Home

 

[ ... ]

 

 


 

https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2016/04/evento.pnghttp://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-logo.png                                                                                

 

 

Torna HGE, il più importante evento italiano sugli affari europei

I ministri Bellanova, Boccia e Provenzano, con altri autorevoli rappresentanti delle istituzioni italiane ed europee, imprenditori ed esperti si incontrano a Roma, il 5 e 6 dicembre nell’Ufficio del Parlamento europeo, per discutere di Governance, Finanza, Green Economy, Agritech e Digitale alla VI edizione di “How Can We Govern Europe?”, l’annuale convegno di Eunews.it

Il 5 e 6 dicembre prossimi torna “How Can We Govern Europe?”, il più importante evento italiano sugli affari europei. Organizzato da Eunews.it in collaborazione con l’Ufficio in Italia del Parlamento europeo e con la Rappresentanza in Italia della Commissione europea, il convegno è giunto alla sua VI edizione che si terrà a Roma, nella cornice istituzionale della Sala delle Bandiere dell’Ufficio del Parlamento europeo di Via IV Novembre 149.

La ministra dell’Agricoltura Teresa Bellanova, il titolare degli Affari regionali Francesco Boccia e il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano sono alcuni dei relatori di spicco delladue giorni. Insieme con altri autorevoli esponenti delle istituzioni italiane ed europee, imprenditori ed esperti, si confronteranno su temi di assoluta attualità.

Il nuovo ciclo delle istituzioni comunitarie, nato dalle elezioni europee del maggio scorso, la programmazione del prossimo budget Ue 2021-27, il ruolo della Pac nell’innovazione agritech, il concreto sostegno dell’Unione europea alla conversione sostenibile dell’economia, l’Intelligenza artificiale e le altre sfide digitali sono gli argomenti sui cui si focalizzeranno i 5 panel in programma. Gli studenti del Liceo classico Giulio Cesare di Roma, con le loro domande, aggiungeranno brio e vivacità alla professionalità e competenza dei moderatori che condurranno i dibattiti.

Parlamentari europei, dirigenti della Commissione Ue, esponenti del governo nazionale saranno a confronto con il mondo produttivo, rappresentato da manager come Paolo Barbieri, Business Director per il Sud Europa del colosso Corteva Agriscience, con il settore dei servizi a sostegno dell’economia e dell’amministrazione pubblica, al quale darà voce Guido Borsani, Public Sector Leader di Deloitte Italy, con i giganti dell’economia digitale, rappresentati da Andrea Stazi, Regulatory Affairs Lead Italy & Academic Outreach Europe di Google.

Nel corso della cena di gala dell’evento, riservata ai relatori e ad altri ospiti selezionati, ci sarà un intervento della coautrice del libro Anglo nostalgia, Senior Director European Affairs di The Aspen Institute e Direttore di Aspenia, Marta Dassù, dal titolo “Nazionalismo e futuro dell’Europa: le lezioni di Brexit”.

Il prestigio del convegno è sottolineato dalla media partnership con Rai, che contribuirà a dare diffusione e visibilità ai contenuti dei dibattiti, la cui eco rimbalzerà anche sui social network con l’hashtag #HGE6.

Per informazioni è online il sito dell’evento, all’indirizzo https://eventi.eunews.it/hge/, dove è possibile registrarsi per partecipare gratuitamente al convegno. L’accesso sarà consentito fino a esaurimento posti. La cena di gala è invece a invito riservato.

Sala delle Bandiere

Ufficio di collegamento in Italia del Parlamento europeo

Via IV Novembre 149

ROMA

 

Per maggiori informazioni contattare

Domenico Giovinazzo

Ufficio stampa di EuNews

d.giovinazzo@eunews.it

+39 377 2086 317

 

 
 

 

 
 
roma.cervantes.es
Dicembre 2019. Diciembre, 2019
 
ATTIVITÀ CULTURALI / ACTIVIDADES CULTURALES
Descripción de la imagen
 
 
 
Donatella di Cesare e Daniel Innerarity hanno analizzato nei loro saggi l’incertezza contemporanea e i grandi problemi filosofico-politici dei nostri tempi: il ruolo politico della filosofia, l’immigrazione e l’attuale crisi dell’Unione Europea.

L’evento fa parte parte del programma “La Cultura è Capitale”, organizzato dall’Ufficio Culturale dell’Ambasciata di Spagna e dalla Fondazione con il Sud tra Matera, Messina, Napoli e Roma per celebrare Matera Capitale Europea della Cultura 2019.
 
 
 
 
 
 
Donatella di Cesare y Daniel Innerarity han analizado en sus ensayos la incertidumbre contemporánea y los grandes problemas filosóficos y político de la actualidad: el papel político de la filosofía, la inmigración y la actual crisis de la Unión Europea.

El evento forma parte del programa "La Cultura è Capitale", organizado por la Oficina Cultural de la Embajada de España y la Fondazione con il Sud para celebrar Matera Capitale Europea della Cultura.
 
 
 
 
Martedì, 10 dicembre ore 18:30
Martes 10 de diciembre a las 18:30 h.
 
 
 
 
 
Sala Dalí
Piazza Navona, 91
 
 
 
 
 
Ingresso gratuito
Entrada libre
 
 
 
Descripción de la imagen
 
 
Mercoledì 11 dicembre ore 18:30
Miércoles 11 de diciembre a las 18:30 h.
Sala Dalí
Piazza Navona, 91
Ingresso gratuito
Entrada libre
 
 
 
 
 
Abbiamo l'onore di presentare la prima edizione in Italia delle poesie complete dello scrittore cileno, vinvitore nel 2011 del Premio Cervantes, Nicanor Parra. Con il titolo L'ultimo spegne la luce (Bompiani Capoversi, 2019) Matteo Lefèvre, ispanista dell'Università di Roma Tor Vergata, ha realizzato un'edizione critica che ripercorre la traiettoria di Nicanor Parra attraverso un'amplia selezione di poesie, offrendo al lettore uno strumento per avvicinarsi ad una delle voci più significative della letteratura cilena contemporanea.
Partecipa nell'incontro Andrea di Consoli.
 
 
 
 
 
 
Tenemos el placer de presentar la primera edición en Italia de las poesías completas del autor chileno, galardonado en el 2011 con el Premio Cervantes, Nicanor Parra. Con el título L'ultimo spegne la luce (Bompiani Capoversi, 2019) Matteo Lefèvre, hispanista de la Università di Roma Tor Vergata ha realizado una edición crítica que repasa la trayectoria de Nicanor Parra a través de una amplia selección de poemas, brindando al lector un instrumento para disfrutar de una de las voces más significativas de la literatura chilena contemporánea.
Participa en el encuentro Andrea di Consoli.
 
 
 
Descripción de la imagen
 
 
Giovedì 12 dicembre ore 18:30
Jueves 12 de diciembre a las 18:30 h.
Sala Dalí
Piazza Navona, 91
Ingresso gratuito
Entrada libre
 
 
 
 
 
Sara Alberani realizzerà un'analisi delle politiche culturali, in particolare nel settore delle arti visive, nelle principali città spagnole e italiane in cui si esamineranno alcuni casi-studio istituzionali come esempio del cambiamento nel tessuto urbano, sociale ed economico.

L’evento fa parte parte del programma “La Cultura è Capitale”, organizzato dall’Ufficio Culturale dell’Ambasciata di Spagna e dalla Fondazione con il Sud tra Matera, Messina, Napoli e Roma per celebrare Matera Capitale Europea della Cultura 2019.
 
 
 
 
 
 
Sara Alberani analizará las politicas culturales, en concreto en el sector de las artes visuales, en las principales ciudades españolas e italianas a través de agunos casos institucionales como paradigma del cambio en el tejido urbano, social y económico.

El evento forma parte del programa "La Cultura è Capitale", organizado por la Oficina Cultural de la Embajada de España y la Fondazione con il Sud para celebrar Matera Capitale Europea della Cultura.
 
 
 
Descripción de la imagen
 
 
Fino all'11 gennaio 2020
Hasta el 11 de enero de 2020
Sala Dalí
Piazza Navona, 91
Ingresso gratuito
Entrada libre
 
 
 
 
 
Prosegue la mostra ideata e presentata da Photology e curata da Martín Craciún, che ha l'obiettivo di costruire un immaginario comune attraverso le opere di questo gruppo di fotografi uruguaiani che propongono modi di conquistare, usare e rappresentare il paesaggio.

Da mercoledì a sabato dalle 16:00 alle 20:00.
 
 
 
 
 
 
Continúa esta exposición ideada y presentada por Photology y comisariada por Martín Craciún, que tiene el objetivo de construir un imaginario común a través de las obras de un grupo de fotografos uruguayos que destilan un espíritu común.

De miércoles a sábado de las 16:00 a las 20:00
 
 
 
 
Mappa per localizzare l’Instituto Cervantes di Roma (Apre in una nuova finestra)
 
 
 
 
Instituto Cervantes de Roma
Via di Villa Albani, 16
00198 Roma
Italia
Tel.: +39 06 853 73 61
cenrom@cervantes.es
 
 
 
 
 
Segui l’Instituto Cervantes di Roma su Facebook
Segui l’Instituto Cervantes di Roma su Twitter
 
 
© Instituto Cervantes, 2019. Reservados todos los derechos

 

 
Se non si visualizza correttamente questa e-mail cliccare qui
Mes, energia, difesa, digitale, Libia/Turchia accordo Zee, verso MO denuclearizzato
3 dicembre 2019

Il governo giallo-rosso Cinque Stelle/Pd vacilla sul Mes, il Meccanismo europeo di stabilità, che presiede alla gestione coordinata delle crisi finanziarie dell’Eurozona. E, intanto, l’Italia guarda con apprensione al 31 dicembre: se non interverrà un’intesa tra Kiev e Mosca entro quella data, il transito per l’Ucraina del gas russo (44% del totale consumato nel nostro Paese) potrebbe interrompersi.

Turchia e Libia concordano la delimitazione delle rispettive zone economiche esclusive nel Mediterraneo: una mossa con cui Ankara prova a uscire dall’isolamento della disputa marittima che la contrappone a Cipro e Grecia e all’Ue. All’Onu va avanti, con pochi progressi, il tentativo di creare un Medio Oriente denuclearizzato.

