Jinping. A complicare il dialogo fra gli Stati Uniti e la Cina è anche una proposta di legge a sostegno dell’autonomia di Hong Kong ...
Leggi l'articolo>

 

 


[ ... ]

 

 


[ ... ]

 


 

Oggetto Newsletter : Nord Corea, Trump e i bitcoin, Putin dice no all'Aja

Newsletter n° 494 , 13 dicembre 2016

 


Si avvicina il 2017, anno della presidenza tricolore al G7: Roma potrebbe cogliere l'attimo per assumere un ruolo più deciso nella questione nord coreana, all'ordine del giorno anche alla Casa Bianca. L'agenda Trump prevede inoltre il (meno noto) nodo dei bitcoin, cybervaluta attualmente priva di controllo, protagonista dei finanziamenti alla sua campagna. Sarà il Tycoon a regolamentarla?

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Venti di guerra dal Nord-Corea, il ruolo dell’Italia - Nicola Casarini, Lorenzo Mariani 
Una delle più urgenti questioni di politica internazionale che il nuovo presidente eletto Donald Trump dovrà affrontare è quella nord-coreana...
Leggi l'articolo>
 
La Russia sbatte la porta in faccia all’Aja - Cono Giardullo 
La Russia non vuole far parte della Corte Penale Internazionale, Cpi. Questo almeno quanto mostra la firma, il 16 novembre scorso, da parte del presidente Vladimir Putin del decreto n° 361...
Leggi l'articolo>
 
Se il Sindaco ascoltasse l'Alcalde - Paul Costello 
I politici anti-sistema hanno ottenuto il controllo di diverse città italiane, alle elezioni amministrative di giugno...
Leggi l'articolo>
 
Trump, Re Mida dei Bitcoin? - Sabrina Palanza 
La recente elezione di Donald Trump alla Casa Bianca ha comportato un immediato calo del valore del dollaro Usa, ma altresì un’impennata del bitcoin...
Leggi l'articolo>
 
Mare, un’opportunità per l’Italia e per l’Ue - Fabio Caffio 
Sconosciuta ai più, la dimensione marittima dell’economia nazionale (2,3% del Pil e quasi 500.000 occupati) emerge con forza dalla recente assemblea della Confederazione italiana Armatori-Confitarma...
Leggi l'articolo>
 

 


 

Newsletter dell'AICCRE - Associazione italiana per Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa - N. 55 Dicembre 2016   
Registrazione del Tribunale di Roma n. 255 del 21 Luglio 2009 - Testata iscritta al n. 1041 del Registro degli Operatori della Comunicazione (Roc)  

Stefano Bonaccini nuovo Presidente del CCRE! “I cittadini al centro del Progetto europeo”

Stefano Bonaccini, Presidente dell’AICCRE e della Regione Emilia-Romagna, è il nuovo Presidente del CCRE! Lo ha eletto il 12 dicembre a Maastricht il Comitato direttivo. Bonaccini ha ottenuto più voti dell’altro candidato alla Presidenza: Yvan Mayeur, Sindaco di Bruxelles.
È la prima volta nella lunga storia del CCRE (fondato nel 1952), la più grande Associazione europea di Enti territoriali, che un italiano assume la carica presidenziale.
“Sarò il Presidente di tutti, nel segno dell’unità e della trasparenza.  L’Unione europea sta attraversando una delle fasi più difficili della sua storia, lo stesso processo di integrazione europea sembra essersi bruscamente arrestato: per l’Europa c’è bisogno di un progetto forte e condiviso e, soprattutto, di una nuova linfa vitale che può e deve essere fornita dagli Enti locali e regionali. In un’epoca di globalizzazione, con la conseguente perdita di identità e di omologazione delle culture, è necessario mettere le persone al centro di un forte progetto politico e sociale. Il nostro slogan deve essere unità nella diversità. Inoltre, l’Unione europea deve superare l’idea che rigore ed austerità portino a recuperare fiducia tra i cittadini”, sono state le prime parole del neo-Presidente, che resterà in carica tre anni.
Bonaccini succede ad Iñigo de la Serna, ex Sindaco di Santander ed attuale Ministro spagnolo dei Lavori pubblici e dei Trasporti.

Squadra vincente

Una foto della delegazione italiana che sta partecipando al Comitato direttivo del CCRE che si sta svolgendo in questi giorni a Maastricht e che tra l’altro ha contribuito il 12 dicembre all’elezione di Stefano Bonaccini a Presidente CCRE. Da sinistra: Carla Rey, Segretario generale dell’AICCRE; Ilaria Bugetti, Consigliere Regione Toscana; Donatella Porzi, Presidente Consiglio Regione Umbria; Stefano Bonaccini, Presidente AICCRE e Presidente Regione Emilia-Romagna; Massimo Seri, Sindaco del Comune di Fano (PU); Marco Del Negro, Sindaco del Comune di Basiliano (UD); Santo Caruso, Sindaco del Comune di Aci Sant’Antonio (CT); Gabriele Taddeo, Assessore del Comune di Sant’Olcese (GE); Carla Amici, Sindaco del Comune di Roccacorga (LT); Oreste Ciasullo, Assessore del Comune di Savignano Irpino (AV). Presente ai lavori anche Carlo Borghetti, Consigliere Regione Lombardia.

Direzione e Consiglio nazionale AICCRE

La Direzione nazionale dell’AICCRE è convocata alle ore 15.30 di giovedì 15 dicembre a Roma, presso la Sede nazionale dell’Associazione, in Piazza Trevi 86.
Stessa sede e stesso giorno ma orario diverso per il Consiglio nazionale dell’AICCRE, che si svolgerà alle ore 17.00. 




