Home

 

 


 

Servizio stampa

Parlamento europeo

Ufficio di collegamento in Italia

 

 

 

   
 

Agenda

Settimana 26 ottobre 1 novembre 2020

Riunioni di commissione, Bruxelles

 

QFP/Risorse proprie. I negoziati sul quadro finanziario pluriennale dell'UE (2021-2027) continueranno con due incontri tra Parlamento e Consiglio. Gli eurodeputati difendono il finanziamento di 15 programmi bandiera dell'UE a beneficio di cittadini, studenti, ricercatori, imprese, operatori sanitari. In più vengono chieste nuove fonti di finanziamento per il bilancio in modo da permettere agli stati membri di risparmiare sul loro contributo all'erario comunitario. (Lunedìmercoledì)

 

Stato di diritto. Il Parlamento, il Consiglio e la Commissione continueranno a discutere del regolamento sulla condizionalità dello stato di diritto, in base al quale agli Stati membri che non rispettano i diritti fondamentali verranno sospesi o ridotti i fondi europei. La principale richiesta del Parlamento è un meccanismo efficace che possa avere riscontri pratici in materia. (Martedì)

 

Bilancio UE 2021. La commissione Bilanci voterà le priorità del Parlamento sul quadro finanziario per il prossimo anno. Gli eurodeputati vogliono aumentare i finanziamenti per programmi e progetti che sostengono i giovani, gli operatori sanitari, gli imprenditori e le infrastrutture di trasporto, l'agricoltura, i diritti fondamentali, la sicurezza e la politica estera. (Mercoledì)

 

InvestEU. La commissione per i problemi economici e monetari e la commissione Bilanci voteranno un provvedimento che rafforzi il meccanismo di sostegno europeo per il periodo 2021-2027, per aiutare le imprese europee e garantire gli investimenti privati per le priorità a medio e lungo termine, come il Green Deal e la transizione digitale. (Mercoledì)

 

Protezione dei prodotti UE in Cina. La commissione per il commercio internazionale terrà la votazione finale sull'accordo tra l'UE e la Cina finalizzato a proteggere reciprocamente oltre 200 prodotti a indicazione geografica, tra cui Cava, Champagne, feta, whisky irlandese, Münchener Bier, ouzo, Polska Wódka, Prosciutto di Parma e Queso manchego. Affinché l'accordo entri in vigore, è necessaria l'approvazione del Parlamento. (Martedì)

 

COVID-19 e i valori dell'UE. La commissione per le libertà civili voterà un rapporto sulle misure di emergenza adottate dai paesi dell'UE per combattere la pandemia e le loro conseguenze per la democrazia, lo stato di diritto e i diritti fondamentali. (Martedì)

 

Migrazione/Isole greche. La commissione per le libertà civili farà il punto della situazione delle isole greche dopo l'incendio che ha distrutto il campo profughi di Moria e ha lasciato circa 12.000 persone senza tetto. La maggior parte di loro è stata trasferita nel campo temporaneo di Kara Tepe, costruito per far fronte all’emergenza. (Martedì)

 

"Diritto alla riparazione" europeo. La commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori voterà una risoluzione per chiedere alla Commissione europea di introdurre un "diritto alla riparazione" per i consumatori. L'obiettivo è promuovere una cultura del riutilizzo, rendendo conveniente la riparazione dei beni, nonché della sostenibilità nella produzione, nei modelli di business e nei consumi. (Lunedì)

 

Iniziative sull’intelligenza artificiale. Gli eurodeputati della nuova commissione speciale sull'intelligenza artificiale nell'era digitale (AIDA) parteciperanno a un dibattito con i commissari Breton e Vestager sulla strategia europea dei dati e sul Libro bianco sull'intelligenza artificiale. Discuteranno anche delle iniziative prese all'interno dell'OCSE con Andrew W. Wyckoff, direttore per la scienza, la tecnologia e l'innovazione dell'Organizzazione. (Lunedì e martedì)

 

Settimana europea per la parità di genere. In occasione del 25° anniversario della Conferenza e della Piattaforma d'azione di Pechino, il Parlamento europeo, su iniziativa della commissione per i diritti della donna e l'uguaglianza di genere, ha deciso di organizzare per la prima volta una settimana europea dell'uguaglianza di genere da lunedì 26 a giovedì 29 ottobre. In questa occasione, molte commissioni del PE organizzeranno dibattiti, audizioni e scambi di opinioni su temi legati all'uguaglianza di genere.

 

Agenda del presidente.

Il presidente Sassoli parteciperà martedì a un incontro in videoconferenza con i presidenti delle due Camere federali svizzere, Isabelle Moret e Hans Stöckli.

Mercoledì parteciperà a una teleconferenza con il Mediatore europeo, Emily O'Reilly, e presiederà il terzo dibattito del ciclo "Idee per un nuovo mondo" su "l'accesso a internet: un nuovo diritto umano" con la presidente della Commissione Ursula von der Leyen e l'ex presidente della Commissione e ex presidente del Consiglio italiano Romano Prodi.

 

   

 

 

Agenda della settimana

 

Servizio stampa del Parlamento Europeo

 

 

 

 

Maurizio MOLINARI

Responsabile Media del Parlamento europeo in Italia

cid:image002.gif@01D68DCB.21A669C0

(+39) 02 434417519

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-portable.png

(+39) 339 530 0819

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-mail.png

maurizio.molinari@europarl.europa.eu

 

Alberto D’ARGENZIO

Addetto Stampa - ROMA

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-phone.png

(+39) 06 69950206

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-portable.png

(+39) 335 8152777  

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-mail.png

alberto.dargenzio@ep.europa.eu

 

Valentina PARASECOLO

Addetto Stampa - MILANO

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-phone.png

(+39) 02 434417514

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-portable.png

(+39) 393 2417646 

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-mail.png

valentina.parasecolo@ep.europa.eu

 

 
Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui
 
Image
 
Image
 

Grandissimi ospiti per il 9° Tech Talk dedicato ai Nuovi Canali e Nuovi Editori, in un panorama che vede allargarsi l'offerta di contenuti e servizi, nuove piattaforme, nuove modalità di distribuzione, con nuovi modelli di fruizione.

 

I "best case" di VatiVision, Warner Media, Hse24, nello scenario di gestione e controllo multipiattaforma di Persidera, saranno oggetto del Talk, che ospita Rai Ragazzi e la nuova versione di Topo Gigio, in una offerta competitiva e molto interessante per il settore kids.

 
 
 
 

 

Se non si visualizza correttamente questa e-mail cliccare qui
Manca una settimana al voto di Usa2020: ne parliamo oggi online
26 ottobre 2020

"Ho scelto un certo Trump": come già oltre 50 milioni di elettori, anche il presidente ha optato per il voto anticipato, a West Palm Beach, in Florida, vicino alla sua residenza di Mar-a-Lago. E proprio la Florida - dove si è recato anche Barack Obama per fare campagna per il suo ex vice - è uno degli Stati in bilico in cui si decideranno le sorti della corsa presidenziali fra Trump e Joe Biden. Oggi, intanto, il Senato vota per la contestata conferma di Amy Coney Barrett alla Corte Supremacome ci racconta Giampiero Gramaglia.

Ma il 3 novembre sulla scheda elettorale ci saranno anche tante altre sfide chiave: gli statunitensi sono chiamati a rinnovare la Camera dei rappresentanti, un terzo del Senato e vari governatori, come ci spiega Riccardo Alcaro nella terza puntata della nostra guida al voto. Ne parleremo oggi, alle 17.30, in occasione del web meeting che lo IAI e AffarInternazionali, in collaborazione con YouTrend, dedicano alle elezioni (qui il link per le registrazioni). Questo e molto altro ancora online su AffarInternazionali, la rivista dello IAI.

ARTICOLI
 UNA GUIDA A USA2020
Tutto sull’elezione del presidente e del Congresso degli Stati Uniti / 3
 

di Riccardo Alcaro

Pubblichiamo a puntate il rapporto sulle elezioni negli Stati Uniti d’America apparso sul Focus euroatlantico n. 15 nell’ambito dell’Osservatorio di politica internazionale, Documentazione per le Delegazioni parlamentari presso le Organizzazioni internazionali, Commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato, funzionari...

 SOVRAESPOSIZIONE DEL PRESIDENTE
Non solo dribbling della tasse: i debiti di Trump e il nodo sicurezza nazionale
 

di Stefano Latini

I debiti di Donald Trump sono l’aspetto più ambiguo delle sue finanze. Perché se le coordinate e le relative identità dei big che finanziano l’attuale presidente è chiara da anni – Deutsche Bank e Ladder Capital sono i suoi maggiori creditori -, resta...

LA SCOMMESSA DEL CCM
Opposizione divisa: Magufuli spera di tenere ancora in pugno la Tanzania
 

di Lo Spiegone

Il 28 ottobre in Tanzania si terranno le elezioni generali: i votanti saranno chiamati a scegliere il nuovo presidente e i membri dell’Assemblea Nazionale.

ULTIME DAL BLOG

Dal blog Diario Americano USA 2020

 

 
- 8: al via l'ultima settimana di campagna, mentre il Senato vota per Barrett  

di Giampiero Gramaglia

 
© 2020 AffarInternazionali - www.affarinternazionali.it

 

Monday, 26 October 2020

Ouvrir dans le navigateur 

image

DERNIÈRES INFOS

Vous appréciez notre plateforme ?  Aidez-nous à publier des informations gratuites et indépendantes depuis les capitales européennes.

CONTRIBUER

« Venez comme vous êtes », un slogan à double tranchant chez MacDo

[Non-Discrimination] "Venez comme vous êtes", c'est le slogan fétiche de MacDonald’s. Mais les 114 témoignages de salariés recueillis récemment en France raconte une toute autre histoire. Racisme, sexisme, harcèlement, grossophobie et même violences sexuelles, tout y passe. Vendredi 16 octobre, des employés de la multinationale ont manifesté devant le siège de l’enseigne.

