Home

                                                           Newsletter n. 82

Presentazione del libro “Il giornale è il mio amore”
 

Venerdì 15 novembre 2019 alle ore 18.00, nella Sala del Consiglio del Comune di San Giovanni in Persiceto in Corso Italia 70, si terrà la presentazione del libro “Il giornale è il mio amore” di Giancarlo Tartaglia pubblicato nella collana “Giornalisti nella storia” della Fondazione Murialdi.

Parteciperanno Matteo Naccari, Fulvia Sisti, Lorenzo Pellegatti, Maura Pagnoni e Fulvio Cammarano. Sarà presente l’autore.

 

 
Se non si visualizza correttamente questa e-mail cliccare qui
Elezioni in Spagna, la tela di Macron, Siria, India, America Latina, Muro di Berlino
12 novembre 2019

Benché entrambi abbiano perso seggi nelle elezioni di domenica scorsa (le quarte in quattro anni), stavolta Psoe e Unidas-Podemos sembrano intenzionati a formare un governo progressista in una Spagna sedotta come mai finora dalla ultra-destra di Vox, vera vincitrice delle consultazioni, con un incremento di un milione di voti in appena sei mesi.

Nonostante il ritiro annunciato da Trump, gli Stati Uniti ritornano nel nord-est della Siria, presidiato dall'asse fra Turchia e Russia, mentre in India la sentenza della Corte suprema che riconosce il sito storico di Ayodhya agli Hindu e non ai musulmani pone fine a una controversia che ha causato oltre 2000 morti. Il verdetto è un'ennesima vittoria per il premier Narendra Modi.

In un'Ue ancora istituzionalmente debole e con una Commissione incompleta, Emmanuel Macron si candida alla leadership continentale, ma il suo disegno sembra orientato più all'isolamento che alla costruzione del consenso.

ARTICOLI
 LE ELEZIONI POLITICHE DI DOMENICA 10
Spagna: nodi irrisolti, nessuno vince, tranne Vox, tanti perdono
 

di Elena Marisol Brandolini

Le elezioni spagnole della scorsa domenica non sono servite a sciogliere i nodi che l’estate scorsa avevano reso impossibile la formazione del governo e anzi consegnano un quadro politico di maggiore incertezza rispetto a prima. I socialisti sono ancora il...

 DOPO L'INTERVISTA A THE ECONOMIST
Macron: l'intellettuale e il politico, le condizioni di una leadership
 

di Riccardo Perissich

L’intervista del presidente francese Emmanuel Macron all’Economist ha qualcosa in comune con quella a suo tempo rilasciata dall’allora presidente statunitense Barack Obama a The Atlantic. Entrambi sono degli intellettuali prestati alla politica con un certo successo: caratteristica ormai rara, in...

DESTINI INTRECCIATI IN MEDIO ORIENTE
Siria: confine del disordine tra Turchia, Russia e Stati Uniti
 

di Alessia Chiriatti

In Siria, nel confine del disordine, teatro dell’invasione turca iniziata il 9 ottobre scorso, sono tornati anche gli Stati Uniti, nonostante il ritiro annunciato dal presidente Donald Trump un mese fa. I soldati americani, insieme alle Forze democratiche siriane, hanno...

LA DECISIONE DELLA CORTE SUPREMA
India: Ayodhya, il sito agli Hindu, la delusione ai musulmani
 

di Nello del Gatto

Ancora una volta, Narendra Modi riesce a portare a casa un risultato, a mantenere una promessa elettorale. Alcuni mesi dopo essersi annesso il Kashmir, sei mesi dopo la sua riconferma a capo della più popolosa democrazia del Mondo, l’India, Narendra...

ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI
AmLat: onda verde da Argentina a Colombia, Bolsonaro isolato
 

di Carmine de Vito

La Colombia non fa eccezione: il sentimento di contestazione anti-establishment che sta agitando tutta la regione non risparmia – e non era scontato – il Paese ‘cafetero’. Le elezioni regionali e comunali del 27 ottobre hanno prodotto un vero terremoto,...

ANNIVERSARIO: TRENT'ANNI FA
Muro di Berlino: ad Est, fermenta una profonda inquietudine
 

di Massimo Congiu

Sono passati trent’anni dalla caduta del Muro di Berlino e un’inquietudine profonda percorre le società dei Paesi che un tempo stavano dall’altra parte della Cortina di Ferro. Un sondaggio condotto fra il 21 agosto e il 13 settembre scorsi dall’Open...

ULTIME DAL BLOG

Dal blog Finestra sull'Europa

 

 
Operazione Verità "Dentro l'Europa"  

di Studenti FiSE

 
IN EVIDENZA
 
SEGNALAZIONE
Corsi IAI, il calendario 2019
 

Formare i cittadini di domani, promuovere la conoscenza della politica internazionale, interpretare le sfide e le opportunità provenienti dal mondo: questi i principali obiettivi dei corsi di formazione dello IAI, ai quali è già possibile iscriversi.

© 2019 AffarInternazionali - www.affarinternazionali.it

 

 

Tuesday, 12 November 2019

Ouvrir dans le navigateur 

image

DERNIÈRES INFOS

Le Royaume-Uni se résigne à choisir un commissaire européen

[Avenir de l'UE] Le gouvernement britannique a annoncé le 11 novembre qu’il « remplirait ses obligations légales » et désignerait un candidat pour siéger au sein de la nouvelle Commission européenne d’Ursula von der Leyen à Bruxelles.

La méthode Macron remise en question par un nouveau tollé sur l’OTAN

La vision géopolitique du président français, exposée dans un entretien avec The Economist, a de nouveau suscité des réactions épidermiques. Le président multiplie les maladresses diplomatiques au risque de braquer ses partenaires.

Le ralentissement économique sème le trouble dans l’UE

[Économie] Les États membres de l’UE devraient se préparer à « tous les scénarios », alors que l’économie européenne continue de ralentir et ne devrait pas reprendre de si peu, avertit la Commission européenne dans ses dernières prévisions économiques.

La Bulgarie vise l’indépendance gazière d’ici à 2020

[Avenir de l'UE] L’actu en capitales décrypte l’info de toute l’Europe, grâce au réseau de rédactions d’Euractiv.

Ad

Publier votre publicité ici

Vous voulez que vos messages soient lus par les faiseurs d’opinions européens ? EURACTIV offre des solutions publicitaires flexibles adaptées à la bulle européenne bruxelloise ou à un public professionnel paneuropéen.