 

Ecco la IIa edizione del Master AICCRE in Europrogettazione

Dal 3 al 7 aprile 2017 si svolgerà a Roma, presso la sede dell’AICCRE, in piazza Trevi 86, la seconda edizione del Master in Europrogettazione organizzato dall’Associazione e rivolto esclusivamente agli amministratori locali.
La prima si è svolta a novembre ed ha registrato il “tutto esaurito” di iscrizioni. “Abbiamo avuto un ottimo riscontro dalle Amministrazioni locali italiane, ha commentato Carla Rey, Segretario generale dell’AICCRE, e questo significa che esse hanno raccolto il nostro appello: di progettazione europea devono occuparsi innanzitutto i politici, e cioè coloro i quali hanno una visione strategica del territorio che amministrano”.
Nella foto: i partecipanti al primo Master AICCRE (7-11 novembre 2016) in posa a Piazza di Trevi



 

 

 BANDI E PROGRAMMI

Reti transeuropee comunicazione: 4 inviti a presentare proposte

La Commissione europea, direzione generale delle Reti di comunicazione, dei contenuti e delle tecnologie, ha pubblicato sulla gazzetta ufficiale comunitaria quattro inviti a presentare proposte al fine di concedere sovvenzioni a progetti in conformità con le priorità e gli obiettivi definiti nel programma di lavoro per il 2016 in materia di reti transeuropee di telecomunicazione nel quadro del meccanismo per collegare l’Europa (Connecting Europe Facility, CEF) per il periodo 2014-2020. La Commissione sollecita proposte per i seguenti quattro inviti: CEF-TC-2016-3: Traduzione automatica; CEF-TC-2016-3: Sicurezza informatica; CEF-TC-2016-3: Fatturazione elettronica (eInvoicing); CEF-TC-2016-3: Europeana Il bilancio indicativo totale disponibile per le proposte selezionate nell’ambito di questi inviti è di 27,5 milioni di EUR. Il termine ultimo per presentare le proposte è il 15 dicembre 2016. La documentazione relativa agli inviti è pubblicata sul sito web del CEF dedicato alle telecomunicazioni: Approfondisci

«Sostegno a favore di azioni di informazione riguardanti la politica agricola comune (PAC)» per il 2017: invito a presentare proposte

La Commissione europea ha emanato un invito a presentare proposte per sensibilizzare l’opinione pubblica in merito all’importanza del sostegno dell’UE all’agricoltura e allo sviluppo rurale attraverso la PAC. La proposta di azioni di informazione deve illustrare in che modo la PAC contribuisce alla realizzazione delle priorità politiche della Commissione. Il termine per la presentazione delle domande è il 15 dicembre 2016 e il bilancio totale riservato al cofinanziamento delle attività ammonta, secondo le stime, a 3 500 000 EUR. Approfondisci

Erasmus +: invito a presentare proposte

La Gazzetta ufficiale della Commissione europea ha pubblicato l’invito a presentare proposte nell’ambito del programma «Erasmus+», il programma dell’Unione per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport e sui programmi di lavoro annuale Erasmus+ per il 2016 e il 2017. Il programma Erasmus+ riguarda il periodo dal 2014 al 2020. Il presente invito a presentare proposte comprende le seguenti azioni del programma Erasmus+: Azione chiave 1 – Mobilità individuale ai fini dell’apprendimento: mobilità individuale nel settore dell’istruzione, della formazione e della gioventù; progetti strategici SVE; eventi di ampia portata legati al Servizio di volontariato europeo; diplomi di master congiunti Erasmus Mundus.Azione chiave 2 – Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone prassi: partenariati strategici nel settore dell’istruzione, della formazione e della gioventù; alleanze per la conoscenza; rafforzamento delle capacità nel settore dell’istruzione superiore; rafforzamento delle capacità nel settore della gioventù. Azione chiave 3 – Sostegno alle riforme delle politiche: dialogo strutturato: incontri tra giovani e decisori politici nel settore della gioventù; Attività Jean Monnet; cattedre Jean Monnet; moduli Jean Monnet; centri di eccellenza Jean Monnet; sostegno Jean Monnet alle associazioni; reti Jean Monnet; progetti Jean Monnet; Sport; partenariati di collaborazione; piccoli partenariati di collaborazione; eventi sportivi europei senza scopo di lucro.
Possono partecipare al bando: qualsiasi organismo, pubblico o privato, attivo nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport, può candidarsi per richiedere finanziamenti nell’ambito del programma Erasmus+. I gruppi di giovani che operano nell’animazione socioeducativa, ma non necessariamente nel contesto di un’organizzazione giovanile, possono inoltre presentare domanda di finanziamento sia per la mobilità ai fini dell’apprendimento dei giovani e degli animatori per i giovani sia per i partenariati strategici nel settore della gioventù.
La Commissione invita i potenziali candidati a consultare regolarmente i programmi di lavoro annuali Erasmus+ e le loro modifiche, pubblicati all’indirizzo internet
L’entità delle sovvenzioni concesse nonché la durata dei progetti variano a seconda di fattori quali il tipo di progetto e il numero di partner coinvolti. Le condizioni dettagliate del presente invito a presentare proposte, comprese le priorità, sono disponibili nella guida del programma Erasmus+ all’indirizzo Internet

GECT ESPON: invito a presentare proposte

Nel quadro dell’operazione unica del programma ESPON 2020, GECT ESPON invita le parti interessate a presentare proposte per analisi mirate. Il termine ultimo per la presentazione delle proposte è il 13 gennaio 2017. Il modulo di candidatura e una guida di orientamento delle parti interessate per la preparazione delle proposte possono essere scaricati dal sito web di ESPON:http://www.espon.eu. Il programma ESPON 2020 mira a promuovere e favorire una dimensione territoriale europea per lo sviluppo e la cooperazione e continuerà il consolidamento di un osservatorio con l’obiettivo di rafforzare l’efficacia della politica di coesione dell’UE e delle altre politiche e programmi settoriali, nonché politiche di sviluppo territoriali nazionali e regionali.