ARTICOLI
 LA MOSSA IMBARAZZA L'UE
Libia/Turchia: concordata delimitazione rispettive Zee
 

di Fabio Caffio

Ankara si allea con Tripoli per uscire dall’isolamento della disputa marittima che la oppone a Cipro e Grecia. Lo scorso 27 novembre il premier al-Sarraj e il presidente Erdogan hanno concordato la  delimitazione delle rispettive Zone economiche esclusive (Zee)[1]. La decisione era nell’aria...

 LE CONCLUSIONI DELLA CONFERENZA DELL'ONU
Nucleare: la tenue prospettiva di un Medio Oriente 'senza bomba'
 

di Carlo Trezza

Il 22 novembre si è conclusa a New York la “Conferenza sullo Stabilimento di una Zona Priva di Armi Nucleari ed Altre Armi di Distruzione di Massa nel Medio Oriente”. La stampa nazionale ed internazionale non le ha dedicato molta...

OSSERVATORIO IAI/ISPI
Ue/Italia: il Mes, l’agenda europea e l’interesse italiano
 

di Franco Bruni

L’avvio della nuova Commissione europea e della nuova legislatura comunitaria ha in agenda temi economico-finanziari di grande rilievo per l’Italia. Spiccano il quadro finanziario pluriennale dell’Ue e diverse  riforme dell’eurozona da tempo in discussione, fra cui quella del Meccanismo Europeo...

OSSERVATORIO IAI/ISPI
Energia: la sicurezza energetica dell’Italia passa dall’Ucraina
 

di Nicolò Sartori

Secondo Paese manifatturiero in Europa, l’Italia e il suo sistema economico-industriale sono fortemente dipendenti dal gas naturale proveniente dall’estero. Solo il 7% della domanda di gas italiana viene infatti soddisfatta grazie alla produzione nazionale – dato tra l’altro in progressiva...

OSSERVATORIO IAI/ISPI
Difesa: missioni internazionali come strumento di politica estera
 

di Michele NonesEster Sabatino

L’impegno dell’Italia nei teatri operativi internazionali deve essere visto nel quadro degli obiettivi di politica estera del nostro Paese e ci consente, sul piano internazionale, di porci allo stesso livello di altri Stati europei e d’Oltreoceano.

OSSERVATORIO IAI/ISPI
Agenda digitale europea: le tre priorità dell’Italia
 

di Samuele Dominioni

L’insediamento della nuova Commissione europea avviene in un momento di straordinario cambiamento: la storia sembra aver cominciato a scorrere più veloce. Uno dei drivers di questo cambiamento è certamente rappresentato dall’evoluzione tecnologica e digitale, che avrà effetti sempre più dirompenti...

ULTIME DAL BLOG

Dal blog Ceralacca

 

 
Quale Europa?  

di Gianfranco Uber

 
IN EVIDENZA
 
SEGNALAZIONE
'Donne delinquenti', genere e criminologia, Silvano Montaldo
 

‘Donne delinquenti. Il genere e la nascita della criminologia’, Silvano Montaldo, Carrocci editore, Roma, 2019, pp. 356, 32 €.

© 2019 AffarInternazionali - www.affarinternazionali.it

 

 

[ ... ]

 

Monday, 2 December 2019

Ouvrir dans le navigateur

image

DERNIÈRES INFOS

La finance climat attendue sur le thème de l’équité à la COP 25

[Climat] A la veille de la COP25, les ténors de la finance française se sont penchés, lors du Climate finance day, sur l'acceptabilité et l'injustice climatique.

La crise se profile en Allemagne après l’élection des nouveaux dirigeants du SPD

[Avenir de l'UE] L’actu en capitales décrypte l’info de toute l’Europe, grâce au réseau de rédactions d’Euractiv.

Jean-Claude Juncker prend congé de l’Europe

[Politique] Lors de son ultime conférence de presse, le président sortant de la Commission européenne a dit regretter l’échec du système du « Spitzenkandidat », qui lui avait permis de décrocher le poste en 2014.

Ad

Publier votre publicité ici

Vous voulez que vos messages soient lus par les faiseurs d’opinions européens ? EURACTIV offre des solutions publicitaires flexibles adaptées à la bulle européenne bruxelloise ou à un public professionnel paneuropéen.

Pour plus d’informations, contactez-nous >> .

 

Meurtre d’une journaliste à Malte : le Premier ministre devrait quitter ses fonctions en janvier [Société]

Ursula Von der Leyen et Charles Michel prennent les commandes de l’UE [Avenir de l'UE]

Une COP 25 aux enjeux pas si limités s’ouvre à Madrid [Climat]

L’ESA soutient les missions sur la Lune et sur Mars [Planète]

L’UE devrait adopter les normes allemandes en matière de cannabis médicinal [Société]

Macron veut repenser Barkhane, avec plus d’Européens à ses côtés [Monde]

Espagne. La gauche catalane en position de faiseuse de Premier ministre [Politique]

Le Parlement européen déclare l’urgence climatique [Climat]

Ce que les États membres attendent de la nouvelle Commission [Politique]

Le dilemme du Royaume-Uni face aux OGM [OGM]

 

Jane Fonda : « L’abandon de l’Accord de Paris sur le climat par les États-Unis est immoral et criminel » [Climat]

Le Parlement adoube la nouvelle Commission européenne [Avenir de l'UE]

Le climat menace l’alimentation de 7 milliards de personnes [Climat]

Retraites : l’Institut de la protection sociale sonne l’alarme [Économie]

La Catalogne au cœur des débats du gouvernement espagnol [Avenir de l'UE]

Suivez l’actualité du moment sur euractiv.fr, ou abonner-vous sur Twitter à @EURACTIV_FR

 

 

 

 

 
                                                          Newsletter n. 90

La Fondazione Murialdi al Salone Più Libri Più Liberi
 

La Fondazione Murialdi sarà presente alla Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria, presso La Nuvola all'Eur/Roma dal 4 all'8 dicembre 2019, con i libri editi da All Around. I libri saranno consultabili e acquistabili presso lo stand B46.

 


 
 
       
 

 

 

 

 

 


 

Comunicato Stampa

 

Il 6 dicembre a Napoli, nella sala dei Baroni del Maschio Angioino,

dalle ore 9.30 alle 18.00 si terranno gli

Stati Generali dello Spazio, Sicurezza e Difesa:

le prossime sfide per l’industria europea

 

 

Roma, 28 novembre 2019

 

Il Parlamento europeo in Italia, in collaborazione con la Rappresentanza della Commissione europea in Italia, l’Agenzia Spaziale europea, l’Agenzia Spaziale italiana e il Comune di Napoli, organizza un evento ad alto livello dal titolo Gli Stati Generali dello Spazio, Sicurezza e Difesa: le prossime sfide per l’industria europea.

 

I lavori, che si terranno venerdì 6 dicembre a Napoli nella sala dei Baroni del Maschio Angioino dalle ore 9.30 alle 18.00, saranno aperti dal Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli.

 

A rappresentare il Governo, interverranno Lorenzo Guerini, Ministro della Difesa, Paola De Micheli, Ministro per le Infrastrutture, Lorenzo Fioramonti, Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca e Riccardo Fraccaro, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo Spazio.

 

Tra gli altri oratori istituzionali, sono previsti Johann-Dietrich Worner, Direttore Generale dell’Agenzia Spaziale Europea, Giorgio Saccoccia, Presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana, Fabio Massimo Castaldo, Vice Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, Presidente della Commissione Affari Costituzionali e della Conferenza dei Presidenti delle Commissioni del Parlamento europeo, il Generale Claudio Graziano, Presidente del Comitato Militare dell'Unione europea e Roberto Viola, Direttore Generale della Commissione europea.

 

I Rappresentanti delle istituzioni europee e italiane e delle agenzie spaziali italiana ed europea si confronteranno con i vertici dell’industria del settore, tra cui il Presidente e l’AD di Leonardo, Gianni De Gennaro e Alessandro Profumo, l’AD di Fincantieri Giuseppe Bono, l’AD di Thales Alenia Space Italia, Donato Amoroso e l’AD di SITAEL, Matteo Pertosa.

 

Gli Stati generali si chiuderanno nel pomeriggio con l’intervento conclusivo del Presidente Sassoli.

 

 

 

Background

 

In un mondo sempre più dominato da giganti come Cina, Stati Uniti, Russia o India, l’Europa deve unire le forze per far fronte alle sfide che ha davanti, anche in termini di autonomia strategica. Il Parlamento europeo e la Commissione europea considerano le politiche per lo Spazio, la Sicurezza, la Cyber sicurezza e la Difesa settori nei quali un’azione a livello Ue ha un forte valore aggiunto, nell’interesse di cittadini e imprese.

 

L’Europa deve rafforzare una propria indipendenza in tecnologie strategiche per la difesa e la sicurezza e una capacità autonoma nel settore dello spazio, collocandosi nel più ampio contesto transatlantico e proiettandosi anche nel futuro partenariato con il Regno Unito.

 

Negli ultimi anni, l’Unione europea ha completato la messa in orbita dei sistemi satellitari EGNOS, Copernico e Galileo, prime infrastrutture fisiche europee, che nessuno Stato membro da solo sarebbe stato in grado di realizzare.

 

Le ricadute in termini industriali, d’innovazione, competitività, occupazione, nuovi servizi per cittadini e imprese, su sicurezza, difesa, controllo delle frontiere, tutela dell’ambiente e protezione civile, sono straordinarie. Per questo l’Ue deve continuare ad investire in questo settore, dando seguito alla strategia spaziale europea e realizzando una vera e propria space economy.

 

Il Parlamento europeo ha da poco approvato il nuovo programma spaziale, proponendo una dotazione di 16 miliardi di euro nel prossimo bilancio 2021/2027. Le politiche per lo Spazio potranno anche beneficiare dei fondi per l’innovazione e la ricerca previsti nel programma Orizzonte Europa, per il quale la Commissione europea ha proposto una dotazione di 100 miliardi di euro per il periodo 2021/2027, che il Parlamento europeo vuole portare a 120 miliardi di euro.