Pour plus d’informations, contactez-nous >> .

 

L’Espagne encore plus bloquée politiquement après les élections [Politique]

La justice rejette la suspension de deux arrêtés anti-pesticides [Pesticides]

Comment les bafouillis d’un fonctionnaire ont fait chuter le mur de Berlin [Politique]

Le Brexit force les eurosceptiques à la quête d’une nouvelle rhétorique [Avenir de l'UE]

La France et huit autres pays européens poussent Bruxelles à taxer davantage l’aviation [Planète]

Pourquoi les objectifs climat supposent d’électrifier l’UE [Planète]

Angela Merkel dénonce les critiques d’Emmanuel Macron sur l’OTAN [Politique]

Climat : le cri d’alarme de 11 000 scientifiques [Climat]

Microsoft traque aussi les fonctionnaires européens [Numérique]

Le nouveau maire de Budapest prend Viktor Orban à contre-pied sur le climat [Politique]

 

Emplois fictifs: Bayrou, Sarnez et Goulard convoqués en vue d’une mise en examen [Politique]

Adina Valean deviendra la nouvelle commissaire chargée des Transports [Avenir de l'UE]

En Italie, entreprises et écologistes s’unissent contre la taxe plastique [Fiscalité]

Pedro Sánchez joue son va-tout pour éviter une nouvelle impasse [Avenir de l'UE]

Les désaccords entre pays poussent le budget de l’UE dans l’impasse [Économie]

Suivez l’actualité du moment sur euractiv.fr, ou abonner-vous sur Twitter à @EURACTIV_FR

 

// BlogActiv// Jobs// Press releases// Agenda

 

 

 

 
NEWSLETTER DELL' 8 NOVEMBRE 2019
 
     
  Convegno USPI sulle fake news con Google e Facebook  -  12 novembre 2019  
     
 
 

Martedì 12 novembre 2019, su iniziativa dell’Unione Stampa Periodica Italiana, presso la Sala Koch del Senato della Repubblica, si terrà il Convegno “FAKE NEWS, LIBERTÀ E RESPONSABILITÀ DI INFORMAZIONE NELL’ERA DIGITALE"....(continua a leggere)


 

 

INPGI, Circolari n. 7 e n. 8 del 31 ottobre 2019

 
     
 

Analisi della Legge di bilancio 2020, prime norme e prime osservazioni

 

 
     
Classifica Comscore dell’informazione online settembre 2019, sempre in testa Citynews e Fanpage

 

 

 



 

Segnaliamo inoltre:

 

Codice di condotta sulla disinformazione online, le piattaforme presentano le loro auto-valutazioni

Tim, “Operazione Risorgimento Digitale” per insegnare nelle piazze come utilizzare internet

 

 

Twitter è il primo social a rimuovere la pubblicità politica a pagamento

 

 


 

Servizio di Rassegna Stampa relativo al mondo dell'editoria e della comunicazione presente nell'area riservata ai Soci del sito - clicca per restare sempre aggiornato

 

 

 

 

www.uspi.it  uspi@uspi.it  uspi@pec.uspi.it

tel. 06.4071388 - 06.4065941 (anche fax)

 

 

[ ... ]

 

 
Se non si visualizza correttamente questa e-mail cliccare qui
Muro di Berlino, 30 anni fa la caduta – Clima: Usa fuori da Accordo di Parigi - Libano, immobilismo – Migranti e razzismo
8 novembre 2019

Domani saranno trascorsi trent’anni dalla caduta del Muro di Berlino, che per 29 anni - dal 1961 al 1989 - divise in due la capitale tedesca: un evento che precipitò la fine della Guerra Fredda e fece da preludio alla riunificazione della Germania e a un’accelerazione dell’integrazione europea, ad oggi, tuttavia, ancora incompiuta. L’anniversario è anche un’occasione per ricordare Helmut Sonnenfeldt e la specificità dell’Eurocomunismo nella politica internazionale degli Anni Settanta.

A un anno esatto dalle elezioni presidenziali di Usa 2020, Donald Trump presenta la notifica di recesso dall’Accordo di Parigi. Nello stesso tempo, a Shanghai i presidenti Xi e Macron suggellano la nuova leadership sino-europea nella lotta contro il riscaldamento globale. In Libano le dimissioni del premier al-Hariri non innescano lo shock politico atteso e il Paese dei Cedri resta intrappolato nell’immobilismo.

I flussi dei migranti, specie dalla Nigeria, sono ricettacolo di violenze di genere. E le chiese protestanti puniscono con la scomunica razzisti e fanatici dell’odio.

ARTICOLI
 ANNIVERSARI: 30 ANNI FA
Muro di Berlino: luci e ombre, l'Europa è ancora incompiuta
 

di Stefano Silvestri

La caduta del Muro di Berlino, il 9 novembre del 1989, ha segnato la fine della Guerra Fredda e della divisione in due dell’Europa, decisa dalle potenze vincitrici della Seconda Guerra Mondiale. Tra le sue conseguenze più immediate, ci fu...

 ANNIVERSARI: 30 ANNI FA
Muro di Berlino: Eurocomunismo e dottrina Sonnenfeldt, un ricordo
 

di Cesare Merlini

I miei primi incontri con Helmut Sonnenfeldt ebbero a che fare con l’Eurocomunismo e non furono facili. Come è noto, l’Eurocomunismo sorse nei primi Anni Settanta nei partiti comunisti dell’Europa occidentale come reazione alla sanguinosa repressione della Primavera di Praga,...

LA DIFFICILE SFIDA DEL RISCALDAMENTO GLOBALE
Clima: Accordo di Parigi, Usa lasciano, Ue e Cina per leadership
 

di Nunzio Scalera

Come risaputo in politica ogni promessa è debito e sembra che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump mantenga tutte le sue promesse. Lunedì scorso, a un anno esatto dall’Election Day di Usa 2020, il 3 novembre, Trump ha presentato la notifica...

SCELTE PER L'AUTODETERMINAZIONE
Libano: proteste, Hezbollah e i rischi di ingerenze esterne 
 

di Andrea DessìFlavia Fusco

Dopo più di una settimana dalle dimissioni del primo ministro del Libano Saad al-Hariri e nonostante il susseguirsi di discorsi e prese di posizione da parte dei principali attori politici libanesi, il Paese dei Cedri resta bloccato in un pericoloso...