Premio Carlo Magno della Gioventù

Ci si può registrare fino al 30 gennaio 2017 all’edizione del 2017 del “Premio Carlo Magno della gioventù“. Il “Premio europeo Carlo Magno della gioventù” viene assegnato ogni anno dal Parlamento europeo congiuntamente alla Fondazione del premio internazionale Carlo Magno di Aquisgrana. Per partecipare, bisogna avere tra 16 e 30 anni. Il progetto deve rappresentare lo spirito europeo promuovendo la comprensione tra gli stati, favorire lo sviluppo di un’identità comune aperta all’integrazione e fornire esempi pratici ai giovani sul vivere insieme come un’unica comunità.
Il premio per il miglior progetto sarà di 7.500 euro, il secondo di 5.000 euro e il terzo di 2.500 euro. I tre vincitori finali riceveranno anche l’invito a visitare il Parlamento europeo (a Bruxelles o a Strasburgo). Inoltre, i rappresentanti dei 28 progetti nazionali selezionati saranno invitati per un viaggio di quattro giorni a L’Aia (Germania) in maggio. Approfondisci


 

 

 


 

 

 

 

 


[ ... ]

 

 


Il Comitato UNICEF di Roma insieme a Tiziana Rocca Production, Eagle Pictures con il Patrocinio di Roma Capitale, Garante Regionale per l'Infanzia del Lazio, Ambasciata d'Italia in Giordania, Ambasciata di Giordania in Italia e Movimento europeo, sta organizzando a Roma l’anteprima dell’ultimo film di Garth Davis "LION - La strada verso casa". 

Il film racconta l’incredibile storia vera di Saroo, un bambino di Madras che a 5 anni finisce sul treno sbagliato e si perde a Calcutta senza più protezione né famiglia. Saroo sopravvive per strada fino a che non viene adottato da una famiglia australiana e da adolescente cerca le sue radici sino a ritrovare la strada di casa.

 L’anteprima si svolgerà lunedì 12 dicembre alle ore 20:30 presso il Cinema Fiamma, in via Bissolati 43, Roma. 

 Il ricavato della serata andrà integralmente all'UNICEF a favore di tutti i bambini siriani che fuggono da guerra, povertà, violenza e che hanno bisogno di trovare un luogo sicuro per giocare, imparare e sognare, per poter essere bambini ancora una volta. Dall’inizio del conflitto in Siria, oltre 5 anni fa, più di 8,5 milioni di bambini sono stati profondamente colpiti. Nei paesi ospitanti in tutta la regione, sono rifugiati 2,4 milioni di bambini. 

Ogni bambino ha diritto di crescere forte e in salute, di ricevere un’istruzione e protezione, e di avere nella vita le stesse opportunità dei suoi coetanei 

“AIUTACI AD AIUTARLI”.

 

Per info e prenotazione biglietti vi prego di fare riferimento ai seguenti recapiti:

 

press@tizianarocca.it

Tel 06-39746600 / 06-39746185

PER CONTRIBUIRE 

50 EURO, con posti riservati nelle prime file
25 EURO per gli altri posti
10 EURO per giovani under 30.

versando il contributo su

IBAN COMITATO UNICEF DI ROMA:

IT61X0832703211000000004450

e comunicando gli estremi del versamento con nome/cognome a 

comitato.roma@unicef.it

Tel. 0647809242 - 0647809271

al FIAMMA si troverà busta con nome/cognome e biglietto/i pagati

 

 

MonoColorITDirezione generale della Comunicazione

Ufficio d'informazione del Parlamento europeo in Italia


 

 

Premio Sacharov 2016: mattinata di confronto al Senato della Repubblica

13 dicembre 2016

 

L’Ufficio d’Informazione in Italia del Parlamento europeo, in occasione del conferimento del Premio Sacharov 2016 a Nadia Murad e Lamiya Aji Bashar il 13 dicembre 2016 a Strasburgo, organizza un dibattito e confronto in collaborazione con il Senato della Repubblica italiana che terminerà con la proiezione in streaming della cerimonia di premiazione.

L’evento si svolgerà il 13 dicembre 2016, dalle 11.00 alle 13.00 nella sala Koch a Palazzo Madama, Via San Luigi de’ Francesi, 9.

Dopo i saluti del Direttore dell’Ufficio in Italia del Parlamento europeo, Gian Paolo Meneghini, e del Presidente del Senato Pietro Grasso, seguirà un’intervista al Premio Sacharov 2005, la nigeriana Hauwa Ibrahim. Successivamente, in collegamento da Strasburgo, interverranno i due vice presidenti italiani del Parlamento europeo Antonio Tajani e David Maria Sassoli.

Alle ore 12.00, sempre in collegamento streaming dalla plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo, si potrà seguire la cerimonia di premiazione e alle 12.30 il pubblico avrà modo di intervenire con una sessione di domande e risposte.

A moderare sarà il presidente dell’Associazione della Stampa Parlamentare, Sergio Amici.

I giornalisti che intendono accreditarsi devono comunicare al nostro ufficio i propri dati anagrafici (luogo e data di nascita), gli estremi della tessera dell’ordine dei giornalisti, gli estremi del documento d’identità per gli altri operatori dell’informazione e l’indicazione della testata di riferimento.

 

Per ulteriori informazioni sull'evento : link al programma sul nostro sito.

http://www.europarl.it/resource/static/files/Programmi/programma_sakharov_def.pdf

 

Per maggori dettagli sul Premio Sakharov

http://www.europarl.europa.eu/sakharovprize/it/home.html

 

 

Nota ai redattori

Nadia Murad e Lamiya Aji Bashar sono sopravvissute alla schiavitù a cui erano state costrette dai militanti dello Stato Islamico (IS). Dopo la tragica esperienza, sono diventate portavoce di tutte le donne seviziate e torturate dalla campagna di violenza messa in piedi dall’Isis. In più, le due donne appartengono alla comunità Yazida, una minoranza religiosa irachena oggetto di persecuzione da parte del califfato. Sono diventate portavoce anche delle istanze di questo gruppo indebolito dalle violenze in atto nell’area.