Bélarus : l’opposante Tikhanovskaïa appelle à la grève générale

[Monde] La cheffe de file de l'opposition bélarusse Svetlana Tikhanovskaïa a appelé dimanche soir ses compatriotes à la grève dès lundi à la suite d'une nouvelle manifestation ayant réuni plus de cent mille personnes à Minsk contre le président Alexandre Loukachenko.

La Bulgarie rejoint la coalition américaine contre Huawei

[L'actu en capitales] L’actu en capitales décrypte l’info de toute l’Europe, grâce au réseau de rédactions d’Euractiv.

Terrorisme : « les silences éloquents ne seront pas oubliés », affirme M. Le Drian

[Monde] "C’est dans les épreuves qu’on reconnaît ses amis", affirmait le ministre des Affaires étrangères Jean-Yves Le Drian lors d'une audition au Sénat la semaine dernière. Le Quai d'Orsay a rappelé dimanche l’ambassadeur de France en Turquie, alors que la tension monte entre son président Recep Tayyip Erdogan et les autorités françaises.

Une BD-enquête sur le « scandale » des déchets nucléaires français

[Planète] Cent mille ans allie le travail graphique de Cécile Guillard aux enquêtes journalistiques de Pierre Bonneau et Gaspard d’Allens. Dans cet ouvrage publié le 15 octobre, les deux journalistes reviennent sur un « scandale » à la française : l’enfouissement orchestré par l’État de 85 000 m3 de déchets radioactifs près du village de Bure, dans la Meuse.

Ad

L'actu en capitales

De Paris à Zagreb, en passant par Rome et Berlin. L’actu en capitales récapitule l’info de toute l’Europe grâce au réseau de rédactions d’Euractiv.

Abonnez-vous gratuitement à la newsletter quotidienne .

 

L’Union pour la Méditerranée souhaite renforcer la coopération régionale [Monde]

L’OTAN veut protéger les câbles sous-marins des attaques russes [Politique]

Brexit. Chaque jour compte, selon Michel Barnier [Politique]

La Pologne restreint encore le droit à l’avortement [L'actu en capitales]

L’UE doit trouver une solution « d’ici la fin de l’année » face au terrorisme en ligne (Beaune) [Politique]

L’Allemagne change timidement de position face à la Russie [Monde]

Pour le Luxembourg, un pacte non contraignant sur l’asile est voué à l’échec [Politique]

Le Parlement européen souhaite renforcer l’engagement du bloc à la non-prolifération nucléaire [Politique]

L’opposition biélorusse sacrée par le prix Sakharov 2020 [Monde]

Allemagne. Vent debout contre l’accord sur la réforme de la PAC [Politique]

 

L’UE achète des drones à Airbus pour repérer les bateaux transportant des migrants [Migrations]

D’après la Commission, Thierry Breton n’a pas participé à l’appel d’offres européen remporté par Atos [L'actu en capitales]

Macron rend hommage à Samuel Paty, « héros tranquille » de la République [Politique]

Assassinat de Samuel Paty. Ce que l’on sait des sept suspects mis en examen [Politique]

La nouvelle stratégie entre l’Afrique et l’UE doit renforcer les relations commerciales [Monde]

Suivez l’actualité du moment sur euractiv.fr, ou abonner-vous sur Twitter à @EURACTIV_FR

 
 

// BlogActiv// Jobs// Press releases// Agenda

 

 


Your banner

Sevizio Stampa 

Parlamento europeo

Ufficio di collegamento

 

 

 

 Comunicato Stampa
 21.10.2020

 Altre versioni linguistiche sono disponibili qui

 

Evento: 28 ottobre, ore 15:00 - Accesso a Internet: un nuovo diritto umano

Dialogo tra il Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, la Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, e il Professore Romano Prodi, con la partecipazione di Sir Tim Berners-Lee e Simona Levi.

 

 

Il 28 ottobre alle ore 15:00 si svolgerà il terzo incontro virtuale del ciclo di dialoghi pubblici - Idee per un nuovo mondo - promossi dal Presidente del Parlamento europeo David Sassoli con filosofi, scrittori, economisti, esponenti della società civile europea, rappresentanti del mondo del lavoro. L’obiettivo di questi dialoghi è quello di ragionare insieme su una nuova immagine di Europa più utile e più vicina ai suoi cittadini in un momento che richiede immaginazione, azione e coraggio politico per abbandonare le ricette del passato e affrontare le sfide del presente con strumenti nuovi.

Il titolo di questo terzo dialogo è “Accesso a Internet: un nuovo diritto umano” e si focalizzerà sull'accesso a Internet come nuovo diritto umano e sulla sfida dell’Unione Europea per fare della rete e dell’ambiente digitale un luogo democratico e di diritti, in grado di dare nuova forma ai modelli economici, dando voce e capacità decisionali ai cittadini.

L'evento prevede un dialogo tra il Presidente del Parlamento David Sassoli, la Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen e l'ex Presidente della Commissione Romano Prodi, con gli interventi di Sir Tim Berners-Lee e Simona Levi.

Sir Tim Berners-Lee è l’inventore del World Wide Web, Direttore tecnico di Inrupt e co-fondatore de la World Wide Web Foundation, ovvero l'iniziativa che mira a promuovere il Web come bene pubblico a beneficio dell'umanità e come dritto fondamentale. Sir Tim è inoltre Co-Fondatore dell'Open Data Institute e fondatore del World Wide Web Consortium (W3C). Nel 2004 è stato nominato cavaliere da S.M. la Regina Elisabetta e nel 2007 è stato insignito dell'Ordine al Merito. Nel 2017 ha ricevuto il Premio ACM Turing, considerato il “Premio Nobel per l'Informatica”. Nel 2014 ha lanciato un appello pubblico per il riconoscimento dell'accesso a Internet come diritto umano fondamentale e nel 2019 ha lanciato il Contract for the Web, il primo piano d'azione globale per rendere il mondo online sicuro e un’opportunità per tutti.

Simona Levi è un'attivista, insegnante e drammaturga. Nel 2008 ha fondato Xnet, progetto di riferimento a livello nazionale ed europeo presente su tutti i fronti dell'agenda politica della tecnologia nell'ultimo decennio, e le cui principali aree di azione sono i diritti nell'era digitale. Nel 2017, l'edizione nordamericana della rivista 
The Rolling Stone l'ha scelta come una delle 25 persone, tra attivisti, tecnologi e scienziati, che stanno definendo il futuro.

La videoconferenza potrà essere seguita live sul 
sito del Parlamento e sugli account Facebook e Twitter del Presidente.

Le foto e i video dell'evento sono disponibili 
qui.

La diretta live in formato broadcast è disponibile 
qui.

 

Cari Amici,
vi invitiamo alle Giornate di premiazione del Premio Roberto Morrione per il giornalismo investigativo che si terranno online da giovedì 29 a sabato 31 ottobre.

La domanda alla quale cercheremo di dare una risposta è "Quale ruolo ha il giornalismo, in particolare quello investigativo, nella lotta al virus?". 
La cercheremo insieme ai 42 relatori coinvolti nei dibatti, negli incontri e nelle tavole rotonde. 

Presenteremo le quattro inchieste finaliste della nona edizione del nostro premio. Sabato 31 ottobre premieremo le vincitrici, assegneremo il premio Baffo Rosso 2020 ad Andrea Purgatori e il nuovo riconoscimento Testimone del Premio Roberto Morrione a Nello Scavo. 

GLI INCONTRI SONO TUTTI GRATUITI, MA PER PARTECIPARE E' NECESSARIO REGISTRARSI

La partecipazione ad alcuni eventi permette il riconoscimento dei crediti formativi ai giornalisti, ma è obbligatoria l'iscrizione tramite piattaforma Sigef

 
LEGGI IL PROGRAMMA COMPLETO E ISCRIVITI
NOTA BENE: Per partecipare agli incontri è necessario iscriversi compilando i moduli online, cliccando i pulsanti indicati nel programma, sotto ogni panel.
Per collegarci utilizzeremo la piattaforma Zoom. 
 
GUARDA IN ANTEPRIMA LE INCHIESTE FINALISTE
La presentazione di giovedi 29 è riservata agli studenti della Scuola Holden, ma vista l’eccezionalità della situazione sarà possibile vedere le inchieste in esclusiva e in anteprima, durante le tre giornate, registrandosi nel sito del Premio.
 
SEGUI IN DIRETTA LA SERATA DI PREMIAZIONE
La serata di premiazione di sabato 31 ottobre andrà in diretta web dalle 21 alle 23 sul nostro sito, nel canale Youtube e pagina Facebook.
Mettetelo in agenda e lasciateci la vostra email, vi invieremo il promemoria qualche ora prima dell’evento.

 

   
 
img-10
img-10

TIME TO MOVE 2020: CAMPAGNA DELLA RETE EURODESK!

E' partita il 1° ottobre la campagna Time To Move, l'iniziativa che mira a dare visibilità alla rete Eurodesk e alle sue attività di informazione sulle opportunità di mobilità educativa transnazionale dedicate ai giovani! Dal 1° al 31 Ottobre si realizzeranno iniziative a livello locale e nazionale, finalizzate ad informare/orientare i giovani sulle opportunità che l'Unione Europea promuove negli ambiti della mobilità per l'apprendimento transnazionale e della cittadinanza attiva.

Approfondisci

 

 


img-10

img-10

PALESTRE DI PROGETTAZIONE EURODESK/AGENZIA NAZIONALE PER I GIOVANI

Proseguono le attività delle Palestre di progettazione realizzate dall'Agenzia Nazionale per i Giovani in cooperazione con Eurodesk Italy. L'invito è rivolto ai potenziali beneficiari dell'asse gioventù di Erasmus+.