LA SITUAZIONE DELLE DONNE NIGERIANE
Migranti: Nigeria/Italia, flussi e violenza di genere
 

di Paolo Howard

La violenza di genere, che la Convenzione di Istanbul definisce come “qualsiasi violenza diretta contro una donna in quanto tale”, rappresenta oggi un tema caldo – verso il quale istituzioni, agenzie specializzate e società civile stanno orientando i propri interessi e...

DISCRIMINAZIONI SOCIAL E ODIO DIFFUSO
Razzismo: chiese protestanti, scomunica per fanatici dell'odio
 

di Emmanuela Banfo

Le chiese protestanti si preparano a pronunciare la terza scomunica della loro storia, contro i fanatici dell’odio la cui presenza, anche in Italia, è di straordinaria attualità, come testimoniano le aberranti offese e minacce a Liliana Segre e, su un piano...

ULTIME DAL BLOG

Dal blog Ceralacca

 

 
Tout se tient  

di Gianfranco Uber

 
IN EVIDENZA
 
SEGNALAZIONE
Lettere e Dialoghi diplomatici: l'Italia nell'Ue e nel Mondo
 

‘Lettere e Dialoghi Diplomatici’, autori vari, Circolo Studi Diplomatici, 2019.

© 2019 AffarInternazionali - www.affarinternazionali.it

 

Friday, 8 November 2019

Ouvrir dans le navigateur 

image

DERNIÈRES INFOS

Le Brexit force les eurosceptiques à la quête d’une nouvelle rhétorique

[Avenir de l'UE] Après la proclamation de victoire de Nigel Farage lors du référendum de 2016 sur le Brexit, Bruxelles redoutait de voir les candidats à la sortie de l’UE se multiplier. Une crainte qui n’est plus d’actualité.

Angela Merkel dénonce les critiques d’Emmanuel Macron sur l’OTAN

[Politique] L’actu en capitales décrypte l’info de toute l’Europe, grâce au réseau de rédactions d’Euractiv.

Microsoft traque aussi les fonctionnaires européens

[Numérique] Selon le Contrôleur européen de la protection des données (CEPD), les fonctionnaires des institutions européennes ignorent à quel point l’entreprise américaine, Microsoft, collecte et stocke leurs données.

Ad

Publier votre publicité ici

Vous voulez que vos messages soient lus par les faiseurs d’opinions européens ? EURACTIV offre des solutions publicitaires flexibles adaptées à la bulle européenne bruxelloise ou à un public professionnel paneuropéen.

Pour plus d’informations, contactez-nous >> .

 

La France et huit autres pays européens poussent Bruxelles à taxer davantage l’aviation [Planète]

Pourquoi les objectifs climat supposent d’électrifier l’UE [Planète]

Climat : le cri d’alarme de 11 000 scientifiques [Climat]

Le nouveau maire de Budapest prend Viktor Orban à contre-pied sur le climat [Politique]

Emplois fictifs: Bayrou, Sarnez et Goulard convoqués en vue d’une mise en examen [Politique]

Adina Valean deviendra la nouvelle commissaire chargée des Transports [Avenir de l'UE]

En Italie, entreprises et écologistes s’unissent contre la taxe plastique [Fiscalité]

Pedro Sánchez joue son va-tout pour éviter une nouvelle impasse [Avenir de l'UE]

Les désaccords entre pays poussent le budget de l’UE dans l’impasse [Économie]

L’UE veut être en mesure de bloquer la monnaie virtuelle de Facebook [Numérique]

 

La collecte de données alimente les craintes du Royaume-Uni avant les élections [Politique]

PAC : les naturalistes rappellent les enjeux pour la biodiversité [Planète]

L’UE et la Chine vont protéger 100 indications géographiques [Commerce international]

Pourquoi Donald Tusk ne briguera pas la présidence de la Pologne [Politique]

Les conservateurs britanniques refusent toute alliance avec Nigel Farage [Politique]

Suivez l’actualité du moment sur euractiv.fr, ou abonner-vous sur Twitter à @EURACTIV_FR

 

// BlogActiv// Jobs// Press releases// Agenda

 

Generation Z, Generation Y, Digital Natives, Millennials.
View this email in your browser
November 2019

HOT & TRENDING

 

THE FUTURE OF SOCIAL MEDIA 

Do millennials and Gen Z spend more time than ever on social media? The Global Web Index and the World Economic Forum compared key generational and regional differences of social media use from 114 000 Internet users to find out how pervasive social media has become in our daily lives. While Boomers are showing the greatest increase in activity on social media platforms, millennials –surprisingly – show a slowdown in the time spent on social media. As for Gen Z-ers, they surpass millennials in daily activity on social media and are leading the way in terms of numbers of accounts they are actively using. 

BEING A GOOD PARENT IS DELHI'S MILLENNIALS PRIORITY 

Millennials in India’s capital city care more about their responsibilities as parents than chasing high-profile careers. A recent survey of 300 millennials in Delhi found that materialistic items such as owning a big house, or a new car was a priority for less than 2% of those surveyed. Delhi residents born between 1981 and 1996 give preference to fulfilling their responsibilities towards their family and society instead of owning material assets, according to the Gurugram-based Great Lakes Institute of Management. Indeed, being a good parent is the top priority for 30% of the people surveyed, while ‘helping others in need’ ranks second in the list (26%). 

TIPS & TRICKS

 

THE COLLECTIVE POWER OF YOUTH  

A new ‘Power in Progress’ study by Viacom Velocity has suggested that brands can use millennial and Gen Z power to their advantage by working together in order to amplify reach and engagement. The research analysed the opinions of 11,000 people 13 to 53 years old, in 8 different countries, with the main focus on those aged between 13 and 25. Ultimately, power is embodied in the identities of the young people of today, who is a generation that is more connected than ever. Their social awareness is apparent, and 54% believe that their generation is more collectively empowered than the previous one. 
 
POLITICS: MALAYSIAN YOUNG CITIZENS TURN TO ONLINE SOURCES 

A recent survey conducted on behalf of the International Republican Institute’s Center for Insights in Survey Research by the Merdeka Center sampled 1,208 Malaysian citizens aged 18 to 35. They tracked the uses of media in the country, concluding that social media is a heavy influence upon the medium in which news is distributed. 44% of respondents say they turn to social media to learn about current political affairs, whilst only 21% watch television. Facebook appears to be the most prominent source to receive news out of all the social media outlets, with around 50% getting the majority of the news from the online sharing platform. 