 

Hauwa Ibrahim è un’avvocatessa nigeriana, vincitrice del Premio Sacharov 2005 per aver difeso gratuitamente diverse vittime della sharia islamica nel suo paese.

 

 

 

cid:image001.png@01D25135.7286A930

MAURIZIO MOLINARI

cid:image002.jpg@01D25135.7286A930

Press officer

 

European Parliament

Directorate-General for Communication

Media Services Unit

European Parliament Information Office in Italy

Tel.: +39 06 699 50 212 – Cell.:+39 339 5300819

maurizio.molinari@ep.europa.eu

Twitter: @PE_Italia @maurimol79

www.europarl.europa.eu

 
 

 

 

 

 


 

Oggetto Newsletter : Entourage di Trump, Difesa comune europea, Golfo

Newsletter n° 493 , 9 dicembre 2016

 


Nuovi nomi arrivano nella rosa dei prescelti da Donald Trump, ma in ballo resta ancora la poltrona di Segretario di Stato. Quali sono i candidati in lizza? E chi sono tutti gli uomini (e le donne) del presidente? Intanto nel Vecchio Continente si registrano due segnali notevoli: il primo è la bocciatura del populismo in Austria, il secondo è il piano comune europeo in materia di difesa firmato il 30 novembre. Siamo sulla strada di una "Schengen della difesa”? E a parlare di progetti di difesa collettiva sono anche i Paesi del Golfo che si riuniscono a Manama. Il progetto di un’Unione regionale riuscirà a decollare?

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Una squadra di generali, razzisti, miliardari - Giampiero Gramaglia 
Dal giorno che Donald Trump ha conquistato la Casa Bianca, pur avendo ottenuto oltre due milioni di voti popolari in meno di Hillary Clinton, l’1,5% dei suffragi espressi, il tam-tam dei media batte lo stesso annuncio: “Il presidente sarà diverso dal candidato” ...
Leggi l'articolo>
 
Riad e Manama per accelerare l’integrazione del Golfo - Azzurra Meringolo 
Tempi di ansia acuta per gli stati del Golfo. Da una parte il collasso dell’ordine regionale, dall’altra il tentativo di immunizzarsi dalle sue ripercussioni, premendo l’acceleratore sul pedale dell’integrazione, per trasformare il Consiglio di Cooperazione del Golfo in una Unione...
Leggi l'articolo>
 
In Austria l'ondata populista non passa - Francesco Bascone 
Anche in Austria i sondaggi e i media non hanno colto nel segno, ma questa volta sopravvalutando il fattore “populismo”. L'effetto-Trump e l'effetto-Brexit ci sono stati, tuttavia non nel senso di un trascinamento bensì di uno stimolo a reagire...
Leggi l'articolo>
 
La corsa sovranista di Fillon verso l’Eliseo - Francesca Bitondo 
Sovranità nazionale, dialogo con la Russia, “Europa delle nazioni”: sono questi i capisaldi della politica estera di François Fillon, candidato repubblicano alle elezioni presidenziali francesi nel 2017...
Leggi l'articolo>
 
European Defence Action Plan: un passo avanti - Alessandro Ungaro 
L’European Defence Action Plan, l’atteso piano d’azione in materia di difesa è stato infine presentato. Le 19 pagine del documento scritto dalla Commissione costituiscono il suo contributo agli sforzi europei e dei singoli Stati membri a rafforzare le capacità di difesa e di sicurezza dell’Unione...
Leggi l'articolo>
 

 

 

OSSIGENO PER L'INFORMAZIONE
 Ultime Notizie e comunicazioni

Venerdì 9 dicembre 2016

 

IN PRIMO PIANO

GIORNALISTI. SI ALLUNGA IL ROSARIO DI MINACCE E ABUSI
Gli ultimi episodi. Il primato del Lazio. Sette-dodici anni per essere prosciolti da un’accusa di diffamazione. Il ruolo di Ossigeno

CASSAZIONE. NO OSCURAMENTO CAUTELARE PER TESTATE ONLINE
Possibile invece per i blog e i social network. In via prioritaria il colpevole deve riparare con una rettifica, secondariamente con un pagamento del danno

CYBERBULLISMO. AIUTATE I MINORI, NO SCORCIATOIE, DICE SEN. FERRARA
La prima firmataria della proposta di legge, stravolta dalla Camera, chiede di riportarla allo spirito originario durante l’esame bis del Senato

BERLUSCONI PERDE UN’ALTRA CAUSA MILIONARIA CONTRO L’UNITÀ
L’ex premier aveva chiesto un milione e 800 mila euro alla Nuova Iniziativa Editoriale, all’allora direttrice Concita De Gregorio e a due giornaliste

Questa settimana Ossigeno ha verificato e reso note 9 intimidazioni nei confronti di giornalisti e operatori dell'informazione. Tutti i nomi sono raccolti nelle nostre tabelle.
 

MINACCE

CARCERE. CASSAZIONE ANNULLA SENTENZA PER DUE GIORNALISTI DEL ROMA
Antonio Sasso e Roberto Paolo erano stati condannati per diffamazione, a dieci e a otto mesi di reclusione, in primo e secondo grado
 

FROSINONE. DANNEGGIATA L’AUTOMOBILE DI UNA CRONISTA DI NERA
Marina Mingarelli si occupa di cronaca nera e giudiziaria per Il Messaggero e per la testata online Tg24. Presentata denuncia contro ignoti

RESPINTA RICHIESTA DI DUE MILIONI DI EURO. RICONOSCIUTO PUBBLICO INTERESSE
Il tribunale civile di Bari ha respinto la richiesta di risarcimento pari a due milioni di euro, presentata dall’avvocato Mario Carrescia nei confronti della Gazzetta del Mezzogiorno, del direttore Giuseppe De Tomaso e del giornalista Massimiliano Scagliarini per un articolo pubblicato il 30 ottobre 2009