Ecco i prossimi appuntamenti:

Mercoledì 7 ottobre 2020, ore 15:00>16:30
Orientamento alle attività di mobilità educativa dei giovani attraverso i Programmi europei.
Contenuto:
Come partecipare alle attività di mobilità con Erasmus+|Gioventù e Corpo europeo di solidarietà: scambi di giovani, volontariato, tirocini, lavoro, altre opportunità europee.
Collegamento alla pagina di registrazione

Mercoledì 14 ottobre 2020, ore 15:00>16:30
L'evoluzione dei programmi europei Erasmus+|Gioventù e Corpo europeo di solidarietà nella programmazione 2021-2027.
Contenuto:
Approfondimento sull'evoluzione della nuova generazione dei programmi europei rivolti alla gioventù.
Collegamento alla pagina di registrazione
 


img-10

 

DOCUMENTO TECNICO "YOUTH GUARANTEE QUALITY STANDARDS"RASMUS+

Troppo spesso le offerte del programma Garanzia Giovani - iniziativa europea nata dalla necessità di fronteggiare le difficoltà di inserimento lavorativo e la disoccupazione giovanile - si limitano a posizioni a bassa retribuzione e temporanee.

Leggi

 
 

EDUCATION AT A GLANCE 2020: PUBBLICAZIONE DELL'OCSE
 

La pubblicazione dell'OCSE fornisce dati sulla struttura, le finanze e le prestazioni dei sistemi educativi dei paesi OCSE e di alcune economie partner. Fornisce più di 100 grafici e tabelle, nonché link...

Leggi

TIROCINI PRESSO EURADIO

Due volte all'anno, Euradio, una stazione radio europea con sede a Nantes dal 2007 e Lille dal 2018, accoglie "squadre europee" di tirocinanti da settembre a febbraio e da febbraio a giugno per imparare e collaborare con loro...

Leggi

CONSULTAZIONE NEXTDAYS 2020: YOUNG CONSUMERS..

I giovani europei sono invitati a condividere le loro opinioni e a porre domande sulla politica sostenibile dei consumatori in una consultazione online che sarà alla base dell'evento Future Labs Online del 16-18...

Leggi

 
img-10
 
 

RAPPORTI EURYDICE SUI CALENDARI SCOLASTICI E ACCADEMICI 2020/2021

La rete Eurydice ha pubblicato i calendari scolastici e accademici 2020/2021, adesso che nella maggior parte dei paesi le scuole hanno riaperto i battenti, dopo avere valutato attentamente le date di...

Leggi

 

SPAZIO EUROPEO DELL'ISTRUZIONE: RIPENSARE L'ISTRUZIONE DIGITALE

La Commissione ha adottato il 30 settembre due iniziative che rafforzeranno il ruolo dell'istruzione e della formazione nella ripresa dell'UE dalla crisi del coronavirus e contribuiranno...

Leggi

 

L'UE LANCIA IL MESE EUROPEO DELLA CIBERSICUREZZA

Il mese di ottobre segna l'ottava edizione del mese europeo della cibersicurezza, che riunisce l'Unione europea, i suoi Stati membri e i cittadini europei per prevenire e contrastare le minacce informatiche...
 

Leggi

 

 
 
img-10
 
 
 
img-10
 

 

CORPO EUROPEO DI SOLIDARIETA'

La nuova iniziativa europea per il volontariato e l'accesso al mercato del lavoro rivolta ai giovani tra...

Leggi

CANALE TELEGRAM DI EURODESK ITALY

Le opportunità di mobilità educativa transnazionale sul canale Telegram di Eurodesk Italy...

Leggi

YOUR FIRST EURES JOB 6.0

La nuova iniziativa europea per  tirociniapprendistato e lavoro rivolta ai giovani tra i 18 e i 35 anni...

Leggi

 
 

 
E' uscito il n°02/2020 di dodo, una rivista per tutti gli stakeholder delle politiche per i giovani. In particolare, amministratori e funzionari degli enti pubblici locali...

Leggi

 


Novità

Istruzione

Pubblicazioni

Iniziative

Formazione
 
 

Eurodesk è la struttura del programma comunitario Erasmus+ dedicata all'informazione, alla promozione e all'orientamento sui programmi in favore dei giovani promossi dall'Unione europea e dal Consiglio d'Europa. 




 

 

 


NOI E IL FUTURO DELL'EUROPA
Newsletter n. 33 - Ottobre 2020

Qui di seguito puoi selezionare la parte di tuo interesse
Per la versione completa, clicca qui
 
CENTO GIORNI DI PRESIDENZA EUROPEA: LA STRADA STRETTA DI ANGELA MERKEL

Angela Merkel può addurre molte ragioni per giustificare gli scarsi risultati raggiunti dopo cento giorni di presidenza tedesca del Consiglio dell’Unione europea (1° luglio-15 ottobre 2020), ma il confronto fra le priorità presentate all’inizio del semestre e le decisioni prese dal Consiglio europeo e dai Consigli specializzati è per ora sostanzialmente negativo dato che la grande maggioranza degli accordi raggiunti, a cominciare dallo European Recovery Plan devono essere trasformati in misure giuridicamente vincolanti.
Continua a leggere
ATTIRIAMO LA VOSTRA ATTENZIONE
 
La settimana inizia con la sessione plenaria del Parlamento europeo; un appuntamento che, considerata la pandemia, si svolgerà solo tramite connessione remota. Una serie di punti rimane sospesa sul tavolo dei negoziati, come avete avuto modo di leggere nell’editoriale e come potrete comprendere approfondendo il documento “Key issues in the European Council. State of play in October 2020”, scaricabile nella sezione dedicata.
Continua a leggere
CORONAVIRUS: AGGIORNATA LA SEZIONE DEL SITO
 
DOCUMENTI CHIAVE
Continua a leggere
TESTI DELLA SETTIMANA
Continua a leggere
CARTA DEI DIRITTI FONDAMENTALI
I momenti di crisi sono quelli in cui le migliori energie possono emergere, così come una nuova leadership, a condizione che si imbocchi la via giusta e che si perseveri nell’obiettivo. Ecco perché questa settimana ci dedichiamo all’articolo 23 della Carta dei diritti fondamentali, dedicato all’uguaglianza tra uomini e donne, un valore da assicurare “in tutti i campi, compreso...
Continua a leggere
LA GIURISPRUDENZA EUROPEA

Quello della fiscalità comune è una priorità per il futuro dell’Europa e, soprattutto, per una maggiore coesione delle politiche, per una migliore allocazione delle risorse, insomma un elemento sul quale si gioca la possibilità di avanzamento di una maggiore integrazione. Un caso su cui è stato necessario l’intervento della Corte di Giustizia dell’Ue può aiutare a comprendere meglio la situazione, sul piano pratico.
Continua a leggere
CONSIGLI DI LETTURA
Questa settimana vi presentiamo una nuova rivista che è anche un progetto dai risvolti futuri che si preannunciano interessanti. Il suo nome è “Democrazia futura - Media e geopolitica nella società dell’informazione e della conoscenza” ed è stata realizzata dal gruppo di Amalfi dell’Associazione Infocivica. Si pregia del contributo di autori esperti, definiti, in questo numero zero che alleghiamo, gli “animatori” della rivista. Essa pone all’attenzione dei lettori spunti di riflessione sul sistema dell’informazione e sul trattamento mediatico di...
Continua a leggere
AGENDA DELLA SETTIMANA
Continua a leggere
    CAMPAGNA DI INFORMAZIONE SULL'EUROPA    
 
 
La newsletter del Movimento Europeo è ripartita a gennaio 2020 con cadenza settimanale; nuova, più ricca di spunti e di contenuti, per seguire da vicino il dibattito sul futuro dell’Europa. Vogliamo assicurare continuità e cura nei minimi dettagli e vi chiediamo per questo vostri suggerimenti, un contributo finanziario ed un sostegno nella sua diffusione.
Responsabile: Massimiliano Nespola, giornalista
Segreteria di redazione: Sabrina Lupi

 

 

[ ... ]

 

Having trouble viewing this email? Click here


english edition

IAINEWS

in this issue:
Climate, Migration, MENA, Defence

October 2020

The World is Our Oyster: Strengthening Transatlantic Action on Climate Change

Maria Elena Sandalli

«COVID-19 has demonstrated that security and prosperity at home are contingent on events elsewhere. Similarly, climate change should be framed by transatlantic leaders as a security issue, one that increases the likelihood of government instability and military escalation, with rippling effects across the globe. The pandemic has given new urgency to discussions about the environment, but its immediate consequences run the risk of distracting us from the climate emergency. The EU has gone to great lengths to champion climate action, but alone it cannot reverse the catastrophic effects of climate change. Far from replacing economic growth, transitioning to a green economy enhances it. Owing to the size and interconnectedness of the transatlantic economy, green growth in the EU will have a tremendous impact on the US and vice versa. The economic response to COVID-19 thus demands stronger transatlantic cooperation»

Read more

Read the other winning articles submitted to the 2020 edition of the IAI Prize contest

Global Eco-Cities: Pursuing the Utopia of Sustainable Urbanisation

The Planet, Europe and I: What All of Us Can Do to Save Our Planet

Europe and the Role of International Cooperation in Combatting Climate Change


Articles


Renewing Multilateralism for the 21st Century: The Role of the United Nations and the European Union

edited by Ettore Greco

«The crisis of multilateralism poses a demanding challenge to the UN system as the universal organisation responsible for the effective functioning of global order and international cooperation. Most of the rules of global governance currently under stress are at the very basis of the functioning of the UN and of its complex system of specialised agencies. The UN therefore has a primary interest in undertaking new initiatives and reform plans to re-establish a well-functioning multilateralism, particularly in light of the consequences of COVID-19. The present crisis provides an opportunity to the UN system to define new objectives, update its mission and tasks, and reform its working methods»

Read more

The European Commission’s Mission to Reform EU Migration Policy: Will Member States Play Ball?