GENERATION Z CITY INDEX: LONDON AND STOCKHOLM ON TOP POSITION 

 

What cities around the world are doing for Generation Z? According to the Pew Research Center, those born between 1997-2012 are considered to be a member of Gen Z and are thus digital natives who value security, diversity, and autonomy. The study, conducted by Nestpick, found that the top 5 cities for Generation Z are London, Stockholm, Los Angeles, Toronto, and New York. The top 5 cities that are apparently prepared for Generation Z’s digital needs the most are Seoul, London, Boston, Stockholm, and Los Angeles. These cities were chosen based on their reputation as destinations to pursue work and education, as well as those who have shown initiative to act on the demands of previous generations such as Millennials and Generation X. 

THINKYOUNG'S HOT NEWS

 

THINKYOUNG NEW OFFICE IN NAIROBI, KENYA 



The Coding School was organised in Nairobi last month (October 10th to 13th) . This officially marked the opening of ThinkYoung’s new office serving the African Region. More than 250 young people applied to the program, and 65  were selected to take part in the 4-days experience. With the support of Boeing and local partners, the kids aged 8-16, learned how to create a blog, a mobile app, and a game, and attended workshops on building and configuring drones. During the closing session, the young coders received a visit from the Minister of ICT Joe Mucheru. 
 

Get in touch with ThinkYoung Africa: delila@thinkyoung.eu

TY FOUNDER ANDREA GEROSA AT THE WTO FORUM
 
ThinkYoung founder Andrea Gerosa took part in a panel discussion titled ‘Gen Z Insights: brands and counterfeit products’ during the World Trade Organization’s Public Forum on October 10th in Geneva. As counterfeit trade is estimated to reach US $2.81 trillion by 2022, Andrea shared his expertise on what young consumers think about this issue and how their perception of purchasing counterfeit products differs from one country to another. He was joined in the discussion by Amandine Bavent from Kantar, Lara Kayode from O’Kayode & Co, and Karen Fong from Keystone Law. 
 
24H THINKATHON IN EDMONTON & MILAN: THERE IS STILL TIME TO REGISTER! 

Are you aged between 18-30 and interested in shaping our digital future? There is still time to register for the 24H Thinkathon in Edmonton and Milan, on November 29thand 30thAs a participant, you will get the opportunity to discuss, debate and work on topics related to social relations and how fast they are changing as a result of technological advancements. You will connect with like-minded young people in Canada to show them your ideas, and the final outcomes will be presented to Canadian and European policymakers. 

 

 

[ ... ]

 

 
Se non si visualizza correttamente questa e-mail cliccare qui
Russia-Occidente, Usa2020, Yemen, Commissione UvdL, Turchia
6 novembre 2019

Trent'anni dopo la caduta del Muro di Berlino, le relazioni tra Russia e Occidente, ammantate da una rete di stereotipi e incomprensioni, non potrebbero essere più tese: partendo da questa considerazione, 16 membri del Gruppo di Contatto Russia-Occidente dello European Leadership Network (fra cui il direttore dello IAI Nathalie Tocci) chiedono un'intensificazione del dialogo.

Dai Paesi occidentali, si allontana anche la Turchia - che pure è membro della Nato -, dopo l'operazione militare in Siria, condivisa dall’opinione pubblica, e con un'escalation nei toni da parte del presidente Erdogan, ad esempio a proposito della dotazione di armi nucleari.

E mentre negli Stati Uniti è l'ora dei mal di pancia nell'ancora troppo affollato campo democratico (nonostante il passo indietro di Beto O'Rourke, meteora più che astro nascente), con il rischio di un impeachment boomerang che potrebbe favorire Trump alle presidenziali dell'anno prossimo, l'Arabia Saudita torna protagonista degli intrecci politici e militari dello Yemen, dopo la firma, due giorni fa a Riad, di un documento fra il governo internazionalmente riconosciuto e i secessionisti del sud.

ARTICOLI
 APPELLO DI ESPERTI E PARLAMENTARI
Russia-Occidente: basta stereotipi, è tempo di dialogare
 

di Gruppo di contatto dell'ELN

Pubblichiamo di seguito la traduzione in italiano di una dichiarazione congiunta di 16 membri del gruppo di contatto sulle relazioni tra Russia e Occidente dello European Leadership Network (ELN) – composto da parlamentari, diplomatici e esperti di tutta Europa -,...

 A UN ANNO DALL'ELECTION DAY
Usa 2020: tanti dem candidati non fanno un anti-Trump
 

di Giampiero Gramaglia

Un anno esatto dall’Election Day di Usa 2020, il 3 novembre; meno di tre mesi dal via alle primarie con i caucuses, le assemblee, dello Iowa, il 3 febbraio; una cinquantina di giorni alla sentenza sull’impeachment del magnate presidente Donald...

ARABIA SAUDITA E OMAN RIVALI A MAHRA
Yemen: accordo, Riad dà le carte, Abu Dhabi fa la strategia
 

di Eleonora Ardemagni

Non a caso, si chiama ‘Riyadh Agreement‘, ovvero l’accordo di Riad. Il documento firmato il 5 novembre tra il governo internazionalmente riconosciuto dello Yemen e i secessionisti meridionali del Southern Transitional Council (Stc) riporta l’Arabia Saudita al centro degli intrecci...

STRADA IN SALITA PER URSULA VON DER LEYEN
Ue: Commissione cercasi, le difficoltà del progetto europeo
 

di Gianni Bonvicini

E’ difficile ricordare tempi così deprimenti e complicati, sul piano politico-istituzionale europeo, all’avvio di una nuova legislatura. A esserne colpita è innanzitutto la Commissione europea che ha dovuto, per la prima volta nella storia dell’Unione, rinviare di almeno un mese il...

PAROLE E FATTI SULLA QUESTIONE ATOMICA
Turchia: Erdogan, linguaggi spericolati e ambizione nucleare
 

di Carlo Trezza

L’azione militare turca in Siria ha posto in secondo piano alcune esternazioni del presidente turco Recep Tayyip Erdogan nel campo del nucleare, che pure meritano di essere analizzate. Nel luglio scorso, le agenzie riferirono di un suo discorso ai membri...