LE SEGNALAZIONI

LE ALTRE NOTIZIE

RESPINTA RICHIESTA MILIONARIA NEI CONFRONTI DI REPORT E DEL CRONISTA SANTACHIARA
Lo ha deciso il Tribunale di Modena a cinque anni dalla querela da parte della Cooprocon per l’inchiesta “Sacco di Serra”

“CERCAVANO LA VERITÀ”. ALL’ISTITUTO DANTE IL PANNELLO DI OSSIGENO
La consegna nell’ambito del progetto promosso dall’Osservatorio per diffondere tra le nuove generazioni la cultura di un’informazione libera e democratica

FROSINONE. DANNEGGIATA AUTO A CRONISTA. INTERVENGONO ASR E ODG
“Un attentato alla libertà della professione”, scrivono Tiziana Cardarelli e Lazzaro Pappagallo del sindacato. Per l’Ordine, leso il diritto dei cittadini di essere informati

NEL MONDO

APPUNTAMENTI

PRESENTAZIONE ALLA FARNESINA DELL’ANNUARIO ITALIANO DIRITTI UMANI
Giovedì 15 dicembre 2016, alle ore 15 presso il Ministero degli Esteri – Sala Aldo Moro 

GLI ALTRI APPUNTAMENTI

GIORNATA INTERNAZIONALE PER METTERE FINE ALL’IMPUNITÀ PER I REATI CONTRO I GIORNALISTI

della conferenza “Onu: giornalisti aggrediti, colpevoli impuniti. L’allarme delle Nazioni Unite – Cosa accade in Italia” che si è tenuta presso il Senato della Repubblica in occasione della Giornata per mettere fine all’impunità per i reati contro i giornalisti”


 

 
E ANCORA...
Il notiziario di Ossigeno è anche in INGLESE e in FRANCESE
-
Read news in English - Voir en Français
 
Facebook
Twitter
Youtube
Website

 

 


[ ... ]

 

 


[ ... ]

 


 

Oggetto Newsletter : America Latina e Trump, Difesa, Balcani

Newsletter n° 492 , 6 dicembre 2016

 


Il Sud America promette di essere un'area calda per i prossimi tempi. Se a Cuba tramonta il mito di Castro, prospettando l'inizio di un'era di cambiamento, in Venezuela è la sospensione del referendum di revoca per il mandato di Maduro ad allarmare i vicini del Mercosur. È in atto un colpo di stato, come riferito dall'opposizione? E come si evolveranno i rapporti con il Nord America di Trump? Intanto nel Vecchio Continente, scongiurata la vittoria di Hofer, i dubbi convergono sulla tenuta dell'accordo Ue-Turchia sui migranti e sul futuro dello Stivale che boccia il referendum costituzionale. 

Per seguirci costantemente, visita il nostro sito, dove troverai un ricco archivio di articoli, Speciali, recensioni di novità librarie, notizie in tempo reale dall'agenzia AGI. 

 

Puoi seguirci anche su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

 

Il futuro incerto dei Balcani in Europa - Luisa Chiodi, Marzia Bona 
Nonostante le rassicurazioni dei leader della regione circa l’impegno dei rispettivi Paesi a proseguire il cammino europeo e le dichiarazioni dei vertici europei, il referendum per l'uscita del Regno Unito dall'Ue, ha aumentato l’incertezza sul futuro dei Balcani...
Leggi l'articolo>
 
Libro Bianco della Difesa: i ritardi della riforma - Paola Sartori 
Nelle ultime settimane si è discusso molto sulle possibili implicazioni della futura Presidenza Trump per la politica estera degli Stati Uniti e per le relazioni transatlantiche ...
Leggi l'articolo>
 
Venezuela fuori dal Mercosur: l’agonia del chávismo - Carlo Cauti 
Il referendum revocatorio del mandato del presidente Nicolás Maduro era uno degli ultimi, se non l’ultimo, percorso pacifico e legale che rimaneva per il cambiamento di cui il Venezuela ha disperatamente bisogno. ...
Leggi l'articolo>
 
Trump e i vicini latinoamericani - Ilaria Masiero 
Durante la campagna elettorale statunitense, Donald Trump ha incendiato il dibattito sul tema dei rapporti con i Paesi latino-americani, soprattutto il Messico, con commenti politicamente scorretti e promesse plateali ...
Leggi l'articolo>
 
La ricollocazione non decolla … e c’è chi torna indietro - Bianca Benvenuti 
L’entrata in vigore del discusso accordo di cooperazione tra la Turchia e l’Unione europea per fermare il flusso di migranti irregolari lungo la rotta balcanica ha aggravato il sistema di recezione dei richiedenti asilo in Grecia...
Leggi l'articolo>

 


 
 

 
Eurodesk

NEWSLETTER EURODESK
Dicembre 2016

 
 

 

 

 
 

In evidenza questo mese

 
 


Sondaggio: forme innovative di partecipazione giovanile
Il Dipartimento Gioventù del Consiglio d'Europa ha lanciato un sondaggio su forme nuove e innovative di partecipazione giovanile nei processi decisionali..


 

 


Approvato il Bilancio UE 2017: più sostegno ai giovaniIn seguito all'approvazione formale del Consiglio dell'accordo in conciliazione con il Parlamento sul bilancio 2017, siglato il 28 novembre, il Parlamento ha approvato..
 



 

A breve in linea il nuovo sito web di Eurodesk Italy!

 

Adesione 2017 alla rete nazionale italiana Eurodesk31/10/2016 - 12/12/2016 è la finestra utile per presentare le manifestazioni di interesse per l'adesione alla rete nazionale italiana Eurodeskper promuovere, informare, orientare e progettare opportunità di mobilità educativa e formativa transnazionale .....




Eurodesk Italy su TelegramSi tratta di un servizio giornaliero di notizie veicolato tramite un canale Telegram dedicato, denominato Eurodesk_Italy_Daily_News...