Asli Selin Okyay and Luca Barana

«The COVID-19 crisis is underscoring the need for multilateral solutions, providing an opportunity to reframe migration also as a socioeconomic phenomenon. The European Commission, across its various directorates and institutions that are in charge of different dimensions of the migration-foreign policy nexus, should use this opportunity to make migration part of a comprehensive partnership framework. The aim should also be that of striking a better balance in the internal dimension of migration and asylum policy, without which the EU’s commitment to improve relations with its partners would remain largely void»

Read more
Read other IAI Commentaries

Italian–Turkish Economic Relations: An Overview

Sinan Ekim and Nicola Bilotta

«Turkey and Italy have traditionally enjoyed strong economic relations. The increasing volume of bilateral trade, as well as the number of lucrative contracts that Italian and Turkish companies have signed with each other, suggest that there is potential for further growth. To this end, upgrading the customs union (CU) that, since 1996, has regulated Turkey’s economic relationship with the EU, and thereby with Italy, is being explored as one of the most effective ways of enhancing both the EU’s and Italy’s economic cooperation with Turkey. However, while the European and Italian leadership and business communities are in favour of a closer engagement with Turkey as well as a CU upgrade, the majority of Italian political parties and public opinion oppose them»

Read more
Read other IAI Papers

Infrastructure and Power in the Middle East and North Africa

edited by Silvia Colombo and Eduard Soler i Lecha

«Over the last decade, the Mediterranean and the Middle East and North Africa (MENA) region have experienced profound and far-reaching social, political and economic transformations that have contributed to unprecedented levels of volatility and uncertainty. Some of these shifts have reshaped many traditional features of the geopolitical order in place in the region for decades, while others might have the potential to do so in the near future. Infrastructure is one of the areas where the effects of those global and regional dynamics are most visible: this is why a good grasp of the geopolitics of infrastructure can help us understand the broader geopolitical shifts in the MENA region better»

Read more
Read other EuroMeSCo papers

G2G Defence Agreements: National Strategies Supporting Export Development

Alessandro Marrone and Ester Sabatino

«The unique configuration of the international defence market, where states are the only purchaser, prevents the sector from operating according to purely market-oriented paradigms and requires peculiar mechanisms, such as Government-to-Government (G2G) agreements. Given the overall advantages that G2G agreements offer, the main European countries prepared early from a legal, institutional and political perspective, in order to further support their defence exports. Those states with a G2G system in place have had, over the years, increasingly better performance than those countries, like Italy, which have not resorted to this instrument and left their industries competing without a comparable level of government support»

Read more
Read other Documenti IAI
 

News and events


1 October 2020
Young Talents for Italy, Europe and the World - 2020

The winners of the IAI Prize contest will discuss their visions of Europe and their ideas for its relaunch in a public debate featuring prominent personalities from the worlds of culture, sports, politics, business and institutions.
The discussion will unfold as a dialogue between the young winners and a panel of prominent personalities from different walks of life.
Supported by the Italian Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation, Fondazione Compagnia di San Paolo and the Representation in Italy of the European Commission.
The event is also promoted in the framework of Festival dello Sviluppo Sostenibile 2020 by ASviS.

Details
EU IDEA visual and video award

The EU IDEA project is launching a video and visual award aimed at giving young people the opportunity to express through visual artworks how they are experiencing and interpreting the exit of the United Kingdom from the EU.

Details
Call for participation

IAI, on behalf of the EU Non-Proliferation and Disarmament Consortium, welcomes applications from young scholars and diplomats to participate in a “Next Generation Workshop”, to be held virtually on 25 November 2020.

Details
 


 

 

 


[ ... ]

 

                                                         Newsletter n. 143

Il giornalista nell'età dello smart working (25)
 

 

 

Nel dibattito sul giornalismo in smart working e in previsione del seminario che la Fondazione ha organizzato per il 17 settembre, pubblichiamo oggi l’intervento del Professor Fabrizio Tonello, della Scuola di Economia e Scienze Politiche dell'Università di Padova. 


 

Lo smart working non ha nulla di smart

I giornali non sono gli articoli che pubblicano, sono qualcosa di più. Repubblica non sono i pezzi di Eugenio Scalfari, di Bernardo Valli ieri e di Gustavo Zagrebelsky oggi. Il Corriere della sera non è Indro Montanelli ieri, Ferruccio de Bortoli e Gian Antonio Stella oggi. Non è neppure i suoi premi Nobel come Eugenio Montale o le sue glorie letterarie come Dino Buzzati. Il manifesto non è mai stato solo gli articoli di Rossana Rossanda, Luigi Pintor, Luciana Castellina e Valentino Parlato. No, i giornali sono idee, passione, ideologia (oltre che interessi). L’unica cosa certa in un quotidiano non è il direttore responsabile ma il fatto che quelle 16, 24 o 48 pagine formano un organizzatore collettivo, uno strumento che nasce e vive per incidere nella società che lo circonda. Questo è il motivo per cui il cosiddetto smart working non ha nulla di “smart” ed è un altro passo verso la fine dei giornali così come li abbiamo conosciuti negli ultimi due secoli.

I giornali non sono uffici del catasto e nemmeno ministeri: benché negli ultimi anni siano diventati fortemente centralizzati dal punto di vista editoriale e fortemente dipendenti dall’editore e dai suoi interessi, palesi o più spesso occulti, rimangono imprese bizzarramente artigianali e per questo spazi di libertà (inutile chiedere a un giornalista un articolo che non vuole scrivere: ne verrà fuori un pasticcio impubblicabile).

Questi spazi di libertà, però, hanno da essere collettivi: nessuno ha mai fatto un buon giornale rinchiudendo i redattori nelle loro stanzette o nei deprimenti open space che le follie manageriali hanno imposto una trentina d’anni fa, men che meno nel cosiddetto smart working di cui si parla oggi. E l’unico momento veramente collettivo di una redazione è la riunione del mattino, una riunione che nei brutti giornali (la maggioranza) è fatta dai soli capiredattori e capiservizio mentre nei bei giornali riunisce tutti, anche i neoassunti che per anni non osano aprire bocca di fronte al Direttore.

Mi dicono che Repubblica nacque così, con affollate riunioni di redazione che iniziavano alle 10 del mattino e duravano più di due ore, nella disperazione dei capiservizio che dovevano andare a organizzare le pagine (nel 1976 non esisteva WhatsApp e nemmeno i telefonini). Mi limiterò quindi a parlare della riunione del manifesto, di cui ho esperienza diretta, che iniziava verso mezzogiorno e aveva durata incerta: interminabile quando c’erano questioni politiche scottanti, relativamente breve quando il tema della giornata era chiaro e si trattava soltanto di decidere come affrontarlo e cos’altro mettere nelle pagine (che erano poche: grazie al genio grafico di Giuseppe Trevisani il giornale nacque con sole 4 pagine fitte e senza foto, non c’era spazio per le frivolezze).

La riunione si teneva al quinto piano di via Tomacelli 146, in una stanza troppo piccola e invasa dal fumo delle gauloises di Valentino Parlato e dei sigari di vari altri tabagisti. Era il regno dei capiredattori Luca Trevisani e Michele Melillo, che venivano dall’Unità e sapevano come far funzionare la macchina. Tutti partecipavano: i fondatori, e tutti i “giovani”, cioè un gruppetto di entusiasti la cui unica esperienza precedente erano i volantini davanti alle scuole o alle fabbriche, oltre ai tecnici, tipografi e fattorini alla pari con gli altri (anche gli stipendi erano rigorosamente uguali per tutti).

Al contrario di Scalfari, alle riunioni Pintor parlava poco, quasi solo se richiesto, ma naturalmente veniva ascoltato come se fosse il Messia per la lucidità delle sue analisi e la brevità dei suoi interventi, del resto coerente con la precisione dei suoi editoriali (mai più di 60 righe). Se Rossanda era intoccabile e Castellina ascoltatissima perché la più “giornalista” del gruppo, Luigi Pintor era adorato per la sua umiltà; di solito lasciava la riunione dicendo: “Scrivo, ma se non va bene metteteci qualcos’altro” (naturalmente non è mai successo che andasse in pagina qualcos’altro).

Le riunioni erano un formidabile strumento di motivazione dei giovani e mal pagati redattori, o dei collaboratori che non erano pagati affatto ma si nutrivano della vicinanza con persone che avevano letto tutto, visto tutto, conosciuto tutti. Rossanda era stata una delle poche persone ascoltate da Togliatti, Pintor aveva fatto la resistenza a Roma e diretto l’Unità, Valentino Parlato frequentava la Banca d’Italia con la stessa disinvoltura con cui scendeva a bere un whisky al Bar Antille. Il compagno di Rossanda, Karol S. Karol, era un polacco che aveva perso un occhio combattendo contro i nazisti, conosceva Mao e Fidel Castro, mandava reportage dai quattro angoli del mondo. In quale altro luogo i giovanissimi veneziani, torinesi o napoletani avrebbero potuto fare esperienze comparabili? Questo è il motivo per cui il “manifesto” degli anni Settanta-Ottanta ha prodotto una quantità di giornalisti che sarebbero diventati molto noti una ventina d’anni dopo, a cominciare da Lucia Annunziata presidente della RAI e Gad Lerner (che però rimase poco tempo in via Tomacelli) insieme a moltissimi altri.

La riunione di redazione aveva, naturalmente, anche i suoi inconvenienti. Uno era il politicismo, la distanza siderale che contribuiva a creare con le realtà italiane fuori Roma: malgrado il culto delle lotte operaie e la celebrazione dei movimenti di liberazione il giornale non riuscì mai a dare uno spazio adeguato ai militanti che facevano riferimento ad esso a Milano, a Napoli, a Marghera o a Taranto. Un secondo problema era la rigidità che creava in un quotidiano che doveva “chiudere presto” per arrivare in Sicilia, in Sardegna o in Friuli. Se il pomeriggio succedeva qualcosa di non previsto Michele Melillo, il caporedattore siciliano che aveva il controllo delle pagine, detestava cambiare il menabò, fosse pure per l’eruzione del vulcano Krakatoa.