LA STRATEGIA POLITICA DI ERDOGAN
Turchia: l’operazione in Siria nel dibattito politico interno
 

di Carlo Sanna

In seguito ai colloqui separatamente condotti con Stati Uniti e Russia, e in particolare dopo la firma del Memorandum of Understanding (MoU) tra i ministri degli Esteri di Mosca e Ankara, Sergej Lavrov e Mevlüt Çavuşoğlu, la Turchia ha chiuso...

ULTIME DAL BLOG

Dal blog Rischi ed emergenze

 

 
Radon Day: prevenzione anti gas  

di CSLI Italia

 
IN EVIDENZA
 
SEGNALAZIONE
'Epicrisi. Le parole non si frustano', di Ashraf Fayadh
 

‘Epicrisi. Le parole non si frustano’, di Ashraf Fayadh, traduzione di Sana Darghmouni, Di Felice Edizioni.

© 2019 AffarInternazionali - www.affarinternazionali.it

 

 

[ ... ]

 

 

[ ... ]

 

 
   
 
Novembre 2019

Le novità nel Bilancio UE 2020: lavoro, ricerca, giovani e ambiente

 
IN PRIMO PIANO
 
 

Eventi di informazione e formazione sui programmi e gli strumenti della mobilità

I prossimi appuntamenti:

Erasmus+ | Gioventù, in cooperazione con l'Agenzia Nazionale per i Giovani

Erasmus+ | Scuola e Istruzione Superiore, in cooperazione con l'Agenzia Nazionale Indire

 

NOTIZIE
 
 
img-10

JOB&ORIENTA 2019: SALONE DELL'ORIENTAMENTO, LA SCUOLA, LA FORMAZIONE E IL LAVORO

Giunto alla 29esima edizione, JOB&Orienta, che si svolgerà a Verona dal 28 al 30 novembre 2019, è il più grande salone nazionale dell'orientamento, scuola...

Leggi

img-10

IMPRENDITORI 2.0: BANDO PER UNDER 40

La Federazione Nazionale delle Cooperative e Società lancia il bando Imprenditori 2.0, rivolto a giovani che desiderino realizzare...

Leggi

img-10

PROMUOVERE LA MOBILITA' EDUCATIVO-FORMATIVA TRANSNAZIONALE DEI GIOVANI

Tutte le informazioni sulle modalità di adesione alla rete nazionale italiana Eurodesk per l'anno 2020. Eurodesk è la rete istituita dall'Unione europea per promuovere gli obiettivi di mobilità educativo-formativa transnazionale dei giovani...
 

Leggi

 
SEGNALAZIONI
 
 

TIROCINI CURRICULARI EXPO 2020 DUBAI

E' online il bando per 12 tirocini curriculari trimestrali da svolgere presso la sede di Dubai del Commissariato Generale per la partecipazione italiana a EXPO 2020 Dubai, nel....

Leggi

RAPPORTO PATRIMONIO CULTURALE 2018

La Commissione europea ha pubblicato una relazione che offre una panoramica dello svolgimento e dei risultati dell'Anno europeo del patrimonio culturale 2018,...

Leggi

NOVITA' PER ERASMUS+ 2020:

In attesa del bando ERASMUS+ per il 2020, la Commissione europea ha già attivato una novità importante che riguarda le modalità di registrazione per..

Leggi

 
APPUNTAMENTI 2019 - ATTIVITA' DI IN/FORMAZIONE ED EVENTI
 
 

11.NOVEMBRE

Parigi

Il Forum di pace di Parigi è un evento internazionale nell'ambito della governance globale e il multilateralismo, che si tiene a Parigi...

Leggi

18. NOVEMBRE

Your First Eures Job

Si terranno in Sicilia dal 18 al 21 Novembre( Palermo, Catania, Enna e Messina) i laboratori YFEJ 6.0 realizzati da Eurodesk in...

 

Leggi

28.NOVEMBRE

JOB&Orienta, Verona

Giunto alla 29esima edizione JOB&Orienta è il più grande salone nazionale dell'orientamento, scuola, formazione e lavoro. La mostra-convegno si pone come luogo d'incontro ...

Leggi

 
EURODESK
 
 
 
INIZIATIVE
 

 

CORPO EUROPEO DI SOLIDARIETA'

La nuova iniziativa europea per il volontariato e l'accesso al mercato del lavoro rivolta ai giovani tra..

Leggi

CANALE TELEGRAM DI EURODESK ITALY

Le opportunità di mobilità educativa transnazionale sul canale Telegram di Eurodesk Italy.
 

Leggi

YOUR FIRST EURES JOB 6.0

La nuova iniziativa europea per  tirociniapprendistato e lavoro rivolta ai giovani tra i 18 e i 35 anni...
 

Leggi

 
 

Novità

Istruzione

Pubblicazioni

Iniziative

Formazione
 
 

Eurodesk è la struttura del programma comunitario Erasmus+ dedicata all'informazione, alla promozione e all'orientamento sui programmi in favore dei giovani promossi dall'Unione europea e dal Consiglio d'Europa. 

Punto Nazionale di Coordinamento in Italia: http://www.eurodesk.it 
 

email: informazioni@eurodesk.it
Telefono: 0706848179

 

 

 

 

 
European Alternatives

Ciao Friend --

Mercoledì 6 novembre, l'edizione 2019 di Transeuropa Festival con il titolo ÜberMauer - Beyond the Wall - Oltremuro, inizia finalmente a Palermo in collaborazione con BAM - Biennale Arcipelago Mediterraneo, Fondazione Merz e Comune di Palermo.

VISITA IL NOSTRO SITO

La nuova edizione di Transeuropa si svolge a Palermo, nel contesto del 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino (9 novembre 1989-2019) e presenta un ricco programma di mostre, conferenze pubbliche, musica dal vivo e concerti, coinvolgendo un numero significativo di spazi storici della città e di artisti e relatori di fama mondiale.

IL PROGRAMMA

Palermo è la città di chi salva le vite in mare, il porto del Mediterraneo e la capitale dell'ospitalità. Transeuropa porterà qui la nuova opera teatrale del pluripremiato regista svizzero Milo Rau e del suo '‘International Institute of Political Murder', "Il Nuovo Vangelo". In collaborazione con Matera Capitale Europea della Cultura e il Teatro Argentina di Roma, verrà messo in scena il primo "Gesù Nero", nella persona dell attivista e attore Yvan Sagnet. Gesù e i suoi apostoli arriveranno dal mare al porto di Sant'Erasmo. Da lì, lo spettacolo attraverserà la città prima di culminare in una performance multimediale allo Spasimo.