 

Anche i settori della Sicurezza, Cyber sicurezza e Difesa possono trarre grandi benefici da maggiori sinergie con le politiche dello spazio. Attualmente, duplicazioni di mezzi e standard diversi rendono difficile una maggiore cooperazione tra Stati, aumentando le inefficienze e i costi della difesa europea. Una maggiore integrazione, con un mercato e un’industria della difesa e della sicurezza comuni, può generare forti economie di scala e una maggiore efficacia degli investimenti.

 

Per questo, il Parlamento europeo ha approvato un fondo europeo per la Difesa, per il quale ha proposto una dotazione di 13 miliardi di euro per il 2021/2027. Tale Fondo, consentendo un’ampia partecipazione di industrie, centri di ricerca e università, anche in termini di equilibrio geografico, servirà a promuovere la competitività, l’efficienza e l’innovazione, sostenendo azioni di collaborazione tra le industrie europee e lo sviluppo di prototipi.

 

Link al programmahttps://www.europarl.europa.eu/italy/it/succede-al-pe/programma

 

Per accrediti stampa, entro il 4 dicembre ore 12: epitalia@ep.europa.eu

 

 
Se non si visualizza correttamente questa e-mail cliccare qui
Commissione von der Leyen al via, Papa in Asia, Usa2020, Turchia/Ue, Israele/Palestina
29 novembre 2019

Dal Green Deal alla sovranità digitale europea, da una nuova partnership con l’Africa alla parità salariale fra uomini e donne: l’agenda politica con cui Ursula von der Leyen e la sua squadra hanno ottenuto un vasto consenso nel Parlamento europeo (451 sì, 157 no e 89 astenuti) può apparire a molti un libro dei sogni. Soprattutto se gli Stati membri continueranno ad essere gli attori principali di questa nuova fase di auspicato riformismo.

Tra Bangkok e Tokyo, intanto, Papa Francesco rilancia la sua visione geopolitica, parlando di dialogo interreligioso e deterrenza nucleare, mentre nell’affollato campo democratico, che resta denso in vista delle primarie di Usa2020, la novità è l’annuncio della candidatura dell’ex sindaco di New York Mike Bloomberg.

ARTICOLI
 FIDUCIA A VALANGA DAL PARLAMENTO EUROPEO
Ue: Commissione von der Leyen al via fra sogni e realtà
 

di Gianni Bonvicini

Il risultato del voto di fiducia del Parlamento europeo a favore della nuova Commissione europea è da maggioranza “bulgara”, come si usa dire da noi. Ben 461 suffragi a favore, 157 no e 89 astenuti. Una delle performance migliori nella...

 VIAGGIO IN THAILANDIA E GIAPPONE
Papa Francesco: un pivot asiatico in salsa vaticana
 

di Pietro Mattonai

Il trentaduesimo viaggio apostolico di papa Francesco ha riportato il pontefice in Estremo Oriente. L’ultima visita di Jorge Mario Bergoglio a queste latitudini risaliva a quasi due anni fa, quando il capo della Chiesa cattolica si recò prima in Myanmar...

DIBATTITO AD ATLANTA, IL QUINTO DELLA SERIE
Usa 2020: dibattito, democratici in stallo, nessuno decolla
 

di Lucio Martino

Un mese dopo il duro attacco lanciato dall’ala moderata del partito democratico contro la senatrice del Massachusetts Elizabeth Warren, i principali candidati democratici hanno descritto i loro disaccordi in termini relativamente moderati nel quinto dibattito ‘pre-primarie’. Ci sono stati momenti...

LA GEO-POLITICA DELLE ETICHETTE
Ue/Israele: Territori, impatto sentenza Corte di Giustizia
 

di Sofia Ingrande

Il 12 novembre, la Corte di Giustizia dell’Unione europea ha emesso la sentenza che stabilisce l’obbligo di porre l’indicazione di origine sugli alimenti provenienti dai territori delimitati dalla Linea Verde, ossia il confine tra Israele e i Territori antecedente il...

TRA CRITICA E SPERANZA, NON TUTTI CON ERDOĞAN
Turchia/Ue: percezione positiva dell’Unione tra i cittadini turchi
 

di Carlo Sanna

Negli ultimi anni il posizionamento internazionale della Turchia è notevolmente cambiato. Come pure la percezione dell’Unione europea da parte dei cittadini turchi. Dall’iniziale impostazione “zero problemi con i vicini” voluta da Ahmet Davutoğlu – ministro degli Esteri dei governi Erdoğan...

ULTIME DAL BLOG

Dal blog Ceralacca

 

 
Israeli-Palestinian peace road map  

di Gianfranco Uber

 
IN EVIDENZA
SPECIALE
Usa2020: protagonisti, programmi e posta in palio
 
© 2019 AffarInternazionali - www.affarinternazionali.it

 

 
NEWSLETTER DEL 29 NOVEMBRE 2019
 
     
  9+ buoni motivi per associarsi a USPI  
     
 
 

Essere associati a USPI (Unione Stampa Periodica Italiana) è sinonimo di ascolto, garanzia e risoluzione di problemi del settore...(continua a leggere)


 

 

Il senso del governo per l’editoria (terza parte: distribuzione e vendita)

 

 
     
Martella ricostituisce la Commissione per l’equo compenso nel settore giornalistico

 

 
     
Mattarella: la stampa locale deve “far ritrovare il senso di comunità come nazione, come singoli territori, e come dimensione europea”

 

 

 



 

Segnaliamo inoltre:

 

Pensioni INPGI, erogazione di un importo una tantum nelle tredicesime 2019

Deposito legale e Convenzioni USPI, scadenze di Novembre 2019

 

 

DIE, incontro con studenti universitari della “Sapienza” nel Programma “Amministrazione Aperta”

 

 


 

Servizio di Rassegna Stampa relativo al mondo dell'editoria e della comunicazione presente nell'area riservata ai Soci del sito - clicca per restare sempre aggiornato

 

 

 

 

www.uspi.it  uspi@uspi.it  uspi@pec.uspi.it

tel. 06.4071388 - 06.4065941 (anche fax)

 Problemi con la visualizzazione di questa newsletter? clicca su  notiziario.uspi.it

 

 

7 DICEMBRE, ROMA: PRESENTAZIONE LIBRO "CONTRO LA TORTURA"


 

“La tortura riappare in particolari contesti in varie forme, da quelle cruente a quelle più sofisticate spesso di natura psicologica, che lasciano minori tracce, a quelle implicite nel concedere facili estradizioni di persone detenute verso Paesi dove saranno torturate o nel detenerle, come avvenuto in anni anche recenti in territori diversi dal proprio, dove non valgono quindi gli obblighi assunti o dove i controlli non sono possibili. Permane nel desiderio punitivo al di là di regole e ordinamenti, nella particolare inimicizia verso il gruppo di appartenenza della persona fermata, o anche un’impropria sensazione di interpretare un odio sociale verso di essa. Permane anche nelle parole, nel linguaggio di odio, soprattutto di chi ha responsabilità istituzionale e dovrebbe invece avere chiaro il ruolo che il proprio linguaggio ha nella costruzione culturale diffusa.” Con questo quadro Mauro Palma introduce il libro di Antonio Marchesi dal titolo Contro la tortura. Trent’anni di battaglie politiche e giudiziarie testo unico che analizza i primi trent’anni da quando l’Italia ha ratificato la Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura. Durante questi tre decenni la tortura è stata negata, i fatti e le responsabilità occultati, la nozione stessa di tortura rimossa. L’impunità per fatti di tortura è dovuta in larga parte agli effetti della mancata introduzione del reato specifico nel nostro codice penale.

Ora quel reato c’è, ma la sua definizione è formulata in termini restrittivi e oscuri, al punto da suscitare dubbi sulla sua effettiva idoneità a comprendere il fenomeno della tortura nella sua dimensione attuale.

Questo libro racconta vicende di tortura che, in un modo o nell’altro, negli ultimi tre decenni hanno coinvolto l’Italia e le sue istituzioni politiche e giudiziarie: da quella del “tipografo delle Br”, condannato per calunnia per avere denunciato le torture subìte, a quella del cappellano militare che non sarà estradato in Argentina; dai fatti della Somalia a quelli di Genova; dalla extraordinary rendition di Abu Omar in Egitto ai respingimenti verso la Libia; fino alla storia della ricerca di verità e giustizia per Giulio Regeni.

Per approfondire questo tema vi segnaliamo l’incontro organizzato sabato 7 dicembre ROMA, nell’ambito di Più libri più liberi, Roma Convention Center La Nuvola, viale Asia, sala Polaris, ore 13,30. Saranno presenti con l’autore Riccardo Noury, Mauro Palma, Patrizio Gonnella, e Donatella Di Cesare.

 

 

Con il patrocinio di Amnesty International

 

Il libro

Titolo: Contro la tortura

Autore: Antonio Marchesi

€ 14,00 – pag. 128

 

L’Autore

Antonio Marchesi insegna Diritto internazionale nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Teramo e ha tenuto corsi di lezioni in diverse università italiane e straniere. È autore di oltre cinquanta saggi e ha scritto o curato libri soprattutto sulla protezione internazionale dei diritti umani. È iscritto alla sezione italiana di Amnesty International dal 1977 e ne è stato presidente dal 1990 al 1994 e dal 2013 al 2019. Per il Segretariato internazionale di Amnesty International ha svolto missioni di ricerca e partecipato a conferenze internazionali. Ha collaborato su progetti in tema di diritti umani con il Consiglio d’Europa, il Parlamento europeo, la Commissione europea e diverse organizzazioni non governative ed è attualmente consulente del Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale.

 

 

Per informazioni:
Infinito edizioni: 059/573079 – 331/2182322

 

 

[ ... ]

 

Milano, 2 dicembre 2019

Convegno “Il futuro dell'informazione: dalla storia d'Italia all'editoria 5.0”

 Con il direttore dell'agenzia, Mario Sechi, saranno presenti, fra gli altri, il sottosegretario Andrea Martella e il presidente del Censis Giuseppe De Rita. Appuntamento alle 18.30, al Piccolo Teatro Studio Melato.

Il futuro dell'informazione: dalla storia d'Italia all'editoria 5.0', è il titolo dell'evento organizzato da Agi Agenzia Italia, in collaborazione con D-Share, lunedì 2 dicembre, alle 18.30, al Piccolo Teatro Studio Melato di Milano.