Molti anni dopo, con l’aumento della foliazione e il cambio di formato, si creò un altro momento collettivo di condivisione e creatività, alle 19, poco dopo l’inizio del Tg3: la prima pagina con una grande foto a colori e un titolo-sberleffo. La routine e la pigrizia sono sempre in agguato nei giornali: fare ogni giorno qualcosa di originale è difficilissimo, lo si vede dal grigiore dei quotidiani di oggi. Al manifesto la prova viene quotidianamente superata in scioltezza, con vertici insuperabili: la foto di Joseph Ratzinger eletto Papa con il titolo “Il pastore tedesco” (20 aprile 2005). Oppure la prima pagina con Barack Obama presidente degli Stati Uniti: “Indovina chi viene a cena”, (6 novembre 2008). Mentre quando Telecom fu venduta agli spagnoli il giornale pubblicò l’immagine di una cabina telefonica in un paesaggio desolato con il titolo “E’ caduta la linea”  (25 settembre 2012).

Ma non si creda che con il passare degli anni la verve della redazione diminuisca: il ministro degli Esteri Alfano viene onorato di una foto mentre fa le smorfie insieme al titolo “Il ministrello” (17 luglio 2013), la morte di Margherita Hack viene raccontata con un “Stella rossa” sopra la sua foto (28 giugno 2012) mentre il problema dello smaltimento della plastica viene affrontato dal supplemento settimanale l’Extraterrestre con il titolo “I pannolini sporchi si lavano in famiglia” (20 febbraio 2020).

Sopravvivrà tutto questo al cosiddetto smart working?

 

Fabrizio Tonello

  

sito: www.fondazionemurialdi.it

 

European Business Review FOLLOW EBR MAGAZINE ON: Follow us on FacebookFollow us on TwitterSubscribe to our RSS Feeds

EU ACTUALLY     EUROPE     WORLD     BUSINESS     MANAGEMENT     ANALYSES

Welcome to the online edition of the “European Business Review (EBR)”, where journalists and distinguished guest-writers express their views and opinions on European affairs and Business issues with in-depth articles, analyses and commentaries.
Check also EBR's:
Print edition - International edition website - Greek edition website


Over 60 years EU farm policy has been blind for farming’s impact on nature, rewarding farmers for producing more and expanding their farms.

Greenpeace rings emergency bell for nature, climate and small farms

While the Council of the EU heralds that its negotiating position on the post 2020 common agricultural policy (CAP) reform package puts forward strong commitments from member states for higher environmental ambition, Greenpeace let us know that the European Parliament has ‘signed a death sentence for nature, climate and small farms’


"The EU’s reactions to the extraordinary, persistent, and peaceful demonstrations in Belarus—in which the security forces become more violent by the day—are shameful."

Europe Must Grow Up and Stop Moaning About Trump

No matter who sits in the White House come January 2021, Europe must grow up and take responsibility to rebuild multilateralism, fix the transatlantic relationship, and revive arms control


"If the EU will not provide an ambitious agenda for the Balkans, then other great powers – such as China, Russia, or Turkey could step in and extend their dominance directly at the EU’s door."

EU-Western Balkans: Time is of the essence

Earlier this month the European Commission adopted its annual enlargement package, which includes a communication on EU enlargement policy assessing the current state of the Western Balkans integration within the EU and outlining priorities for future action


"Democracies that defend liberty must recover their unilateral sovereignty, politically and philosophically, if they want to promote the universality of human rights and defend the victims denied them."

U.N. and Human Rights

Cuba, China, Pakistan, Russia and Uzbekistan, all notorious for abusing human rights, are among the 14 countries elected to the United Nations Human Rights Council on October 13, bringing the proportion of nondemocratic states on the world’s top human rights promoting body to 60%


"As the former president and father of the nation, Nursultan Nazarbayev, continues watching over the nation, younger generations of politicians and bureaucrats slowly take over new roles and responsibilities, both closer to the top of the country, but also closer to the people."

Asia’s Heart, Nursultan

The 1990s were a period of relief after almost 50 years of Cold War


UNESCO’s Assistant Director-General for Culture, Ernesto Ottone R.

"The COVID-19 pandemic is forcing the culture sector to adapt", states the UNESCO’s Assistant Director-General for Culture, Ernesto Ottone R.

It is no surprise that 2020 has been a very challenging year for the culture sector worldwide. The cultural and creative industries are among the most severely impacted with more than 7 million jobs affected in Europe

 

 
 

NOI E IL FUTURO DELL'EUROPA
Newsletter n. 32 - Ottobre 2020

Qui di seguito puoi selezionare la parte di tuo interesse
Per la versione completa, clicca qui
 
UNIONE EUROPEA: DAL MALE PUBBLICO DEL COVID-19 AL BENE COMUNE DELLA COESIONE?

Il Comitato dei rappresentanti permanenti dei 27 paesi membri dell’Unione europea (COREPER) ha formalizzato il 9 ottobre 2020 l’accordo politico raggiunto da ministri europei sulla proposta di regolamento che istituisce la “struttura europea di recupero e resilienza” (European Recovery and Resilience Facility) e che dovrebbe aiutare gli Stati membri nei prossimi tre anni (2021-2023) ad affrontare l’emergenza economica, provocata dalla pandemia, insieme alle altre misure decise dall’Unione europea (Commissione, BEI, BCE).
Continua a leggere
LE ATTIVITÀ DEL MOVIMENTO EUROPEO

Siamo ormai nel pieno delle attività che porteranno alla definizione del prossimo quadro pluriennale e della nuova programmazione europea per il settennato 2021-2027, come si è avuto modo di leggere nell’editoriale di questa settimana; settimana in cui si terrà il Consiglio europeo del 15 e 16 ottobre, un momento cruciale per comprendere a che punto è la definizione degli accordi e che Vi invitiamo ad inserire nell’agenda delle priorità.
Continua a leggere
ATTIRIAMO LA VOSTRA ATTENZIONE
 
Ecco una serie di eventi importanti di questa settimana che Vi consigliamo:

Lunedì
Continua a leggere
CORONAVIRUS: AGGIORNATA LA SEZIONE DEL SITO
 
DOCUMENTI CHIAVE
Continua a leggere
TESTI DELLA SETTIMANA
Continua a leggere
CARTA DEI DIRITTI FONDAMENTALI
L’articolo della Carta trattato questa settimana racchiude valori fondanti per l’Unione europea. Afferma infatti che l’Unione “rispetta la diversità culturale, religiosa e linguistica”. È lo spunto a partire dal quale immaginare una dimensione di convivenza pacifica, di comprensione della complessità. Come si può del resto garantire ai cittadini uguaglianza di opportunità se non si....
Continua a leggere
LA GIURISPRUDENZA EUROPEA

È noto che, a livello europeo, sono state formulate dalla Commissione una serie di nuove proposte legislative nell’ambito del nuovo patto sull’immigrazione e l’asilo. Per comprendere meglio il fatto che le direttive in vigore sul fenomeno dell’immigrazione e connessi (es.:il rimpatrio), abbiano dato luogo, per gli Stati  membri, all’esigenza di consultare la Corte di Giustizia europea, ricostruiamo l’iter di una causa che ha riguardato un cittadino colombiano, denominato “MO”.
Continua a leggere
CONSIGLI DI LETTURA
Sergio Fabbrini, nell’ultimo anno e mezzo ha dato la possibilità di comprendere i mutamenti organizzativi nella nuova configurazione delle istituzioni europee. È per questo motivo che portiamo alla Vostra attenzione il testo “Prima l’Europa – È l’Italia che lo chiede”, pubblicato dalle edizioni Il Sole24Ore. Come si apprende consultando il sito web del più importante quotidiano di economia italiano, “Attraverso il racconto cronologico l'autore illustra il funzionamento di un'organizzazione cruciale per lo sviluppo economico e la...
Questa settimana ci occupiamo anche di un altro tema particolare, che permette di creare un collegamento tra un’area di ricerca settoriale ed una riflessione generale su una delle politiche su cui si basa la coesione europea e la fiducia nell’integrazione futura. Il settore è quello della sicurezza dei cittadini; come più volte ricordato, essa si colloca nella riflessione sullo Spazio europeo di Libertà, sicurezza e giustizia, il cosiddetto “terzo pilastro”, metafora utilizzata per parlare dell’integrazione europea fino al Trattato di Lisbona.
Continua a leggere
SU QUESTO NUMERO DI “Enigmistica24” …
 
AGENDA DELLA SETTIMANA
Continua a leggere
    CAMPAGNA DI INFORMAZIONE SULL'EUROPA    
 
 
La newsletter del Movimento Europeo è ripartita a gennaio 2020 con cadenza settimanale; nuova, più ricca di spunti e di contenuti, per seguire da vicino il dibattito sul futuro dell’Europa. Vogliamo assicurare continuità e cura nei minimi dettagli e vi chiediamo per questo vostri suggerimenti, un contributo finanziario ed un sostegno nella sua diffusione.
Responsabile: Massimiliano Nespola, giornalista
Segreteria di redazione: Sabrina Lupi

 

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-logo.png

Servizio stampa

Parlamento europeo

Ufficio di collegamento in Italia

 

Disponibile in

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-bg.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-es.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-cs.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-da.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-de.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-et.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-el.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-en.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-fr.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-ga.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-hr.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-lv.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-lt.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-hu.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-mt.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-nl.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-pl.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-pt.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-ro.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-sk.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-sl.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-fi.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-sv.png

 

   
 

16-10-2020

TORNATA

Anteprima della sessione del 19 - 23 ottobre 2020

   

 

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngVoto sul futuro della politica agricola dell'UE

Il Parlamento discuterà e voterà le proposte per rendere la politica agricola più sostenibile, resistente e flessibile, così da poter continuare a garantire la sicurezza alimentare nell’UE.