In una mostra site-specific sviluppata per Palermo, l'artista olandese Jonas Staal trasformerà il Teatro Garibaldi offrendo una retrospettiva del lavoro svolto dalla sua campagna artistica e politica 'New Unions' e costruendo contemporaneamente uno spazio per ospitare dibattiti e incontri. I progetti di Staal trasformano il teatro in una campagna per l'immaginazione politica.

Transeuropa ospiterà anche la prima edizione di Transhumance, una serie di mostre per lo spazio pubblico a cura di Izabela Anna Moren, che si apre con il doppio progetto "People of Tamba" e "Senegal/Sicily", e "Tentacles in Sicily / Scratching the surface" del duo berlinese Kg Augenstern e a cura di N38E13 - Ennio Pellicanò.

Palermo, protagonista dell'ondata municipalista, è anche rappresentante del nuovo protagonismo internazionale del sud d'Italia. Sarà in questo contesto che Transeuropa organizzerà un incontro tra il sindaco Leoluca Orlando e Tunç Soyer, sindaco di Smirne, metropoli turca di oltre quattro milioni di abitanti, leader in prima fila dell'opposizione al regime di Erdogan. 

Così come l'ONU sta discutendo i progetti per un "Green New Deal", Transeuropa porterà a Palermo il primo congresso internazionale in Italia dedicato al tema, attraverso una collaborazione tra la London School of Economics, Another Europe is Possible, European Alternatives, Green European Journal, IWM, ERSTE e l'Università di Palermo. La sociologa e filosofa Mary Kaldor, la professoressa Kalypso Nikolaidis, l'economista Ann Pettifor, la giornalista Preethi Nallu e molti altri, saranno tra i relatori della conferenza "Europe for the Many”.

Venerdì sera, l’ex Oratorio della Madonna della Misericordia la Savona, sede di Atelier Nostra Signora dell’artista e scenografo palermitano Simone Mannino, apre alla città dopo anni di abbandono. La chiesa sconsacrata edificata nel XVII secolo, sorge nel centro storico e culturale di Palermo. Dopo importanti interventi di recupero e restauro conservativo riapre come spazio d’arte “in corso”.

Anche il team di Transeuropa Caravans porterà nelle strade di Palermo e al Teatro Garibaldi una serie di spettacoli per raccontare e rappresentare in città ciò che hanno visto lungo il loro percorso in 15 paesi europei a bordo di cinque carovane nell'anno delle elezioni europee.

Non mancherà un ricco programma musicale, tra cui uno spettacolo di musica e danza di Silvia Giuffrè e Giovanni di Giandomenico, realizzato in relazione alla mostra New Unions, che inaugurerà il Festival giovedì al Teatro Garibaldi. Venerdì sera ospiteremo la prima mondiale di THE MAYFIELD, da un progetto con e di Heiner Goebbels, e sabato al Teatro Garibaldi, ospiteremo la performance musicale del pluripremiato compositore svizzero Luca Forcucci, il cui lavoro osserva le proprietà percettive del suono, dello spazio e della memoria, insieme a filmati inediti in 16mm dal Sud Africa e dal Lesotho.

SCUOLA DI PALERMO

Crisi ecologica, flussi finanziari, migrazione, rivoluzione digitale e lavoratori che competono su scala globale. La Scuola di Politica Transnazionale è nata proprio per affrontare questa contraddizione. A Palermo apriremo la Scuola di Palermo all'interno del Transeuropa Festival, un programma completo di tre giorni che riunirà studenti e attivisti locali e internazionali di diverse discipline per esplorare le sfide europee e planetarie di oggi e immaginare un futuro al di là dello stato nazionale. All'interno del festival di quest'anno, 30 partecipanti, provenienti da Palermo e da tutta Europa, prenderanno parte alla Scuola di Palermo, un'accademia sulle politiche transnazionali che riunisce studenti locali e attivisti internazionali di diverse discipline, per esplorare le sfide europee contemporanee e immaginare un mondo oltre lo Stato nazionale.

La Scuola prevede masterclass e workshop e la partecipazione al convegno Europe for the Many, su tre principali aree tematiche: Green New Deal, democrazia europea e libera circolazione. Le sessioni includono una tanti relatori, tra cui Ann Pettifor (Prime Economics), Mary Kaldor (London School of Economics), Kalypso Nicolaidis (Oxford University), Daniele Archibugi (National Research Council of Italy), David Adler (Green New Deal for Europe), Yvan Sagnet (No Cap), Clelia Bartoli (Università di Palermo) e molti altri ancora come parte del convegno Europe for the Many.

EVENTI GIORNO PER GIORNO 

Tutti gli slot del programma di Transeuropa saranno aperti e gratuiti per tutti. Solo per il programma della Scuola di Palermo sarà necessario registrarsi il giovedì e il sabato. Il venerdì sarà aperto a tutti in città.

MERCOLEDì

  • Inaugurazione ÜberMauer Biennale Arcipelago Mediterraneo 2019

https://www.facebook.com/events/2543003119319897/

  •  Opening mostra Tentacles in Sicily / Scratching the Surface

https://www.facebook.com/events/484363725501276/

 

GIOVEDì

 

 

 

VENERDì

  • Europe for the Many: Conferenza internazionale

https://www.facebook.com/events/2398210000424719

  • Palermo&Izmir: una conversazione fra due sindaci del Mediterraneo.

https://www.facebook.com/events/953579641692771/

  • Manufacturist. Performance di Krytyka Polityczna

https://www.facebook.com/events/522466241869682

  • Atelier Nostra Signora - OVERTURE

https://www.facebook.com/events/426280178085822/

  • THE MAYFIELD - Heiner Goebbels

https://www.facebook.com/events/1424586767709124

  • Paradigma | Transeuropa Festival Party

https://www.facebook.com/events/448752909084658

 

SABATO

  • Verso un giornalismo transnazionale

https://www.facebook.com/events/2117707301662314

  • L'Anno della Mosca: Yousif Latif Jaralla

https://www.facebook.com/events/714846995656413

  • Arte e tecnologia per le narrazioni del futuro.