«L'incontro – anticipano i promotori – verrà aperto dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri con delega all'Informazione e all'Editoria, Andrea Martella: sarà quindi l'occasione per ascoltare direttamente da uno dei 'protagonisti' le principali novità contenute nel nuovo piano del governo per aiutare il mondo dell'informazione, 'Editoria 5.0'».

A seguire, il direttore dell'Agi, Mario Sechi, partendo dal nuovo rapporto Agi-Censis 'I professionisti dell'informazione nell'era trans-mediatica', guiderà il presidente del Censis Giuseppe De Rita in un viaggio nella storia italiana e nella realtà sociale del Paese che ha accompagnato la nascita e la crescita dell'Agenzia Italia.

Tra gli interventi previsti anche quelli di Salvatore Ippolito, amministratore delegato di Agi, e Alessandro Vento, Ad di D-Share.

 

 

 

Thursday, 28 November 2019

Ouvrir dans le navigateur 

image

DERNIÈRES INFOS

Le Parlement adoube la nouvelle Commission européenne

[Avenir de l'UE] Ursula von der Leyen, qui se veut l’instigateur d’un « nouveau départ pour l’Europe », a été confirmée par le Parlement mercredi 27 novembre à une large majorité de 461 voix pour, 151 contre et 89 abstentions.

Axa amorce une réelle sortie du charbon

[Planète] L’assureur français a annoncé son plan de sortie du charbon à l’horizon 2030 en Europe, qui prévoit notamment de ne plus assurer les entreprises trop exposées à l’énergie fossile. Un plan « sans angle mort » selon les ONG.

La Catalogne au cœur des débats du gouvernement espagnol

[Avenir de l'UE] L’actu en capitales décrypte l’info de toute l’Europe, grâce au réseau de rédactions d’Euractiv.

Ad

Publier votre publicité ici

Vous voulez que vos messages soient lus par les faiseurs d’opinions européens ? EURACTIV offre des solutions publicitaires flexibles adaptées à la bulle européenne bruxelloise ou à un public professionnel paneuropéen.

Pour plus d’informations, contactez-nous >> .

 

Le climat menace l’alimentation de 7 milliards de personnes [Climat]

Retraites : l’Institut de la protection sociale sonne l’alarme [Économie]

Les migrations africaines à la loupe [Migrations]

40 000 agriculteurs bloquent les rues de Berlin [Planète]

Une élue européenne plaide pour une stratégie « agressive » pour l’aluminium [Économie]

Bruxelles exige de Londres des « conditions équitables » pour le futur accord commercial [Avenir de l'UE]

La République tchèque à la merci des services secrets chinois et russes [Politique]

Von der Leyen veut « un nouveau départ » pour l’Europe [Élections européennes 2019]

L’inclusion du nucléaire dans la finance durable divise Paris et Berlin [Planète]

Les États membres donnent leur aval à une Commission sans représentant britannique [Politique]

 

Douze Etats membres veulent plus de concurrence pour la défense européenne [Politique]

Tous les fleuves européens sont contaminés par des microplastiques [Climat]

Anne Hidalgo : « Nous avons dix ans pour réussir la transition écologique » [Politique]

Le décès de militaires français au Mali souligne l’isolement de la France au Sahel [Politique]

En Pologne, les nominations de juges crispent un peu plus Bruxelles [Politique]

Suivez l’actualité du moment sur euractiv.fr, ou abonner-vous sur Twitter à @EURACTIV_FR

 
 

// BlogActiv// Jobs// Press releases// Agenda

 

 

[ ... ]

 

The Capitals online
Good morning from Madrid,

Before you start reading today’s edition of the Capitals, feel free to have a look at our Special Report on medical cannabis as well as why Paris, Berlin are divided over nuclear’s recognition as green energy.

///

MADRID. Catalan separatists of ERC (Republican Left of Catalonia) and Spain’s socialist party (PSOE) are starting complex negotiations today (28 November) to solve the current political deadlock in the country, EURACTIV’s partner EFE reported. PSOE needs at least the abstention of ERC to facilitate the investiture of Sánchez as the new PM, and the formation of a coalition executive between the PSOE and leftist Unidas Podemos (United We Can).

However, ERC’s leaders won’t give a blank cheque to the socialists and want instead to seize the opportunity of a weakened PSOE (it won the November elections but lost three seats compared with the April 28 election) to press Sánchez into giving more concessions from the Madrid central executive.

Negotiations will be harsh. ERC wants a “negotiating table among equals” to discuss, among other topics, the right of “self-determination” of that prosperous Spanish region. This is, however, considered “a red line” not only for PSOE but also for other parties that defend a united Spain and the principles set forth in the Spanish Constitution of 1978, among them the centre-right Popular Party, the liberal-centrist of Citizens and far-right Vox (the third force in the Spanish parliament).

On the self-determination issue, Spain’s acting deputy PM, Carmen Calvo, said on Wednesday that this would be excluded from any negotiations with ERC, as self-determination is not foreseen in the country’s Constitution. (EuroEFE.EURACTIV.es)

No EU country has calculated transport decarbonisation costs.

None of the draft NECPs include an estimate of carbon abatement cost of the transport pathways selected. To minimise cost in delivering climate progress, transport technologies should be ranked on cost-effectiveness. Read how.

BERLIN

New debts are “absurd”. During the budget debate at the Bundestag on Wednesday, Chancellor Angela Merkel defended the government’s no-debt policy: “I’m surprised that this House always talks so derogatorily about a balanced budget,” she told the members of parliament. “We have never had such high investments in the budget before. One cannot find investments only good if they cause debts,” she said.

Merkel opposed calls from opposition parties Die Linke and the Greens, which demand higher investments in climate protection and the social sector and also want to finance these through new debts. Merkel countered that a “decent budget” must focus on investments without new debts – “everything else is absurd”.(Claire Stam | EURACTIV.de)

Read also: 40,000 farmers on tractors block Berlin in protest at new agricultural policy

///

PARIS

Massive strikes in December. France is slowly preparing for major strikes, which will take place on 5 December. The rail company SNCF has closed the sale of train tickets until 8 December, and airport control operators have also called for a strike in light of the government pension system reform plans. France’s official retirement age is 62, but it has more than 40 different pension systems, with some allowing workers to retire in their mid-to-late fifties, or even in their early fifties for Paris subway conductors.

The government hopes to unify the pension system to make it fairer and less costly. Prime Minister Edouard Philippe said workers would be able to hang on to “acquired rights” but said that the government is determined to end special pension regimes. However, he added that he would be open to delaying the application date. (EURACTIV.fr/ Reuters)

///

LONDON

The biotechnology dilemma. The question of whether the UK will open its doors to GMOs after Brexit has become more pertinent after EU Brexit negotiator Michel Barnier told MEPs on Tuesday (26 November) that in order to secure a trade agreement, the UK would have to agree to maintain a ‘level playing field’ and not undercut EU regulation. EURACTIV’s Natasha Foote has the story.

///

ROME

ESM spat. Opposition lawmakers have accused the government for having sold out the country in the talks for overhauling the European Stability Mechanism (ESM). Lega’s Claudio Borghi, who also chairs Italy’s lower house budget committee, wants to take Italy’s PM Giuseppe Conte to court, as according to him, the Parliament’s prerogative in the field of international treaties has been bypassed.

For Economy Minister Roberto Gualtieri, the criticism raised by right-wing Lega on the reform of the eurozone bailout fund is a mere pretext to attack the executive. “Concerns about the ESM are based on inaccurate and incorrect information,” he said. (Gerardo Fortuna | EURACTIV.com)

///

ATHENS 

Denmark to the EU Court. The European Commission referred Denmark to the European Court of Justice on Wednesday (27 November) of the EU for exporting white cheese to non-EU countries after labelling it as “feta”, the characteristic and Protected Designation of Origin (PDO) cheese of Greece. Athens-Macedonian news agency has the story.

Read also: Danish illegal ‘feta’ cheese exports face EU probe

WARSAW

The most trusted ones. According to the latest poll by CBOS, 68% of respondents trust president Andrzej Duda, the highest number of any politician in Poland. PM Mateusz Morawiecki is second (60%) and Jarosław Kaczyński third (46%). The opposition leader Władysław Kosiniak-Kamysz comes fifth with 41%. (Łukasz Gadzała | EURACTIV.pl)

///

BRATISLAVA 

ECB warns Slovakia against plans to increase bank levy. A draft law recently announced by former PM and leader of SMER-SD Robert Fico doubles the bank levy’s rate from 0.2% to 0.4% of each bank’s liabilities. “While the draft law would maintain the designated primarily financial stability purpose of the proceeds of the bank levy, it could have unintended and material adverse consequences on financial stability,” the European central bank wrote in its opinion.

ECB recommends the legislative proposal to be “accompanied by a robust impact assessment detailing the net benefits of the proposed changes”. The Slovak Ministry of Finance asked the ECB for its opinion just a day before the draft law was passed in the government (6 November). The decision now lies in the hands of the parliament. (Zuzana Gabrižová | EURACTIV.sk)

///

PRAGUE

Boycotting refugee quotas. The Czech Republic will oppose any EU asylum policy proposal introducing obligatory relocations of migrants. “We will coordinate our stance with our Visegrad partners,” Interior Minister Jan Hamáček (S&D) and Prime Minister Andrej Babiš (RE) told the Czech News Agency in response to a new German proposal to change the EU’s asylum policy.

The unofficial document is now circulating among EU member states, and according to Hamáček, it does not explicitly mention the quota system but suggests similar measures. (Aneta Zachová |EURACTIV.cz)

///

SOFIA

Judicial reforms again. In a meeting on Wednesday (27 November) with the ambassadors of EU member states, as well as Switzerland and Norway, the Bulgarian President, Rumen Radev, said that the effective fight against high-level corruption, increasing the security of the citizens, quality changes in healthcare and education are obligatory to overcome the negative demographic trends in Bulgaria.

As a common European challenge, the President highlighted the trend of increasing numbers of migrants in the Eastern Mediterranean and the Balkans. Radev called for a common European approach on this issue, financial support for countries at the European external borders and timely support from Frontex.