 

 

 

 

 
  I prossimi eventi promossi dai Punti Locali Eurodesk  

 

13
DIC

 

Infoday "Erasmus+ 2017
 

 

21
DIC

 

Lavorare in Europa

 
 

13
DIC

 

I programmi e gli strumenti europei per la mobilità transnazionale

 

12
GEN

 
 

Destinazione USA e Canada

 

Tutti gli eventi

     

     
  Ultime notizie  
 

 

 

 
 

 

 

 
 

 

 

 
 

Vulcanus in Giappone 2017-2018

 

 

Vedi tutte...

 
 

Novità

Istruzione

Publicazioni

Iniziative

Formazione

 
     
     
     
 
 

 

 
 

 

 

 
 

Eurodesk

 

 

 

 

 
     
 

Eurodesk è la struttura del programma comunitario Erasmus+ dedicata all'informazione, alla promozione e all'orientamento sui programmi in favore dei giovani promossi dall'Unione europea e dal Consiglio d'Europa.

 
 

 

 
 
 

 

 

Business Review europeaSEGUIRE EBR MAGAZINE ON: Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti al nostro feed RSS


EUROPA - MONDO - BUSINESS - GESTIONE - ANALISI - EDITORIALE - EVENTI - INTERVISTE

Benvenuti nella edizione online del "Review European Business (EBR)", dove giornalisti e illustri ospiti scrittori esprimere le proprie opinioni e pareri su questioni europee e questioni commerciali con articoli di approfondimento, analisi e commenti. 

Controllare anche EBR di: 
Stampa edizione - edizione sito internazionale - sito web edizione greca

Questa sarà la prima volta che i giudici europei danno il loro vista sull'economia condivisione dirompente. La sentenza contribuirà ad armonizzare le legislazioni nazionali, date le molte restrizioni imposte Uber da parte delle autorità locali e nazionali in tutta l'UE. Si potrebbe anche avere un impatto su come le autorità che fare con gli altri giocatori consumo collaborativo in altri campi, come ad esempio Airbnb.

Uber in Corte UE - Airbnb limitando il suo mercato

Condivisione imprese dell'economia sono sotto pressione legale


Le domande rimangono circa l'impatto a lungo termine della transazione e la capacità di far rispettare le quote, l'accordo è stato salutato da parte degli investitori.

L'OPEC ha raggiunto un punto di riferimento affare

Dopo due anni, l'Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) realizzato il Mercoledì una decisione storica per evitare l'uscita taglio e consentono un crollo dei prezzi, il gruppo ha detto che ha accettato di tagliare la produzione di 1,2 milioni di barili al giorno dagli attuali 33,6 milioni botti


Student Lars Suanet (al centro, a sinistra) presenta Anneli J # 228; # 228; tteenm # 228; ki, Vice-Presidente del Parlamento Europeo, con il "Manifesto per l'Europa digitale di domani" compilato da studenti provenienti da programma di formazione internazionale di Huawei , Semi per il futuro. Essi si affiancano, a destra, Huawei vice-presidente Chen Lifang e, a sinistra, Tony Graziano, vicepresidente dell'Ufficio affari pubblici europei e delle comunicazioni di Huawei a Bruxelles.

Studenti Tech presente Manifesto digitale ai decisori dell'UE

Un gruppo di 74 studenti di tecnologia di tutta l'UE hanno presentato il loro 'Manifesto per l'Europa digitale di domani'. Il Manifesto invita i decisori europei ad agire oggi per creare un quadro in cui le tecnologie digitali possono contribuire ad un futuro migliore per tutti gli europei


"La cosa migliore, da un punto di vista europeo, dovrebbe essere che non si tratta di una società russa, ma uno da Kazakistan, che controlla il 12 più grandi riserve mondiali di petrolio greggio e gas", dice Wilson. Ma la società è ora coinvolto in una controversia potenzialmente molto dannoso con i procuratori romeni. Viene dopo KMG annunciato in aprile che stava vendendo il 51 per cento della sua controllata di una società cinese in una joint venture che avrebbe aperto più grande investimento nella regione del Mar Nero. Due settimane più tardi i pubblici ministeri rumeni hanno annunciato che stavano congelando i beni aziendali per un valore stimato di $ 2.1 miliardi parte di un'inchiesta per corruzione.

Caso Romania potrebbe costituire "vera minaccia" per la sicurezza energetica dell'UE

Questa è la stagione per il voto in tutta Europa, veramente un referendum su come i governi in tutta l'UE sta eseguendo, dopo Brexit e Trump, e dopo la Moldavia e Bulgaria sembrava andare pro Russia. Romeni andare alle urne l'11 dicembre


Salvare l'euro è di vitale importanza, e un regime di prestazioni europea sarebbe un primo passo verso l'integrazione fiscale alle esigenze della zona euro. Sarebbe anche focalizzare l'attenzione sulle enormi ma trascurato problema demografico dell'Europa. Entro la metà di questo secolo ci saranno solo due in età lavorativa europei per pensionato (verso il basso da un rapporto di quattro a uno oggi). La protezione sociale sarà rapidamente diventato il più caldo sfida politica di tutti i tempi.