......................................................................................................................................................................................................................................................

 

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngLe proposte del Parlamento sulla futura normativa sui servizi digitali

Le richieste dei deputati sulle modalità di regolamentazione dei servizi digitali, che includono le piattaforme e il commercio online, saranno discusse lunedì e votate martedì.

......................................................................................................................................................................................................................................................

 

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngIntelligenza artificiale: Il PE getta le basi per le prime regole UE

I deputati adotteranno una serie di proposte per regolamentare l'Intelligenza Artificiale (IA), al fine di promuovere innovazione, standard etici e fiducia nella tecnologia.

......................................................................................................................................................................................................................................................

 

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngLa Commissione europea presenta il suo programma di lavoro per il 2021

I deputati discuteranno il programma di lavoro della Commissione per il 2021 che verrà presentato martedì alle 15.00.

......................................................................................................................................................................................................................................................

 

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngIl Presidente Sassoli annuncia il vincitore del Premio Sacharov 2020

Giovedì, la Conferenza dei Presidenti (il Presidente del PE Sassoli e i Presidenti dei gruppi politici) deciderà il vincitore del Premio Sacharov 2020 per la libertà di pensiero.

......................................................................................................................................................................................................................................................

 

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngVertice UE: relazioni UE-Regno Unito e lotta al COVID-19 al centro del dibattito

Mercoledì, il Presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, presenterà e discuterà in Plenaria i risultati del Vertice UE del 15-16 ottobre.

......................................................................................................................................................................................................................................................

 

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngLa risposta all’attuale crisi deve aumentare la resilienza futura dell’UE

......................................................................................................................................................................................................................................................

 

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngCOVID-19 e istruzione: l’UE deve contribuire a colmare il gap digitale

......................................................................................................................................................................................................................................................

 

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngCOVID-19: mitigare le conseguenze sociali ed economiche della crisi

......................................................................................................................................................................................................................................................

 

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngL'UE ha bisogno di una revisione delle sue relazioni con la Bielorussia

......................................................................................................................................................................................................................................................

 

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngI deputati discutono la brutalità della polizia negli Stati membri

......................................................................................................................................................................................................................................................

 

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngDibattito in Plenaria sugli Stati membri che vendono passaporti UE

......................................................................................................................................................................................................................................................

 

 

 
 

 

Per ulteriori informazioni

 

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngOrdine del giorno della sessione

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngVideo in diretta

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngConferenze stampa e altri eventi

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngPiattaforma multimediale del PE

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngEP Newshub

 

Maurizio MOLINARI

Responsabile Media del Parlamento europeo in Italia

cid:image027.gif@01D6A322.3E3BCB90

(+39) 02 434417519

cid:image028.gif@01D6A322.3E3BCB90

(+39) 339 530 0819

cid:image029.gif@01D6A322.3E3BCB90

maurizio.molinari@europarl.europa.eu

 

Alberto D’ARGENZIO

Addetto Stampa - ROMA

cid:image027.gif@01D6A322.3E3BCB90

(+39) 06 69950206

cid:image028.gif@01D6A322.3E3BCB90

(+39) 335 8152777 

cid:image029.gif@01D6A322.3E3BCB90

alberto.dargenzio@ep.europa.eu

 

Valentina PARASECOLO

Addetto Stampa - MILANO

cid:image027.gif@01D6A322.3E3BCB90

(+39) 02 434417514

cid:image028.gif@01D6A322.3E3BCB90

(+39) 393 2417646

cid:image029.gif@01D6A322.3E3BCB90

valentina.parasecolo@europarl.europa.eu

 

Friday, 16 October 2020

Ouvrir dans le navigateur /// Gérer vos abonnements

image

DERNIÈRES INFOS

Vous appréciez notre plateforme ?  Aidez-nous à publier des informations gratuites et indépendantes depuis les capitales européennes.

CONTRIBUER

Climat: l’UE repousse à décembre la décision sur son objectif d’émissions pour 2030

[Climat] Les dirigeants de l'UE, réunis en sommet à Bruxelles, ont décidé jeudi 15 octobre de repousser à une prochaine réunion en décembre toute décision sur leur nouvel objectif d'émissions de gaz à effet de serre pour 2030, objet de vives divergences entre les Etats membres.

Accord post-Brexit: appels aux compromis, l’UE attend la réponse de Johnson

[Politique] La chancelière allemande Angela Merkel a appelé jeudi soir (15 octobre) à Bruxelles à des compromis de part et d'autre pour débloquer les négociations commerciales post-Brexit entre Londres et l'Union européenne. Une prise de position du Premier ministre britannique Boris Johnson est attendue ce vendredi.

Comment se présente le plan de relance pour l’Europe à travers le bloc ?

[L'actu en capitales] L’actu en capitales décrypte l’info de toute l’Europe, grâce au réseau de rédactions d’Euractiv.

Virus: dernière soirée de liberté avant l’entrée en vigueur du couvre-feu

[Société] Une dizaine de grandes villes françaises, dont Paris, vivent ce vendredi 16 octobre leur dernière soirée de liberté avant l'entrée en vigueur samedi du couvre-feu annoncé par le président de la République Emmanuel Macron.

Europe: Time to Paris

[Climat] « Protégez les peuples d'Europe et du monde. Préservez ce monde pour les générations futures. Faites votre travail! ». Une tribune de Parents for Future.

Ad

L'actu en capitales

De Paris à Zagreb, en passant par Rome et Berlin. L’actu en capitales récapitule l’info de toute l’Europe grâce au réseau de rédactions d’Euractiv.

Abonnez-vous gratuitement à la newsletter quotidienne .

 

La Commission européenne croise le fer avec les perturbateurs endocriniens [Société]

Les critères économiques à l’ordre du jour du trilogue sur la politique de cohésion [Régions]

Covid-19. De nouvelles restrictions insuffisantes pour Angela Merkel [L'actu en capitales]

Couvre-feu, rassemblements privés… Ce qu’il faut retenir des annonces d’Emmanuel Macron [Société]

L’UE en sommet sur le Brexit sous la pression de Johnson [Politique]

Accès universel à l’eau et hygiène des mains : éléments centraux de notre réponse mondiale à la COVID-19 ! [Société]

#ErasmusDays : faites du bruit sur les réseaux sociaux ! [Promoted content] [Éducation]

Les filtres de publication, un grand pas en arrière pour la liberté d’expression [Société]

Le Comité européen des régions s’inquiète de la centralisation de la politique structurelle [Régions]

COVID-19 : l’UE harmonise sa carte des zones à risque [Société]

 

Différend entre l’UE et la Pologne sur fond d’état de droit [L'actu en capitales]

La pollution de l’air, un sujet étouffé en Pologne ? [Société]

Tensions avec la Grèce : nouvelles critiques de Berlin à l’encontre d’Ankara

« Les femmes doivent reprendre leur place dans le langage et dans la rue » [Politique]

L’UE veut insuffler un nouvel élan au socle européen des droits sociaux [Politique]

Suivez l’actualité du moment sur euractiv.fr, ou abonner-vous sur Twitter à @EURACTIV_FR

 
 

// BlogActiv// Jobs// Press releases// Agenda

 

Se non si visualizza correttamente questa e-mail cliccare qui
Il duello tv a distanza fra Trump e Biden, la rivolta in Kirghizistan e il voto in Bolivia
16 ottobre 2020

È stato lo zapping più anomalo d'America: naufragato il dibattito tv virtuale, Donald Trump e Joe Biden si sono ritrovati ieri a duellare a distanza (oltre che a dialogare con il pubblico nel formato town hall), su due diversi canali; in difficoltà il presidente, più a suo agio lo sfidante democratico, dato avanti da tutti i sondaggi a livello nazionale come anche in molti Stati in bilico. Intanto, il Senato ha messo in calendario il voto sulla nomina della nuova giudice della Corte Suprema Amy Coney Barrett: la conferma dovrebbe essere ormai a portata di mano.

Un nuovo appuntamento con l'Osservatorio Elettorale in collaborazione con Lo Spiegone ci porta in Bolivia, dove domenica si vota per legislative e presidenziali: il Paese volterà pagina dopo l'escalation dell'anno scorso e la brusca fine della leadership di Evo Morales? Cambio della guardia anche al timone del Kirghizistan, dove si è compiuta la terza rivoluzione in 15 anni. Questo e molto altro ancora online su AffarInternazionali, la rivista dello IAI.

ARTICOLI
 LO ZAPPING PIÙ ANOMALO D'AMERICA
Il dibattito parallelo è un boomerang per Trump
 

di Giampiero Gramaglia

Un boomerang. Il dibattito virtuale che Donald Trump non ha voluto, ma che ha poi ‘ricostruito’ all’ultimo momento – solo che lui e Joe Biden si ritrovano a rispondere alle domande dei cittadini alla stessa ora, ma su reti diverse...

 SCONTRO FRA CLAN
Kirghizistan: cosa resta della rivolta di ottobre
 

di Nona MikhelidzeGabriele Rosana

Poco più di sei milioni di abitanti e il Paese più poveri fra gli Stati post-sovietici dell’Asia centrale, il Kirghizistan ha vissuto nelle prime settimane di ottobre una nuova rivoluzione, la terza dopo quella del 2005, la rivoluzione dei Tulipani,...

PRESIDENZIALI E LEGISLATIVE
Ritorno al Mas o nuovo corso: il bivio della Bolivia alle urne
 

di Lo Spiegone

La Bolivia si trova di fronte a un bivio: il 18 ottobre dovrà decidere se ritornare sotto la guida del Mas – il partito che è stato al potere con Evo Morales per tre mandati consecutivi dal 2006 al 2019 -,...