Regarding the Western Balkan countries, he said Bulgaria expects the future enlargement to be based on the real fulfilment of the membership criteria, as well as on decisive progress in building good neighbourly relations in the Balkans. (Krassen Nikolov | EURACTIV.bg)

>>Read also the op-ed: Harnessing the potential of French proposals for the benefit of Western Balkans

///

BUDAPEST

Hungary cooperates with the Chinese bank. Hungary is tightening its financial ties with the Industrial and Commercial Bank of China (ICBC), Finance Minister Mihály Varga said after signing a strategic cooperation agreement. The document states that the ICBC is ready to actively cooperate in renminbi bond issues and support cross-border renminbi business relations, payment transactions and the financing of infrastructure projects.

ICBC will be prepared to develop links with Hungarian banks interested in artificial intelligence, cloud-based services and other digital developments. The bank will also consider the opening of a Budapest branch to simplify Hungarian-Chinese transactions and support projects under the arrangements of the Belt and Road Initiative. (Željko Trkanjec |EURACTIV.hr)

Hungary pulls out of Eurovision. Hungary will not participate in next year’s Eurovision song contest. No official reason was given for the decision, but there are speculations that Eurovision became “too gay” for leading Hungarian politicians, especially PM Viktor Orbán. (Željko Trkanjec |EURACTIV.hr)

///

LJUBLJANA 

Radioactive waste sent to the US. Slovenian company Cinkarna from Celje, one of the largest industrial pollutants in the country, announced that it had successfully resolved the long-standing problem of disposal of radioactive material generated in the process of titanium dioxide production and, with the assistance of the Slovenian Agency for Radioactive Waste and the US License authorities, will send it to the US state of Idaho. The cost of this operation remains secret. (Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

ZAGREB 

EU needs to adjust to new technology for its security. “New technology including artificial intelligence, 5G networks and other technological innovations are a huge challenge to defence systems in the entire world,” said Croatian President Kolinda Grabar-Kitarović.

Speaking at a conference organised by the Ministry of Defense of the Republic of Croatia and Jutarnji list, partner of EURACTIV.com, Grabar-Kitarović added that they also represent an opportunity for economic development and conquering the markets that have so far been inaccessible.

Daniel Fiott, Editor-in-Chief for Security and Defense at the EUISS-EUISS Institute for Security Studies, explained the geopolitical uncertainty the EU currently finds itself in, and how it could adjust to new challenges. The great concern in the EU is the incompatibility of new technologies and artificial intelligence that are being developed in China and Europe.

“The defence is not just about crisis management anymore, it’s about how to protect citizens from new threats like cyber threats,” said Fiott, highlighting that future close EU-NATO cooperation will be crucial because of the new challenges. Read more (Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

BELGRADE

The new Commission. Serbian President Aleksandar Vučić has congratulated the members of the new EU executive expressing his satisfaction about statements backing strong relations and cooperation with the Western Balkans because a European prospect incited reforms in Serbia. He also said that the new EU officials “respond to challenges with new ideas.” (EURACTIV.rs)

///

SARAJEVO 

Environmental associations against small hydropower plants. The construction of thousands of new small hydropower plants in the Western Balkans is threatening to devastate the environment in the region’s states and destruct endemic plant and animal species that live there, representatives of regional environmental associations have warned in Sarajevo. (Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

***

[Edited by Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck]

garagErasmus Newsletter / November 2019

NEWS

Third edition of our International Talents Match in Porto

On 29 October 2019, garagErasmus Foundation (gE Foundation) organised the third edition of “International Talents Match - 10 minutes to convince the recruiter”. The event was held at the EXPONOR Exhibition Centre in Matosinhos (Portugal), during the Feira Internacional do Porto, in cooperation with the University of Porto and Erasmus Student Network Porto (ESN Porto).

The main goal of this format is to provide more opportunities for young, international-mindset students in order to find their dream job and emphasize the importance of an international experience in job search

GET TO KNOW MORE ABOUT OUR INTERNATIONAL TALENTS MATCH
 

Kick-start for the DiGi-Sporting project

Funded through the Erasmus+ programme, the DG-Sporting project aims to develop a guide of good practices for the effective incorporation of technology in sport clubs and academies, as well as the creation of a competitive profile of Sports Technologist and a postgraduate training package.

Furthermore, this project meets the need to harmonize and standardize a postgraduate specialization for graduates in Physical Activity Sciences, Sports and Physical Education in Europe, focused on the application of technology to training and teaching activities in the sports sector.

MORE ABOUT THE MEETING AND DESCRIPTION OF THE PROJECT
 

garagErasmus at the NEO-ICP Coordination Meeting

On 14 November 2019 garagErasmus Foundation participated in the joint NEO-ICP coordination meeting organised by the Education, Audiovisual and Culture Executive Agency of the European Union (EACEA) in Brussels, where we had the chance to present 2 outstanding ESAA projects we are involved in:

The EduVanHub project, presented by Gèv Harutyunyan (garagErasmus4Yerevan), seeks to help disadvantaged young people living in Armenian and Ukranian rural communities acquiring media skills by building an inclusive & innovative environment.

The WE AfriHug project, presented by Konstantinos Maragkos (GaragErasmus4Athens), aiming to bring closer Africa and Europe by empowering youth through capacity building, creating links between the African Union & the European Union's HEIs & CSOs.

READ ON OUR WEBSITE
 

IYE-LABS partners
meeting in Brussels

On 18-19 November 2019, IYE-LABS' partners had the chance to discuss many practical aspects related to the implementation phase of this transnational project co-funded by the Erasmus+ programme of the European Union at the Out of the Box International headquarters in Brussels, Belgium. garagErasmus ASBL (gE4Brussels) is leading communication and dissemination actions for IYE-LABs project.

IYE-LABs project seeks to train 100 young Europeans to face the most pressing social, environmental and cultural challenges. Young people participating in the laboratory will experience in first person a training and self-knowledge process aimed at better understanding the dilemmas and social, cultural and environmental challenges both at a local and global level to carry out innovation and ethical actions and build local citizenship.

READ MORE ON IYE-LABS WEBSITE
 

EYVOL hosts the first international conference on Sport Volunteerism

The conference took place on 27 November 2019, at the Maison du Handball in Creteil (Paris), France, and it was organized within the framework of the ‘Empowering Youth Volunteers through Sport’ (EYVOL) project, a transnational and multi-sectoral initiative co-funded by the Erasmus+ programme of the European Union, involving partners from the Olympic Movement, the United Nations, the academic world and civil society. 

Representatives from organizations such as the International Labour Office (ILO), UNICEF,  FIFA, The Inter-Ministerial Delegation from the 2024 Olympic and Paralympic Games, the French Ministry of Sport, Special Olympics, the French Football Federation, alongside several National Olympic Committees, NGOs and associations took part in the conference as panellists and shared information on practices, policies and plans in recruitment, training and deployment of sport volunteers, in view of promoting future employability.

MORE ABOUT THE CONFERENCE
 

gE4Valencia: the perfect mixture of European values and delicious Mediterranean cuisine!

The Mediterraneo Culinary Centre (MCC) is a Spanish private school which specialises in Gastronomy. As well as being the only organisation of that kind in our network, MCC is the only school in Spain recognized by Worldchef and the World Gastronomy Institute. The rural surroundings and the long history of a gastronomic culture in the maritime area of Valencia play an inspiring role to their activities. Moreover, MCC organises both cooking masterclasses and courses of Spanish language and culture. 

MCC has extensive experience as a Host Institution for a series of European Mobility Programs, notably Erasmus+ KA1 and KA2. They also implement educational projects and facilitate mobility abroad for youths.

If MCC has caught your attention, you can visit their social media channels (Facebook and Instagram) and stay tuned!

FOLLOW gE4Valencia
 

VIDEO

The EU's Erasmus+ programme is about students, but not only: there are opportunities also for trainees, teachers, staff, volunteers and more. Get to know more about it by watching this EP video. 
 
 

FIGURES

In 2018, 82% of young people aged 20-34 who had successfully obtained at least an upper secondary level of education in the past 1-3 years were employed. This figure has increased for 5 years in a row, up from a relative low of 75% in 2013, recorded in the aftermath of the last economic crisis.  But which regions have the highest and lowest employment rates for recent graduates?

Data from EUROSTAT.
 
 

REPORT

The EURYDICE 2019 Report contains over 35 structural indicators on education policies for the 2018/19 academic year in six policy areas: early childhood education, achievement in basic skills, early leaving from education & training, higher education, graduate employability and learning mobility, also providing a short overview of the major reforms since the start of the 2014/15 academic year.
 
 

OUR BROCHURE

DOWNLOAD IT!
Facebook
Twitter
Instagram
LinkedIn
Website

 

 

[ ... ]

 

 

[ ... ]

 

 
Se non si visualizza correttamente questa e-mail cliccare qui
Elezioni nel Regno Unito, Hong Kong/Cina, Bosnia-Erzegovina, Terza Guerra Mondiale
26 novembre 2019

Dominate dalla Brexit, le elezioni anticipate del 12 dicembre nel Regno Unito, per quanto imprevedibili, dovrebbero consegnare la vittoria ai Conservatori di Boris Johnson, ma in gioco c'è l'unità del Paese, come ci dice Bill Emmott in un'intervista. Lo sfidante laburista Jeremy Corbyn promette, dopo tanti tentennamenti, un secondo referendum sull'uscita dall'Unione europea; e sull'eventualità di una nuova consultazione sull'indipendenza della Scozia potrebbe cementarsi un'inedita alleanza con gli indipendentisti dell'Snp.

Tredici mesi dopo le elezioni, la presidenza tripartita della Bosnia-Erzegovina riesce nell'impresa di indicare un premier (ma restano tanti non detto sull'integrazione euroatlantica). A Hong Kong, le elezioni distrettuali segnano una valanga di consensi pro forze democratiche: è l'effetto delle proteste che vanno avanti da cinque mesi nell'ex colonia britannica contro l'erosione dell'indipendenza da parte di Pechino.