Euro-dole: Una iniziativa tedesca che Berlino non accoglie

Agli occhi della maggior parte degli europei, l'UE è freddo e remoto. "Nessuno potrebbe mai innamorarsi del mercato unico", ha avvertito Jacques Delors alla fine del 1980, quando il presidente pionieristico Commissione era al culmine della sua popolarità e rendere il mercato unico una realtà


Presidente: 
Athanase Papandropoulos 

Editore: 
Christos K. Trikoukis 

Editor-in-Chief: 
N. Peter Kramer 

Sentitevi liberi di inviare i vostri commenti e osservazioni a contact@europeanbusinessreview.eu


 


 

Newsletter dell'AICCRE - Associazione italiana per Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa - N. 54 Dicembre 2016   
Registrazione del Tribunale di Roma n. 255 del 21 Luglio 2009 - Testata iscritta al n. 1041 del Registro degli Operatori della Comunicazione (Roc)  

Gioco di squadra per l’Europa: ecco la IIa edizione Master AICCRE

Dal 3 al 7 aprile 2017 si svolgerà a Roma, presso la sede dell’AICCRE, in piazza Trevi 86, la seconda edizione del Master in Europrogettazione organizzato dall’Associazione e rivolto esclusivamente agli amministratori locali.
La prima si è svolta a novembre ed ha registrato il “tutto esaurito” di iscrizioni. “Abbiamo avuto un ottimo riscontro dalle Amministrazioni locali italiane, ha commentato Carla Rey, Segretario generale dell’AICCRE, e questo significa che esse hanno raccolto il nostro appello: di progettazione europea devono occuparsi innanzitutto i politici, e cioè coloro i quali hanno una visione strategica del territorio che amministrano”.
Nella foto: i partecipanti al primo Master AICCRE (7-11 novembre 2016) in posa a Piazza di Trevi

Finanza locale: tutti i numeri

L'UCLG (United Cities and Local Governments), della quale il CCRE è la Sezione europea, ha pubblicato un interessante studio sulle strutture e sulle finanze dei governi locali e regionali di tutto il mondo.Nella pubblicazione, in inglese, “i governi subnazionali in tutto il mondo: struttura e finanza”, si possono trovare una serie di informazioni sullo stato di avanzamento delle finanze locali nei governi locali europei e mondiali.
 

 

Dal 14 al 18 novembre a Roma, presso la sede dell'AICCRE, in piazza Trevi 86, si sono svolti gli “European days of local solidarity”, organizzati da AICCRE, PLATFORMA e EDLS. Cinque giorni di dibattiti, proiezioni, tavole rotonde, workshop, presentazioni di lavori e di progetti di cooperazione, corner espositivi, degustazioni insieme a rappresentanti dell’economia solidale e sociale romana e del Lazio, Organizzazioni del commercio equo, Associazioni culturali e Reti di Associazioni, rappresentanti istituzionali e dell’AICCRE.
Guarda il servizio video de “La Presse

AICCRE: seconda giornata Helpdesk sul Programma “Europa per i Cittadini”

Un Hepldesk sul Programma “Europa per i Cittadini 2014-2020” per gli Enti locali associati all’AICCRE: è la nuova iniziativa dell’Associazione mirata ad avvicinare concretamente gli enti territoriali all’Europa. La seconda giornata informativa si svolgerà il 6 dicembre a Roma, presso la sede dell’AICCRE in Piazza Trevi 86. Il Programma “Europa per i Cittadini” intende avvicinare i cittadini europei all’Unione europea, proponendosi di colmare la distanza talvolta avvertita tra i primi e le Istituzioni europee. Per questo, il Programma supporta economicamente organizzazioni attive nei settori ad esso attinenti e co-finanzia progetti volti al raggiungimento dei suoi obiettivi generali: contribuire alla comprensione, da parte dei cittadini, della storia dell’Unione europea e della diversità culturale che la caratterizza; promuovere la cittadinanza europea e migliorare le condizioni per la partecipazione civica democratica a livello di Unione europea.
È necessario confermare la presenza a: progetti@aiccre.it

Il programma
Ore 11.00 – 13.00: Presentazione del Programma Europa per i cittadini

  • Struttura, obiettivi e priorità del programma
  • Azioni e misure
  • Modalità e requisiti di partecipazione
  • Compilazione dell’eform

 

Ore 14.00 – 17.00: Assistenza e supporto ai potenziali candidati per le idee progettuali

 

 BANDI E PROGRAMMI

Reti transeuropee comunicazione: 4 inviti a presentare proposte

La Commissione europea, direzione generale delle Reti di comunicazione, dei contenuti e delle tecnologie, ha pubblicato sulla gazzetta ufficiale comunitaria quattro inviti a presentare proposte al fine di concedere sovvenzioni a progetti in conformità con le priorità e gli obiettivi definiti nel programma di lavoro per il 2016 in materia di reti transeuropee di telecomunicazione nel quadro del meccanismo per collegare l’Europa (Connecting Europe Facility, CEF) per il periodo 2014-2020. La Commissione sollecita proposte per i seguenti quattro inviti: CEF-TC-2016-3: Traduzione automatica; CEF-TC-2016-3: Sicurezza informatica; CEF-TC-2016-3: Fatturazione elettronica (eInvoicing); CEF-TC-2016-3: Europeana Il bilancio indicativo totale disponibile per le proposte selezionate nell’ambito di questi inviti è di 27,5 milioni di EUR. Il termine ultimo per presentare le proposte è il 15 dicembre 2016. La documentazione relativa agli inviti è pubblicata sul sito web del CEF dedicato alle telecomunicazioni: Approfondisci

«Sostegno a favore di azioni di informazione riguardanti la politica agricola comune (PAC)» per il 2017: invito a presentare proposte

La Commissione europea ha emanato un invito a presentare proposte per sensibilizzare l’opinione pubblica in merito all’importanza del sostegno dell’UE all’agricoltura e allo sviluppo rurale attraverso la PAC. La proposta di azioni di informazione deve illustrare in che modo la PAC contribuisce alla realizzazione delle priorità politiche della Commissione. Il termine per la presentazione delle domande è il 15 dicembre 2016 e il bilancio totale riservato al cofinanziamento delle attività ammonta, secondo le stime, a 3 500 000 EUR. Approfondisci