https://www.facebook.com/events/488338262017294

  • Transhumance: Passeggiata e screening Q&A

https://www.facebook.com/events/2295283013934848/

  • Visioni dal futuro: aperitivo letterario

https://www.facebook.com/events/399615384040049

  • B(L)(E)(E)(N)DINGS: Concerto di Luca Forcucci

https://www.facebook.com/events/950803121945164/

 

DOMENICA

  • Il Nuovo Vangelo: Prima missione | Milo Rau & Partners

https://www.facebook.com/events/1164420787081247/

  • A Palermo (NON) c'è il mare

https://www.facebook.com/events/2730234080376303/

  • Performance "Oltre i Muri": Maghweb e "Come crepe nei muri" di Teatro Due Mondi

https://www.facebook.com/events/2163618160406620/


European Alternatives works to promote democracy, equality and culture beyond the nation state. We imagine, demand and enact alternatives for a viable future for Europe

Follow us on social media:
    

 

 
Se non si visualizza correttamente questa e-mail cliccare qui
Giornata delle Forze Armate, indagine Ue su Fincantieri, 30 anni dal crollo del Muro, America Latina a sinistra
4 novembre 2019

Saldo ancoraggio a Nato e Ue, riconoscimento della specificità militare e impegno sulla stabilità finanziaria e nei teatri internazionali in cui è presente l'Italia: nel giorno in cui si celebrano l'unità nazionale e le Forze Armate, questo è l'identikit della Difesa secondo le linee programmatiche tracciate dal ministro Lorenzo Guerini. Una festa che quest'anno cade - come ha ricordato questa mattina il presidente della Repubblica Sergio Mattarella - nel 20° anniversario della legge che aprì alle italiane l'arruolamento nelle Forze Armate.

Pochi giorni fa, l'avvio di un'indagine da parte della Commissione europea sull'acquisizione, da parte dell'italiana Fincantieri, della maggioranza della francese Chantiers de l'Atlantique: una vicenda infinita. Settimana di anniversari anche per ricordare l'assassinio di Yitzhak Rabin (il 4 novembre 1995) e la caduta del Muro di Berlino (sabato saranno trascorsi 30 anni), mentre fra proteste e ritorni elettorali, l'America Latina cambia tendenza e guarda di nuovo a sinistra.

ARTICOLI
 PRESENTATE LE LINEE PROGRAMMATICHE
Difesa: le scelte del ministro Guerini, quando il gioco si fa duro
 

di Alessandro Marrone

Un debutto all’altezza di tempi difficili e complicati. Così appaiono le linee programmatiche presentate dal ministro della Difesa Lorenzo Guerini pochi giorni fa in Parlamento, che tracciano la sua visione su una serie di importanti dossier dal Sahel alla Cina passando...

 VENT'ANNI DOPO, OMBRE E LUCI
Difesa: donne nelle Forze Armate italiane, numeri e volti
 

di Gaia Ravazzolo

Le militari italiane che hanno partecipato e partecipano a missioni all’estero sono molte e hanno nomi e volti. Sono donne coraggiose, determinate e pronte al sacrificio e che ricoprono ruoli da protagoniste in diverse missioni: Afghanistan, Balcani, Iraq e Libano....

SVILUPPI A SORPRESA DI UNA STORIA INFINITA
Fincantieri - Chantiers de l'Atlantique: Ue apre indagine su acquisizione
 

di Michele Nones

Un diffuso stupore ha suscitato in questi giorni la decisione della Commissione europea di avviare un’indagine approfondita sull’acquisizione da parte di Fincantieri della maggioranza dei Chantiers de l’Atlantique (ex-STX France), a valle di quella già sviluppata a partire da gennaio.

UN CROLLO POLITICO, NON FISICO
Anniversari: 30 anni fa, la caduta del Muro di Berlino
 

di Francesco Bascone

Il Muro di Berlino non c’è più da trent’anni, più di quanto non fosse durato. Per chi è troppo giovane per averlo visto in funzione, con il campo minato e i Vopos sulle torrette pronti a sparare su eventuali fuggiaschi,...

TRA ELEZIONI E PROTESTE
America Latina: voti e non solo, nuovo giro a la izquierda
 

di Raffaele Piras

L’America Latina ha assistito nel corso degli ultimi mesi a un netto cambio di tendenza, ulteriormente confermato dalle recenti vittorie – elettorali e non – della sinistra. Le proteste in Ecuador e Cile, così come il trionfo di Alberto Fernández...

UN RICORDO NELL'ANNIVERSARIO DELLA MORTE
Israele: il trauma mai sanato dell'assassinio di Yitzhak Rabin
 

di Giorgio Gomel

L’assassinio di Yitzhak Rabin il 4 novembre 1995 fu un trauma profondo nella coscienza di sé di Israele e degli ebrei della Diaspora. Rivelò un substrato di fanatismo, di predicazione della violenza, di avversione ostinata alla coesistenza fra Israele e i...

ULTIME DAL BLOG

Dal blog Ceralacca

 

 
Memorandum Libia  

di Gianfranco Uber

 
IN EVIDENZA
 
SEGNALAZIONE
'30 anni in sessanta minuti , 1989-2019', di Cristiano Zagari
 

’30 anni in sessanta minuti , 1989-2019′. L’Europa dalla caduta del Muro alla rivoluzione digitale passando dal sovranismo, Cristiano Zagari, Lithos, Roma, 2019, pp. 102, 10 €.

© 2019 AffarInternazionali - www.affarinternazionali.it

 

 
 

 

 
 

[ ... ]

 

 

[ ... ]

 

 

[ ... ]

 

 

Tirocini al Parlamento europeo: candidature
aperte fino al 30 novembre!

 

 Sono aperte le candidature per i tirocini al Parlamento europeo. Un’occasione per capire come funziona il lavoro quotidiano di un’istituzione internazionale e multilingue 

Sono aperte le candidature per i tirocini al Parlamento europeo. 

Il Parlamento europeo ha un programma di tirocini che permette ai laureati di tutta Europa di formarsi professionalmente e capire cosa significhi perseguire una carriera all’interno delle istituzioni europee.

 Chi può candidarsi? I requisiti:

·   aver compiuto 18 anni;

·   essere titolare di un diploma universitario;

·   fornire un estratto del casellario giudiziale

·   non aver lavorato per più di due mesi consecutivi in un'istituzione o in un organo dell'UE;

·   non aver effettuato una visita di studio o di ricerca nei sei mesi precedenti l'inizio del tirocinio.