ARTICOLI
 VERSO LE ELEZIONI DEL 12 DICEMBRE
Gran Bretagna: alle urne nel segno della Brexit con tante incognite
 

di Alessandra Rizzo

Elettori capricciosi, un sistema bipartitico che sembra segnare il passo e naturalmente il terremoto Brexit, che ha scardinato tutte le convenzioni della Gran Bretagna. Ce n’è abbastanza per rendere le elezioni del 12 dicembre tra le più imprevedibili, e cariche...

 VERSO IL VOTO DEL 12 DICEMBRE
Gran Bretagna: elezioni; Emmott, "i conservatori vinceranno"
 

di Francesca Caruso

“È vero che, rispetto al passato, oggi i risultati elettorali sono molto più imprevedibili. Ma detto questo, credo che le previsioni sulla vittoria schiacciante del Partito conservatore siano corrette”. Così Bill Emmott, giornalista, ex-direttore dell’Economist e scrittore britannico, vede l’andamento...

PROTESTE ED ELEZIONI DISTRETTUALI
Hong Kong: erosione dell’autonomia e attendismo cinese
 

di Rodolfo Bastianelli

Iniziate con l’obiettivo di far ritirare la contestata legge sull’estradizione proposta dal capo dell’esecutivo locale Carrie Lam, le manifestazioni che da cinque mesi si svolgono ad Hong Kong hanno cause che vanno oltre il contestato provvedimento, ed una delle più...

SARAJEVO FRA UE E NATO
Bosnia-Erzegovina: le incompiute 24 anni dopo Dayton
 

di Michele Collazzo

Il 19 novembre scorso, la presidenza tripartita della Bosnia-Erzegovina, dopo quasi tredici mesi di stallo, ha finalmente trovato un accordo per la nomina del nuovo primo ministro. Il 58enne Zoran Tegeltija, ex ministro delle Finanze della Republika Srpska (Rs) ed...

CULTURA DELLA PACE COME ANTIDOTO
Religione: una Terza Guerra Mondiale fatta di 380 conflitti
 

di Emmanuela Banfo

La Terza Guerra Mondiale è già in atto e a dimostrarlo sono i 380 conflitti in corso, i 71 milioni di profughi, i 40 milioni di persone, soprattutto donne e bambine, ridotte in schiavitù, l’escalation di vittime, migliaia e migliaia...

ULTIME DAL BLOG

Dal blog Sanzioni Internazionali

Dal blog Finestra sull'Europa

L’Ue rinnova le sanzioni sul Venezuela Ue/Italia: prove di sostenibile resilienza

di Studio Padovan

di Studenti FiSE

© 2019 AffarInternazionali - www.affarinternazionali.it

 

 

[ ... ]

 

 
Se non si visualizza correttamente questa e-mail cliccare qui
Israele in panne, lanciatori europei, Bei e clima, proteste in Iran, voto in Guinea-Bissau
22 novembre 2019

Per Israele è l'anno delle prime volte e dell'instabilità politica: dopo le elezioni ripetute due mesi fa, è ancora buio pesto per la formazione di un governo, mentre il premier uscente Benjamin Netanyahu è stato formalmente incriminato per corruzione, frode e abuso d'ufficio. Nelle stesse ore, Benny Gantz, il leader della formazione centrista Blu-Bianco candidato a succedere a Netanyahu, ha gettato la spugna e il presidente Reuven Rivlin ha incaricato lo speaker della Knesset Yuli Edelstein di formare un esecutivo che eviti un terzo ritorno di fila alle urne.

Mentre la politica spaziale europea dà vita a un accordo che definisce i ruoli dei diversi attori nel campo dei lanciatori, la Banca europea degli investimenti conferma la sua fama di "banca del clima", prevedendo di non sostenere più, dopo il 2021, progetti sulla produzione di energia da combustibili fossili, gas compreso.

La Guinea-Bissau che ha vissuto settimane concitate che hanno visto anche l'intervento di Ecowas e Onu, va alle urne domenica per le elezioni presidenziali; in Iran, intanto, si contano i morti dopo giorni di proteste innescate dal caro benzina. Ed è gelo fra Seul e Tokyo: stanotte scadrà il patto fra Corea del Sud e Giappone per lo scambio di informazioni militari e strategiche sull’arsenale nucleare e missilistico nordcoreano.

ARTICOLI
 LO SPETTRO DELLE TERZE ELEZIONI
Israele: politica e giustizia, Gantz rinuncia, Netanyahu incriminato
 

di Nello del Gatto

Il 21 novembre 2019 sarà ricordato dagli storici di Israele come il giorno nel quale due primati politici, non certo esaltanti, furono raggiunti. In mattinata, a poco più di due mesi dalle elezioni, dopo la riconsegna del mandato presidenziale prima da parte...

 VERSO LA CONFERENZA MINISTERIALE ESA
Spazio: lanciatori, un altro tassello per una strategia europea
 

di Jean-Pierre DarnisMichele Nones

L’accordo firmato il 20 novembre fra l’Agenzia spaziale europea, l’Esa, e le società Arianespace, Ariane Group ed Avio. per definire meglio i ruoli dei diversi attori nel campo dei lanciatori, rappresenta un tassello importante per il rafforzamento della strategia europea...

SARANNO FINANZIATI SOLO PROGETTI SOSTENIBILI
Clima: Bei, da 2021 stop a progetti per energia da combustibili fossili
 

di Margherita Bianchi

La Banca europea degli investimenti (Bei), uno dei maggiori finanziatori multilaterali di progetti finalizzati a sostenere obiettivi climatici e ambientali, ha fornito – solo negli ultimi cinque anni – più di 65 miliardi di euro a favore delle energie rinnovabili,...

AL VOTO IL 24 NOVEMBRE
Guinea-Bissau: elezioni dopo l'intervento dell'Onu
 

di Lorenzo D'Ilario

Domenica 24 novembre si terranno le elezioni presidenziali in Guinea-Bissau, con l’eventuale ballottaggio fissato per il 29 dicembre nel caso in cui nessun candidato dovesse ricevere più del 50% dei voti. Indipendente dal 1974, l’ex colonia portoghese dell’Africa occidentale ha...

VENTI DI RIVOLTA NELLA REPUBBLICA ISLAMICA
Iran: proteste anti-governo, esplode malcontento popolare
 

di Leone Radiconcini

Secondo le stime di Amnesty International, a oggi in Iran 106 persone sono state uccise e più di mille sono state arrestate in seguito alle proteste antigovernative che vanno avanti da giorni. Il governo iraniano ha infatti annunciato, il 14 novembre,...

LA RIUNIFICAZIONE DOPO LA CADUTA DEL MURO
Germania: i dieci punti di Kohl e l'accelerazione della storia
 

di Francesco Bascone

La rapida riunificazione della Germania, nelle rievocazioni della caduta del Muro, è stata spesso presentata come un fatto scontato sin da quel 9 novembre 1989 (non è falso, ma è una semplificazione) o addirittura una prospettiva ineluttabile sin dal lancio...

INTRECCIO D'INTERESSI TRA SICUREZZA E SCAMBI
Corea: Gsomia, stop sventato in extremis fra Seul e Tokyo
 

di Gennaro Ambrosio

A 6 ore dalla scadenza fissata per il 23 novembre a mezzanotte, contrariamente a quanto annunciato il 22 agosto, il governo sudcoreano ha reso nota la decisione di sospendere momentaneamente la cessazione del General Security of Military Information Agreement (Gsomia), patto...

ULTIME DAL BLOG

Dal blog Vuelvo al Sur

Dal blog Finestra sull'Europa

Dei diritti e delle pene Operazione Verità "Dentro l'Europa"

di E.M. Brandolini

di Studenti FiSE

© 2019 AffarInternazionali - www.affarinternazionali.it

 

 
NEWSLETTER DEL 22 NOVEMBRE 2019
 
     
  DIE, incontro con studenti universitari della “Sapienza” nel Programma “Amministrazione Aperta”  
     
 
 

Continua il “Programma Amministrazione Aperta” del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria (DIE)...(continua a leggere)


 

 

Il senso del governo per l’editoria (seconda parte: strumenti di sostegno)

 

 
     
 

Deposito legale e Convenzioni USPI, scadenze di Novembre 2019

 

 
     
AGCOM commina una sanzione per tardiva trasmissione della Comunicazione Annuale 2019

 

 

 



 

Segnaliamo inoltre:

 

IA e giornalismo, come cambierà la professione

Mostra su Tex, 70 anni di storia del celebre ranger dei fumetti

 

 

Convegno USPI sulle “Fake news” | Vetere: “La disinformazione è sempre esistita. Oggi è amplificata dall’utilizzo di internet”

 

 


 

Servizio di Rassegna Stampa relativo al mondo dell'editoria e della comunicazione presente nell'area riservata ai Soci del sito - clicca per restare sempre aggiornato

 

 

 

 

www.uspi.it  uspi@uspi.it  uspi@pec.uspi.it

tel. 06.4071388 - 06.4065941 (anche fax)

 Problemi con la visualizzazione di questa newsletter? clicca su  notiziario.uspi.it

 

 
                                                           Newsletter n. 87

Sesta edizione (2019-2020) del progetto Milanosifastoria
 

 

 

Wednesday, 20 November 2019

Ouvrir dans le navigateur 

image

DERNIÈRES INFOS

Pascal Canfin : « Le moment est venu de déclarer l’urgence climatique en Europe »

[Climat] Le président de la Commission environnement au Parlement européen, propose de déclarer l’état d’urgence climatique lors de la prochaine session plénière à Strasbourg, fin novembre.

Angela Merkel souhaite l’essor des investissements en Afrique

[Avenir de l'UE] L’actu en capitales décrypte l’info de toute l’Europe, grâce au réseau de rédactions d’Euractiv.

La loi française sur les locations Airbnb devant la justice européenne

[Justice] La Ville de Paris et deux propriétaires ayant loué leur habitation via des plateformes en ligne de type Airbnb se sont opposés mardi matin devant la Cour de justice de l’Union européenne, une affaire suivie de près par de nombreux États membres.

Ad

Publier votre publicité ici

Vous voulez que vos messages soient lus par les faiseurs d’opinions européens ? EURACTIV offre des solutions publicitaires flexibles adaptées à la bulle européenne bruxelloise ou à un public professionnel paneuropéen.

Pour plus d’informations, contactez-nous >> .