IN EVIDENZA
SPECIALE
Premio IAI: "Il pianeta, l'Europa e io"

 

Se non riesci a leggere questa email, clicca qui
 
USPI - Unione Stampa Periodica Italiana
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
© 2020 USPI - Unione Stampa Periodica Italiana

 


[ ... ]

 


NOI E IL FUTURO DELL'EUROPA
Newsletter n. 31 - Ottobre 2020

Qui di seguito puoi selezionare la parte di tuo interesse
Per la versione completa, clicca qui
 
LA CORSA CON I MOLTI OSTACOLI PER IL RILANCIO EUROPEO DOPO LA PANDEMIA

Il 15 ottobre il governo italiano invierà alla Commissione europea il PNRR (Piano nazionale di ripresa e resilienza) necessario per accedere ai prestiti e alle sovvenzioni previsti dal Next Generation EU, un insieme di programmi e di risorse su cui, come si sa, è stato raggiunto molto faticosamente un accordo politico e non giuridico al Consiglio europeo del 21 luglio scorso. Come abbiamo ripetuto più volte il Trattato (articolo 15 TUE) ha precisato che “il Consiglio europeo non esercita funzioni legislative”.
Continua a leggere
Il Movimento Europeo Italia si unisce con profonda commozione al dolore per la scomparsa della Presidente Carla Nespolo, prima donna alla guida dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia.
Ricordiamo la sua figura impegnata tutta la vita in attività a sostegno della giustizia, della libertà, del progresso, protagonista di numerose battaglie a difesa del ruolo della donna nella società e di un’Europa unita, democratica e federale.

 
Pubblichiamo il comunicato della Presidenza e Segreteria nazionali ANPI sulla scomparsa della Presidente nazionale: https://www.anpi.it/articoli/2362/ciao-comandante
 
LE ATTIVITÀ DEL MOVIMENTO EUROPEO

Questa settimana segnaliamo la seconda riunione del gruppo di Coordinamento Giovanile, promosso dal Movimento europeo, prevista per il 5 ottobre 2020 alle ore 18.00. Come si può leggere nel comunicato diffuso dal gruppo, “L'impegno attivo è un principio centrale dello sviluppo giovanile. Secondo la prospettiva ecologica dello sviluppo umano, i giovani sono agenti del proprio sviluppo, sono cioè più che destinatari passivi di influenze esterne, attivamente coinvolti nel plasmare il loro sviluppo, interagendo con le persone e le opportunità rese disponibili nei loro ambienti.
Continua a leggere
ATTIRIAMO LA VOSTRA ATTENZIONE
 
Ecco una serie di iniziative importanti che partono in questa settimana:
Continua a leggere
DOCUMENTI CHIAVE
Continua a leggere
TESTI DELLA SETTIMANA
Continua a leggere
CARTA DEI DIRITTI FONDAMENTALI
Ci siamo già occupati di giustizia europea in numerose occasioni e la nostra rubrica dedicata alle sentenze della Corte di Lussemburgo ha proprio la funzione di divulgare la conoscenza e stimolare il dibattito sulle attività del più alto organo giudiziario europeo, assieme alla Cedu. Questa settimana ci concentriamo sul capo VI della Carta, dedicato per l’appunto alla giustizia, ricordando che...
Continua a leggere
LA GIURISPRUDENZA EUROPEA

Nonostante la produzione normativa italiana sia assai complessa, tanto che secondo alcuni giuristi ci si trova di fronte ad una ipertrofia del diritto, vi sono alcuni aspetti che la giurisprudenza non ha regolamentato adeguatamente e sui quali è intervenuta la Corte di Giustizia dell’Unione europea.
Continua a leggere
CONSIGLI DI LETTURA
Questa settimana, considerati i temi maggiormente in discussione in sede europea per gli accordi finanziari sul QFP e sul Recovery Plan, Vi presentiamo una interessante conversazione con il Prof. Giuseppe Pennisi, che vanta al suo attivo una carriera sia come dirigente generale ai ministeri del Bilancio e del Lavoro che come docente di economia al Bologna Center della Johns Hopkins University e della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione di cui ha coordinato il programma economico dal 1995 al 2008.
Continua a leggere
AGENDA DELLA SETTIMANA
Continua a leggere
    CAMPAGNA DI INFORMAZIONE SULL'EUROPA    
 
 
La newsletter del Movimento Europeo è ripartita a gennaio 2020 con cadenza settimanale; nuova, più ricca di spunti e di contenuti, per seguire da vicino il dibattito sul futuro dell’Europa. Vogliamo assicurare continuità e cura nei minimi dettagli e vi chiediamo per questo vostri suggerimenti, un contributo finanziario ed un sostegno nella sua diffusione.
Responsabile: Massimiliano Nespola, giornalista
Segreteria di redazione: Sabrina Lupi

 

 

[ ... ]

 

 

Monday, 12 October 2020

View in browser /// Manage your subscriptions

Follow @eaDigitalEU for the latest coverage.
By Samuel Stolton (@SamuelStolton)

Contribute to building the future EURACTIV. Your recurring monthly financial contributions help us to innovate for the future. Thank you for your support.

Digital Services Act should avoid rules on ‘harmful’ content, Big Tech tells EU

[Digital] New EU measures regulating the web should avoid, in the first instance, rules on the hosting of online content deemed "harmful" but not "illegal", a Brussels trade association representing the world's largest online platforms has said.

Digital Brief: The French fight, Biotech in Parliament, ‘Soft’ EU rules for AI?

[Digital] Welcome to EURACTIV’s Digital Brief, your weekly update on all things digital in the EU. You can subscribe to the newsletter here. “Content publishers are in a situation of absolute economic dependence on Apple for the distribution of their content on...

EXCLUSIVE: Parliament documents reveal new biometric attendance system

[Digital] The European Parliament is to test a biometric attendance register for MEPs taking part in meetings at its Brussels premises, internal documents seen by EURACTIV reveal learned. The move has provoked worry among privacy-conscious members of Parliament, who oppose the move to capture MEP fingerprint data.

No RSS items found.
 

US sanctions turn up heat but Huawei serving European 5G clients, says executive

[World] Chinese telecom giant Huawei is finding it harder to counter US sanctions designed to choke off its access to semiconductors but can continue to serve European 5G network clients, a senior European executive told an Austrian newspaper.

‘Five Eyes’ alliance demands ways to access encrypted apps

[Cybersecurity] The "Five Eyes" intelligence alliance demanded Sunday that tech companies insert "backdoors" in encrypted apps to allow law enforcement agencies the access they say they need to police online criminality.

Orange and Proximus in Belgium to replace Huawei mobile gear with Nokia kit

[5G] Telecoms operators Orange Belgium and Proximus have decided to progressively replace Huawei-made mobile equipment in Belgium and Luxembourg with Nokia gear, two sources close to the matter said.

EU nations call for ‘soft law solutions’ in future Artificial Intelligence regulation

[Digital] Fourteen EU countries have set out their position on the future regulation of Artificial Intelligence, urging the European Commission to adopt a "soft law approach".

After Google copyright win, French publishers set sights on Apple

[Digital] After having successfully struck a deal with Google, French publishing groups have now set their sights on fighting for better terms with another one of the Big Tech giants: Apple.

The Digital Berlin Wall: How Germany built a prototype for online censorship

[Digital] The German NetzDG law to counter illegal online speech has become a prototype for internet censorship in authoritarian states. The Commission’s proposal for the new Digital Services Act must avoid this template, write Jacob Mchangama and Natalie Alkiviadou.

Google poised to strike deal to pay French publishers for their news

[Digital] Alphabet’s Google is set to reach a deal to pay French publishers for their news, the U.S. tech giant said on Wednesday (7 October), the latest move to placate media groups and head off regulators siding with publishers seeking a level playing field.

Broadcom to end exclusivity deals for seven years in EU antitrust deal

[Digital] US chipmaker Broadcom will scrap its exclusivity deals with TV and modem makers in a deal with EU antitrust regulators aimed at ending a year-long investigation without a finding of wrongdoing, the European Commission said on Wednesday (7 October).

The importance of collaborative partnerships in achieving responsible minerals supply chains [Promoted content]

[Digital] In 2016, as the EU responsible minerals regulation was being finalised, the European Partnership for Responsible Minerals (https://europeanpartnership-responsibleminerals.eu/) (EPRM) was established. It is a not-for-profit public-private partnership bringing governments, supply chains actors as well as civil society together to accompany the EU Regulation (https://ec.europa.eu/trade/policy/in-focus/conflict-minerals-regulation/regulation-explained/) .

Commission presses Zoom for security assurances but continues to use platform

[Data protection] The European Commission is looking for further assurances from US video conferencing platform Zoom regarding the security of its technology, after concerns emerged earlier this year over the company's privacy protocols.

No RSS items found.

Mass surveillance permitted only for national security concerns, EU court says

[Data protection] EU countries are permitted to carry out the indiscriminate transmission and retention of communications data only when there is a 'serious threat to national security', the bloc's highest court ruled on Tuesday (6 October).

France to decide whether Google can be forced to negotiate ‘neighbouring rights’ with the press

[Media] The Paris Court of Appeal will rule Thursday (8 October) on whether the country's competition authority had the power to require Google to negotiate with the French press on so-called "neighbouring rights" which allow online newspaper publishers to be remunerated for publishing extracts of their articles on Google News.

Europol charts ‘value of accessing data’ in encrypted cybercrime 

[Digital] The EU agency for law enforcement has recognized the increasing difficulty of police authorities in Europe to access data stored on encrypted networks, as the EU itself attempts to find legal solutions that will facilitate police access to protected communications.

Facebook, Belgian watchdog face off over who should police company

[Digital] Facebook and Belgium’s privacy watchdog sparred on Monday at Europe’s top court over which data protection authority has the power to police the U.S. social media giant in a case that could escalate its privacy fights across the EU.