Per candidarsi a un tirocinio Schuman presso il Parlamento europeo bisogna inviare la domanda sulla pagina delle offerte di tirocinio entro il 30 novembre. I candidati selezionati lavoreranno al Parlamento dal 1° marzo 2020 al 31 luglio 2020.

 

Per saperne di più e candidarsi

 

 

[ ... ]

 

 

[ ... ]

 

 

AEJ marks International Day against Impunity with joint call for justice to be done without delay

https://www.aej.org/img/ico_calendar.gifFriday, November 1, 2019

 

Statement on the International Day to End Impunity for Crimes against Journalists – 1 November 2019

 

Ahead of the International Day to End Impunity for Crimes against Journalists, eleven partner organisations of the Council of Europe Platform to Promote the Protection of Journalism and Safety of Journalists call on governments to ensure that crimes against journalists are not carried out with impunity.

 

Earlier this week, the case of courageous Maltese investigative journalist Daphne Caruana Galizia was moved to the Council of Europe’s category of journalists killed with impunity. The three men charged with her murder have yet to be brought to trial, while those who masterminded her assassination remain at large.

 

She is one of 36 journalists whose cases remain open on the Council of Europe Platform. As many as nine of the cases, including those of Dada Vujasinovic and eight Serbian and Albanian journalists, date back more than 20 years. The platform partners call for thorough investigations to be carried out with the aim of bringing those responsible for their deaths to justice.

 

At the same time, the undersigned partner organisations welcome the recent indictment of four suspects, including the alleged mastermind, of the murders of Slovak journalist Jan Kuciak and his fiancee Martina Kusnirova. However, they emphasise that all those involved in the crime must be convicted in order to fully prevent impunity. Slovak authorities must investigate and take action against associated wrongdoing, including the mass surveillance of journalists prior to Kuciak’s murder, and take concrete steps to protect journalists’ safety in the future.

 

In the 2019 Annual Report of the Council of Europe Platform, the partner organisations expressed concern that “a climate of impunity has started to take hold in parts of Europe”. They said that “the swift completion of transparent and effective investigations and prosecutions leading to the punishment of all those found responsible […] is essential if public trust in states’ commitment to protecting the safety of journalists and the rule of law is to be restored.”

 

The partner organisations call on Council of Europe member states to fully implement the Committee of Ministers Recommendation on the protection of journalism and the safety of journalists and other media actors, which includes guidelines related to addressing impunity.

 

The Association of European Journalists’ Media Freedom Representative, William Horsley, said: “On behalf of our journalist colleagues who continue to experience physical, legal and employment threats aimed at intimidating them into silence, and whose access to justice in connexion with abuses against them by public officials and police is restricted or barred by a culture of impunity, we call on all European governments to take decisive action immediately to eradicate impunity and apply the criminal law against those who are responsible for it. 

 

“The AEJ was an active member of the Council of Europe committee that drafted recommendation (2016)4. Today we remind states of their legal obligations to create a favourable environment for freedom of expression so that journalists can do their work without fear of reprisals or impunity. The Recommendation that you have yourselves adopted calls on all member states, as a matter of urgency and through all branches of State authorities, to implement the guidelines in that text, and ‘to review relevant domestic laws and practice and revise them as necessary to ensure their conformity with States’ obligations under the European Convention on Human Rights’”.

 

Signatory organisations:

Index on Censorship

Association of European Journalists

Free Press Unlimited

Pen International

ECPMF

INSI

EFJ

IFJ

Reporters sans Frontieres

Article 19

IPI

 

 
Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui
 
 
Image

Unesco. Il 2 Novembre “Fai vivere la verità”

 
Immagini e slogan sui social il 2 novembre in memoria dei 1109 giornalisti uccisi. Appello a diffonderli al massimo

Ossigeno sostiene “#Fai vivere la verità” (#KeepTruthAlive), la campagna di sensibilizzazione sui social lanciata questanno dall’UNESCO, in occasione della Giornata internazionale 2019 per porre fine all’impunità per i crimini contro i giornalisti (IDEI, #idei2019), per chiedere giustizia per i giornalisti vittime di omicidi ancora impuniti.

Ossigeno invita tutti i giornalisti e i media a sostenere questa campagna seguendo le indicazioni qui elencate.

Il focus della campagna di quest’anno è sui 1.109 giornalisti uccisi negli ultimi 12 anni, per sottolineare che il 93% di essi erano cronisti locali, uccisi nel loro paese.

Questo è il materiale per la campagna #KeepTruthAlive per la Giornata internazionale per porre fine all’impunità per i crimini contro i giornalisti (IDEI).

Questo è il link per scaricare le immagini in italiano link

Ossigeno invita ogni destinatario di questo messaggio a:
Trattare questo argomento nei suoi contenuti editoriali;
Condividere o ripubblicare le immagini ufficiali della campagna.
Seguire i social media dell’Unesco e rilanciarne i messaggi a partire dal 2 novembre.
Ø Retweet noi: https://twitter.com/UNESCO
Ø Regram us: https://www.instagram.com/unesco/
Ø Condividi: https://www.facebook.com/unesco/

Attraverso i seguenti collegamenti seguenti si può ottenere il contenuto formattato per il proprio sito Web o per l’uso sui propri account Twitter e Facebook. Link 2

Per maggiori informazioni visitare il sito www.keeptruthalive.co (è attivo dal 30 ottobre)
 

Queste ed altre notizie sul sito di Ossigeno www.ossigeno.info
 

 
Facebook Twitter Web Site

OSSIGENO PER L'INFORMAZIONE, Osservatorio sui cronisti minacciati e le notizie oscurate in Italia, è un’associazione ONLUS fondata nel 2007, dal 2014 è consulente della Commissione Parlamentare Antimafia e dell’OSCE. Ha pubblicato i nomi di migliaia di giornalisti italiani colpiti da intimidazioni. Si batte affinché ognuno di loro abbia un’adeguata protezione; promuove il diritto dei cittadini di essere informati; esplora il problema della legalità nel campo dell’informazione giornalistica.

 

Ossigeno per l’Informazione
Piazza della Torretta 36 1° piano – 00187 Roma

Tel. 0668402705 - 067000705 | posta elettronica segreteria@ossigenoinformazione.it