 

La présidente estonienne rappelle le rôle dissuasif de l’OTAN face à la Russie [Politique]

La Convention citoyenne pour le climat fait ses premières propositions [Climat]

La France perd chaque année 5 milliards d’euros dans les paradis fiscaux [Fiscalité]

Garder les jeunes agriculteurs dans les zones rurales, un défi de taille pour la Croatie [Planète]

Angela Merkel fait fi des appels à la relance budgétaire [Économie]

Paris présente ses propositions de réforme sur l’élargissement [Avenir de l'UE]

Quand l’aviation européenne fait des économies sur le dos du climat [Climat]

Margrethe Vestager : « Sans médias libres, il n’y a pas de démocratie » [Politique]

Les États membres de l’UE refusent de payer pour le Brexit [Politique]

Accès à la terre et rentabilité compliquent l’accès des jeunes Espagnols à l’agriculture [Planète]

 

La pression monte au Parlement en amont du vote sur la nouvelle Commission [Avenir de l'UE]

La suppression des aides fiscales à l’huile de palme finalement maintenue [Planète]

« Tant qu’il n’y aura pas plus de justice fiscale, ce gouvernement aura du mal à réformer » [Fiscalité]

Horst Seehofer veut muscler la lutte contre la migration illégale [Avenir de l'UE]

Une ancienne eurodéputée italienne arrêtée pour corruption [Avenir de l'UE]

Suivez l’actualité du moment sur euractiv.fr, ou abonner-vous sur Twitter à @EURACTIV_FR

 
 

// BlogActiv// Jobs// Press releases// Agenda

 

 

[ ... +

 

 

[ ... ]

 

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

 

 

Gli ultimi avvistamenti di Ossigeno per l'Informazione

Lunedì 18 novembre 2019

 

I nostri ultimi avvistamenti: 59 giornalisti minacciati in Italia in 33 giorni
Campania. Sparatoria contro il cronista Mario De Michele

Ingrandimenti
Scavo e Porsia. Altri due giornalisti sotto scorta
Napoli. Aggredita troupe di Non è l’Arena
Campobasso: alla Regione insulti a una cronista
Roma. Stai attento! Un Casamonica minaccia Trocchia
Arzano (Napoli). Minacce di morte a due cronisti
Messina. Striscione allo stadio contro un cronista
Trento. Danni e insulti alla Voce del Trentino
Pomigliano. Il Sindaco smentisce con i manifesti
Carsoli. Cronista e operatore Rai denunciano aggressione
Nuoro. Minacce Fb alla redazione di Cronache

Aggiornamenti
Pescara. Prime misure per l’aggressione a troupe Striscia
Caulonia (RC). 11 anni per la condanna definitiva del vicesindaco

Appuntamenti
= Il Forum delle Giornaliste del Mediterraneo
Contro l’impunità/1 – Il convegno del 25 ottobre al Senato
In un anno 9000 querele e 64 condanne al carcere
= Impunità 96,7% nel 2019 in Italia per chi minaccia
Più informazione sulle minacce ai giornalisti
Video, audio, relazioni, messaggi, dati, foto e grafici

Contro l’impunità/2 – Il Colloquium di Bruxelles
Il Presidente David Sassoli a Ossigeno
La proposta di Ossigeno
Il resoconto dell’incontro
La Cartella stampa

Memoria
Il convegno su Kuciak e la mafia in Slovacchia
Il Pannello della memoria al Presidente della Commissione Antimafia

L’Ufficio di Assistenza Legale Gratuita di Ossigeno
Ossigeno parte civile per gli aggrediti al Verano
1milione € chiesto a Voce delle Voci. Bonus di Ossigeno
Querele. Assolto Enrico Fierro difeso da Ossigeno
Com’è nato l’Ufficio Legale di Ossigeno

Leggi e sentenze
Contro le querele temerarie un risarcimento punitivo
Carlo Verna, l’Odg contro le liti temerarie e il carcere
Diritto all’oblio. Come sta conquistando terreno
Processi. Metodo mafioso o no? Sì a Ostia, no a Bologna
Fb. Scrisse: denunci false minacce. Condannato
Alcamo. Giudice archivia querela contro Itaca Notizie

 

Come produciamo queste informazioni - Le informazioni sulle intimidazioni, le minacce e gli abusi contro giornalisti e blogger e sulle più gravi violazioni della libertà di stampa e di espressione che si verificano in Italia sono tratte dal monitoraggio continuativo del fenomeno che Ossigeno per l’Informazione Onlus fa dal 2008 in poi, con un metodo scientifico che poggia su due pilastri: la verifica dei fatti e il volontariato professionale.

 

Queste ed altre notizie sul sito di Ossigeno www.ossigeno.info
 

 
Facebook Twitter Web Site

OSSIGENO PER L'INFORMAZIONE, Osservatorio sui cronisti minacciati e le notizie oscurate in Italia, è un’associazione ONLUS fondata nel 2007, dal 2014 è consulente della Commissione Parlamentare Antimafia e dell’OSCE. Ha pubblicato i nomi di migliaia di giornalisti italiani colpiti da intimidazioni. Si batte affinché ognuno di loro abbia un’adeguata protezione; promuove il diritto dei cittadini di essere informati; esplora il problema della legalità nel campo dell’informazione giornalistica.

Image

Ossigeno per l’Informazione
Piazza della Torretta 36 1° piano – 00187 Roma

Tel. 0668402705 - 067000705 | posta elettronica segreteria@ossigenoinformazione.it

 

 

[ ... ]

 

 
Se non si visualizza correttamente questa e-mail cliccare qui
La Nato e Macron, Bolivia nel caos, Gb/Usa e la Brexit, Israele, robot nello spazio
15 novembre 2019

A Bruxelles sperano di non assistere a un nuovo rinvio dell'insediamento di Ursula von der Leyen oltre il 1° dicembre, e per questo la Commissione europea ha avviato una procedura di infrazione contro il Regno Unito, che non intende indicare un proprio membro prima delle elezioni anticipate del 12 dicembre, mentre si rinsalda l'asse tutto anglofono con gli Stati Uniti di Donald Trump.

Nel Vecchio continente, le parole di Emmanuel Macron - secondo cui la Nato sarebbe in uno stato di morte cerebrale - fanno velo alle ambizioni di leadership del presidente francese. In Israele, l'operazione militare a Gaza ordinata dal premier uscente Benjamin Netanyahu riapre i giochi per il governo e segna un punto a sorpresa a favore del leader del Likud.

Il presidente della Bolivia Evo Morales, intanto, ha ricevuto asilo politico in Messico, mentre nel Paese andino si avvicendano accuse di frode elettorale contro il governo e di golpe all'indirizzo di forze armate e opposizione.

ARTICOLI
 MACRON E IL RILANCIO DELLA DIFESA EUROPEA
Difesa: la Nato non è in coma e l’Ue non è un fantasma
 

di Alessandro MarroneGaia Ravazzolo

Poiché gli Stati Uniti abbandonano gli europei e della difesa collettiva Nato non ci si può fidare, l’Europa deve farsi potenza militare mondiale per non ‘scomparire geopoliticamente’: questa l’essenza della visione geopolitica espressa dal presidente francese Emmanuel Macron all’Economist, solo...

 IMPREVEDIBILITÀ DELLA POLITICA E RISCHI
Gb/Usa: Brexit e altro, Johnson e Trump e il chicken game
 

di Antonio Armellini

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il premier britannico Boris Johnson parlano spesso di una nuova special relationship, all’interno di una comunità euroatlantica dove si parli solo inglese. Trump ritiene possa essere utile al suo disegno di scardinare l’Unione europea con la Brexit;...

ASILO POLITICO IN MESSICO
Bolivia: Morales lascia dopo le proteste, incertezza sul futuro
 

di Thomas Paganoni

C’è forte agitazione in Bolivia in seguito alle elezioni del mese scorso, con il presidente Evo Morales costretto a rifugiarsi in Messico a causa delle accuse di frode elettorale e l’invito a uscire di scena da parte delle forze armate....

TORNA IPOTESI ALTERNANZA NETANYAHU - GANTZ
Israele: l'uccisione di al-Ata a Gaza riapre i giochi per il governo
 

di Nello del Gatto

Un’operazione militare chirurgica, che porta molteplici risultati politici positivi. In mezzo, troppe vittime civili: una sarebbe già eccessiva, ma i 32 morti di Gaza, compresi dei bambini, sono un bilancio assurdo in questa che continua a essere una situazione assurda....

UOMO E ROBOT BINOMIO DEL FUTURO
Intelligenza artificiale: astro robot tra scienza e strategia
 

di Matteo Didioni

Nel corso dei secoli, la specie umana si è servita della tecnologia per superare gli ostacoli che incontrava sul proprio cammino innumerevoli volte, agendo con determinazione ed intelligenza. In particolare, la corsa verso lo spazio che l’homo sapiens sapiens ha...

PREVISIONI ECONOMICHE 2020
Nordea: crescita, nel Nord avanza la paura di un rallentamento
 

di Gianfranco Nitti

“Esiste il rischio reale che le relazioni tra Stati Uniti e Cina, che fondamentalmente sono una lotta per il dominio globale, possano peggiorare ulteriormente”, afferma Helge J. Pedersen, capo economista del Gruppo Nordea, il principale gruppo bancario nordico, con base...

ULTIME DAL BLOG

Dal blog Con-te-sto

 

 
Migrante, participio presente pervicace  

di Maria Laura Conte

 
IN EVIDENZA
 
SEGNALAZIONE
'Il pianeta, l'Europa e io': torna il Premio IAI
 

‘Il pianeta, l’Europa e io: come contrastare i cambiamenti climatici, assicurare un modello di sviluppo sostenibile e tutelare l’ambiente?’ è il tema che l’Istituto Affari Internazionali ha scelto per la terza edizione del Premio IAI, dedicato ai giovani under 26, studenti...