Digital Brief: EU e-ID, DSA latest, Artificial Intelligence reports

[Digital] Welcome to EURACTIV’s Digital Brief, your weekly update on all things digital in the EU.

What’s the European approach to trustworthy AI? [Promoted content]

[Digital] Artificial intelligence brings vast opportunities to transform industries and solve important challenges at scale. At the same time it also brings the responsibility to build AI that works for and has the trust of everyone.

COVID-19: an excuse for increased digital surveillance?

[Data protection] To monitor the spread of the new coronavirus, EU member states have taken additional surveillance measures at the expense of fundamental rights. EURACTIV France reports.

Member states risk ‘breaching EU law’ in 5G delays

[5G] EU countries which have not assigned 5G spectrum frequencies by the end of 2020 will be in breach of EU law and could face legal action from the Commission, the EU executive has warned.

Health crisis pushes EU into era of digital education 

[Future Connectivity] The European Commission has laid out plans to boost the education of citizens in digital skills across the bloc, as part of a drive that it hopes will aid Europe's long-term economic stability while the continent rebounds from the after-effects of the coronavirus crisis.

US praises German moves to sideline Huawei from 5G networks

[Telecoms regulation] The US administration has welcomed reports that Germany is set to take a tougher stance against the Chinese telecommunications giant Huawei, also noting that they would welcome the country into the US's so-called 5G 'clean network' program.

No RSS items found.
 
 
    No RSS items found.
 

// BlogActiv// Jobs// Press releases// Agenda

 

 

European Business Review FOLLOW EBR MAGAZINE ON: Follow us on FacebookFollow us on TwitterSubscribe to our RSS Feeds

EU ACTUALLY     EUROPE     WORLD     BUSINESS     MANAGEMENT     ANALYSES

Welcome to the online edition of the “European Business Review (EBR)”, where journalists and distinguished guest-writers express their views and opinions on European affairs and Business issues with in-depth articles, analyses and commentaries.
Check also EBR's:
Print edition - International edition website - Greek edition website


After last year’s European elections, there was an informal agreement between German Chancellor Angela Merkel and French President Emmanuel Macron that Verhofstadt should be allowed to chair the conference on the Future of Europe.

EU Memberstates do not want Guy Verhofstadt

For Guy Verhofstadt to chair the conference on the Future of Europe is a red line for a group of member states


"Violence erupted between Armenians and Azerbaijanis in and around the disputed territory of Nagorny Karabakh on September 27, 2020, and is still ongoing. As their neighborhood is on fire, European countries are struggling to respond."

The Caucasus Burns While Europe Struggles

The war between Armenia and Azerbaijan over Nagorny Karabakh is a humanitarian catastrophe. A failure to respond properly undermines the European Union’s claims to be a strategic actor in its neighborhood


Last month President Donald Trump nominated conservative judge Amy Coney Barrett to succeed the late Ruth Bader Ginsburg, a progressive icon.

Trump’s Supreme Court candidate dodges a tricky issue

Is it legally correct that shortly before the presidential elections in 2016 the Republican majority in the US Senate blocked the nomination for an Associate Justice by Democratic President Obama?


"Even at their arrival to reception centres, migrants and refugees remain in danger."

Crimes against women and girls - the forgotten victims of the EU’s new migration pact

Give a thought to the burden encountered by many girls and women as they cross borders in the most dangerous of circumstances, placing their children and themselves at risk, only to be faced with one of the oldest crimes in the world – human trafficking


Taiwan shares the EU’s sense of urgency on the need to address climate change. Taiwan’s low electricity operating reserve rate reminds us that going green is not just about protecting the planet, but it is also about energy security.

Offshore wind industry cooperation between Taiwan and the EU: a win-win situation

The European Commission, like many governmental bodies around the world, is thinking critically about its international economic policy and has recently launched a major review of its trade policy



 

 

                                                         Newsletter n. 141

Il giornalista nell'età dello smart working (24)
 

 

 

Nel nostro dibattito interviene oggi Mimma Caligaris, Presidente della Commissione Pari Opportunità della Federazione Nazionale della Stampa Italiana.

“Non appena è stato possibile riportare tutti i dipendenti in azienda, l'ho fatto. Perché anche vicino al distributore delle bevande nascono le grande idee. Che non sono mai il prodotto di una monade, ma sono il risultato di una squadra”. Gianfrancesco Galanzino, l'autore di questa frase, è un imprenditore illuminato. Non è un editore, purtroppo. Ma le sue parole dovrebbero diventare un dogma per tanti. Soprattutto nel mondo dell'informazione, che ha vissuto, in questi mesi, un ricorso prima anche parzialmente giustificabile, oggi eccessivo ed esasperato, allo smart working.

La soluzione temporanea rischia di diventare normalità: non la normalità auspicata, però, piuttosto un tentativo di utilizzare uno strumento in tempi di emergenza come giustificazione per  intervenire, pesantemente, sull'organizzazione del lavoro e, anche, sui contratti all'interno e all'esterno delle redazioni.

Una premessa. Lo smart working, per il giornalista, è la quotidianità. Non solo da oggi: è nel dna di una professione vissuta sulla strada e raccontata dai luoghi più impensabili, diversi e spesso distanti da una scrivania. Dovessi scegliere una immagine per sintetizzarlo, utilizzerei Orio Vergani che, seduto su un marciapiede, la macchina per scrivere appoggiata sulle gambe, batte sui tasti per raccontare l'impresa di Fausto Coppi che stacca tutti alla Firenze – Modena e va a conquistare la sua prima maglia rosa. Era il 1940, ma ancora prima, e poi sempre, l'agilità è stata e sarà una qualità irrinunciabile di questo mestiere. Non solo di inviati e inviatini: di tutte e di tutti.

Il pericolo, nascosto dietro il covid, è altro: è la deriva di questo strumento, il tentativo di far passare per smart working ciò che tale non è, sono le forzature per trasformare la temporaneità, per questo eccezionale, prima in abitudine e poi in regola, spesso solo imposta e non concordata. Quello che molte e molti di noi hanno vissuto, e continuano a vivere, non è lavoro agile, e neppure telelavoro: è un isolamento progressivo, l'essere diventati, appunto, monadi, che riunioni (quando ci sono) sulle diverse piattaforme non attenuano. Al contrario, amplificano, con una progressiva desertificazione e disgregazione delle redazioni, private del valore di luoghi di incontro e di relazioni che sono alla base di un prodotto giornalistico di qualità. 

Ci sono implicazioni psicologiche, sperimentate in prima persona, che il 'lavoro agile' messo in atto in molte testate sta acuendo. Ci sono componenti sociologiche, c'è un tentativo di 'manipolazione' dello smart working che potrà avere gravi ripercussioni sulla contrattazione. Tutto questo va combattuto. Le giornaliste e i giornalisti, è vero, per loro natura sono costantemente connessi, ma il diritto alla disconnessione va normato e rispettato e non usato come una giustificazione per cambi della posizione contrattuale. 

In questo paese gli strumenti normativi esistono, la legge 81/2017 disciplina l'articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato: vale anche per le giornaliste e i giornalisti che, come tutti, devono mantenere lo stesso trattamento economico e normativo rispetto a chi svolge le stesse mansioni all'interno delle redazioni. Il rischio, e ci sono già in atto tentativi in questo senso, è trasformare invece lo smart working in una legittimazione di un progressivo demansionamento, in una sperimentazione collettiva di come lavorare senza avere più un posto fisico se non lo studio (per chi è più fortunato) o il tavolo di casa, magari condiviso con i figli impegnati nella didattica a distanza.

Anche i social hanno accelerato una smartizzazzione del nostro lavoro. Che quasi non ha più confini né orari. A questa pulviscolizzazione segue ora un sradicamento totale che non può che provocare un danno sulla qualità dell'informazione che gli editori affermano di voler difendere.

Serve una regolamentazione, perché il fenomeno esiste e non basta dire che è brutto, sporco e cattivo (o anche bello, comodo e meno stressante, perché i giudizi sono diversi), ma va gestito, per evitare che l'editore, che non ha competenza nell'organizzazione interna del lavoro, non decida di disdire i contratti di affitto delle redazioni periferiche (per togliere i costi che una sede, pur ottimizzata, comporta), di eliminare i buoni pasto, di legittimare mobbing a distanza, di creare un solco profondo tra chi resta dentro e chi è fuori, perché il 'dividi et impera' non passa mai di moda. Dimenticando che i giornali sono opere collettive di ingegno e non esibizioni estemporanee di 'one man band'.

Come Commissione  Pari Opportunità della Fnsi abbiamo promosso un questionario su questa materia, rivolto a colleghe e colleghi, contrattualizzati e  free lance, per raccogliere risposte e indicazioni su criticità e anche opportunità: è di facile e rapida compilazione, il link è sul sito della Fnsi e delle associazioni di stampa regionali, i risultati sono immediati, e il 10 settembre, termine ultimo per rispondere alle domande, consegneremo gli esiti e i grafici, anche alla Fondazione Murialdi, per  il seminario del 17 settembre, e alla Federazione Nazionale della Stampa.

La gestione dello smart working  è già il nostro presente sindacale. E noi donne rischiamo di pagare, quando già non lo stiamo facendo, il prezzo più alto. Così come è usato ora, rischia di togliere a chi già ha meno (in termini qualifiche professionali più basse, progressioni di carriera quasi nulle, pay gender gap) e aggiungere, invece, ai pochi che hanno i gradi per stare nella stanza dei bottoni (o nel cerchio magico). Sono sincera: io preferisco la versione tradizionale di Robin Hood.

 

Mimma Caligaris

 

  

sito: www.fondazionemurialdi.it

 

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-logo.png

Servizio stampa

Parlamento europeo

Ufficio di collegamento in Italia

 

Disponibile in

http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-bg.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-es.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-cs.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-da.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-de.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-et.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-el.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-en.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-fr.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-ga.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-hr.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-lv.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-lt.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-hu.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-mt.png