Erasmus +: invito a presentare proposte

La Gazzetta ufficiale della Commissione europea ha pubblicato l’invito a presentare proposte nell’ambito del programma «Erasmus+», il programma dell’Unione per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport e sui programmi di lavoro annuale Erasmus+ per il 2016 e il 2017. Il programma Erasmus+ riguarda il periodo dal 2014 al 2020. Il presente invito a presentare proposte comprende le seguenti azioni del programma Erasmus+: Azione chiave 1 – Mobilità individuale ai fini dell’apprendimento: mobilità individuale nel settore dell’istruzione, della formazione e della gioventù; progetti strategici SVE; eventi di ampia portata legati al Servizio di volontariato europeo; diplomi di master congiunti Erasmus Mundus.Azione chiave 2 – Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone prassi: partenariati strategici nel settore dell’istruzione, della formazione e della gioventù; alleanze per la conoscenza; rafforzamento delle capacità nel settore dell’istruzione superiore; rafforzamento delle capacità nel settore della gioventù. Azione chiave 3 – Sostegno alle riforme delle politiche: dialogo strutturato: incontri tra giovani e decisori politici nel settore della gioventù; Attività Jean Monnet; cattedre Jean Monnet; moduli Jean Monnet; centri di eccellenza Jean Monnet; sostegno Jean Monnet alle associazioni; reti Jean Monnet; progetti Jean Monnet; Sport; partenariati di collaborazione; piccoli partenariati di collaborazione; eventi sportivi europei senza scopo di lucro.
Possono partecipare al bando: qualsiasi organismo, pubblico o privato, attivo nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport, può candidarsi per richiedere finanziamenti nell’ambito del programma Erasmus+. I gruppi di giovani che operano nell’animazione socioeducativa, ma non necessariamente nel contesto di un’organizzazione giovanile, possono inoltre presentare domanda di finanziamento sia per la mobilità ai fini dell’apprendimento dei giovani e degli animatori per i giovani sia per i partenariati strategici nel settore della gioventù.
La Commissione invita i potenziali candidati a consultare regolarmente i programmi di lavoro annuali Erasmus+ e le loro modifiche, pubblicati all’indirizzo internet
L’entità delle sovvenzioni concesse nonché la durata dei progetti variano a seconda di fattori quali il tipo di progetto e il numero di partner coinvolti. Le condizioni dettagliate del presente invito a presentare proposte, comprese le priorità, sono disponibili nella guida del programma Erasmus+ all’indirizzo Internet

GECT ESPON: invito a presentare proposte

Nel quadro dell’operazione unica del programma ESPON 2020, GECT ESPON invita le parti interessate a presentare proposte per analisi mirate. Il termine ultimo per la presentazione delle proposte è il 13 gennaio 2017. Il modulo di candidatura e una guida di orientamento delle parti interessate per la preparazione delle proposte possono essere scaricati dal sito web di ESPON:http://www.espon.eu. Il programma ESPON 2020 mira a promuovere e favorire una dimensione territoriale europea per lo sviluppo e la cooperazione e continuerà il consolidamento di un osservatorio con l’obiettivo di rafforzare l’efficacia della politica di coesione dell’UE e delle altre politiche e programmi settoriali, nonché politiche di sviluppo territoriali nazionali e regionali.

Premio Carlo Magno della Gioventù

Ci si può registrare fino al 30 gennaio 2017 all’edizione del 2017 del “Premio Carlo Magno della gioventù“. Il “Premio europeo Carlo Magno della gioventù” viene assegnato ogni anno dal Parlamento europeo congiuntamente alla Fondazione del premio internazionale Carlo Magno di Aquisgrana. Per partecipare, bisogna avere tra 16 e 30 anni. Il progetto deve rappresentare lo spirito europeo promuovendo la comprensione tra gli stati, favorire lo sviluppo di un’identità comune aperta all’integrazione e fornire esempi pratici ai giovani sul vivere insieme come un’unica comunità.
Il premio per il miglior progetto sarà di 7.500 euro, il secondo di 5.000 euro e il terzo di 2.500 euro. I tre vincitori finali riceveranno anche l’invito a visitare il Parlamento europeo (a Bruxelles o a Strasburgo). Inoltre, i rappresentanti dei 28 progetti nazionali selezionati saranno invitati per un viaggio di quattro giorni a L’Aia (Germania) in maggio. Approfondis

 

 


 
 

 

OSSIGENO PER L'INFORMAZIONE
 Ultime Notizie e comunicazioni

Giovedì 1 dicembre 2016

 

L'EDITORIALE

DIFFAMAZIONE. SPAMPINATO: “PER LA LEGGE FARE GIORNALISMO È REATO”
In un’intervista a Franca Silvestri per il portale dell’OdG Bologna, il direttore di Ossigeno fa il punto dopo la pubblicazione del dossier “Taci o ti querelo!”

LA NOTIZIA DELLA SETTIMANA

MODENA: QUERELA E CONTROQUERELE FRA LIBERA E GIORNALISTA “PRIMA PAGINA”
Per alcuni articoli sulle consulenze affidate all’avv. Enza Rando. Perché Ossigeno non si schiera e incoraggia la remissione delle querele

Questa settimana Ossigeno ha verificato e reso note 4 intimidazioni nei confronti di giornalisti e operatori dell'informazione. Tutti i nomi sono raccolti nelle nostre tabelle.
 

MINACCE

CALABRIA. ANCORA UN’AGGRESSIONE PER KLAUS DAVI
Il giornalista è stato insultato e spintonato a Gioia Tauro da un uomo davanti al portone di casa dell’avvocato Piromalli, assolto da un processo di mafia
 

LATINA E VELLETRI. CRONISTI DEL MESSAGGERO AGGREDITI DAVANTI A CARCERI
Si tratta di Marco Cusumano e di un fotoreport. Stavano documentando la scarcerazione di alcuni degli arrestati nell’Operazione Olimpia

SPORT. ALLENATORE ROMA DÀ DEL BUGIARDO A CRONISTA DI MEDIASET
Luciano Spalletti ha accusato in conferenza stampa il giornalista Marco Cherubini di aver riportato il falso in un suo articolo. Intervenuti Odg e Ussi

LE SEGNALAZIONI