© 2019 AffarInternazionali - www.affarinternazionali.it

 

 

[ ... ]

 

 
NEWSLETTER DEL 15 NOVEMBRE 2019
 
     
  Convegno USPI sulle “Fake news” | Vetere: “La disinformazione è sempre esistita. Oggi è amplificata dall’utilizzo di internet”  
     
 
 

Il Convegno, organizzato da USPI – Unione Stampa Periodica Italiana, “Fake News – Libertà e responsabilità di informazione nell’era digitale”...(continua a leggere)


 

 

 

Il senso del governo per l’editoria (prima parte)

 
     
Garante privacy e OdG: ”I media rispettino le libertà fondamentali delle persone e le regole alla base della professione”

 

 
     
Il Presidente Sassoli: “Il Parlamento europeo in prima linea contro intimidazioni e minacce ai giornalisti”

 

 

 



 

Segnaliamo inoltre:

 

INPGI, Circolari n. 7 e n. 8 del 31 ottobre 2019

Classifica Comscore dell’informazione online settembre 2019, sempre in testa Citynews e Fanpage

 

 

Analisi della Legge di bilancio 2020, prime norme e prime osservazioni

 

 


 

Servizio di Rassegna Stampa relativo al mondo dell'editoria e della comunicazione presente nell'area riservata ai Soci del sito - clicca per restare sempre aggiornato

 

 

 

 

www.uspi.it  uspi@uspi.it  uspi@pec.uspi.it

tel. 06.4071388 - 06.4065941 (anche fax)

 

Friday, 15 November 2019

Ouvrir dans le navigateur

image

DERNIÈRES INFOS

La BEI va boycotter les énergies fossiles

[Économie] The European Investment Bank (EIB) decided on Thursday (14 November) to end financial support for fossil fuels from 2021, after marathon talks ended in a compromise that has been hailed as “a significant victory” for green policies.

L’Autorité européenne de sécurité des aliments prend les poussins sous son aile

Un nouveau rapport de l’Autorité européenne de sécurité des aliments (EFSA) cherche des solutions pour éviter le broyage des poussins mâles, comme le sexage dans l'oeuf.

Thierry Breton définitivement nommé commissaire au marché intérieur

[Monde] Le candidat français a convaincu plus des deux tiers des eurodéputés qui l'auditionnaient. Les Verts et la gauche radicale sont les seuls à avoir manifesté un réel scepticisme.

Ad

Publier votre publicité ici

Vous voulez que vos messages soient lus par les faiseurs d’opinions européens ? EURACTIV offre des solutions publicitaires flexibles adaptées à la bulle européenne bruxelloise ou à un public professionnel paneuropéen.

Pour plus d’informations, contactez-nous >> .

 

Le nucléaire menacé d’obsolescence d’ici 20 ans [Planète]

Retraites : une majorité de Français favorable à la grève du 5 décembre [Société]

La France demande des quotas de pêche pluriannuels [Société]

Le nouveau maire de Budapest fustige le Premier ministre Viktor Orban [Politique]

La pauvreté au travail augmente en Europe [Société]

Sortie du charbon : la finance française au milieu du chemin ? [Climat]

Droits sexuels et reproductifs. Quelles sont les menaces et les avancées en Europe ? [Mode de vie]

La Cour des comptes critique l’inefficacité du programme de réinstallation des migrants [Avenir de l'UE]

Berlin va accueillir la nouvelle « gigafactory » de Tesla [Commerce international]

L’économie circulaire sera la priorité du « Green deal » européen [Économie circulaire]

 

La France aura bientôt 10 % de navires fonctionnant au GNL [Planète]

Les produits des territoires occupés par Israël bientôt clairement étiquetés [Commerce international]

Une audition sans grand suspens pour Thierry Breton [Élections européennes 2019]

Tout ce que vous avez toujours voulu savoir sur les procédures d’infraction de l’UE [Justice]

La coopération militaire de l’Europe avance tambour battant [Avenir de l'UE]

Suivez l’actualité du moment sur euractiv.fr, ou abonner-vous sur Twitter à @EURACTIV_FR

 
 

// BlogActiv// Jobs// Press releases// Agenda

 

 

[ ... ]

 

                                                           Newsletter n. 82

Presentazione del libro “Il giornale è il mio amore”
 

Venerdì 15 novembre 2019 alle ore 18.00, nella Sala del Consiglio del Comune di San Giovanni in Persiceto in Corso Italia 70, si terrà la presentazione del libro “Il giornale è il mio amore” di Giancarlo Tartaglia pubblicato nella collana “Giornalisti nella storia” della Fondazione Murialdi.

Parteciperanno Matteo Naccari, Fulvia Sisti, Lorenzo Pellegatti, Maura Pagnoni e Fulvio Cammarano. Sarà presente l’autore.

 

 
Se non si visualizza correttamente questa e-mail cliccare qui
Elezioni in Spagna, la tela di Macron, Siria, India, America Latina, Muro di Berlino
12 novembre 2019

Benché entrambi abbiano perso seggi nelle elezioni di domenica scorsa (le quarte in quattro anni), stavolta Psoe e Unidas-Podemos sembrano intenzionati a formare un governo progressista in una Spagna sedotta come mai finora dalla ultra-destra di Vox, vera vincitrice delle consultazioni, con un incremento di un milione di voti in appena sei mesi.

Nonostante il ritiro annunciato da Trump, gli Stati Uniti ritornano nel nord-est della Siria, presidiato dall'asse fra Turchia e Russia, mentre in India la sentenza della Corte suprema che riconosce il sito storico di Ayodhya agli Hindu e non ai musulmani pone fine a una controversia che ha causato oltre 2000 morti. Il verdetto è un'ennesima vittoria per il premier Narendra Modi.

In un'Ue ancora istituzionalmente debole e con una Commissione incompleta, Emmanuel Macron si candida alla leadership continentale, ma il suo disegno sembra orientato più all'isolamento che alla costruzione del consenso.

ARTICOLI
 LE ELEZIONI POLITICHE DI DOMENICA 10
Spagna: nodi irrisolti, nessuno vince, tranne Vox, tanti perdono
 

di Elena Marisol Brandolini

Le elezioni spagnole della scorsa domenica non sono servite a sciogliere i nodi che l’estate scorsa avevano reso impossibile la formazione del governo e anzi consegnano un quadro politico di maggiore incertezza rispetto a prima. I socialisti sono ancora il...

 DOPO L'INTERVISTA A THE ECONOMIST
Macron: l'intellettuale e il politico, le condizioni di una leadership
 

di Riccardo Perissich

L’intervista del presidente francese Emmanuel Macron all’Economist ha qualcosa in comune con quella a suo tempo rilasciata dall’allora presidente statunitense Barack Obama a The Atlantic. Entrambi sono degli intellettuali prestati alla politica con un certo successo: caratteristica ormai rara, in...

DESTINI INTRECCIATI IN MEDIO ORIENTE
Siria: confine del disordine tra Turchia, Russia e Stati Uniti
 

di Alessia Chiriatti

In Siria, nel confine del disordine, teatro dell’invasione turca iniziata il 9 ottobre scorso, sono tornati anche gli Stati Uniti, nonostante il ritiro annunciato dal presidente Donald Trump un mese fa. I soldati americani, insieme alle Forze democratiche siriane, hanno...

LA DECISIONE DELLA CORTE SUPREMA
India: Ayodhya, il sito agli Hindu, la delusione ai musulmani
 

di Nello del Gatto

Ancora una volta, Narendra Modi riesce a portare a casa un risultato, a mantenere una promessa elettorale. Alcuni mesi dopo essersi annesso il Kashmir, sei mesi dopo la sua riconferma a capo della più popolosa democrazia del Mondo, l’India, Narendra...

ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI
AmLat: onda verde da Argentina a Colombia, Bolsonaro isolato
 

di Carmine de Vito

La Colombia non fa eccezione: il sentimento di contestazione anti-establishment che sta agitando tutta la regione non risparmia – e non era scontato – il Paese ‘cafetero’. Le elezioni regionali e comunali del 27 ottobre hanno prodotto un vero terremoto,...

ANNIVERSARIO: TRENT'ANNI FA
Muro di Berlino: ad Est, fermenta una profonda inquietudine
 

di Massimo Congiu

Sono passati trent’anni dalla caduta del Muro di Berlino e un’inquietudine profonda percorre le società dei Paesi che un tempo stavano dall’altra parte della Cortina di Ferro. Un sondaggio condotto fra il 21 agosto e il 13 settembre scorsi dall’Open...

ULTIME DAL BLOG

Dal blog Finestra sull'Europa

 

 
Operazione Verità "Dentro l'Europa"  

di Studenti FiSE

 
IN EVIDENZA
 
SEGNALAZIONE
Corsi IAI, il calendario 2019
 

Formare i cittadini di domani, promuovere la conoscenza della politica internazionale, interpretare le sfide e le opportunità provenienti dal mondo: questi i principali obiettivi dei corsi di formazione dello IAI, ai quali è già possibile iscriversi.

© 2019 AffarInternazionali - www.affarinternazionali.it

 

 

Tuesday, 12 November 2019

Ouvrir dans le navigateur 

image

DERNIÈRES INFOS

Le Royaume-Uni se résigne à choisir un commissaire européen

[Avenir de l'UE] Le gouvernement britannique a annoncé le 11 novembre qu’il « remplirait ses obligations légales » et désignerait un candidat pour siéger au sein de la nouvelle Commission européenne d’Ursula von der Leyen à Bruxelles.

La méthode Macron remise en question par un nouveau tollé sur l’OTAN

La vision géopolitique du président français, exposée dans un entretien avec The Economist, a de nouveau suscité des réactions épidermiques. Le président multiplie les maladresses diplomatiques au risque de braquer ses partenaires.

Le ralentissement économique sème le trouble dans l’UE

[Économie] Les États membres de l’UE devraient se préparer à « tous les scénarios », alors que l’économie européenne continue de ralentir et ne devrait pas reprendre de si peu, avertit la Commission européenne dans ses dernières prévisions économiques.

La Bulgarie vise l’indépendance gazière d’ici à 2020

[Avenir de l'UE] L’actu en capitales décrypte l’info de toute l’Europe, grâce au réseau de rédactions d’Euractiv.

Ad

Publier votre publicité ici

Vous voulez que vos messages soient lus par les faiseurs d’opinions européens ? EURACTIV offre des solutions publicitaires flexibles adaptées à la bulle européenne bruxelloise ou à un public professionnel paneuropéen.

Pour plus d’informations, contactez-nous >> .

 

L’Espagne encore plus bloquée politiquement après les élections [Politique]